•  
  •  
Apri le opzioni

Massimiliano Rossi

Massimiliano Rossi è un attore italiano, è nato nel 1970

Oltre la maschera e il palco napoletano

A cura di Veronica Ranocchi

Dal teatro al sodalizio con Edoardo De Angelis, passando per tantissimi altri ruoli tra cinema e televisione, Massimiliano Rossi è un attore a tutto tondo, tanto da concedersi anche la direzione di alcune opere teatrali. Una carriera nel mondo dello spettacolo cominciata nel 1990 a teatro, all'età di 20 anni, e proseguita fino al debutto sullo schermo nel 2000. Intensa come i personaggi ai quali ha prestato il volto.

L'amore per il teatro
Nato a Napoli nel 1970, Massimiliano Rossi ha una formazione principalmente teatrale. Frequenta l'U.P.S. diretto da Ernesto Calindri e partecipa a un corso triennale presso il laboratorio permanente teatro Elicantropo diretto da Carlo Cerciello e Umberto Serra. Si diploma alla scuola di mimo corporeo I.C.R.A. diretta da Michele Monetta e partecipa a diversi seminari con Lorenzo Salveti, Marise Flach, Yves Lebreton, Renato Carpentieri, Anna Redi, Marco de Marinis, Peter Clogh.
In generale si forma artisticamente nel cuore della sua città d'origine dove muove negli anni '90 i primi passi in ambito teatrale.
Prima del debutto nel mondo del cinema c'è quello nel mondo del teatro.
Dal 1990 al 2000 compreso i titoli ai quali prende parte sono "La purga del bebè" di Vanni Baiano (1990), "Sarto per signora" di Lello Ferrara (1991), "Nozze di sangue" di Lello Ferrara (1991), "Miseria e nobiltà" di Mario Maglione (1992), "Leopardi" di Lello Ferrara (1992), "Don Giovanni" di Franco Però (1994), "I casi sono due" di Gigi Savoia (1995), "Ridi pagliaccio ridi" di Gigi Savoia (1996), "Manipolazioni" di Carlo Cerciello (2000), "Il cielo di Palestina" di Carlo Cerciello (2000).

Ancora teatro, come attore e regista
L'amore per il teatro prosegue, anche in parallelo al cinema. Nonostante nel 2000 arrivi il debutto sullo schermo, Massimiliano Rossi continua la sua carriera sul palcoscenico come attore, fino ad arrivare anche a essere regista, cimentandosi, quindi, anche con il "dietro le quinte". Gli spettacoli ai quali prende parte come attore sono, nell'ordine, "Stanza 101" (2001), "Noccioline" (2002), "Girotondo" (2003), "Boom Boom Bush" (2003), tutti diretti da Carlo Cerciello, poi "Prigione di velluto rosso" di Pino Carbone (2004), "Liuce scivola" di Sebastiano Deva (2004), "Macbeth" di Carlo Cerciello (2005), "Cattivo seme" di Pino Carbone (2005), "Senza trombe né tamburi" di Giuseppe Sollazzo (2005), "Prove d'autore" di Antonio Capuano (2006), "Commedia Sexy" di Giuseppe Sollazzo (2006), "Il bacio della donna ragno" di Arnolfo Petri (2007), "Office" di Carlo Cerciello (2007), "Cantata per lo sposalizio del principe di San Severo" di Mariano Baduin (2008), "Lontana la città" di Fortunato Calvino (2008), "Il berretto a sonagli" di Angelo Gallipo (2009), "O' spusalizio" di Laura Angiulli (2009), "Cuore nero" di Fortunato Calvino (2009), "Le cose ammirevoli nella vita di un uomo" di Giuseppe Sollazzo (2010), "Ditegli sempre di sì" di Maurizio Panici (2011), "Cristiana famiglia" di Fortunato Calvino (2011), "Racconto di maggio" di Fortunato Calvino (2011), "Museo delle utopie" di Giuseppe Sollazzo (2012), "La perla barocca" di Michele Monetta (2012), "Sant'Uliva" di Michele Monetta (2013), "Scacco matto in cinque mosse" di Salvatore Maiorino (2015).
Ma, dopo alcuni anni, arriva anche il momento di debuttare come regista. Il primo spettacolo diretto da Massimiliano Rossi è "Raccontami" del 2009, al quale fanno seguito altri due titoli, "Nasza Klasa" del 2016 e uno spettacolo di due anni successivo.

Il piccolo schermo
Prima di parlare di Massimiliano Rossi al cinema, è giusto parlarne in relazione al piccolo schermo che lo ha reso celebre. Nonostante alcune piccole parti in titoli come Palcoscenico, La squadra e Un posto al sole la consacrazione sul piccolo schermo arriva nel 2013 con Gomorra e il personaggio di Zecchinetta. A questo titolo fanno seguito altre partecipazioni in titoli molto seguiti e apprezzati dal pubblico, dalla stagione 6 di Squadra antimafia nel 2014, a The Young Pope del premio Oscar Paolo Sorrentino del 2015. Prende poi parte a Maradona: Sueño bendito nel 2019 diretto da Edoardo De Angelis, con il quale collabora anche sul grande schermo, e nello stesso anno anche a Romulus nel ruolo di Spurius. Nel 2020 è in Natale in casa Cupiello sempre diretto da De Angelis, in Coliando - Il ritorno 4 diretto da Manetti Bros e Milena Cocozza e in Generazione 56K di Francesco Ebbasta. Nel 2021 è in Un eroe piccolo piccolo di Umberto Marino e nel 2022 nella seconda stagione de Il commissario Ricciardi di Gianpaolo Tescari e in Tutto per mio figlio, film tv diretto da Umberto Marino.

Il cinema, dai cortometraggi a lungometraggi
Dopo il suo ruolo in Gomorra è il cinema il mezzo che gli conferisce maggiore notorietà. Prima passando per alcuni cortometraggi fino ad arrivare a titoli più noti anche al grande pubblico.
Per quanto riguarda i cortometraggi Massimiliano Rossi inizia nel 2001 con "Smack!", poi nel 2004 con "L'elefante rosa", nel 2007 è la volta di "Angeli dark" e nel 2008 di "Una bella bistecca". Nel 2016 sono tre i corti ai quali prende parte: "Pastura", "Superménn" e "Bianca". L'anno successivo recita in "La condanna dell'essere" e "Lypso", nel 2019 in "L'eredità" e "Fosca", nel 2020 in "Smuggler", "Fame" e, come voce narrante, in "Lockdown 2040", nel 2022 recita in "Free Town".
Parallelamente ai cortometraggi Massimiliano Rossi si impone anche come volto cinematografico.
Il suo debutto sul grande schermo avviene con una serie di titoli che, però, non lo fanno "risaltare" (Un giudice di rispetto nel 2000, Cecilia nel 2001, Il resto di niente nel 2004, Fuoco su di me nel 2006, Giallo? nel 2009). Quello che si può considerare il debutto ufficiale avviene nel 2011, con la direzione di Edoardo De Angelis che lo sceglie per interpretare Dudo in Mozzarella Stories con al centro Ciccio Dop, signore assoluto di un impero di bufale e mozzarelle. Nel 2014 è impegnato in tre titoli: Milionari di Alessandro Piva, Tre tocchi di Marco Risi e L'evento di Lorenzo D'Amelio.
Torna a essere diretto da De Angelis nel 2016 nel film Indivisibili, incentrato su Daisy e Viola, due gemelle siamesi napoletane che lavorano come cantanti in giro per feste paesane, battesimi e matrimoni. Tutta la famiglia, madre, padre e zio, vive attorno allo sfruttamento delle ragazze che vengono trattate come fenomeni da baraccone. Un giorno le sorelle scoprono che c'è la possibilità di essere separate, ma dovranno fare i conti con la famiglia. Per la sua interpretazione, Rossi viene candidato al David di Donatello per il miglior attore non protagonista. Nello stesso anno è diretto da Cristina Comencini in Qualcosa di nuovo e da Toni D'Angelo in Falchi.
Nel 2018, oltre a essere in uno degli episodi del film San Valentino Stories e in Erre11 di Marco Bocci, Massimiliano Rossi torna a essere diretto da Edoardo De Angelis per il suo Il vizio della speranza, con Maria, figlia di una madre alienata e braccio destro di una lenona eroinomane, che traghetta povere anime sul fiume Volturno, prostitute nigeriane che affittano l'utero per sopravvivere e ingrassare la loro miserabile padrona.
Altro biennio importante è quello 2019-2020, nel quale prende parte a diversi progetti. Lo troviamo, diretto da Matteo Rovere nel film Il primo re, ambientato nel 753 a.C., anno di fondazione di Roma secondo la tradizione, nel ruolo di Tefarie, in quella che è considerata la rivisitazione del mito di Romolo e Remo. Poi, sotto la regia di Fabio Massa, è in Mai per sempre e, sempre nel 2019, prende parte al film A Tor Bella Monaca non piove mai di Marco Bocci. Nel 2020, invece, oltre a Lui è mio padre di Roberto Gasparro, è soprattutto il Commissario Rizzo ne Il cattivo poeta di Gianluca Jodice, film incentrato sugli ultimi anni di vita di Gabriele D'Annuncio, e poi prende parte a La vita davanti a sé di Edoardo Ponti che porta sullo schermo un nuovo adattamento (dopo quello del 1977) dell'omonimo romanzo di Romain Gary con protagonista Sophia Loren nei panni di un'anziana donna ebrea sopravvissuta all'Olocausto che ospita bambini figli di prostitute nella propria casa. Su insistente richiesta da parte del suo fidato medico dottor Cohen, Rosa ospita Momò, un turbolento orfano di origine senegalese.

Dal 2021
Continuano dal 2021 gli impegni cinematografici di Massimiliano Rossi. Nello specifico è il protagonista, Paul, di Psychedelic di Davide Cosco, un attore in crisi attratto dai sentimenti e dall'arte che vive in un teatro continuando ad avere visioni psichedeliche. È poi ne Il giudizio di Gianluca Mattei e Mario Sanzullo e in Come prima di Tommy Weber.
Nel 2022 prende parte a ...altrimenti ci arrabbiamo! diretto dagli YouNuts!, remake-reboot dell'omonimo film del 1974 con Bud Spencer e Terence Hill.
Ma è nel 2023 che torna in un ruolo da protagonista, o meglio da coprotagonista. E lo fa ancora una volta diretto da Edoardo De Angelis che lo vuole nuovamente al suo fianco nel film, presentato in concorso all'80esima edizione della mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, dal titolo Comandante. Rossi interpreta Vittorio Marcon, al fianco di un Pierfrancesco Favino che veste i panni del Comandante Salvatore Todaro. La storia, ambientata nella seconda guerra mondiale, vede il comandante a capo del sommergibile Cappellini che nel 1940 affonda a largo dell'Atlantico un piroscafo mercantile belga, il Kabalo, che aveva aperto il fuoco su di loro. La sua decisione di salvare i 26 naufraghi belgi, condannati a morte certa è al centro del film.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2023), 120 min.
Azione, (Italia - 2023), 124 min.
Drammatico, (Italia - 2023), 110 min.
Biografico, (Italia - 2021), 106 min.
Drammatico, (Italia - 2021), 96 min.
Drammatico, (Italia, Francia - 2021), 96 min.
SERIE - Commedia, (Italia - 2021)
Drammatico, (Italia - 2021), 103 min.

News

Dal teatro al sodalizio con Edoardo De Angelis, l'attore napoletano è nel film su Salvatore Todaro...
Vai alla home di MYmovies.it »
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati