Le Mans '66 - La grande sfida

Film 2019 | Azione +13 152 min.

Titolo originaleFord V. Ferrari
Anno2019
GenereAzione
ProduzioneUSA
Durata152 minuti
Al cinema48 sale cinematografiche
Regia diJames Mangold
AttoriMatt Damon, Christian Bale, Jon Bernthal, Caitriona Balfe, Tracy Letts, Josh Lucas Noah Jupe, Remo Girone, Ray McKinnon, JJ Feild, Jack McMullen, Emil Beheshti, Corrado Invernizzi, Adam Stuart, Francesco Bauco.
Uscitagiovedì 14 novembre 2019
TagDa vedere 2019
Distribuzione20th Century Fox
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,72 su 42 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di James Mangold. Un film Da vedere 2019 con Matt Damon, Christian Bale, Jon Bernthal, Caitriona Balfe, Tracy Letts, Josh Lucas. Cast completo Titolo originale: Ford V. Ferrari. Genere Azione - USA, 2019, durata 152 minuti. Uscita cinema giovedì 14 novembre 2019 distribuito da 20th Century Fox. Oggi tra i film al cinema in 48 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,72 su 42 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le Mans '66 - La grande sfida tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il team Ford che ha impiegato tutte le risorse per creare un'automobile capace di gareggiare contro la Ferrari. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes, In Italia al Box Office Le Mans '66 - La grande sfida ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 2,9 milioni di euro e 1,2 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato assolutamente sì!
3,72/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,48
PUBBLICO 3,67
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Un'opera adrenalinica, graffiante e commovente con un duo di attori dall'alchimia perfetta.
Recensione di Claudia Catalli
mercoledì 9 ottobre 2019
Recensione di Claudia Catalli
mercoledì 9 ottobre 2019

Carroll Shelby è il pilota che nel '59 ha vinto la 24 ore di Le Mans, la più ardua delle gare automobilistiche. Quando scopre di non poter più correre per una grave patologia cardiaca si dedica a progettare e vendere automobili. Con lui c'è il suo fedele amico e collaudatore Ken Miles, dotato di uno spiccato talento per la guida, ma anche di un carattere complicato. Insieme accetteranno la sfida targata Ford di sconfiggere la Ferrari e si batteranno per vincere una nuova 24 ore di Le Mans, contro tutti, a bordo di un nuovo veicolo messo a punto da loro stessi.

Il coraggio uno non se lo può dare, insegnava Manzoni. Lo stesso accade per il talento: o c'è, o non c'è. La tecnica si può affinare, ma la straordinarietà di saper eccellere in qualcosa è una peculiarità che appartiene solo alle viscere di una persona e nulla può scalfirla.

È il caso di Ken Miles, pilota nell'anima prima che sulla pista, capace di battere puntualmente i suoi stessi record. Irascibile, testardo, per nulla diplomatico, vanta volto scavato e carisma di Christian Bale, alla sua ennesima interpretazione magistrale. Pochi come lui, vale la pena ribadirlo, riescono a dar vita a personaggi incredibilmente distanti tra loro e renderli puntualmente credibili e memorabili, che siano di fantasia come Batman o tratti dalla storia come Dick Cheney in Vice e questo stesso pilota di cui restituisce tutta la ruvidità del carattere e l'umanità, cimentandosi per altro in un delizioso accento inglese (un peccato si perda nella versione doppiata).
Miles è l'emblema del campione, colui che a testa bassa, con umiltà, porta avanti la sua vita - una moglie, un figlio, un'officina da seguire - ma non rinuncia alla passione e, appena gli viene data la possibilità, dietro a un volante sa correre per trovare la sua rivincita.

Tratto da storie vere, il film si rivela una metafora interessante della lotta, molto attuale, tra talento e marketing: vale di più un cavallo di razza o il più addomesticabile e fotografabile di tutti? Miles/Bale risponde in pieno al primo profilo e per nulla al secondo, per questo la grande industria non lo ritiene all'altezza, "non è un uomo Ford", dicono al suo amico e sponsor Carroll Shelby.

Ad interpretare quest'ultimo, un Matt Damon perfetto nei panni di chi sa riconoscere il talento altrui e si spende, anima e corpo, per mostrarlo  e difenderlo. Perché è maledettamente difficile riconoscere un talento, altrettanto difficile ammetterlo, ancora di più accettarlo, soprattutto se chi ha talento non appartiene a nessuna lobby e nessuna élite, e non si lascia corrompere né compiacere. 

Colpisce, funziona, emoziona l'alchimia tra i due protagonisti che porta il pubblico a parteggiare per loro, prima ancora che sulle piste, di fronte alla mentalità delle grandi industrie che frustrano il merito e barattano la bravura con la vendibilità, ieri come oggi. Ottimi anche gli attori nei ruoli minori, dal titanico Tracy Letts che fa arrabbiare e divertire nei panni di Henry Ford 2 a Remo Girone in quelli di Enzo Ferrari, dalla magnetica moglie di Miles Caitriona Balfe al bambino Noah Jupe, già visto in A quiet place. Dietro la macchina da presa c'è James Mangold, bravo a firmare un'opera al contempo adrenalinica, ironica, graffiante e commovente. 

Travolgente, profondo, il film di Mangold si allinea alla grande tradizione americana dei film basati sugli scontri/incontri tra titani, come Rush di Ron Howard oppure, cambiando settore, Frost/Nixon. Due ore e mezza di puro spettacolo, in cui è impossibile staccare gli occhi dallo schermo. Anche perché a settemila giri al minuto, insegna Mangold, possono succedere tante cose. La più sorprendente, dice Shelby/Damon, è che la macchina con cui corri svanisce. Resta un corpo che attraversa lo spazio e il tempo. È il punto in cui ti chiedi chi sei veramente, e per darti una risposta, a quella velocità, non c'è tempo per mentire.

Sei d'accordo con Claudia Catalli?
Un team di professionisti e un unico obiettivo: sconfiggere la Ferrari.
Overview di Andrea Fornasiero
lunedì 17 giugno 2019

Negli anni 60 la Ford è stanca di perdere la 24 ore di Le Mans contro la Ferrari, così si affida all'ex pilota e brillante ingegnere Carroll Shelby perché progetti un'auto capace di trionfare nell'impresa. Lui sceglie di mettere alla guida della vettura l'inglese Ken Miles, che dopo un iniziale scetticismo accetta la proposta. I due inizieranno a collezionare vittorie prima alla 12 ore di Sebring e poi alla 24 ore di Daytona, arrivando alla fatidica gara di Le Mans del 1966.

«Quando ho approcciato Logan sentivo che il genere dei supereroi era diventato troppo dipendente dalla computer grafica, quindi ho voluto renderlo quando più emotivamente e fisicamente reale possibile. E lo stesso proposito mi ha seguito in Le Mans '66 - La grande sfida. Volevo vedere un film di corse dove le auto non fossero creazioni digitali e dove fossimo davvero sulla pista. E non solo per parlarne in conferenza stampa, ma perché fa una effettiva differenza quando si vede qualcosa di reale sullo schermo».
James Mangold

Le Mans '66 - La grande sfida è l'atteso nuovo film di James Mangold, che con Logan ha sbalordito pubblico e critica firmando un film di supereroi come nessun altro, quasi replicando la brutale efficacia dell'ultimo Mad Max di George Miller. Da Mangold, in un'era di blockbuster sempre più in green screen, il pubblico e la critica sperano di riavere l'azione e l'emozione di un cinema d'altri tempi, coniugata alle moderne possibilità di ripresa ma senza esserne travolta.

Non tutta la carriera di Mangold è sotto il segno dell'eccellenza e il regista, nominato all'Oscar per la sceneggiatura di Logan, in passato ha sbagliato più di un colpo con flop di critica e commerciali come Innocenti bugie e Wolverine - L'immortale, ma fin dalla sua opera seconda, Cop Land con Stallone, ha dimostrato di avere tra le sue carte la rara capacità di coniugare il genere con il realismo. Inoltre è talentuoso nella direzione degli attori e con Quando l'amore brucia l'anima ha fatto ottenere una nomination all'Oscar a Joaquin Phoenix e una statuetta dorata a Reese Witherspoon.

Al suo fianco in Le Mans '66 - La grande sfida ci sono due tra i più rispettati volti della loro generazione: l'americano Matt Damon nei panni di Carroll Shelby e l'inglese Christian Bale in quelli di Ken Miles. Nonostante il budget significativo e il rombo dei motori, sono loro il vero centro del film. Tanto che sul set si dicevano scherzosamente, ma non troppo, di star realizzando l'ultimo grande studio di personaggi di Hollywood, avvolto in una storia di corse.

Un sentimento confermato anche da Mangold, che ha dichiarato «Queste sono persone reali con amori e perdite e paure che non sono liquidate in tre brevi intermezzi tra una scena d'azione e l'altra a 100 decibel e lunga dodici minuti. È un tour de force di recitazione e Matt e Christian non sono mai stati così bravi». Non un complimento da poco, visto che se Damon dopo Sopravvissuto - The Martian ha passato un periodo relativamente appannato, Bale è invece reduce dal trionfo di Vice - L'uomo nell'ombra, che gli è valso un meritatissimo Golden Globe, oltre che una nomination all'Oscar.

Nei panni di Henry Ford II e del suo manager Lee Iacocca troviamo rispettivamente Tracy Letts e Jon Berntha, il primo rodato caratterista al cinema e in Tv, per esempio nell'apprezzatissimo Lady Bird, e il secondo invece noto per i suoi ruoli in The Walking Dead, The Punisher e Baby Driver. Mentre i loro rivali italiani, ossia Enzo Ferrari e il suo fido Franco Gozzi, sono interpretati da Remo Girone e Corrado Invernizzi. Il ruolo della moglie di Ken, Mollie Miles, è poi rivestito dall'irlandese Catriona Balfe, la star della serie Outlander.

Infine, dietro la macchina da presa, collaborano con James Mangold il direttore della fotografia greco Phedon Papamichael e il musicista italoamericano Marco Beltrami. Quella con tra il regista a Papamichael è una rinnovata collaborazione visto che i due avevano lavorato insieme fin dal thriller Identità del 2003 e si erano separati solo per i due film su Wolverine. Beltrami aveva ottenuto al fianco di Mangold una nomination all'Oscar per Quel treno per Yuma nel 2007, ma poi i due si erano separati per ritrovarsi solo nel dittico sul mutante artigliato e ora il loro rapporto continua in Le Mans '66.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 24 novembre 2019
jaylee

Di questo film, storia più o meno vera di una casa automobilistica che volle diventare anche una scuderia sportiva, si parla da quasi 10 anni, tanto ci è voluto per portarlo sul grande schermo. James Mangold al timone, l’uomo che ha risollevato le sorti del supereroe Wolverine qualche anno fa (2013 e 2017) e raccontato ancor prima le gesta di Johnny Cash (2005).

venerdì 22 novembre 2019
Lucio Di Loreto

James Mangold dirige la storia sulla preparazione alla 24 ore di Le Mans 1966, annata storica che portò il cambio della guardia al vertice e chiuse l’indiscussa egemonia Ferrari verso la altre case, Ford in primis. Al centro del racconto due tycoon come Henry Ford II ed Enzo Ferrari, col primo re delle vendite ma lontano da trofei sportivi e il Drake in crisi economica ma indubbio trionfator [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 novembre 2019
eddie01

Una piccola fabbrica artigianale di paese che fa i conti con un budget molto limitato viene battuta da un colosso multinazionale che stanzia un budget illimitato per sconfiggere lo sfrontato italiano che ha avuto l'ardire di non farsi comprare. Sai che forza. Il tutto condito da un'interpretazione di Christian Bale sopra le righe pure quando dorme e da una durata eccessiva.

domenica 24 novembre 2019
Cinematicamente

Da quanto abbiamo visto negli ultimi anni al cinema, automobili è diventato sempre di più sinonimo di uomini pieni di steroidi, bei culi di portoricane sexy sempre alcool spesso droga o comunque malviventi. Non è questo il caso! In questo film il tema della sfida automobilistica viene vissuto dal punto di vista sportivo. L'adrenalina non viene da colori fluo tatuaggi al limite [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 novembre 2019
Inesperto

Bel film che passa dal biografico all'intrattenimento. Sugli italiani si è un po' ecceduto in caricature ma, perlomeno, è stata mantenuta una certa integrità di Enzo Ferrari, che spicca in due scene: una in cui rifiuta la supponente ed irrispettosa offerta degli yankee e l'altra in cui si toglie il cappello per complimentarsi con Ken Miles (Bale), al termine della gara, [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 novembre 2019
Vittoria Epicoco

Quando il “Drake” Enzo Ferrari (qui Remo Girone), rifiuta la proposta di collaborazione con l’ovale blu della Ford, Henry Ford II (Tracy Letts) non ci sta e vendica l’affronto tentando di battere La Casa del Cavallino sul suo stesso terreno d’elezione: il motorsport. Fondamentale, per la Ford, l’apporto dell’ex pilota Carroll [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 novembre 2019
Paolo Salvaro

In questo film di Mangold viene ricostruito in modo lodevole il mondo delle corse degli anni '60 e il suo caratteristico anteporre il bene della squadra a quello del singolo pilota che vi regna sovrano ancor oggi specie quando si parla di marchi così importanti, nel bene e talvolta nel male.  Il budget palesemente faraonico investito in questo film ha consentito all'esperto regista [...] Vai alla recensione »

domenica 17 novembre 2019
casomai21

Una storia drammatica e coinvolgente con  due grandi attori dall'intesa perfetta e che impersonano sogni e speranze di una nazione come gli Stati Uniti dalla grande tradizione industriale in campo automobilistico e ricca di talenti capaci di innovare e legittimare la superiorità tecnologica che ha determinato la vittoria durante l'ultimo conflitto mondiale.

domenica 24 novembre 2019
Flaw54

Un bel film adrenalinico con due grandi attori che reggono la scena dall'inizio alla fine facendoti sentire parte integrante della vicenda, nonostante che la conclusione sia nota a tutti. Odori suoni , olio, benzina, velocità tutto sembra uscire dallo schermo e lo spettatore sente la partecipazione emotiva degli attori, del regista e dell'ambiente.

domenica 1 dicembre 2019
Kyotrix

Film lunghetto, la prima parte può essere un pò nioso per alcuni, ma la seconda si movimenta, e la gara finale è emozionante. Buon finale. Ho letto commenti di come sia avvincente, non esageriamo, ma comunque buono e lo consiglio. Bravi gli attori. Tratto da una storia vera. 

sabato 30 novembre 2019
Alby b

A mio personalissimo parere il miglior film del 2019. la storia l'ho " scoperta leggendo il libro da cui ( non ufficialmente) è tratto il film. omettendo certe lungaggini del testo originale e concentrandosi sull'amicizia tra il pilota Ken Miles( Christian Bale) e il progettista Carroll Shelby( Matt Damon) e il loro tentativo di interrompere l'egemonia Ferrari alla leggendaria [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 novembre 2019
gian.ab

Carino. non un capolavoro

mercoledì 20 novembre 2019
Ruben

 Film facile facile e senza alcuna velleità artistica, ma a suo modo onesto e piacevole. Bravi Bale e Damon, caustica la figura di Enzo Ferrari (Remo Girone). Voto: 6/10

martedì 19 novembre 2019
frascop

Questo bel film segue le vicende degli ingegneri e dei membri della scuderia statunitense Ford, guidata dal progettista Carroll Shelby (Matt Damon) e dal suo pilota britannico Ken Miles (un magnifico Christian Bale),ingaggiati da Henry Ford II e Lee Iacocca col compito di costruire una vettura, la Ford GT40, in grado di vincere la 24 Ore di Le Mans del 1966 contro l’avversaria Ferrari.

Frasi
Ford odia quelli come noi. Perché noi siamo diversi.
Una frase di Ken Miles (Christian Bale)
dal film Le Mans '66 - La grande sfida - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 17 novembre 2019
Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Che cosa vale di più tra un mucchio di parole e una chiave inglese? E perché si corre in auto portando il motore a settemila giri? A queste due domande James Mangold e gli sceneggiatori Jez Butterworth, John-Henry Butterworth e Jason Keller "appendono" il loro Le Man' s '66 - La grande sfida (Ford v Ferrari, Usa e Francia, 2019, 152'). Siamo a metà degli anni 60.

domenica 17 novembre 2019
Alberto Pesce
Giornale di Brescia

«Ford v Ferrari» detta titolo originale, a drastica sigla di un duello-sfida tra due automobilistiche aziende di massimo livello. Ma è titolo un po' deviante, Enzo Ferrari (Remo Girone) lo si vede di scorcio, un paio di volte, e appena in qualche padronale scena Henry Ford II (Tracy Letts). Certo vi azzecca di più titolo italiano, «Le Mans '66. La grande sfida», consecutive 24 ore di un famoso circuito, [...] Vai alla recensione »

sabato 16 novembre 2019
Marco Contino
Il Mattino di Padova

Chi sei quando corri a 7.000 giri e la macchina svanisce nel tempo e nello spazio? Da sempre la velocità affascina l'uomo in una costante gara che sfida fisica e destino. Il regista americano James Mangold racconta l'eterna lotta dell'individuo contro i propri limiti, pescando dalla memoria (senza timore di romanzare) una pagina sportiva automobilistica non così nota fuori dalla cerchia degli appassionati. [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 novembre 2019
Davide Turrini
Il Fatto Quotidiano

Un gioiellino così, come Le Mans '66 - La grande sfida, poteva averlo girato un Clint Eastwood dei tempi d'oro. Un film dal passo calibrato, dall'impostazione solida, drammaturgicamente tesissimo ma senza strafare. La corsa automobilistica ad oltre 320 all'ora, motore a 7mila giri, l'abitacolo dell'automobile che si stringe fino ad una fessura, un morbido drifting ripreso con una carrellata in avanti. [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Emiliano Morreale
La Repubblica

I distributori italiani hanno saggiamente cambiato il nome di questo film, che nell'originale si intitolava Ford contro Ferrari. Perché la Ferrari qui rappresenta l'antagonista: la storia è vista tutta dalla parte della casa americana, che per risollevare le vendite decise di mettersi a correre gare per vetture Sport e Gran Turismo, vincendo appunto i primi tre posti nella pericolosissima 24 ore di [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

Qualcuno ha detto che raccontare il finale di Le Mans '66 non è uno spoiler perché «chi vuoi che non lo sappia?». Beh veramente qualcuno digiuno in materia, per esempio la sottoscritta, esiste? e tuttavia che si sia più o meno a conoscenza che nel 1966 la Ford riuscì per la prima volta a battere la mitica Ferrari poco importa. Sulla base del solido copione firmato dai fratelli Butterworth con Jason [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Andrea Giordano
La Provincia di Como

"Ford v. Ferrari", cioè Ford contro Ferrari, è il titolo originale del film di James Mangold che arriva da noi come "Le Mans '66 - La grande sfida". Entrambi esplicitano l'idea della sfida, mentre il secondo delinea pure il punto di arrivo, la gara dove il confronto si consumò. Duelli e contrasti nella pellicola ce n'è più d'uno, quello tra le due grandi case automobilistiche, ma anche tra i singoli [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Cristina Tenca
Cult Week

Esce il nuovo film di James Mangold, Le Mans 66 - La grande sfida, titolo originale Le Mans 66 (Ford v Ferrari); il regista degli acclamati Quando l'amore brucia l'anima (2005) e Logan - The Wolverine (2017), fa di nuovo centro con una storia di amicizia e motori, di velocità e perseveranza dove Ford versus Ferrari non c'entra proprio nulla. Sono arrivati gli anni '60 in America e per Henry Ford II [...] Vai alla recensione »

martedì 12 novembre 2019
Alberto Rivaroli
Tv Sorrisi e Canzoni

Un film che "tifa" contro la Ferrari: che effetto farà al pubblico italiano? Già, perché la sfida del titolo è quella della Ford, che a metà degli Anni 60 assunse Canon Shelby (Matt Damon), ex pilota e progettista geniale, e Ken Miles (Christian Baie), un asso del volante dal carattere impossibile. Obiettivo: vincere la 24 ore di Le Mans, gara di prestigio mondiale che da anni vedeva il dominio della [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 ottobre 2019
Valerio Sammarco
La Rivista del Cinematografo

In fondo anche il non troppo antico Rush di Ron Howard non era così male. Eppure non si capisce perché cinema e motori (Fast & Furious a parte) sia un binomio che raramente abbia fatto presa sull'immaginario collettivo. Ad invertire questa tendenza stavolta ci prova un regista bravo a cambiare spesso registri come James Mangold, adattando per lo schermo (sua anche la sceneggiatura) la vera storia [...] Vai alla recensione »

sabato 16 novembre 2019
Serena Nannelli
Il Giornale

"Le Mans 66" di James Mangold racconta una storia vera, quella che all'inizio degli anni '60 vide la Ford progettare un'auto in grado di sfidare il predominio delle Ferrari nella celebre corsa della durata di 24 ore di Le Mans. Nel film, uno di quelli dal fascino vecchio stampo, l'epica sportiva si mischia al racconto biografico e le oltre due ore e mezza di durata scorrono via, ricche di vibrante [...] Vai alla recensione »

sabato 16 novembre 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Miracoli del cinema ben scritto, ben recitato, ben diretto. Un obiettivo: vincere la 24 Ore di Le Mans contro le Ferrari che solitamente trionfavano. Una scadenza. Una vendetta per la Ford Motor Company: qualche anno prima, nel 1963, aveva cercato di comprare la creatura di Enzo Ferrari e l'offerta era stata respinta con sdegno. Nel film, da Remo Girone on gli occhiali scuri: per via del sempre perdurante [...] Vai alla recensione »

sabato 16 novembre 2019
Andrea Frambrosi
L'Eco di Bergamo

«È il rombo del cannone o il mio cuore che batte?» si chiedeva la Lisa Lund di Ingrid Bergman in «Casablanca» (certo, lì, il cuore glielo faceva battere il Rick Blaine di Humphrey Bogart). In «Le Mans '66 - La grande sfida», il rombo è quello dei motori e il cuore che batte è quello del giovane pilota statunitense Carroll Shelby (Matt Damon). Ma il suo cuore batte troppo forte e così un referto medico [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 novembre 2019
Carlo Valeri
Sentieri Selvaggi

Compiere il giro perfetto. Assoluto. Fino ad arrivare a una macchina senza peso che è da qualche parte tra il tempo e lo spazio. Lo dice il Carroll Shelby interpretato da Matt Damon. E forse è la chiave per capire la perfezione di Le Mans '66. Non c'entra l'esattezza del calcolo, quanto la precisione della levigatura, dell'esercizio. Dei test falliti e ripetuti, dell'equilibrio tra mente, anima e corpo. [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 novembre 2019
Eric Kohn
IndieWire

È difficile immaginare un film che ha un titolo originale come Ford v Ferrari senza spettacolari scene ambientate in pista. James Mangold nel ricreare la celebre 24 ore di Le Mans va dove deve andare: al posto di guida. Il resto di questo dramma classico, che racconta gli sforzi della Ford per battere la Ferrari in un terreno dove dominava da anni, segue un percorso familiare.

giovedì 14 novembre 2019
Mattia Carzaniga
Donna Moderna

«Faremo la Storia». Chissà se Carroll Shelby, l'ingegnere automobilistico interpretato da Matt Damon, ha davvero pronunciato quelle parole. Certo è che è andata così. Le Mans '66- La grande sfida, ora nelle sale, va al cuore della piccola storia che ha mutato il corso della grande Storia. Ci sono i bolidi-icona (leggi: Ferrari e Ford) e le gare al cardiopalma (su tutte, quella che dà il titolo al film). [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Giulia Bianconi
Il Tempo

Azione e spettacolo, ma anche emozioni e sentimenti. L'adrenalina corre sul grande schermo in "Le Mans '66 -La grande sfida" diretto da James Mangold, al cinema dal 14 novembre con 20th Century Fox. Nel suo ultimo film, però, il regista di "Logan" ha scelto di andare oltre il semplice racconto della vera gara automobilista giocata oltre cinquant'anni fa sul circuit de la Sarthe, in Francia, tra le [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

È dal 1923, siamo quindi prossimi al secolo di vita, che si corre la 24 ore di Le Mans, in Francia, una gara di durata automobilistica, dove a vincere è la scuderia che ha compiuto il tragitto più lungo su un circuito di 13 chilometri, nel tempo appunto di una giornata, alternando ovviamente i propri piloti. Il cinema ha ovviamente attinto da questa incredibile sfida e la versione più famosa è quella [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 novembre 2019
Gian Luca Pisacane
Famiglia Cristiana

Leggende al volante, battaglie a tutta velocità: la 24 Ore di Le Mans è sul grande schermo. I nomi dei protagonisti sono nella Storia e sulla Hall of Fame. Carroll Shelby ha vinto la '59, ma per un problema al cuore si deve ritirare. Ken Miles è un pilota straordinario, un meccanico di grande talento e ha un caratteraccio. I due vengono reclutati dalla Ford per trionfare a Le Mans nel '66 e mettere [...] Vai alla recensione »

martedì 12 novembre 2019
Valeria Vignale
Tu Style

Negli anni 60 la Ford decide di sfidare l'imbattibile Ferrari nelle gare automobilistiche chiedendo a Carroll Shelby (Matt Damon), ex pilota e ingegnere, di progettare un'auto "vincente" anche per la 24 ore di Le Mans. Lui vuole Ken Miles, meccanico e pilota geniale ma irascibile (Christian Bale), detestato anche e proprio dai vertici della Ford. Le Mans '66 - La grande sfida è un film che lascia senza [...] Vai alla recensione »

martedì 12 novembre 2019
Emanuele Sacchi
Film TV

La storica e apparentemente impossibile rimonta delle Ford contro lo strapotere delle Ferrari, nei ruggenti anni 60, culminata con la sfida sul circuito di Le Mans. James Mangold è il tipo che ama i concetti semplici e lineari, su cui costruire trame corpose, ricche di aneddotica e di artificiose coincidenze. Specie se alle prese con il biopic sportivo, il genere in assoluto più suscettibile all'enfasi [...] Vai alla recensione »

martedì 12 novembre 2019
Marco Minniti
Quinlan

Dopo essere stato costretto al ritiro dalle corse automobilistiche per un problema al cuore, Carrol Shelby si è riciclato come designer di auto e progettista. Quando alla sua porta bussa il patron della Ford, Henry Ford II, con l'"impossibile" richiesta di costruire un'auto capace di battere i rivali della Ferrari, Shelby si rivolge all'amico e collaboratore Ken Miles, pilota talentuoso quanto difficile [...] Vai alla recensione »

sabato 2 novembre 2019
Alessandra De Luca
Ciak

Quando nel 1963 Enzo Ferrari rifiuta di vendergli la propria scuderia perché gli americani non gli avrebbero concesso la gestione del reparto corse, Henry Ford II chiede al suo team di ingegneri e designer di costruire un'automobile più veloce del Cavallino Rosso in vista della gara di Le Mans, nel 1966. A capo della squadra incaricata di realizzare il prototipo c'è il visionario Carroll Shelby, vincitore [...] Vai alla recensione »

sabato 14 settembre 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Tutto nacque dal tentativo di Henry Ford II di comprare la Ferrari, il marchio sportivo vincente, un ritorno d'immagine fondamentale per l'azienda da lui posseduta. Era il maggio del 1963 quando Lee Iacocca, incaricato di concludere l'acquisizione, si trovò l'aut aut di Enzo Ferrari («o la Ferrari mantiene la sua autonomia nelle decisioni da prendere nell'ambito del reparto corse, o non se ne fa niente») [...] Vai alla recensione »

sabato 16 novembre 2019
Valerio Caprara
Il Mattino

"Le Mans '66 - La grande sfida" in Italia non avrà la strada spianata perché rievoca una memorabile corsa automobilistica vinta dalla Ford contro la Ferrari. Certo nel film c'è anche altro perché in fondo il tema principale è quello caro a una certa epica americana, la sfida contro se stessi prim'ancora che con i contendenti, l'agonismo costretto al rispetto delle regole, la sfida del singolo individuo [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
giovedì 21 novembre 2019
Andrea Chirichelli

Le Mans '66 - La grande sfida (guarda la video recensione) è sempre l’unico film che riesce a stare sopra ai 100mila euro, incassandone 128mila e arrivando così ad un totale di 1,5 milioni.

BOX OFFICE
martedì 19 novembre 2019
Andrea Chirichelli

Nessun film riesce a stare sopra alla soglia dei 100mila euro e non ci sono grandi cambiamenti nella top ten: in testa resta Le Mans '66 - La grande sfida (guarda la video recensione) che incassa 94mila euro e va a 1,3 milioni complessivi, mentre il podio [...]

BOX OFFICE
lunedì 18 novembre 2019
Andrea Chirichelli

Le new entry non sfondano e il box office italiano questa settimana perde oltre il 21% rispetto allo stesso dell'anno scorso, pur mantenendo un notevole +14,4% su base annua. Le Mans '66 - La grande sfida (guarda la video recensione) vince con 1,2 milioni [...]

BOX OFFICE
domenica 17 novembre 2019
Andrea Chirichelli

Le Mans '66 - La grande sfida (guarda la video recensione) effettua il sorpasso ai danni de Le Ragazze di Wall Street (guarda la video recensione) con 468mila euro contro i 445mila incassati da J.Lo e socie.

BOX OFFICE
sabato 16 novembre 2019
Andrea Chirichelli

Le ragazze di Wall Street (guarda la video recensione), rimane in testa e aumenta gli incassi rispetto a ieri: 188mila euro per il film con Jennifer Lopez, che arriva a ad un totale di 2,3 milioni di euro.

BOX OFFICE
venerdì 15 novembre 2019
Andrea Chirichelli

Tante new entry in classifica, ma la vetta resta saldamente nelle mani di Le ragazze di Wall Street (guarda la video recensione), che incassa 115mila euro e va a 2,1 milioni complessivi. La migliore new entry è Le Mans '66 - La grande sfida (guarda la [...]

VIDEO RECENSIONE
mercoledì 13 novembre 2019
A cura della redazione

Carroll Shelby è il pilota che nel '59 ha vinto la 24 ore di Le Mans, la più ardua delle gare automobilistiche. Quando scopre di non poter più correre, si dedica a progettare auto insieme all'amico Ken Miles.

POSTER
mercoledì 6 novembre 2019
 

Il film segue la vicenda di un team eccentrico e determinato di ingegneri e designer americani, guidato dai lungimiranti piloti automobilistici Carroll Shelby e Ken Miles, inviati da Henry Ford II con una particolare missione: quella di costruire dal [...]

[LINK] EVENTO
lunedì 4 novembre 2019
 

Abbiamo il piacere di invitare il nostro pubblico all'anteprima del film LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA, diretto da James Mangold ed interpretato da Christian Bale e Matt Damon, un duo di attori dall'alchimia perfetta in un'opera adrenalinica, graffiante [...]

TRAILER
lunedì 16 settembre 2019
 

Regia di James Mangold. Un film con Christian Bale, Matt Damon, Jon Bernthal, Caitriona Balfe, Noah Jupe. Da giovedì 14 novembre al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
martedì 4 giugno 2019
 

Il film segue la vicenda di un team eccentrico e determinato di ingegneri e designer americani, guidato dai lungimiranti piloti automobilistici Carroll Shelby e Ken Miles, inviati da Henry Ford II con una particolare missione: quella di costruire dal [...]

TRAILER
lunedì 3 giugno 2019
 

Il film segue la vicenda di un team eccentrico e determinato di ingegneri e designer americani, guidato dai lungimiranti piloti automobilistici Carroll Shelby e Ken Miles, inviati da Henry Ford II con una particolare missione: quella di costruire dal [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati