Downsizing

Film 2017 | Commedia +13 140 min.

Regia di Alexander Payne. Un film Da vedere 2017 con Matt Damon, Kristen Wiig, Jason Sudeikis, Chau Hong, Christoph Waltz, Neil Patrick Harris. Cast completo Titolo originale: Downsizing. Genere Commedia - USA, 2017, durata 140 minuti. Uscita cinema giovedì 25 gennaio 2018 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,94 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Downsizing
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Sul pianeta, per poter arginare il consumo eccessivo di energia, gli uomini possono rimpicciolirsi. Ma è davvero la soluzione a tutti i problemi?

Consigliato sì!
2,94/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,88
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una commedia a energia pulita che comprende e perpetua il valore simbolico del proprio ambiente, quello naturale e quello umano.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 30 agosto 2017
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 30 agosto 2017

Nella Norvegia a tutta sostenibilità, uno scienziato trova la soluzione per risolvere il problema della sovrappopolazione: rimpicciolire gli esseri umani. Una volta miniaturizzata, l'umanità tornerà ad essere sostenibile per il pianeta. Ma diversamente dalla prima colonia norvegese, trentasei persone che hanno deciso di ridimensionarsi per il bene del mondo, chi sceglie di sottoporsi al trattamento sogna soltanto in grande dentro spazi più piccoli. Paul Safranek, uomo ordinario dal destino ordinario, decide per il benessere e una vita migliore con la consorte in una delle ricche small town che sorgono rapidamente negli States. Convertiti i debiti in ricchezza e il suo metro e ottanta in dodici centimetri, Paul infila il suo piccolo grande destino.

Come Lemuel Gulliver, chirurgo di Jonathan Swift, Paul Safranek, chirurgo mancato di Alexander Payne, si risveglia un giorno in un mondo ridotto, dove gli uomini non smettono di essere sgradevoli. Ma a differenza dello scrittore irlandese, il regista americano trova la grandezza anche dentro l'estremamente piccolo.

Non è che Payne non veda la meschinità della natura umana, è che Payne vede altro e altrimenti. Avventura ecosostenibile in mobilità alternativa, Downsizing riconferma la poetica dell'autore, improntata a un neo umanesimo che privilegia personaggi definiti da una medietà rassicurante e malinconica. Interessato sovente alle persone vere e alle storie comuni, alle nevrosi e alle tragedie personali, a questo giro Payne impatta il piccolo mondo dell'uomo col vasto mondo della natura.

Al centro del film, che rimprovera agli Stati Uniti lo sguardo ombelicale e la mancanza di lungimiranza e di programmazione ambientale, si allunga il cammino virtuoso di Matt Damon, battuto da dilemmi esistenziali: andare verso il futuro o restare dentro il presente? Partecipare a una suggestione o esporsi alla vita reale? Un antieroe che prova a riprendersi il controllo di avvenimenti che lo trascendono. Nondimeno, come il padre di George Clooney (Paradiso amaro), l'everyman di Matt Damon chiuderà per sempre con la verità ritrovando in fondo al film una quieta ma appassionata ponderatezza.

Paul Safranek è un uomo come gli altri, semplicemente mortale. Un piccolo mortale di cui Payne osserva minuzioso la condizione riuscendo a farci credere alla sua banalità. Seguiamo le tribolazioni dolci-amare di questo personaggio comico, ma l'ironia nei film di Payne è sempre una forma di pudore, dentro una storia che non approccia mai la dimensione tragica contenuta nella premessa (la fine prossima del mondo). La dominante della storia resta comica e in presenza di personaggi spassosi dal grande cuore (Christoph Waltz, Terence Stamp, Hong Chau), figure minuscole inscritte in un paesaggio geografico incontaminato, alimentato da fonti rinnovabili e che non si vuole accontentare.

Colosso massivo, vagamente ridicolo, Matt Damon incarna il boy next door e la prossimità che autorizza l'empatia. Il sentimento di invisibilità e l'anonimato che lo distinguono da sempre dai colleghi della sua generazione (Leonardo DiCaprio o Brad Pitt), lo rendono perfetto per il ruolo: un uomo di sei pollici consacrato all'invenzione della sua vita dedicata e piccina. E questa volta Matt Damon se la salva da solo la vita e la salva all'America, o almeno a quella parte del Paese che crede ancora alla 'buona condotta' in faccia alle avversità. Afflitto dal complesso dell'americano medio, Matt Damon lo converte in punto di forza entrando 'senza scarpe' in un film che afferma l'impellenza del vivere (subito) e del fare (presto) la cosa giusta. Una commedia a energia pulita che comprende e perpetua il valore simbolico del proprio ambiente, quello naturale e quello umano.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 30 agosto 2017
Peer Gynt

  Si apre la 74. Mostra del cinema di Venezia con l'ultimo film di Alexander Payne, "Downsizing" (USA, 2017), che prova ad ipotizzare in un futuro molto vicino il rimpicciolimento della massa corporea degli umani come una pratica ormai fattibile e consolidata. Ma perché qualcuno dovrebbe farsi ridurre dalle dimensioni attuali ai 12 centimetri di altezza previsti? Ovviamente [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 31 agosto 2017
Cristina Piccino
Il Manifesto

Tutto comincia in Norvegia quando uno scienziato riesce in ciò che sembrava impossibile: rimpicciolire gli esseri viventi senza provocare alcun danno. Insieme all'amata moglie e a un gruppo di volontari sarà il primo a sottoporsi all'esperimento formando una comunità prototipo di «piccoli» sulla terra, una sorta di Christiania immersa nel verde e fuori dal tempo destinata a diventare l'alternativa [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 agosto 2017
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Tesoro, mi si è ristretta la Mostra. Venezia 74 inaugura con Downsizing, il mini-apologo ambientalista e buonista dell'americano Alexander Payne, e si ferma a mezza costa: è un film più alto di Everest, deludente incipit del 2015, ma più piccino di La La Land, apertura danzante e calzante dell'anno scorso. Regista solido, empatico e dotato di sense of humour, qui e là - il penultimo Nebraska -eccellente, [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 agosto 2017
Emiliano Morreale
La Repubblica

Seppure in maniera meno dirompente che negli ultimi anni (con La La Land e Gravity), il film d'apertura di Venezia 74 svolge il suo compito. Un regista di nome (Sideways, Nebraska), qualche divo (Matt Damon protagonista), una storia spettacolare e a suo modo "impegnata". In un prossimo futuro, il problema della sovrappopolazione e dell'inquinamento s'immagina risolto con una miniaturizzazione degli [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 agosto 2017
Francesco Alò
Il Messaggero

Un singolo sacchetto della spazzatura potrebbe contenere tutti i rifiuti prodotti da 36 persone nel corso di quattro anni (un romano o un napoletano potrebbero commuoversi alla sola vista). Con 83 dollari (per noi 70 euro) ti compri i diamanti. Vuoi arrivare a un patrimonio di 12 milioni di dollari? Basta partire da una base di 152 mila (in Italia diventeremmo quasi tutti miliardari visto quanto hanno [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
mercoledì 20 settembre 2017
 

Nella Norvegia a tutta sostenibilità, uno scienziato trova la soluzione per risolvere il problema della sovrappopolazione: rimpicciolire gli esseri umani. Una volta miniaturizzata, l'umanità tornerà ad essere sostenibile per il pianeta.

TRAILER
martedì 12 settembre 2017
 

Nella Norvegia a tutta sostenibilità, uno scienziato trova la soluzione per risolvere il problema della sovrappopolazione: rimpicciolire gli esseri umani. Una volta miniaturizzata, l'umanità tornerà ad essere sostenibile per il pianeta.

GALLERY
giovedì 31 agosto 2017
 

Matt Damon e Kristen Wiig in versione miniaturizzata inaugurano tra gli applausi la 74. Mostra del Cinema di Venezia. Diretto da Alexander Payne, Downsizing è una 'commedia a energia pulita' che riconferma la poetica del suo autore e impatta il piccolo [...]

MOSTRA DI VENEZIA
domenica 16 luglio 2017
 

Downsizing, diretto da Alexander Payne (Sideways, Paradiso amaro, Nebraska) e interpretato da Matt Damon, Christoph Waltz, Hong Chau e Kristen Wiig, è il film di apertura, in Concorso, della 74. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati