•  
  •  
Apri le opzioni

Marina Rocco

Marina Rocco è un'attrice italiana, è nata il 14 gennaio 1979 a Milano (Italia).
Nel 2010 ha ricevuto il premio come miglior attrice di fiction italiana al Roma Fiction Fest per il film Tutti pazzi per amore 2. Marina Rocco ha oggi 43 anni ed è del segno zodiacale Capricorno.

La Marilyn Monroe italiana

A cura di Annalice Furfari

Un po' Marilyn Monroe, un po' Meg Ryan. Ora sensuale e sognatrice, ora solare e sbarazzina. Marina Rocco è un'attrice generosa e versatile che, in attesa del ruolo da assoluta protagonista, si mette alla prova sia al cinema sia in teatro e in televisione, alternando le produzioni indipendenti a quelle più commerciali.

Gli esordi televisivi
Marina Rocco, milanese, classe 1982, studia recitazione nella sua città natale, negli anni '90, presso il Teatro della Quattordicesima con Rino Silveri e il Teatro 5 con Alessandro Del Bianco. Debutta nel 1998 in televisione con un ruolo secondario nella sitcom Due per tre di Marco Mattolini e Beppe Recchia, con Johnny Dorelli e Loretta Goggi. La vediamo poi nella soap opera Cento Vetrine (2001) e nella sitcom Ugo (2001) con Marco Columbro e Barbara D'Urso. I ruoli in serie televisive e fiction, miniserie e film tv si susseguono anno dopo anno, tra cui ricordiamo le partecipazioni a Operazione Stradivari (2003) di Rolando Colla, Maria Montessori (2006) di Gianluca Maria Tavarelli, Cotti e mangiati (2006) di Franco Bertini, Il commissario De Luca (2008) di Antonio Frazzi e Il commissario Rex (2008) di Marco Serafini.

La carriera cinematografica, in attesa di un ruolo da assoluta protagonista
Il debutto sul grande schermo avviene nel 2007 con La giusta distanza di Carlo Mazzacurati, apprezzato dramma sull'omicidio di una ragazza che sconvolge l'apparente tranquillità di un piccolo centro veneto. Nello stesso anno recita in due film di stampo più televisivo, Appuntamento a ora insolita di Stefano Coletta e Voce del verbo amore di Andrea Manni. Sempre nel 2007 compare in Valzer di Salvatore Maira, con Valeria Solarino, un dramma che troverà distribuzione in sala solo due anni dopo. Nel 2008 la vediamo in Amore, bugie e calcetto di Luca Lucini, brillante commedia di calcio e sentimenti, con sette uomini protagonisti. Nello stesso anno torna in tv con la serie Tutti pazzi per amore di Riccardo Milani, con Stefania Rocca, Emilio Solfrizzi e Neri Marcorè. Marina, che interpreta la sorella della protagonista con problemi di infertilità, torna a recitare anche nella seconda e terza stagione della serie, che riscuote un grande successo di pubblico. Per il ruolo di Stefania in Tutti pazzi per amore 2 ottiene il premio come migliore interprete femminile al Roma Fiction Fest 2010.
La vediamo di nuovo al cinema in Sanguepazzo (2008) di Marco Tullio Giordana, film che narra le vicende di Osvaldo Valenti e Luisa Ferida, divi italiani all'epoca del ventennio fascista. Questi due amanti dissoluti, interpretati da Luca Zingaretti e Monica Bellucci, aderirono alla Repubblica Sociale Italiana e furono arrestati e fucilati dopo un processo sommario. Nel 2008 recita, nel ruolo di Tiziana, in Riprendimi di Anna Negri, mockumentary low budget sulla tragicommedia della vita. È una dei quattro protagonisti del film Penso che un sogno così (2009), thriller esistenziale diretto da Marco De Luca e costato solamente 9.000 euro. Questo piccolo film, dopo essersi fatto notare con successo in alcuni festival, anche internazionali, esce nelle sale romane nel 2010. Nel 2011 è la volta di Breve storia di lunghi tradimenti di Davide Marengo, su un intrigo internazionale tra Sud America ed Europa, dove banche senza scrupoli approfittano dei disastri ecologici per arricchirsi. Nello stesso anno ottiene maggiore visibilità nel terzo capitolo di una saga comica di grande successo, Manuale d'amore 3 di Giovanni Veronesi. Affiancando costantemente i progetti low budget e indipendenti a quelli più commerciali, Marina è nel cast del documentario Una su tre (2011) di Claudio Bozzatello, opera di denuncia contro la violenza sulle donne.
Nel 2012 ha l'opportunità di lavorare con un grande regista, Woody Allen, che atterra in Italia per dirigere To Rome With Love, in cui Marina ha una piccolissima parte, quella di una ragazza che farebbe qualunque cosa pur di andare a letto con il "famoso" di turno, in questo caso Roberto Benigni. Nello stesso anno la vediamo nella commedia sentimentale Si può fare l'amore vestiti? di Donato Ursitti. Dello stesso genere cinematografico è Studio illegale (2013) di Umberto Carteni, con Fabio Volo. Sempre nel 2013 è Federica, una delle donne protagoniste di Pazze di me, commedia di Fausto Brizzi sulle disavventure dell'unico maschio di un'ingombrante famiglia tutta al femminile. Compare poi nel cast di Nina (2013) di Elisa Fuksas, storia di una ragazza con una grande passione per la Cina, la dote del canto e un amore appena sbocciato. Nello stesso anno è tra i protagonisti di Transeurope Hotel di Luigi Cinque, con Pippo Delbono e la voce degli Avion Travel Peppe Servillo, noir su un musicista scomparso, ma soprattutto racconto musicale di un viaggio dalla Sicilia al Brasile. Nel 2015 gira Nessuno si salva da solo di Sergio Castellitto e Solo per il weekend di Gianfranco Gaioni. Nel 2018 partecipa alla commedia Metti la nonna in freezer, in cui è una restauratrice amica della protagonista Miriam Leone.

L'impegno in teatro
Alla carriera cinematografica e teatrale, Marina affianca l'impegno in ambito teatrale, in cui lavora dal 1999, quando ha debuttato con "Sensi" di A. Ghisalberti e D. Manini. Di recente si è messa alla prova nelle dissacranti riletture ludiche di classici a opera dell'attore teatrale e cinematografico Filippo Timi, che l'ha diretta in "Il popolo non ha il pane? Diamogli le brioche" (2009), "Amleto²" (2012), in cui Marina gioca con il mito di Marilyn Monroe, e "Don Giovanni" (2013). Nel 2011 ha lavorato in teatro con il regista Paolo Virzì in "Se non ci sono altre domande" con Silvio Orlando, satira sui talk show televisivi.

Ultimi film

Commedia, (Italia - 2018), 125 min.
Commedia, (Italia - 2015), 86 min.
Commedia, (Italia - 2013), 94 min.
Drammatico, (Italia - 2013), 84 min.
Musicale, (Italia - 2013), 100 min.

Focus

INCONTRI
venerdì 22 maggio 2009
Edoardo Becattini

Un valzer fra le stanze d'albergo Ossessione e tormento di registi e teorici del cinema, il piano sequenza è una delle inquadrature più complesse da organizzare e realizzare quando si fa un film. La capacità di prolungare una ripresa nella sua continuità fino a farle comprendere più momenti dello sviluppo di una storia è stata vista come manifesto, nel corso della storia del cinema, tanto di un'idea di realismo che di estetismo, come una presa di posizione etica oppure un vacuo esercizio di stile

News

A quasi due anni di distanza dalla presentazione al Festival di Venezia, il film di Salvatore Maira trova il buio delle sale.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati