•  
  •  
Apri le opzioni

Roger Donaldson

Roger Donaldson è un regista, creatore, è nato il 15 novembre 1945 a Ballarat (Australia). Roger Donaldson ha oggi 76 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

Cocktail...di generi

A cura di Fabio Secchi Frau

Produttore, regista e sceneggiatore neozelandese, fondatore della New Zeland Film Commission.

I primi lavori
Nato a Ballarat, in Australia nel 1945, emigra in Nuova Zelanda nel 1965 per concentrarsi sull'arte della fotografia. Entrato nell'industria cinematografica, è però corteggiatissimo dalla televisione che gli mette nelle mani la serie tv drammatica neozelandese Winners and Losers.

Il debutto sul grande schermo
Dopo 15 anni di lavoro in televisione (fra cui spicca il film tv Burt Munro - Offerings to the God of Speed, 1971), nel 1977, dirige e produce il suo primo film Unica regola vincere con Sam Neill, che segna la collaborazione con il suo migliore amico, l'attore e musicista Bruno Lawrence, e che non è altro che l'adattamento del romanzo di Karl Stead "Smith's Dream".

Il lavoro di produttore
Entrato nella New Zealand Government, fonda la New Zealand Film Commission nel 1978.

Bounty
È stato il primo regista contattato da Dino De Laurentiis per raccontare la storia dell'ammutinamento del Bounty una volta che lo stimato regista David Lean lasciò il progetto, tratto dai romanzi di Richard Hough "Captain Bligh and Mister Christian" e di Charles Bernard Nordhoff "Munity on the Bounty". Nacque in questo modo Il Bounty (1984), interpretato da Mel Gibson, Anthony Hopkins e Laurence Olivier. Quinta versione dell'ammutinamento più celebre della storia del cinema, ma più fedele agli avvenimenti storici, anche se fortemente illustrativo e, per questo, molto meno forte da un punto di vista dell'azione.

Altri film
Nel 1985, traspone in maniera non troppo precisa il libro di Peter Maas "Marie - A True Story" nel film Una donna, una storia vera. Andrà meglio con una pellicola più popolare e di successo come Senza via di scampo (1987) con Gene Hackman e Kevin Costner, tratto dal romanzo "The Big Clock" di Kenneth Fearing, all'interno della quale Donaldson mostra tutta la sua sicurezza e intelligente. Nel 1988 arriva Cocktail con Tom Cruise e Bryan Brown che però lo porta a essere candidato al Razzie Awards come peggior regista. Anche questo film è tratto da un libro, questa volta si tratta di quello omonimo di Heywood Gould. Cruise prende decisamente il sopravvento, divorando il suo personaggio e la regia. Primo prodotto degli Anni Novanta è invece Cadillac Man (1990), tragicommedia con Robin Williams e Tim Robbins nella quale Donaldson sembra puntare tutto sui suoi due dirompenti protagonisti, malgrado le pecche della sceneggiatura, non esaustiva nel descrivere una società americana divisa in perdenti e vincenti. Si passa, nel 1992, a White Sands - Tracce nella sabbia con Samuel L. Jackson, poliziesco macchinoso e intricato, ma ben strutturato da curate sequenze d'azione molto serrate, anche se forse il suo film più conosciuto è Dante's Peak - La furia della montagna (1997). Filmone catastrofico con Pierce Brosnan e Linda Hamilton nel quale hanno però più importanza gli effetti speciali, centellinati con molta attenzione da Donaldson che però non riesce a convincere la critica che lo etichetta come un autore puramente commerciale. Etichetta che conserva nel rifacimento di uno dei più noti successi di Sam Peckinpah, tratto dal romanzo di Jim Thompson, The Getaway (1994) dove tiene in equilibrio suspence e sesso e anche nel fantascientificoSpecie mortale (1995) che deve praticamente tutto al primo Alien, ma che rimane un titolo di pura evasione, molto più accurato ed efficace delle precedenti creazioni audiovisive di Donaldson, anche se povero di contenuti e "sfoderatore" dei soliti cliché degli action movies. Nel Duemila, traspone il romanzo "The Kennedy Tapes - Inside The White House during the Cuban Missile Crisis" di Ernest R. May e Philip D. Zelikow in Thirteen Days (2000), richiamando sul set un vecchio amico, Kevin Costner, e affiancandolo a Steven Culp. Anche qui, Donaldson offre allo spettatore una regia corretta, drammatica, ma lenta, visto il soggetto troppo politico e troppo testosteronico per essere sopportato in due ore e mezzo di visione. Si getta in una spy story con La regola del sospetto (2003) con Al Pacino e Colin Farrell, cercando di ricreare i fasti di Senza via di scampo, ma non riuscendoci completamente, vista la prevedibilità che si intuisce già dal titolo del film. Nel 2005, ritorna con Anthony Hopkins in Indian - La grande sfida, reale road movie della terza età, molesto, un po' troppo retorico e sentimentale. Nel 2008, dirige forse il suo miglior film che però passa del tutto inosservato. Si tratta del thriller ad alta tensione La rapina perfetta (2008) con Jason Statham e Saffron Burrows. La storia è quella di un proprietario di una rivendita di auto d'epoca ed ex ladro che viene convinto da una vecchia conoscenza femminile a portare a termine "il colpo che gli cambierà ancora la vita": una rapina nella Lloyd Bank londinese... ma non tutto è quel che sembra. La trama è ispirata a una storia realmente accaduta. Si passa poi alla vendetta in Solo per vendetta (2011) con Nicolas Cage.

Un figlio olimpionico
Suo figlio Chris Donaldson è stato il rappresentante olimpionico della Nuova Zelanda nei 100 e nei 200 metri dal 1996 al 2000.

Ultimi film

Thriller, (USA - 2011), 104 min.
Thriller, (USA - 2008), 110 min.
Thriller, (USA - 2003), 105 min.
Drammatico, (USA - 2000), 147 min.
Fantascienza, (USA - 1995), 110 min.
Drammatico, (USA - 1994), 115 min.

I film più famosi

Thriller, (USA - 2008), 110 min.
Thriller, (USA - 2003), 105 min.
Thriller, (USA - 2011), 104 min.
Drammatico, (USA - 2000), 147 min.
Commedia, (USA - 1988), 104 min.
Thriller, (USA - 1987), 116 min.
Fantascienza, (USA - 1995), 110 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati