•  
  •  
Apri le opzioni

Udo Kier

Udo Kier (Udo Kierspe). Data di nascita 14 ottobre 1944 a Colonia (Germania). Al cinema il 3 novembre 2022 con il film Il mio vicino Adolf. Udo Kier ha oggi 78 anni ed è del segno zodiacale Bilancia.

Sanguinolento Kier

A cura di Fabio Secchi Frau

Tra sangue, nudità maschili ed erotismo al limite dello spinto, ma anche grandi nomi del cinema (Fassbinder, Von Trier, Wenders) che hanno saputo conferire a questo attore una "sacralità profana" tutta europea. Aspro, come aspro è il suo volto, Udo Kier ha dato vita a una serie di cattivi che non fanno venire i brividi, ma piuttosto sollecitano i più bassi istinti sessuali. Perverso e delizioso anche quando si finge un eterosessuale, particolarmente legato a Joe Dallesandro (con il quale ha condiviso gli esordi), è uno dei volti dell'Euro-trash della settima arte, nonché attore prediletto di autori esordienti come Christoph Schlingensief e del più eccelso esponente della pop art Andy Warhol che per primo gli donò una maschera vampirica che avrebbe portato (e ancora oggi porta) per il resto della sua carriera. Già, il vampiro, quella figura magnetica e tenebrosa che viene mascherata solo quando commette l'imprudenza di sostare davanti a uno specchio (incapace di riflettere la sua immagine) e che lo agganciò al genere horror grazie anzitutto soprattutto al suo physique du rôle: figura asciutta, slanciata, volto aristocratico e guance infossate. Chissà quante altre volte Udo Kier si immedesimerà in un vampiro? Ma per noi, rimane uno dei nostri principi dell'oscurità preferiti, al pari di Bela Lugosi e Christopher Lee.
Udo Kier viene al mondo in uno dei periodi più drammatici della storia dell'umanità: la Seconda Guerra Mondiale. Immediatamente dopo la sua nascita, l'ospedale nel quale era ricoverata sua madre venne bombardato. Lui e sua madre rimangono intrappolati sotto le macerie, mentre le infermiere e altri bambini sono nascosti in un'altra ala della clinica. Solo dopo il bombardamento, saranno liberati attraverso una breccia. Disgraziatamente, proprio per via del conflitto mondiale, Udo Kier non conoscerà mai suo padre e, a soli 18 anni, già particolarmente indipendente, si trasferirà a Londra, allora centro nevralgico della cultura giovanile, per imparare l'inglese.
Omosessuale, esordisce come attore nel 1968 con il film di Eddy Saller Schamlos, successivamente seguito da La stagione dei sensi (1969) e da Scacchiera di spie (1972). Entrato nel circuito cinematografico di B-movie ad alto tasso di trash, recita nel film prodotto da Andy Warhol (suo amico) Il mostro è in tavola Barone Frankenstein (1973), film che gli permetterà di farsi apprezzare anche da autori italiani come Antonio Margheriti che infatti lo inseriranno nei cosiddetti cult-trash di genere come Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!!(1974) con Vittorio De Sica.
In seguito diventerà protagonista, o interprete di secondo piano, di pellicole che affondano le loro trame fra l'horror casereccio e l'erotismo softcore: Quel desiderio di lei(1975), Histoire d'O (1975), La casa sulla collina di paglia (1976) e Spermula (1976). Fortunatamente, ci sono anche pellicole più serie nella sua carriera, è il caso dell'horror stregonesco Suspiria (1977) con Alida Valli e, nel momento in cui conobbe il regista tedesco Rainer Werner Fassbinder (innamorandosene e diventando per brevissimo tempo il suo compagno e protetto), anche melodrammi della "nuova onda" tedesca: il film tv Bolwieser (1977), La terza generazione (1979), il telefilm Berlin Alexanderplatz (1980), Lili Marleen (1981) e Lola (1981).
Dopo L'alba dei falsi Dei (1978) e in particolar modo dopo la morte del suo compagno, Udo Kier lavora soprattutto per Walerian Borowczyk e Miklòs Jancsò, apparendo anche in un film con Robin Williams: Mosca a New York (1984). Ma sarà l'incontro con un nuovo autore che si affaccia al cinema internazionale a dargli nuova linfa vitale e questo autore è quel geniaccio maledetto di Lars von Trier, il quale non solo farà di Kier il suo attore feticcio, ma anche il padrino di sua figlia Agnes. Dal loro connubio artistico emergono titoli come: Epidemic (1987), il film tv Medea (1988), Europa (1991), le miniserie horror Il Regno (1994) e Il Regno II (1997), il magnifico Le onde del destino (1996), il musicale Dancer in the Dark (2000) con Catherine Deneuve, Dogville (2003) con Nicole Kidman e Manderlay (2005).
Particolarmente apprezzato e presente anche nelle pellicole di Christoph Schlingencief e Gus Van Sant (una fra tutte Belli e dannati del 1991, con il deceduto River Phoenix), Udo Kier vede la sua filmografia arricchirsi di titoli come: Amore con interessi (1993), il film tv Jack Reed - Una questione d'onore (1993), Una strana coppia di svitati (1993), la commedia con Jim Carrey Ace Ventura - L'acchiappanimali (1994), Rotwang muß weg! (1994) con Brian De Palma nelle inedite vesti di attore, Johnny Mnemonic (1995) con Takeshi Kitano e Le tre prove di Fred (1995).
Protagonista de I fratelli Skladanowsky (1996) di Wim Wenders, sarà diretto dal grande regista tedesco anche ne Crimini invisibili (1997). E dopo aver preso parte a qualche episodio della serie Nash Bridges (1996), recita accanto a Faye Dunaway ne Le straordinarie avventure di Pinocchio (1996) e a Bruce Willis nel fantascientifico Armageddon - Giudizio finale (1998). In seguito al film tv Lady Diamante (1998), è uno dei vampiri di Blade (1998) di Stephen Norrigton con Wesley Snipes, Stephen Dorff, Kris Kristofferson e tornerà a portare i canini aguzzi anche per il film tv con Rod Steiger Modern Vampires (1998).
Una carriera al sangue, che gli permetterà di specializzarsi in ruoli da "villain" anche in telefilm come V.I.P. (1998) e Sentinel (1996-1998), per non parlare di film come The Debtors (1999) con Michael Caine e il satanico Giorni contati (1999) con Arnold Schwarzenegger e ancora Steiger. Tornato al genere vampiresco, la cui carriera - come palesemente visibile - è particolarmente legata, recita accanto a John Malkovich ne L'ombra del vampiro (2000), poi passa a Red Letters (2000) con Nastassja Kinski, Il giorno del giudizio (2000), Invincible (2001) di Werner Herzog, Revelation (2001) con Terence Stamp, Auf Herz und Nieren (2001) con Burt Reynolds, Paura.com (2002), il pessimo film tv Dracula 3000 (2004), un segmento di Grindhouse - A prova di morte (2007, con Nicolas Cage) dal titolo Werewolf Women of the SS, Halloween (2007) e La terza madre(2007). Rimane invece molto più serio il ruolo di Max Jacob in Modigliani (2004). Vero e proprio simbolo di ambiguità e malvagità, appare con l'attrice Brigitte Nielsen nel video dei KoRn "Make Me Bad".

Prossimi film

Ultimi film

Drammatico, (Brasile - 2019), 92 min.
Biografico, (USA - 2018), 113 min.
Drammatico, (USA - 2018), 116 min.
Azione, (USA, Canada - 2018), 159 min.

Focus

[LINK] FESTIVAL
domenica 10 dicembre 2017
Francesca Ferri

Frankenstein, Dracula e Dr. Jeckyll, sono le maschere spesso associate a Udo Kier. L'attore tedesco, però, conta oltre 300 titoli a cui ha lavorato con i più acclamati e controversi registi in una carriera lunga più di 50 anni che viene premiata alla seconda edizione del Macao International Film Festival. E per l'occasione Udo Kier assisterà alla presentazione di uno degli ultimi film a cui ha preso parte, Brawl in Cell Block 99

I film più famosi

Commedia, Drammatico - (USA - 2017), 140 min.
Biografico, (USA - 2018), 113 min.
Drammatico, (USA - 2018), 116 min.
Horror, (Italia - 2006), 98 min.
Erotico, (Francia, Germania - 1975), 112 min.
Horror, (Italia - 1977), 97 min.

News

The Painted Bird e Guest of honour animano il concorso. Nella sezione Sconfini oggi Chiara Ferragni - Unposted.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati