Lady Bird

Film 2017 | Commedia +13 93 min.

Titolo originaleLady Bird
Anno2017
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata93 minuti
Regia diGreta Gerwig
AttoriSaoirse Ronan, Laurie Metcalf, Tracy Letts, Lucas Hedges, Timothée Chalamet Beanie Feldstein, Lois Smith, Danielle Macdonald, Monique Edwards, Christina Offley, Roman Arabia, Odeya Rush, Jake McDorman, Kathryn Newton, Laura Marano, Jordan Rodrigues.
Uscitagiovedì 1 marzo 2018
TagDa vedere 2017
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,50 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Greta Gerwig. Un film Da vedere 2017 con Saoirse Ronan, Laurie Metcalf, Tracy Letts, Lucas Hedges, Timothée Chalamet. Cast completo Titolo originale: Lady Bird. Genere Commedia - USA, 2017, durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 1 marzo 2018 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,50 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lady Bird tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una liceale di Sacramento vorrebbe iscriversi ad un college sulla costa orientale ma le mancano alcuni crediti. Decide così di iscriversi a teatro. Il film ha ottenuto 5 candidature a Premi Oscar, 3 candidature e vinto 2 Golden Globes, 3 candidature a BAFTA, In Italia al Box Office Lady Bird ha incassato 1,8 milioni di euro .

Lady Bird è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,50/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,21
PUBBLICO 3,29
CONSIGLIATO SÌ
Un'opera generazionale e universale, capace di comunicare al di là delle barriere culturali.
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 8 gennaio 2018
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 8 gennaio 2018

Christine rifiuta il nome che le è stato attribuito, per usarne uno che si è scelto: Lady Bird. Odia Sacramento, dove non succede nulla, e sogna New York. Nella lotta per affermare le proprie scelte la asseconda il padre disoccupato, ma non la madre infermiera, preoccupata per il suo futuro.
Sotto le mentite spoglie del racconto di formazione di area indie, Greta Gerwig, al suo debutto da regista in solitudine, confeziona un'opera generazionale e universale, capace di comunicare al di là delle barriere culturali.

Dove il compagno e mentore Noah Baumbach - con cui Gerwig ha scritto Frances Ha - privilegia un contesto newyorchese intellettualmente raffinato (e le sue storture), Gerwig guarda al proprio passato in provincia, modellando l'esperienza autobiografica sulle fattezze di Lady Bird.

Lady Bird è una ragazza difficile che a Sacramento - il "Midwest della California" - si sente prigioniera. Obbligata a frequentare una scuola cattolica, a coltivare amicizie poco soddisfacenti, a veder sfuggire di fronte a sé la possibilità di partecipare alla verve culturale della lontana East Coast.

Lady Bird sembra prevedere tutti i passaggi narrativi obbligati del coming of age contemporaneo, ma ognuno di questi presenta una particolarità che lo rende irriducibile all'omologazione. Gli stereotipi sono spesso ribaltati e non si avverte mai l'ombra di retorica né di sentimentalismi consolatori. Anziché ricorrere all'aneddotica mumblecore, Gerwig racconta la propria adolescenza con una scarna e schietta prosa carveriana, senza edulcorare nulla, dando solo l'impressione di mantenere gli episodi più divertenti o drammatici. Per fare questo si affida a una interprete sempre più sorprendente, la ventitreenne Saoirse Ronan, un miracolo di duttilità e di trasformismo già osservato nel recente Brooklyn.

L'influenza del cinema di Solondz e Baumbach permea l'intera opera, ma Gerwig, pur consapevole di quale sia il lessico del coming of age indie, ne fornisce una versione nuova e dissacrante, e non solo per il punto di vista femminile. New York, ad esempio, terra promessa della realizzazione intellettuale, si dimostra soprattutto un luogo abitato da soggetti così preoccupati di risultare cool da divenire più vuoti e impersonali dei ragazzi di provincia. Seguire le proprie passioni, e incontrare le proprie delusioni, può portare così a una paradossale riconciliazione con la propria identità rifiutata, con quelle radici che si ignorava di amare. Molto più di un semplice racconto di formazione, con almeno due interpretazioni magistrali. Accanto alla Ronan c'è Laurie Metcalf, nel ruolo che da decenni merita: una madre amorevole e impossibile, con cui Lady Bird sviluppa un realistico e contraddittorio rapporto di amore-odio.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
VIDEO RECENSIONE
LADY BIRD
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€15,99 €19,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 21 febbraio 2018
CineLady

Personalmente ho guardato questo film solo perché candidato all’Oscar. E, che dire, secondo me stona un pochino tra gli altri titoli. Non perché sia un brutto film, ma perché non propone una visione particolarmente innovativa dei temi del genere in cui si inserisce, ovvero il teen movie. Difatti ne propone tutti i topoi, seguendo un anno circa della vita di Lady Bird, [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 giugno 2018
marione

Talvolta capita che quando si hanno grandi aspettative si rimane delusi. Questo è il caso di Lady Bird, film piacevole ma piuttosto modesto, non si capisce la ridondante critica generalmente positiva attribuita, non aggiunge nulla alla ricca e fiorente produzione di film o serie tv passata e recente che raccontano la vita degli adolescenti americani con maggior profondità, sensibilità [...] Vai alla recensione »

sabato 31 marzo 2018
Sia21

Greta Gerwig porta sullo schermo un film (in parte autobiografico) che ci racconta la storia di Christine 'Lady Bird', giovane donna all'ultimo di liceo che sogna di essere ammessa in un'università della East Coast per fuggire dalla sua Sacramento. Allo spettatore viene offerto il ritratto di un'adolescente che si trova ad affrontare tutte le problematiche tipiche della sua [...] Vai alla recensione »

mercoledì 26 settembre 2018
Winchester_94

 “Lady Bird”: così si firma Christine (S.Ronan), ai provini di teatro della scuola. Una ragazza anarchica, decisa a staccarsi da tutto ciò che è ordinario, anche dalla sua città, ma oltre a questo il sogno: New York. Miglior film e miglior regia per Greta Gerwing, candidato all’ Oscar. Dopo diversi film mamblecore, narra qui la vicenda di un’adolescen [...] Vai alla recensione »

martedì 8 maggio 2018
gabriella

 In tutta sincerità, mi ha sorpreso una valutazione così positiva nella stragrande maggioranza dei casi di questo romanzo di formazione, in parte autobiografico, perchè , pur essendo un film gradevole, non vi ho trovato qualcosa che lo distingua da altri teen movie. Christine è una ragazza di Sacramento che sogna di studiare in un college sulla Costa Atlantica perchè [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 marzo 2018
vanessa zarastro

La tematica della crescita di una ragazza nel passaggio dall’adolescenza all’adultità (almeno anagrafica) è un tema caro a molta cinematografia francese. Qui ne abbiamo una rara e delicata versione americana. Siamo nel 2002 - tra l’11 settembre e la seconda guerra in Iraq - a Sacramento, Capitale dello stato della California, che ne è anche “il Midwest” [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 marzo 2018
casomai21

Un film gradevole e ben raccontato,  ben descritta l'ambientazione in un collegio cattolico, che ben prepara giovani allievi per lo più in attesa di fare il grande passo per l'ammissione ad un Collége univesitario di prestigio o almeno in una lista d'attesa, dopo aver presentato una domanda per soli titoli. Il collegio cattolico di Sacramento da anche la possibilità [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 marzo 2018
Michele Camero

 Un altro romanzo “di formazione” con protagonista questa volta una giovane adolescente di Sacramento, la capitale della California, meno famosa di San Francisco o Los Angeles. La nostra ragazza, inquieta ma non priva di talento, è all’ultimo anno di scuola superiore frequentata presso un istituto religioso, meno costoso, e sogna di trasferirsi, per il college,  sulla [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 marzo 2018
Zarar

Una assai bravaSaoirse Ronan, già apprezzata in Brooklin, mostra in questo film la capacità di calarsi in personaggi molto diversi tra loro. Nonostante i suoi 23 anni, è qui una credibilissima 17enne, Christine, non molto carina, non particolarmente brillante, ragazza inquieta che mal sopporta il profilo di ragazza lower/middle class a cui sono negati grandi orizzonti e grandi [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 marzo 2018
Flyanto

"Lady Bird", prima prova registica dell'attrice Greta Gerwig, è un film autobiografico in cui viene rappresentato il rapporto conflittuale tra una ragazza alle soglie del college (la stessa Greta) e la sua apprensiva madre. Il titolo sta ad indicare il soprannome con cui la ragazza si fa chiamare a scuola dai propri compagni come gesto di ribellione nei confronti dei [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 febbraio 2018
tmpsvita

 Una commedia coming-of-age veramente notevole, soprattutto per la sua indole sincera, credibile e non è affatto semplice riuscire ad essere onesti e sinceri con un film di questo genere, per il semplice motivo che nella maggior parte dei casi questi "coming-of-age" spesso sono riempiti di luoghi comuni, stereotipi e cliché anzi il più delle volte fondano le proprie [...] Vai alla recensione »

martedì 1 maggio 2018
martinside

Un'adolescente americana sulla strada per il college tra sogni e capricci, litigi con la madre e amicizie con coetanee più o meno in gamba. Un film dolce e forte. Il rapporto con la madre è al centro di questa pellicola e la rende una preziosa storia da seguire con il cuore pronto a squarciarsi ad ogni litigio. La regista ben inquadra il gioco di sensi di colpa e gesti di affetto incompresi.

martedì 13 marzo 2018
udiego

 Greta Gerwig, all’esordio dietro alla macchina da presa come solista, porta sul grande schermo un racconto autobiografico. La regista californiana ci racconta il suo ultimo anno di liceo e lo fa mettendo a nudo la sua anima, raccontandoci i suoi sentimenti dell’epoca, mostrandoci le sue gioie (poche) e le sue sofferenze (molte), i suoi conflitti, principalmente con la madre, e le [...] Vai alla recensione »

domenica 11 marzo 2018
ROBERT EROICA

“Lady bird” odia Sacramento e il sole della California e il suo sogno è continuare gli studi nella East Cost, magari a New York. Ha un’amica del cuore sensibile e intelligente, dalle forme non proprio perfette. E un’altra che forse proprio amica non è. E qualche filarino sbagliato, ma quello fa parte della vita.

sabato 10 marzo 2018
Luigagli

L'adolescenza di una ragazza della classe media americana, quella che di lì a pochi anni avrebbe più risentito della crisi economica. Se ne vedono i prodromi con la disoccupazione del padre e la ragazza che si vergogna della sua condizione economica e quindi anche della sua famiglia, peraltro desuetamente multietnica. Ma i valori sono molto forti -anche nel rigetto tipicamente espresso [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 marzo 2018
Juri Moretti

p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px Helvetica} p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px Helvetica; min-height: 14.0px} Christine, ma da tutti si fa chiamare Lady Bird è un'adolescente nata e cresciuta a Sacramento in California, lei sogna di trasferirsi in una grande città per frequentare una prestigiosa università e avere varie opportunità. [...] Vai alla recensione »

domenica 7 gennaio 2018
Mario Nitti

Film garbato ed intelligente, racconta l’adolescenza di una ragazza di Sacramento sospesa tra grandi sogni e piccoli eventi quotidiani, desiderio di evasione e atteggiamenti inutilmente provocatori. Più di un personaggio è tratteggiato in modo convincente e l’adolescenza in generale viene descritta con partecipata simpatia nonostante dei ragazzi venga mostrata anche l’arrogan [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 settembre 2018
Fabio

A tratti strappa qualche sorriso ma nel complesso annoia. Tutto già visto: l'adolescenza, il rapporto con il mondo degli adulti, il college e gli amorazzi (ancora il ballo di fine anno?!)

domenica 20 maggio 2018
no_data

Un teen movie  americano, che pur non apportando valori aggiunti alla tematica affrontata tante altre volte , risulta comunque  delicato e ben raccontato, il che non è affatto scontato in una pellicola 

sabato 3 marzo 2018
Manuela Zarattini

Una storia piacevole e ben interpretata. Christine, ragazza vivace e intelligente, disconosce le sue modeste origini sociali per poi riabilitarle e apprezzarle. Non è quindi una trama molto originale e nemmeno particolarmente intensa: perché allora tutte queste candidature? Una curiosità: l'attore che interpreta il batterista snob Kyle è Timothée Cholomet, lo stesso che interpreta Elio in Chiamami [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 marzo 2018
Inesperto

Questa ragazza dimostra di essere sempre più brava ad ogni film, merita la carriera che sta facendo. Il film è piacevole e profondo. Uno squarcio di realtà che inquadra la vita di una ragazza adolescente tra famiglia, scuola, educazione cattolica, sesso e ribellione. Lei vuole scappare da Sacramento, dove è nata, è cresciuta.

domenica 4 marzo 2018
Kasparlo

Da vedere. Non sono d'accordo sui giudizi stratosferici, ma nella media dei film si eleva abbastanza. Non propone temi particolarmente innovativi, ma tratta con riguardo, con garbo,  un tema , forse , fin troppo sfruttato (male) , quello dell'adolescente nei suoi rapporti contraddittori con il mondo e nella fattispecie con la madre. Tutto sullo sfondo della America dell'11 settembre [...] Vai alla recensione »

domenica 1 aprile 2018
Emanuele 1968

Visto giovedi sera in un piccolo cinema di paese, bello vedere tanta gente davanti ad uno schermo, personalmente e sempre una cosa che mi emoziona, credo che in fondo in fondo la gente stia cambiando e scelga sempre di piu  la voglia di stare insieme condividendo un grande schermo, in particolar modo questa sera onore al pubblico giovane che ha scielto un film che non e neppure un commerciale [...] Vai alla recensione »

domenica 11 marzo 2018
no_data

Non è un capolavoro ma poco ci manca. Film  gentile, piacevolissimo, che non ti annoia affatto e già questo è un grande merito, sui desideri e la vita di una diciassettenne di provincia che vuole uscir fuori dal suo ambiente. Belli e sottilmente ironici i dialoghi, intereressante ka storia. Ma per molti non sarà un bel film perchè mancano quelle noiosissime e [...] Vai alla recensione »

Frasi
Lady Bird dice sempre che abita al di là dei binari. Io pensavo fosse una metafora e invece vive davvero vicino alla ferrovia.
Una frase di Danny (Lucas Hedges)
dal film Lady Bird - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 2 marzo 2018
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

«Chiunque parli di edonismo californiano non è mai stato a Sacramento». La frase è della grande scrittrice Joan Didion, nativa della capitale della California da dove scappò per studiare a Berkeley e poi nella redazione newyorkese di «Vogue», con il decollo della sua carriera letteraria. Il viaggio da West a East, l'affetto/odio per questo angolo ordinario del Golden State, un'opaca zona di mezzo tra [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 marzo 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

Greta Gerwig è nata nel 1983 a Sacramento, capitale della California ma luogo assai poco glamour, e lì è cresciuta prima di diventare "la musa del cinema indipendente newyorchese". È evidente lo spunto autobiografico del suo esordio alla regia: un'adolescente che, nella Sacramento del 2002, fa la ribelle in una scuola cattolica, ma in realtà vorrebbe essere riconosciuta e amata dalle compagne più ricche. [...] Vai alla recensione »

sabato 17 marzo 2018
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Bellinzona, Canton Ticino. Mette una gran voglia di andarsene via, di sperimentare la vita in città, di sfinirsi con cinema e teatro in dosi massicce. Quando Saoirse Ronan apre la portiera durante un litigio con sua madre, e nella scena dopo la vediamo con un braccio ingessato di rosa, scatta l'applauso. Lady Bird va a scuola dalle suore, senza distinguersi.

venerdì 2 marzo 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

2002: Odissea nello strazio di una teenager americana. Lei si chiama Christine McPherson (Saoirse Ronan) ma preferisce che tutti si rivolgano a lei come Lady Bird. È affascinata da costumi con la testa di uccello, inquietanti come quella serie di collage a tema ornitologico di Max Ernst del lontano 1934. È un anno particolare, quel 2002, per questa ragazza irrequieta di Sacramento, California.

venerdì 2 marzo 2018
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Minimalismo da social-comedy a tiratura indie (Woi non immaginate che cos'è Sacramento»), ma che chiarezza di scrittura! Sfiduciata dal mondo intorno, mamma conflittuale, papà affettuoso, ma disoccupato, coetanei di scarsi ideali, scuola e dintorni lambiti da mediocrità, e sfiduciata un po' anche da se stessa, Christine si autoproclama Lady Bird, si iscrive a un corso di teatro e concorre segretamente [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 marzo 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

Nonostante la spiritosa dicitura iniziale, «Chiunque parli dell'edonismo californiano non ha mai trascorso un Natale a Sacramento», Lady Bird - delizioso romanzo di formazione scritto e diretto sul filo dell'autobiografia dalla trentaquattrenne Greta Gerwig - conferisce a quel tranquillo paesaggio cittadino un alone di nostalgica risonanza. E del resto la neoregista, nel ricevere il Golden Globe per [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 marzo 2018
Alice Sforza
Il Giornale

Le difficoltà dell'anno pre-college, sono spesso al centro di pellicole Usa, problema sentito in un paese dove i ragazzi finiscono per (di)staccarsi dalle proprie famiglie, per studiare altrove. Sta per succedere a Christine, alias Lady Bird, studentessa in un liceo cattolico, dal carattere ribelle, che vive male i conflitti con la madre e, in generale, con tutto ciò che la circonda.

NEWS
NEWS
giovedì 8 marzo 2018
Ilaria Ravarino

Nessun 8 marzo è stato più giusto di questo, almeno in termini di tempismo, per prendersi una rivincita simbolica contro gli abusi di potere (leggi: molestie) che secondo l'ISTAT sarebbero toccati a una lavoratrice italiana su due.

VIDEO RECENSIONE
venerdì 9 febbraio 2018
 

Christine rifiuta il nome che le è stato attribuito, per usarne uno che si è scelto: Lady Bird. Odia Sacramento, dove non succede nulla, e sogna New York. Nella lotta per affermare le proprie scelte la asseconda il padre disoccupato, ma non la madre infermiera [...]

TOP TRAILER
lunedì 15 gennaio 2018
Andrea Fornasiero

Dal thriller mediorientale alla biografia del più importante dei nostri cantautori, fino a uno dei vincitori ai Golden Globe, i nostri sette magnifici trailer della settimana spaziano tra l'azione realistica o iperbolica alle commedia tra satira e sentimento. [...]

TRAILER
giovedì 11 gennaio 2018
 

Christine "Lady Bird" McPherson combatte ma è esattamente come sua madre, un'infermiera che lavora instancabilmente per mantenere a galla la sua famiglia dopo che il padre di Lady Bird perde il lavoro: selvaggia, profondamente supponente e determinata. [...]

winner
miglior film brillante
Golden Globes
2018
winner
miglior attrice in un film brillante
Golden Globes
2018
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati