The Informer - Tre secondi per sopravvivere

Film 2019 | Drammatico +13 113 min.

Titolo originaleThe Informer
Anno2019
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata113 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diAndrea Di Stefano
AttoriJoel Kinnaman, Rosamund Pike, Common, Ana de Armas, Clive Owen, Ruth Bradley Sam Spruell, Martin McCann, Jenna Willis, Nasir Jama.
Uscitagiovedì 17 ottobre 2019
TagDa vedere 2019
DistribuzioneAdler Entertainment
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,95 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Andrea Di Stefano. Un film Da vedere 2019 con Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Common, Ana de Armas, Clive Owen, Ruth Bradley. Cast completo Titolo originale: The Informer. Genere Drammatico - USA, 2019, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 17 ottobre 2019 distribuito da Adler Entertainment. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,95 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Informer - Tre secondi per sopravvivere tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una corsa contro il tempo per un uomo costretto a collaborare con l'FBI pur di riavere la libertà. In Italia al Box Office The Informer - Tre secondi per sopravvivere ha incassato 156 mila euro .

Consigliato sì!
2,95/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,89
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un solido film di genere che si muove con i giusti riferimenti e coniuga realismo, azione e introspezione.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 14 ottobre 2019
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 14 ottobre 2019

Pete Koslow è un ex soldato con un passato in carcere, e un informatore per l'FBI. Infiltrato come corriere della droga in un clan polacco, è impegnato a cercare di incastrare Il Generale, lo spietato mafioso che comanda il cartello. Durante l'operazione che dovrebbe portare all'arresto del criminale, però, qualcosa va storto: un poliziotto viene ucciso e la polizia di New York comincia ad indagare su Pete. All'FBI non resta che rimandarlo nel carcere di Bale Hill, come gli ha ordinato di fare il Generale, che vuole fargli gestire la droga all'interno della prigione. Ma uscire da lì dentro non sarà così facile.

Andrea Di Stefano fa un salto di cornice e di qualità: dopo il progetto di Escobar con Benicio del Toro, di produzione francese, gira a New York (e nelle città-surrogato canadesi, comunemente usate per rimpiazzarla) un solido film di genere, americano nell'ispirazione ma personalizzato da una sensibilità europea, che traspare per esempio nel finale, e che si deve all'intervento del regista in fase di riscrittura e alla genesi del progetto, che affonda le radici nel romanzo svedese "Tre secondi" della coppia Roslund e Hellström.

The Informer si muove con i giusti riferimenti, quello più emotivo de La 25esima ora e quello più d'azione (e d'intreccio) di Codice 999, con cui condivide uno degli sceneggiatori della prima ora, Matt Cook; ma sullo sfondo ci sono anche modelli più classici e in generale una predilezione per un cinema in cui i personaggi non sono pedine di un gioco più grande di loro, nemmeno nell'action-thriller, ma storie ambulanti che contemplano la possibilità del cambiamento.

Se il personaggio dell'agente Montgomery non riserva sorprese, ma solo il gradito aplomb di Clive Owen, Joel Kinnaman si guadagna il ruolo da protagonista, Common (alla terza collaborazione con Kinnaman dopo Run All Night e Suicide Squad) è perfettamente in parte, mentre Rosamund Pike aggiunge un altro tassello alla galleria di ruoli fortemente radicati nel reale, cui aderisce con amore di mimesi.

Anche al regista la verosimiglianza preme più di ogni cosa, d'altronde un cinema che aspira a raccontare la metropoli, non può far sconti su questo, pena lo scivolamento nel luogo comune televisivo. Ma The Informer, nel suo nucleo centrale e più ampio, si trasforma anche e soprattutto in un prison movie, e Di Stefano coglie con intelligenza l'occasione per mostrare la tragedia contemporanea delle carceri sovraffollate, con le palestre di basket trasformate in dormitori da cento letti, che rendono impossibile, per i più deboli, difendersi da aggressori e assassini.

Già battezzato regista ambizioso e capace dal ritratto sfaccettato di Escobar, con questo thriller poliziesco che equilibra costantemente tensione narrativa e definizione dei personaggi, Di Stefano si conferma un nome su cui poter contare.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 28 ottobre 2019
Maramaldo

e le stroncatrici come te, cara Flora. Che sarebbe il Forum senza di voi? Ho tuttavia l'impressione  che con Di Stefano abbia esagerato. Lavoro attento e corretto, narrazione consequenziale e snella, condotto come da manuale (forse anche troppo),  Il nostro Andrea ha pure voluto giocare al piccolo Oliver Stone. Denuncia nequizie come quel carcere dove farabutti "rieducano" [...] Vai alla recensione »

sabato 19 ottobre 2019
Flora Tolfo

Andrea Di Stefano aveva prodotto l'unico film su Escobar noioso e inguardabile. Ci riprova con un film inutile, a tratti noioso, pieno di clichè. Sinceramente non vedevo l'ora che finisse il film. L'unica accezione positiva è la bellezza  del protagonista che ha un corpo scolpito su un'altezza di un metro e novanta e un bellissimo viso merito anche di una rinoplastica [...] Vai alla recensione »

Frasi
Non ne uscirò vivo...
Una frase di Pete Koslow (Joel Kinnaman)
dal film The Informer - Tre secondi per sopravvivere - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 30 ottobre 2019
Marco Contino
Il Mattino di Padova

"The informer - Tre secondi per sopravvivere" è il secondo film da regista di Andrea Di Stefano, una carriera da attore prima del debutto dietro la macchina da presa per dirigere Benicio Del Toro in "Escobar". Un "cursus honorum" inedito all'ombra di Hollywood, che Di Stefano omaggia anche nella scelta dei generi, confermando una certa abilità in un terreno cinematografico già derivativo di suo e, [...] Vai alla recensione »

martedì 22 ottobre 2019
Valeria Vignale
Tu Style

Pete, ex soldato segnato da un errore costatogli anni di carcere, è un agente sotto copertura dell'Fbi. Infiltrato in un clan di spacciatori, deve farne arrestare il boss ma durante l'operazione qualcosa va storto, un poliziotto di New York resta ucciso, l'Fbi se ne lava le mani e lui resta tra due, anzi tre, fuochi: la mafia, i federali e la compagna, madre della sua bimba, alla quale ha promesso [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 ottobre 2019
Peter Bradshaw
The Guardian

Il romanzo svedese Tre secondi di Anders Roslund e Börge Hellström è stato trasportato a New York in un thriller drammatico, sostanzioso e a tratti un po' pesante. Joel Kinnaman è Pete, un ex detenuto che lavora per un clan polacco di trafficanti di droga, ma in realtà è un informatore dell'Fbi, reclutato dall'agente Wilcox (Rosamund Pike). Quando il boss ordina a Pete di violare la libertà condizionata [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 ottobre 2019
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

Pete Koslow ha sempre un raggio d'azione ridotto, in ogni situazione che dovrà affrontare lungo tutto The Informer. L'intera struttura del film si basa sulla reazione che Koslow sarà in grado di innescare per sbloccare, ribaltare a proprio favore, o far definitivamente deflagrare, lo stallo in cui è costretto - in questo, Di Stefano sembra avere a modello un certo Donner più tragico e contrito (Solo [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 ottobre 2019
Massimo Lastrucci
Ciak

Ex militare di truppa scelta, Pete sta lavorando da tempo sotto copertura per l'FBI, per incastrare una spietata banda di polacchi trapiantati a New York. Quando però nel corso di un'operazione, un agente in incognito viene assassinato davanti ai suoi occhi, Pete è abbandonato a se stesso e obbligato dal proprio inconsapevole boss a inscenare un'aggressione all'amatissima moglie (nonché madre dell'altrettan [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 ottobre 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Pete (il bravissimo Joel Kinnaman) è un ex militare, con moglie e figlia, che ora lavora per la mafia polacca, sotto gli ordini del Generale. In realtà, è diventato un informatore dell'FBI, con il compito di smantellare il traffico di droga nel quale è coinvolto il boss. Durante un'operazione, però, un poliziotto viene ucciso e Pete si ritrova a dover tornare nella prigione di Bale Hill, sempre sotto [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 ottobre 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

Dopo una carriera da attore e un primo film come regista, Escobar con Benicio Del Toro, l'italiano Andrea Di Stefano mette in scena un discreto thriller britannico tratto da un romanzo svedese. Il plot è imperniato su due filoni: la storia di infiltrato e il dramma carcerario. L'ex-detenuto Pete Koslow lavora per incastrare un boss della droga polacco? è agli ordini dell'agente dell'FBI Wilcox, che [...] Vai alla recensione »

martedì 15 ottobre 2019
Mauro Gervasini
Film TV

Veterano della guerra in Iraq, ottimo soldato, un recente passato in carcere, una giovane moglie e una bambina: il profilo del perfetto informatore dell'FBI, con molto da perdere e la giusta esperienza "sul campo". Si chiama Pete Koslow, origine polacca e infatti lo fanno infiltrare in una gang di "pols" che opera a New York. Purtroppo finisce in mezzo a un casino inaspettato, ci rimette la pelle un [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 ottobre 2019
Andrea Giovalè
La Rivista del Cinematografo

Dal romanzo Tre secondi di Börge Hellström e Anders Roslund (Numeri Primi), Andrea Di Stefano trae una sceneggiatura e gira un thriller newyorchese niente male, così com'è niente male il suo cast: Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Clive Owen, Ana De Armas e il rapper Common. Cosa succede quando un infiltrato dell'FBI nella mafia polacca si ritrova, suo malgrado, coinvolto nell'omicidio di un altro infiltrato, [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
lunedì 21 ottobre 2019
A cura della redazione

Ex soldato con un passato in carcere, Pete Koslow è un informatore per l'FBI. Infiltrato come corriere della droga in un clan polacco, deve incastrare Il Generale, lo spietato mafioso che comanda il cartello.

TRAILER
venerdì 4 ottobre 2019
 

Regia di Andrea Di Stefano. Un film con Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Clive Owen. Da giovedì 17 ottobre al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
mercoledì 2 ottobre 2019
 

Una corsa contro il tempo per un uomo costretto a collaborare con l'FBI pur di riavere la libertà. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati