•  
  •  
Apri le opzioni

Elias Koteas

Elias Koteas è un attore canadese, è nato il 11 marzo 1961 a Montréal (Canada). Elias Koteas ha oggi 61 anni ed è del segno zodiacale Pesci.

Da Masterson a Egoyan

A cura di Fabio Secchi Frau

A Elias Koteas il cinema ha fatto perdere i capelli. Quando aveva cominciato a recitare aveva una bella e solida chioma fluente, lentamente, film per film, la chioma si è diradata, lasciando il posto a un'incipiente calvizie. Oggi è quasi completamente senza capelli. Il cinema, almeno in questo senso, non gli ha portato molta fortuna, ma nella capitale del cinema, Hollywood, gli sono successe anche cose positive! Bocca sottile, sguardo asciutto, questo interprete canadese sa essere elegante e spigliato e passa con facilità da intollerabili parenti che ti occupano una casa a un oscuro politico.

Origini ed esordi come attore
Di origine greca, figlio di un meccanico che ha lavorato per la Canadian National Railway e di una cappellaia, dopo aver abbandonato l'idea di diventare architetto, nei primi Anni Ottanta, lascia il liceo di Montréal che frequentava per trasferirsi a New York e frequentare l'American Academy of Dramatic Arts e l'Actor's Studio, dove ha preso lezioni di recitazione direttamente da Ellen Burstyn e da Peter Masterson. Nel 1985, viene diretto da Michael Pressman nel film tv Private Sessions, con Maureen Stapleton, Kelly McGillis e Kim Hunter.
Lo stesso anno, debutta sul grande schermo con la pellicola Un magico Natale di Phillip Borsos, affianco a Mary Steenburgen. Appare anche in due film di Francis Ford Coppola - Giardini di pietra (1987) e Tucker - Un uomo e il suo sogno (1988) - e diventa l'attore prediletto nelle opere dirette dal suo maestro Peter Masterson.

Gli anni '90 e il sodalizio con Atom Egoyan
Dopo aver spostato l'attrice Jennifer Rubin, con la quale rimarrà legato dal 1987 al 1990 (poi divorzierà per stare assieme a Heather Graham), fa la parte dell'odiosissimo cognato di John Travolta in Senti chi parla 2 (1990) di Amy Heckerling, un ruolo che sebbene piccolissimo gli riesce a meraviglia. Passa poi a Michael Cimino che lo inserisce nel suo Ore disperate (1990) accanto a Anthony Hopkins e a un non ancora desaparecido Mickey Rourke. Entrato in contatto con il regista Atom Egoyan, Elias Koteas collabora con lui e dal fortunato sodalizio artistico nascono le sue interpretazioni ne Il perito (1991), Exotica (1994) e Ararat (2002).
Divide il set di Camilla (1994), di Deepa Mehta, con la veterana Jessica Tandy e la più piccola del clan dei Fonda, Bridget Fonda, poi diventa il protagonista dell'horror angelico L'ultima profezia (1995) nel ruolo di un poliziotto ed ex sacerdote che deve proteggere una bambina da una terribile battaglia dei cieli che si svolge sulla terra. Il geniale David Cronenberg lo inserisce ne Crash (1996), ma la sua migliore interpretazione è legata senza alcun dubbio al fantastico Gattaca - La porta dell'universo (1997) di Andrew Niccol. Ottimo nel ruolo di Archie ne L'allievo (1998) di Bryan Singer, è uno dei soldati di Terrence Malick nel cult bellico-pacifista La sottile linea rossa (1998).

Trasferta in Europa e ritorno ad Hollywood
Seppur perfettamente inserito nel contesto hollywoodiano, non esclude di lavorare anche in Europa, così come dimostra quando sceglie di recitare ne Harrison's Flowers (2001) dell'autrice francese Elie Chouraqui. E dopo S1mOne (2002) del ritrovato Niccol, affianca Mark Wahlberg nel thriller politico Shooter (2007) e Jake Gyllenhaal nel più psicotico Zodiac (2007) di David Fincher. Nel 2008 partecipa alla love story di James Gray Two Lovers con il tris di protagonisti Gwyneth Paltrow, Joaquin Phoenix e Vinessa Shaw e a un altro film diretto da David Fincher, che racconta di un amore molto particolare: quello tra il "vecchio" che ringiovanisce Brad Pitt e l'affascinante Cate Blanchett ne Il curioso caso di Benjamin Button. Nel 2009 si dedica all'horror con Il Messaggero - The Haunting in Connecticut e al thriller con Il quarto tipo; l'anno successivo è reclutato da Scorsese per Shutter Island e da Winterbottom per The Killer Inside Me, mentre nel 2011 è nel film di Jim Sheridan Dream House.

Ultimi film

Drammatico, (USA - 2013), 106 min.
Drammatico, (USA - 2010), 138 min.

News

La pellicola sarà presentata in anteprima al Toronto International Film Festival.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati