Il curioso caso di Benjamin Button

Film 2008 | Drammatico +13 159 min.

Titolo originaleThe Curious Case of Benjamin Button
Anno2008
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata159 minuti
Regia diDavid Fincher
AttoriBrad Pitt, Cate Blanchett, Tilda Swinton, Julia Ormond, Jason Flemyng, Taraji P. Henson Lance E. Nichols, Elias Koteas, Faune A. Chambers, Donna DuPlantier, Jacob Tolano, Ed Metzger, David Jensen, Joeanna Sayler, Mahershala Ali, Fiona Hale, Patrick T. O'Brien, Marion Zinser, Paula Gray, Rampai Mohadi, Troi Bechet, Phyllis Somerville, Elle Fanning, Ted Manson, Clay Cullen, Edith Ivey, Robert Towers, Jared Harris, Tom Everett, Don Creech, Joshua DesRoches, Christopher Maxwell, Richmond Arquette, Josh Stewart, Ilia Volok, David Ross Paterson, Joel Bissonnette, Deneen Tyler, Wilbur Fitzgerald, Louis Herthum, Chandler Canterbury, Charles Henry Wyson, Spencer Daniels, Taren Cunningham, Myrton Running Wolf, Stephen Taylor, Devyn A. Tyler, Adrian Armas, Ashley Nolan, Katta Hules, Rus Blackwell.
Uscitavenerdì 13 febbraio 2009
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,73 su 375 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di David Fincher. Un film con Brad Pitt, Cate Blanchett, Tilda Swinton, Julia Ormond, Jason Flemyng, Taraji P. Henson. Cast completo Titolo originale: The Curious Case of Benjamin Button. Genere Drammatico - USA, 2008, durata 159 minuti. Uscita cinema venerdì 13 febbraio 2009 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,73 su 375 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il curioso caso di Benjamin Button tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Benjamin Button, arrivato ai 50 anni, inizia a ringiovanire. Tratto da un racconto di Fitzgerald. Il film ha ottenuto 13 candidature e vinto 3 Premi Oscar, 6 candidature a Golden Globes, In Italia al Box Office Il curioso caso di Benjamin Button ha incassato 10,9 milioni di euro .

Passaggio in TV
sabato 20 ottobre 2018 ore 17,34 su IRIS

Consigliato sì!
2,73/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA 2,75
PUBBLICO 3,57
CONSIGLIATO SÌ
Fincher attinge a Fitzgerald virando verso il seppia e optando per la calligrafia ovattata dei ricordi.
Recensione di Gabriele Niola
mercoledì 14 febbraio 2007
Recensione di Gabriele Niola
mercoledì 14 febbraio 2007

Benjamin Button nasce il giorno della fine della prima guerra mondiale, è un bimbo in fasce ma ha la salute di un novantenne: artrite, cataratta, sordità. Dovrebbe morire il giorno dopo e invece più passa il tempo più ringiovanisce. La sua è una vita al contrario che attraversa il Novecento americano sempre alla ricerca del primo e unico amore, una donna molto più emancipata, libera e in linea con il suo tempo di lui. L'unico momento in cui si potranno trovare sarà all'incrociarsi delle loro età: "Mi amerai ancora quando sarò vecchia?", chiede lei. "E tu mi amerai ancora quando avrò l'acne?" risponde lui.
Fincher sceglie di narrare una storia con un espediente classico: a partire dalla modernità, attraverso le memorie di un diario letto alla protagonista ormai anziana e in punto di morte. Fotografa tutto virando verso il seppia e opta per la calligrafia spinta, cosa che ovatta il racconto con l'indulgenza e il fascino di cui sono dotati i ricordi. Il risultato è un'agiografia del passato che vince sul presente (New Orleans ieri e oggi con Katrina alle porte), una prospettiva a ritroso indulgente e favolistica sugli Stati Uniti che non affronta nessun tema davvero e che, cosa bene più grave, manca di emozionare con sincerità.
Benjamin Button ringiovanisce invece di invecchiare ma questo non ha nessun effetto sulla trama nè tantomeno serve a dare una visione particolare degli eventi in cui è coinvolto o della società in cui è inserito, come avveniva invece con la stupidità di Forrest Gump (il paragone inaffrontabile con l'opera di Zemeckis sorge spontaneo data la sostanziale identità della struttura della storia).
Il curioso caso di Benjamin Button sembra chiedersi unicamente "Come si comporterebbe un vecchio con la testa di un bambino? E come un giovane con l'esperienza di un vecchio?", tentando di conseguenza una riflessione sulla morte e sulle possibilità di sfruttare al massimo la propria vita. "Non sai mai cosa c'è in serbo per te" ripete a Benjamin la madre adottiva, evitando accuratamente di citare scatole di cioccolatini.
Gigantesco il lavoro fatto sull'invecchiamento e il ringiovanimento digitali di Brad Pitt, entrambi ottenuti sperimentando una tecnica innovativa di motion capture. Il risultato è evidente: in ogni caso il personaggio è sempre lui, Brad Pitt, anche quando gli somiglia veramente poco. Meno celebrata invece Cate Blanchett che, invecchiata e ringiovanita anch'essa per esigenze di copione, supplisce alla frequente mancanza di digitale con la solita prestazione fuori da ogni ordinarietà.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
IL CURIOSO CASO DI BENJAMIN BUTTON
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€6,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 18 febbraio 2011
MrMatt

Anche se accolto generalmente con scarso entusiasmo dalla critica mondiale, questo film costitutisce un vero capolavoro cinematografico. Grazie alle prestazioni toccanti di attori di grande calibro come Brad Pitt - nel ruolo del protagonista Benjamin - il film acquista uno straordinario spessore emozionale, che parla di sentimenti imporbabili, sogni lontani con a tratti grande comicità e a volte [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 maggio 2009
Dado1987

Questo è senz'altro un film che secondo me dovrebbe assolutamente essere visto , impeccabile in ogni suo aspetto. Una recitazione fantastica, sia da Brad Pitt che da Cate Blanchett, entrambi due attori che stimo moltissimo (in particolare Brad per Fight Club, sempre di Fincher). La regia è ottima, sono particolarmente legato a David Fincher, dato che mi sono piaciuti molte delle sue vecchie pellicole, [...] Vai alla recensione »

domenica 5 aprile 2009
alexdelarge

leggendo la trama sono andato a vedere il film già pieno di pregiudizi,sottovalutandolo notevolmente,anche a causa dell'eccessiva durata,insomma pensavo che mi sarei fatto una dormita.ma mano a mano che la vita di benjamin si "riavvolgeva" ho iniziato a provare qualcosa di indefinibile,una malinconia che nessun film mi aveva mai fatto provare,i tempi del film sono perfetti,nessuna scena è superflua,niente [...] Vai alla recensione »

sabato 13 marzo 2010
El Tronco

Il film, diretto dal bravo David Fincher (“Seven”, “Fight Club”), è basato su un racconto di F.S.Fitzgerald, datato anni '20. In passato, già altri registi (tra cui anche Spielberg) avevano tentato di portare sul grande schermo la storia, non riuscendo però nell'intento. Si parte con lo shock del neonato-anziano e la sua tendenza al ringiovanimento: premessa sicuramente originale, che rende la pellicola [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 marzo 2016
Luigi Chierico

Si deve moltissimo al regista David Fincher per aver saputo portare sullo schermo una vicenda tanto travagliata ed originale riuscendo a catalizzare l’ attenzione e l’interesse di tutti gli spettatori per l’intera lunga proiezione del film. L’dea parte da un grande scrittore, morto a solo 44 anni, Francis Scott Fitzgerald (vedi film Adorabile infedele con Gregory Peck, Eddie Albert, Deborah Kerr [...] Vai alla recensione »

domenica 5 aprile 2009
vinni

Film tendenzialmente descrittivo delle emozioni umane e delle tipologie caratteriali delle persone, in cui viene evidenziato come solamente le passioni ed i sentimenti più naturali e profondi rimangano intatti nei ben delineati personaggi, sebbene tutto il resto scorra e cambi continuamente nel tempo. Tempo che per l’interprete principale fluisce al contrario, frutto di un desiderio umano di attuare [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 agosto 2009
Spalla

Ottima idea di base. Su questo non ci sono dubbi. Nonostante i numerosissimi viaggi nel tempo che ci ha proposto la storia del cinema, nonchè invecchiamenti e ringiovanimenti di ogni tipo, a nessuno finora era mai venuta in mente la storia di un uomo la cui evoluzione fisica segue semplicemente la direzione opposta. E per lo sfruttamento di questa idea sono stati impiegati moltissimi mezzi, nonchè [...] Vai alla recensione »

domenica 31 maggio 2009
paride86

"Il curioso caso di Benjamin Button" è un film che conquista e ammalia, ma solo se preso per quello che è: ovvero una fiaba. Niente di più, visto che la storia non si ferma a riflettere su nulla e tenendo conto che ringiovanire invece che invecchiare è un tema che non porta da nessuna parte. E' innegabile invece il fascino visivo e narrativo del film, a cominciare dalle scenografie, dai colori e dalla [...] Vai alla recensione »

martedì 24 marzo 2009
Fran1972

Credo che ogni persona, almeno una volta nella vita, si sia chiesta come sarebbe poter vivere la propia vita al contrario. Non c'è forse qualcosa di perverso nella natura, che pone il nostro spirito, inteso come insieme di consapevolezza ed esperienze, su un binario opposto rispetto al nostro fisico? Viene alla mente la celeberrima battuta di Woody Allen, su come la vita andrebbe vissuta proprio alla [...] Vai alla recensione »

martedì 14 aprile 2009
/bizzarrevisioni.iobloggo.com

Prendendo spunto da un’idea Francis Scott Fitzgerald: « La vita sarebbe infinitamente più felice se potessimo nascere già ottantenni e gradualmente diventare diciottenni », David Fincher (Seven, Fight Club) ci racconta la storia Di Benjamin Button, nato vecchio e morto in fasce. Nel mezzo "l' adolescenza", gli amori, la guerra, la vita di un uomo abbandonato alla nascita da una ricca famiglia borghese [...] Vai alla recensione »

martedì 10 dicembre 2013
Great Steven

IL CURIOSO CASO DI BENJAMIN BUTTON (USA, 2008) di DAVID FINCHER con BRAD PITT – CATE BLANCHETT – TILDA SWINTON – JASON FLEMYNG – JULIA ORMOND – TARAJI P. HENSON – ELIAS KOTEAS – JARED HARRIS – MAHERSHALALHASHBAZ ALI – ELLE FANNING – DONNA DUPLANTIER § Il giorno della fine della Grande Guerra l'industriale Thomas Button ha dalla moglie, [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 maggio 2013
Matilde Perriera

STRAORDINARIA ODISSEA - Matilde Perriera - Legittimi i 10,90 euro per il DVD attraverso cui David Leo Fincher porta alla ribalta la progeria, una malattia genetica prolificata dalla mutazione del gene LMNA. La microstoria di Benjamin Button è frutto di una sorprendente inventiva e, comunque, si basa su delicatissime patologie cliniche a cui la scienza non è ancora riuscita a dare risposte concrete. [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 gennaio 2012
Marko Morciano

La storia di un bambino che nasce anziano, durante il parto la madre muore, il  padre non accetta questo piccolo "mostriciattolo" nato già vecchio e decide di abbandonarlo. Lo trova una giovane coppia che vive in una casa "pluriabitata", così decidono di tenerlo. "Il curioso caso" si protrae per quasi un secolo di vita, negli anni del '900, comprendend [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 marzo 2010
Luca Scialo

Siamo alla fine della guerra Mondiale. Il costruttore di un grande orologio destinato a sancire l'orario di una grande stazione inglese, decide di costruirlo con una particolarità: l'orologio ha le lancette che vanno all'indietro, a simboleggiare il desiderio del costruttore di veder tornato suo figlio morto in guerra, riportando il tempo indietro.

venerdì 27 marzo 2009
Antonello Villani

Si filosofeggia sull’ineluttabilità del tempo mentre la fine di ogni cosa è esorcizzata con un bambino nato vecchio che negli anni ringiovanisce. Il desiderio di eternità sembra superato con un percorso a ritroso che provoca solo dolori ed affanni, perché gli altri passano a miglior vita ma l’omuncolo sulla sedia a rotelle inizia a camminare, crescere e diventare sempre più affascinante.

giovedì 1 dicembre 2016
BRACCHETTO58

TUTTO MERAVIGLIOSO. è UN VOLO NELL'ANIMA E NELL'AMORE. MA LEGGETEVI UN RACCONTO BREVE DI FANTASCIENZA DI JAMES G. BALLARD  SCRITTO NEL 1964 DAL TITOLO "TIME OF PASSAGE" - (TEMPO DI PASSAGGIO"), E POI DITEMI DA CHI HANNO PRESO L'IDEA......    44 ANNI DOPO NIENTE DI NUOVO PER CHI AVEVA GIà LETTO UN BREVE SCRITTO BEN PIù DRAMMATICO DEL FILM..... [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 ottobre 2013
jacopo b98

 Nel 1918 nasce a New Orleans Benjamin Button (Pitt), un neonato di circa ottant’anni. Man mano che cresce Benjamin ringiovanisce e vedrà morire tutte le persone a lui care, tra cui la madre adottiva (Henson), il padre naturale (Flemyng), ecc. Alla fine morirà anche lui, sotto forma di neonato, tra le braccia dell’amore della sua vita (Blanchett).

mercoledì 27 aprile 2011
Dano25

David Fincher ci regala una favola in quello che è il suo progetto più grande : trasporre sul grande schermo “Il curioso caso di Benjamin Button", racconto omonimo di Fitzgerald. Per realizzare tale progetto, Fincher si affida ad un protagonista eccellente e con il quale ha già lavorato in passato con successo (Seven, Fight Club…) Brad Pitt. Una donna in punto di morte in ospedale chiede alla figlia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 gennaio 2011
Anna LaCritica

Il film è senza dubbio fatto molto bene, a partire dalla trama, curata nei minimi dettagli, ad arrivare ai personaggi, attori che svolgono bene (è dir poco) il loro ruolo. Un fantastico Brad Pitt, che svolge il ruolo del protagonista perfettamente, (e a mio avviso, erano pochi gli attori adeguati a poter svolgere un ruolo tanto difficile), affiancato da una fantastica Cate Blanchette, [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 luglio 2009
il secco

Come non vedere nella vita di Benjamin Button, e nel suo tempo che va all’incontrario, l’artificialità e l’illusorietà del tempo che ci circonda. Questo tempo scientifico che appare ai nostri occhi come una serie d’ istantanee, ma che nella memoria e nel mondo individuale e spirituale si presenta come un continuum che abbraccia il passato, il presente e il futuro (H.

domenica 11 marzo 2018
EdieSedgwick

Una bella delusione Fincher, una notevole mattonata, non necessariamente in senso solo positivo o negativo. Parte tutto con un guizzo d' inventiva che tiene in piedi la struttura solo a metà, ossia è una più che discreta, efficace intuizione narrativa, quella del protagonista che "ringiovanisce" mano a mano, portata avanti sul solco dei trascorsi interpresonali alla [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 ottobre 2012
mystic

Guardando il film nessuno direbbe che il regista è lui, quello di Seven, Fight Club e del recente Uomini che odiano le donne. E invece è proprio David Fincher, che ci racconta in una pellicola quello che poteva essere raccontato con molti altri film e con moltissimi protagonisti. Benjemin Button è infatti un personaggio che sembra contenerne altri, forse per l'estensione temporale che ci parla di una [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 febbraio 2010
des_demona

Si comincia dalla nascita di un bambino strano in una giornatastrana - la fine della Grande Guerra - nella vecchia New Orleans: un neonato dalle fattezze così insolite da risultare insopportabile alla vista del padre, che lo abbandona sulle scale di una casa per anziani. La responsabile dell’ospizio, Queenie, decide di prendersene cura e di accudirlo fino al suo ultimo giorno che, data [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 settembre 2009
Hal 9000

Affascinate ed estremamante originale, raccontato con una cura dei dettgli sorprendente, "Il curioso caso di benjamin Button" è stato uno dei film più interessanti del 2009. David Fincher ha saputo stupire con una regia così delicata fatta di inquadrature e carrellate controllatissime e grazie ad una confezione davvero di gran classe con bellissime scenografie, un'eccellente fotografia e un trucco [...] Vai alla recensione »

domenica 8 gennaio 2012
alicetta24288

Questo film fa riflettere sul ciclo della vita,perchè si nasce in un certo modo e si muore in un altro ad età differenti.Spesso non facciamo altro che lamentarci di quanto sia brutta la vecchiaia e abbiamo paura dei giorni che passano perchè sappiamo che prima o poi ognuno di noi è destinato a morire;ma soprattutto rifiutiamo quell'età che ci rende "brutti",c [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 aprile 2009
TheGame

produzione sballata e furbetta per il gioellino hollywoodiano 2008...David Fincher in versione Oscar, senza abbandonare il suo stile e la sua fotografia molto patinata, confeziona, senza nè arte nè parte, un prodottino molto ruffiano e poco convincente, ignorando del tutto o quasi la miriade di tematiche e approfondimenti che potevano insorgere dall'interessantissimo soggetto proposto e reo inoltre [...] Vai alla recensione »

sabato 18 aprile 2009
lindab

L'impressione che si ha guardando questo film, è che gran parte della storia sia già stata raccontata oltre ad esser stata ben pubblicizzata, durante la proiezione dei provini. Da questi emerge infatti una tematica sul ciclo della vita vissuta dal protagonista al contrario, una trovata dal mio punto di vista geniale, o per lo più orginale, ma che poi delude l'aspettativa dello spettatore con la mancanza [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 gennaio 2013
Marzaghetti

Ancora una volta Fincher non delude e confeziona un bellissimo film, costruito sulle storie intrecciate e temporalmente rovesciate di due innamorati: pur inverosimile, la vita “al contrario” ci appare curiosamente familiare, così come la percezione che, nell'amore, due vite siano in armonia solo per un effimero lasso di tempo, all' incrocio.

giovedì 14 luglio 2011
Filippo Catani

Benjamin Button non è un uomo come tutti gli altri; la sua "peculiarietà" è che nasce vecchio e morirà neonato. Da questo punto di partenza, Benjamin vivrà in modo del tutto personale gli eventi americani del '900. Tratto dall'omonimo romanzo, il film lascia ampiamente delusi. Innanzitutto la durata della pellicola è assolutamente eccessiva [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 marzo 2011
Angelo Cicchetti

Non vuole essere questa una recensione! Ho appena finito di vedere questo splendido film per la seconda volta. Ragazzi consiglio di vederlo assolutamente... Non una sola visione! Ma per capire appieno questo film e apprenderne la vera essenza bisogna rivederlo almeno un paio di volte. Chi lo critica dicendo che può risultare superficiale in molti punti, vuol dire che si è limitato egli stesso ad [...] Vai alla recensione »

martedì 29 dicembre 2009
lestrange96

storia romantica, bella ecc.... ma è di una noia mortale... 3 ore di film x cosa ? x far vedere uno vecchietto che diventa giovane.... mamma mia ! orribile

lunedì 10 ottobre 2011
Metalsoldier

Un po' deludente. L'idea surreale lasciava spazio ad un film più fantasioso. Invece si è voluto dare un'accento realistico che secondo me stona. Voglio dire...se fosse nato questo Benjamin cosa sarebbe cambiato? io credo ben poco. Il film narra della storia di un uomo che vive una vita qualunque ...per 160 minuti... Si apprezzano solo la buona fattura e il buon cast. [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 marzo 2011
Patry58

Ieri sera sono andata a letto alle 0.30 per vedere Il curioso caso di Benjamin Button, in onda su Canale 5. Mi chiedo ancora adesso se ho visto un film intervallato dalle pubblicità, o delle pubblicità intervallate da un film. Morale della favola: mai più guardare un film sulle reti Mediaset. Al di là di questo, l'ho trovato insopportabilmente lungo, prolisso, noioso e inconcludente.

venerdì 11 marzo 2011
andre89LOST

E' un bellissimo film. Molto molto triste, il film narra l'amore impossibile dei due protagonisti. Brad Pitt bravissimo. Alla fine si piange. Le due ore e mezza volano via velocemente. Voto: 9

martedì 23 agosto 2011
delita

Il fatto che duri poco più di due ore non deve, come al solito far pensare che sia un capolavoro. Giustamente siamo qui a valutare la qualità più che la quantità. Ma in queste due ore circa non vi è nulla di nuovo. Ciò che rimane è il volto di Brad Pitt che piano piano ringiovanisce e con la scusa si fa notare per quanto è figo.

domenica 18 aprile 2010
Lelius

In questo film si affronta in maniera originale e da un punto di vista inusuale e fantastico lo scorrere del tempo ed i suoi effetti sulla nostra vita mettendo in risalto soprattutto nel finale come il bagaglio esperenziale che tutti noi facciamo spesso sfumi nel nulla, tutto questo enfatizzato dall'involuzione biologica di Benjamin nelle sue ultime fasi di vita dove lui stesso dichiara di aver avuto [...] Vai alla recensione »

domenica 14 febbraio 2010
Viktor-prj

Le tre ore scorrono senza quasi accorgersene...poesia allo stato puro, come solo un grande regista come David Fincher poteva fare. La storia è narrata con grande delicatezza e racchiude tutti gli elementi che una grande storia d'amore ( e non ) deve avere. Il finale poi, la ciliegina sulla torta, con la commovente scena di lei che culla il suo amato " bimbo", con gli occhi consapevoli [...] Vai alla recensione »

sabato 7 gennaio 2012
jeffrea

Il problema dei giorni nostri..è che "il film" viene considerato qualcosa che sconvolge, bello alla vista, sconvolgente nell'azione. Ma che razza di critica è. I film sono quelli che ti sanno suscitare emozioni forti anche senza effetti speciali, senza fantascienza, senza colpi di scena. In questo film c'è l'essenza dell'amore.

lunedì 14 marzo 2011
Link98

Bellissima storia d'amore, vero cinema! A chi piacciono i film drammatici questo è il top del top Gli attori hanno recitato benissimo, soprattutto Brad Pitt, ma è originalissima anche la storia

sabato 15 gennaio 2011
Simone Spitaleri

Questo è un film in cui Fincher ha sperimentato un nuovo tipo di cinema. Diciamo che Fincher sta ancora sperimentando e con la sua ultima opera ha sperimentato anche piuttosto bene (The social network). Per quanto riguarda questo curioso caso, devo dire di averlo apprezzato, ma purtroppo anch'io mi associo al gruppo dei "troppo lungo".

sabato 30 ottobre 2010
ivan91

un che ti entra nell' anima una storia belllisimaglia toori son tutti bravissimi un film che tyratta della vita della morte ma anche di persone e di quanto possa essere straordianria una vita di qualsiasi persona!!! commovente e significativo!!da vedere

giovedì 10 settembre 2009
Gulp!

Che cosa è questo film? Tratta e approfondisce qualche tema in particolare (il tempo, la vecchiaia/giovinezza, l'amore, il sesso, l'essere genitori, l'essere figli)? No. E' un film di genere (avventura, fantascienza, favola...)? No. Vorrebbe essere entrambe le cose? Si ....ma non è davvero mai nessuna delle due cose. Ho apprezzato molto alcune suggestioni che mi ha trasmesso il film oltre al ruolo [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 settembre 2009
Gulp!

Che cosa è questo film? Tratta e approfondisce qualche tema in particolare (il tempo, la vecchiaia/giovinezza, l'amore, il sesso, l'essere genitori, l'essere figli)? No. E' un film di genere (avventura, fantascienza, favola...)? No. Vorrebbe essere entrambe le cose? Si ....ma non è davvero mai nessuna delle due cose. Ho apprezzato molto alcune suggestioni che mi ha trasmesso il film oltre al ruolo [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 maggio 2009
Fabrix

Spero che tutti possano godere, questo film con sana e naturale spensieratezza. Io......sono stato fortunato. La mia mente era libera dalla quotidianità....altrimenti, non avrei apprezzato a pieno questo piccolo capolavoro dell' era moderna. Bravi tutti. Da vedere! Fabrizio De Lorenzi Chiampo (Vi)

domenica 29 marzo 2009
gagaqwerty

infinitamente dolce.

giovedì 18 febbraio 2010
burton99

Per tutti quelli che questo film sia una schifezza, questo film è bellissimo, è il mio preferito, e nessuno può dire che fa schifo. Sì, questo è cinema. Ogni scena di questo film ha qualcosa dentro. Ma ci vuole far capire la vita all'incontrario, una cosa terribile se ci pensate. La storia d'amore è bellissima, il film ottimo, 3 premi oscar su 13 nomination, cosa volete di più?

giovedì 20 agosto 2009
alesya

tic tac tic tac..tic tac tic tac tic tac.L'orologio ci insegue sempre e costantentemente, dovunque ci troviamo e qualunque cosa facciamo lui sta lì,a ricordarci in continuazione che il tempo passa e che non dobbiamo perdere un istante;eppure,anche quando siamo perennemente in ritardo e le lancette sembrano quasi accellerare il loro corso o abbiamo perso un importante occassione,dopo un primo avvilimento [...] Vai alla recensione »

martedì 18 agosto 2009
Jane

Un film bello e anche molto originale, però è troppo lungo.

sabato 8 agosto 2009
ElleEmme

Tralasciando l'aspetto tecnico del film (impeccabile), ho trascorso 159 minuti di panico. Panico dovuto all'inesorabile scorrere del tempo che, in questa pellicola, sembra essere inafferrabile. Il "piccolo" Benjamin nasce e cresce e mi ritrovo, nella prima metà della narrazione, ad attendere la magica trasformazione da incartapecoritoBen a mega-fustoBen (o Brad?).

lunedì 27 luglio 2009
Atlante

film che tocca i sentimenti e commuove,un melodramma che riflette su vita e morte,un film importante con uno strepitoso brad pitt meritevole dell'oscar e girato con grande maestria da fincher

Frasi
Per quello che vale non è mai troppo tardi, o nel mio caso troppo presto, per essere quello che vuoi essere non c'è limite di tempo, comincia quando vuoi; puoi cambiare o rimanere come sei, non esiste una regola in questo.. possiamo vivere ogni cosa al meglio o al peggio, spero che tu viva tutto al meglio, spero che tu possa vedere cose sorprendenti, spero che tu possa avere emozioni sempre nuove, spero che tu possa incontrare gente con punti di vista diversi, spero che tu possa essere orgogliosa della tua vita, e se ti accorgi di non esserlo, spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero.
Una frase di Benjamin Button (Brad Pitt)
dal film Il curioso caso di Benjamin Button - a cura di erika
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Claudio Masenza
Ciak

Grazie al ruolo di Benjamin Button, nato ottantenne e morto bambino, l'attore è il candidato favorito per la statuetta. Qui il regista del film (con altre dodici nomination) parla di come ha scelto questa storia e il suo protagonista: «Oltre che bello è molto bravo. Ma è meglio che non si sappia in giro» Potrebbe la nostra vita essere migliore se invece di dover invecchiare potes simo ringiovanire? [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Trasposto da un racconto breve di Scott Fitzgerald, il favorito per l’en plein agli Oscar (è candidato a tredici statuette) è un’opera fluviale che pretende molto e altrettanto rischia. «Il curioso caso...» inizia a New Orleans il giorno prima della fine della Grande Guerra, quando viene alla luce il rugoso, artritico, mezzo sordo e mezzo cieco novantenne Benjamin Button: abbandonato - non senza qualche [...] Vai alla recensione »

Roberta Ronconi
Liberazione

Un lungo flashback, che parte dal presente di un letto d'ospedale dove una madre lascia che la figlia legga il diario della sua vita. Si aprono le pagine e si torna indietro nel tempo, all'epoca in cui (fine della Prima guerra mondiale) un uomo inventò un orologio che camminava all'indietro nella speranza di veder tornare dalla guerra suo figlio morto sul campo.

Cristina Battocletti
Il Sole-24 Ore

Esce in versione graphic novel Il curioso caso di Benjamin Button di Francis Scott Fitzgerald. Nelle tavole ironiche e amare la storia dell'uomo che nasce anziano e muore neonato Mica facile per un padre di primo pelo giungere trafelato in ospedale per conoscere l'erede e trovarsi davanti un ossuto nonnetto, che minaccia di togliersi il pannolone. Si ride sulle splendide pagine di Il curioso caso [...] Vai alla recensione »

Thomas Sotinel
Le Monde

"L'Etrange Histoire de Benjamin Button" : à la rencontre du temps perdu Souvenez-vous des calendriers dont les feuilles s'envolaient au vent. C'est un truc que les cinéastes avaient trouvé pour montrer le passage du temps. C'était malin, pas assez pour David Fincher. Lui veut filmer le vent qui emporte les feuilles, le cours du temps même. Pour y parvenir, il s'est emparé d'une nouvelle méconnue [...] Vai alla recensione »

David Denby
The New Yorker

Is it the seamlessly blended amber and caramel colors, the slowly gliding camera work? Or is it the sentiments that fall like flakes of wet snow into the dialogue? Many elements join to make the beautifully crafted "Curious Case of Benjamin Button," with a running time of two hours and forty-seven minutes, the best picture in years for a postprandial rest (popcorn division).

Dave Kehr
The New York Times

GROWING old is a subject American movies have largely avoided since the 1980s, when the commercial triumphs of Steven Spielberg and George Lucas made it clear that there was money to be made in never-never land — that world of the adolescent imagination where no one ever matures and death exists only as a punch line. It surely means something that Leo McCarey's 1937 “Make Way for Tomorrow,” the most [...] Vai alla recensione »

Dennis Lim
The New York Times

“The Curious Case of Benjamin Button,” an old-school Hollywood romance with an eccentric streak, provides an occasion to ponder the curious case of David Fincher, a big-budget filmmaker with a taste for perversity. In a series titled Under the Sign of Fincher, which runs through Sunday, the Walter Reade Theater at Lincoln Center is showcasing “Benjamin Button,” Mr.

A. O. Scott
The New York Times

“The Curious Case of Benjamin Button,” which occupies around 25 pages in the collected works of F. Scott Fitzgerald, is a slender piece of whimsy, a charming fantasy about a man who ages in reverse, descending through the years from newborn senescence to terminal infancy. As Fitzgerald unravels it, Benjamin’s story serves as the pretext for some amusing, fairly superficial observations about child [...] Vai alla recensione »

Kenneth Turan
The Los Angeles Times

Though Hollywood suits have been trying to make it for decades, "The Curious Case of Benjamin Button" is not a project that cries out to be filmed. Now that it's finally been turned into a major motion picture, complete with megawatt stars Brad Pitt and Cate Blanchett, you have to wonder why everyone bothered. As enervating as it is long -- and at 2 hours and 47 minutes it is quite long -- this version [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Con la sua aurea brevità, un racconto come Il curioso caso di Benjamin Button, pubblicato da un insolito Francis Scott Fitzgerald nel 1922, sembrerebbe fatto apposta per essere trasferito senza problemi al cinema. Ma, chissà perché, nell’adattamento di Eric Roth (l’applaudito sceneggiatore di Forrest Gump) la strana storia di Benjamin, che nasce vecchio e con l’avanzare degli anni ringiovanisce fino [...] Vai alla recensione »

Luca Castelli
Il Mucchio

La pellicola racconta la vita di un uomo che nasce vecchio, per poi ringiovanire anno dopo anno, fino a morire con gli occhi di un infante. Ma non è tratto dal romanzo La neve se ne frega di Luciano Ligabue, bensì dall'omonima novella di Francis Scott Fitzgerald. E a dire il vero, se ne discosta pure parecchio. A cominciare dalla collocazione temporale della storia.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Gran brutta moda quella dei film chilometrici. Nel 1920 il saggio Francis Scott Fitzgerald aveva scritto un racconto di cinquantanove pagine: Il curioso caso di Benjamin Button, che, tanto per capirci al volo, compie il percorso esattamente inverso del più celebre Il ritratto di Dorian Gray. Il dispersivo regista David Fincher (l’autore di Seven), con la complicità degli sceneggiatori Eric Roth e Robin [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

«Il curioso caso di Benjamin Button» prende spunto dalla celebre novella di Fitzgerald, ma regia e sceneggiatura non sono all'altezza. C'è una massima che fa da baricentro di Il curioso caso di Benjamin Button. (The Curious Case of Benjamin Button, Usa, 2008, 166'). Non siamo neppure a metà del film diretto da David Fincher e scritto da Eric Roth e Robin Swicord (molto alla lontana, i due si sono [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Da quando la chirurgia plastica ha cambiato il nostro rapporto con l’età, o almeno ha creato questa illusione, e il cinema in 3D ha creato mondi “altri” con assoluto realismo, i divi di Hollywood hanno iniziato una tacita gara a colpi di make up. Non passa anno senza che le massime star vengano candidate e magari premiate dall’Oscar grazie a nasi finti, denti guasti, protesi repellenti, e a sedute [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Il film che potrebbe laureare con l' Oscar Brad Pitt, due ore e 43 di fantasia scatenata, c' entra poco con la sua fonte d' ispirazione letteraria. Non solo sono tante le variazioni introdotte dal regista Fincher (il rivelatore "Seven" e "Fight Club": entrambi con lo stesso attore) nel racconto che Francis Scott Fitzgerald pubblicò nel 1922 nella raccolta "L' età del jazz", ma sono diversi lo spirito [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
lunedì 23 febbraio 2009
Andrea Chirichelli

Sarà anche il grande sconfitto agli Oscar, con appena 3 statuette ottenute su 13 possibili, ma Il curioso caso di Benjamin Button piace parecchio al pubblico italiano.Nonostante le numerose new entry che vivacizzano la top ten di questa settimana, il [...]

NEWS
mercoledì 18 febbraio 2009
 

Domenica 22 febbraio Ci siamo quasi: la prestigiosa serata degli Oscar è alle porte e la tensione per i candidati sale. In questa fase di speranze e curiosità, ancora scevra dell'amara disillusione dei non vincitori, vogliamo preparaci anche noi con [...]

NEWS
lunedì 16 febbraio 2009
Andrea Chirichelli

In Italia è già tempo di ribaltoni e grandi novità in classifica: Il curioso caso di Benjamin Button, interpretato da Brad Pitt e Cate Blanchett, parte alla grande, incassando quasi 3 milioni di euro. In attesa del prossimo lunedì, quando saranno assegnati [...]

NEWS
venerdì 13 febbraio 2009
Lisa Meacci

Le sfide di un bambino nato vecchio A pochi giorni ormai dalla prestigiosa serata degli Oscar, questo weekend si apre con una delle uscite cinematografiche più importanti dell'anno: Il curioso caso di Benjamin Button.

VIDEO
mercoledì 11 febbraio 2009
 

Il video Mancano ormai poche ore all'uscita nelle sale italiane di Il curioso caso di Benjamin Button, prevista per venerdì 13 febbraio. Dell'attesissimo film abbiamo ormai detto di tutto di più, aspettiamo solo di vederlo personalmente.

MAKING OF
mercoledì 11 febbraio 2009
Gabriele Niola

Il giovane e il vecchio Brad Pitt a confronto Un film di effetti speciali? Più di quanto non si sia mai visto! Ci sono voluti circa 6 anni perchè il progetto di portare su schermo Il curioso caso di Benjamin Button prendesse il via.

GALLERY
martedì 10 febbraio 2009
 

Il curioso caso di Brad Pitt Venerdì conosceremo finalmente il curioso caso di Benjamin Button, film diretto da David Fincher e interpretato da Brad Pitt e Cate Blanchett. Nel frattempo vengono rilasciate tre locandine italiane, due delle quali sono [...]

CELEBRITIES
martedì 10 febbraio 2009
Stefano Cocci

Una delle più brave attrici viventi Lo aveva suggerito The Aviator quando, diretta da Martin Scorsese, si guadagnò il premio Oscar. La voce divenne una sensazione vibrante quando apparve in Diario di uno scandalo.

GALLERY
venerdì 30 gennaio 2009
 

Red carpet anche per il regista David Fincher Mentre ci avviciniamo alla uscita del film (il 13 febbraio) e alla notte degli Oscar, non possiamo perdere le ultime immagini della coppia più invidiata di Hollywood: ecco Brad Pitt e Angelina Jolie, che [...]

NEWS
mercoledì 28 gennaio 2009
Chiara Renda

I nominati A febbraio, a pochi giorni dalle ufficiali consacrazioni con la consegna degli Academy Awards (il 22 febbraio), si concentrano diversi film candidati all'ambita statuetta. Si comincia con l'acclamato Il curioso caso di Benjamin Button di David [...]

VIDEO
venerdì 23 gennaio 2009
Lisa Meacci

E pensare che sembrava un film impossibile Le notizie sono circolate velocemente, e sulla bocca di tutti ci sono adesso le ben tredici nomination che Il curioso caso di Benjamin Button si è aggiudicato per gli Oscar 2009.

NEWS
giovedì 22 gennaio 2009
 

Benjamin Button e The Millionaire in testa Le aspettavamo da tempo e finalmente sono arrivate: ecco tutte le nomination ufficiali agli Oscar del 2009. Non è una sorpresa ma insomma, si rimane lo stesso a bocca aperta di fronte alle ben 13 candidature [...]

NEWS
martedì 20 gennaio 2009
Gabriele Niola

Benjamin Button in anteprima a Bologna Si aprirà con l'anteprima assoluta di Il curioso caso di Benjamin Button l'undicesima edizione del Future Film Festival di Bologna, in assoluto la più importante manifestazione italiana in materia di cinema tecnologico [...]

GALLERY
martedì 20 gennaio 2009
 

Brad Pitt sfila insieme alla compagna Angelina Ieri sera Brad Pitt era presente alla premiere europea, avvenuta a Berlino, del suo nuovo film Il curioso caso di Benjamin Button, accompagnato dalla sua inseparabile partner Angelina Jolie.

GALLERY
giovedì 11 dicembre 2008
Lisa Meacci

Quando le lancette scorrono al contrario Ecco alcune immagini tratte dal film Il Curioso Caso di Benjamin Button di David Fincher, in uscita a febbraio 2009. Un Brad Pitt così non lo si era mai visto e già si parla di candidatura all'Oscar.

VIDEO
martedì 25 novembre 2008
Marlen Vazzoler

Il nuovo film di Brad Pitt Finalmente è disponibile il trailer internazionale dell'ultimo film diretto da David Fincher, regista di Seven, Fight Club e Zodiac. Adattato dalla storia scritta da F. Scott Fitzgerald, Il curioso caso di Benjamin Button è [...]

VIDEO
venerdì 17 ottobre 2008
Lisa Meacci

Ringiovanire con il passare del tempo Per il nostro paese c'è ancora un po' da aspettare, il nuovo film di David Fincher dal titolo Il Curioso Caso di Benjamin Button, non arriverà nelle nostre sale prima di febbraio 2009.

NEWS
martedì 30 settembre 2008
Stefano Lo Verme

Brad Pitt e Cate Blanchett, di nuovo insieme dopo Babel Approderà il giorno di Natale nei cinema americani il nuovo film del regista di Seven David Fincher, Il curioso caso di Benjamin Button, tratto da un romanzo breve scritto da Francis Scott Fitzgerald [...]

winner
miglior scenogr.
Premio Oscar
2009
winner
miglior trucco
Premio Oscar
2009
winner
migliori eff. speciali
Premio Oscar
2009
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati