Fino a prova contraria - Devil's Knot

Film 2013 | Drammatico V.M. 14 114 min.

Regia di Atom Egoyan. Un film con Reese Witherspoon, Colin Firth, James Hamrick, Seth Meriwether, Dane DeHaan. Cast completo Titolo originale: Devil's Knot. Genere Drammatico - USA, 2013, durata 114 minuti. Uscita cinema giovedì 8 maggio 2014 distribuito da Notorious Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,40 su 22 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Fino a prova contraria - Devil's Knot tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tratto dal libro di Mara Leveritt "Devil's Knot: The True Story of the West Memphis Three", una drammatica storia vera avvenuta negli Stati Uniti. In Italia al Box Office Fino a prova contraria - Devil's Knot ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 707 mila euro e 229 mila euro nel primo weekend.

Fino a prova contraria - Devil's Knot è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,40/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,33
PUBBLICO 2,88
CONSIGLIATO NÌ
Egoyan ritorna sulla vicenda dei West Memphis Three, ma il confronto con i documentari che l'hanno preceduto è impietoso.
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 17 marzo 2014
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 17 marzo 2014

A West Memphis, un gruppo di bambini scompare sulla strada del ritorno da scuola a casa. Le ricerche della polizia portano all'orrenda verità: i bambini sono stati seviziati e uccisi. Sulla cittadina cala l'orrore e si scatena la caccia al colpevole, individuato dalle forze dell'ordine in tre ragazzi amanti del metal e di rituali vicini alla stregoneria. Un investigatore privato indaga sul caso e, resosi conto dell'inconsistenza delle prove a carico dei ragazzi, decide di aiutare i loro avvocati a salvarli dalla pena di morte.
Non capita spesso che la trasposizione cinematografica di un fatto di cronaca sia preceduta da un documentario sullo stesso argomento. Nel caso di Fino a prova contraria i documentari sono addirittura quattro: tale è stato lo shock per la vicenda dei West Memohis Three - così sono stati ribattezzati i presunti colpevoli di omicidio - e per la sua sbrigativa risoluzione giudiziaria da spingere Joe Berlinguer e Bruce Sinofsky a girare Paradise Lost, indagine sui fatti occorsi tesa a dimostrare l'innocenza dei ragazzi condannati a morte. Un successo clamoroso che ha portato a due sequel e alla riapertura del caso (l'ultimo episodio è sulla definitiva scarcerazione dei tre), prima che anche Peter Jackson si muovesse per produrre la sua versione dei fatti, West of Memphis, affidata alla regia di Amy Berg.
Per Atom Egoyan si profilava quindi un compito particolarmente arduo, quello di rispettare i fatti di cronaca e i lavori precedenti, e insieme di fornire un senso a una nuova versione della storia, che riuscisse ad andare oltre i limiti che il cinema del reale non può valicare. Forse è proprio questo crocevia di difficoltà ad aver bloccato il regista, alle prese con uno script evidentemente rimaneggiato più volte e con una produzione non in grado di fornire un cast di supporto all'altezza di protagonisti di alto profilo come Reese Witherspoon e Colin Firth, peraltro ingabbiati in ruoli bidimensionali, in cui faticano a dimostrare le proprie doti (benché non manchi di interesse il tentativo della Witherspoon di reboot di una carriera nei panni di una dimessa casalinga di provincia).
Il tema è caro a Egoyan, in un certo senso è ricorrente nella sua filmografia: l'innocenza violata, vite stroncate sul nascere che causano lacerazioni che non si possono ricucire. Così fu per i morbosi rapporti edipici di Exotica, o per il paese distrutto dalla tragedia de Il dolce domani (e con uno scuolabus si apre anche Fino a prova contraria), o ancora per il serial killer de Il viaggio di Felicia. Un tema che l'autore sente come intimamente suo, ma che pare un ostacolo alla sua creatività, nel momento in cui è da considerare la fedeltà alla vicenda e non sono consentite fughe artistiche. Sull'approfondimento dei personaggi e l'indagine più strettamente cinematografica, ovvero la capacità di mostrare ciò che non è atteso o di permettere di visualizzarlo ricorrendo a metafore e immagini suggestive, prevalgono la bidimensionalità del legal thriller e la logica del whodunit, che ripercorre fatalmente ipotesi e suggestioni già offerte da Paradise Lost e seguiti.
La traccia del diabolico e del suo celarsi nei luoghi più inattesi, anziché in quelli indicati da un paese desideroso di una nuova caccia alle streghe, resta solo accennata e svolta con scolastici accostamenti di montaggio (Skip James e Robert Johnson, il diavolo nel blues, quasi in qualità di MacGuffin sul personaggio di Firth e contrapposti all'heavy metal tenuto costantemente fuori campo e invece oggetto centrale della crociata). Egoyan ha di fronte a sé un microcosmo che sembra appartenere alle pagine ingiallite di Hawthorne ma invece è presente nel nostro tempo e segue regole fuori da ogni logica, eppure sembra non riuscire a comprenderlo fino al punto di poterlo esorcizzare. Fino a una risoluzione titubante, che si rifugia nell'allusione e in una lunga appendice esplicativa sui titoli di coda, aumentando ulteriormente la distanza tra la forza dell'inquietudine palpabile emanata dai personaggi reali della vicenda dei West Memphis Three e la assai meno cinematografica traduzione in immagini operata dal regista.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Da una storia (orribilmente) vera. 1993, 3 bimbi di 8 anni di West Memphis (Arkansas) escono da scuola e scompaiono nel nulla. Il giorno successivo i loro corpi seviziati vengono trovati, legati e immersi in un torrente. La comunità vuole dei colpevoli. E dopo qualche tempo la polizia arresta 3 ragazzotti appassionati di heavy metal. Condannati velocemente 2 all'ergastolo e 1 a morte. Ma non sono stati loro. E dopo 18 anni di ingiusta galera sono scarcerati, ma solo grazie a un cavillo. Uno dei casi più clamorosi della storia giudiziaria USA, già raccontata da 4 diversi documentari e ora tradotta in fiction da Egoyan sulla base del libro di Mara Leveritt, incentrato su 2 personaggi, l'investigatore privato che si offre volontario per la difesa dei ragazzi, e la madre di uno dei bimbi che un po' alla volta capisce che si sta facendo giustizia sommaria e che quelli non sono i veri colpevoli. Egoyan ama indagare la convivenza con il lato oscuro, perché i pregiudizi hanno permesso di lasciare in libertà il vero o i veri colpevoli. Ma la sua ricostruzione cinematografica è inadeguata. Distribuito da Notorious Pictures. Alla sceneggiatura ha collaborato il regista Scott Derrickson.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FINO A PROVA CONTRARIA - DEVIL'S KNOT
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
NOW TV
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €13,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 12 maggio 2014
Miguelinho

Scolastica trasposizione cinematografica di una vicenda realmente accaduta in cui l’errore giudiziario si intreccia drammaticamente con la negligenza investigativa delle forze di polizia. Sullo sfondo risalta la forza condizionante di un’opinione pubblica che spietatamente punta il dito contro chi appare come il più “comodo” colpevole.

venerdì 16 maggio 2014
veritasxxx

Il film è basato sulle vicende vere di un omicidio di tre bambini nel puritanissimo Arkansas all'inizio degli anni 90 e delle successive indagini per la ricerca dei colpevoli. È un tipico film-processo dove è evidente la manipolazione della polizia per identificare i colpevoli e placare l'ira dei parenti delle vittime e dell'opinione pubblica anche senza avere delle [...] Vai alla recensione »

domenica 11 maggio 2014
Melvin II

 Il biglietto d’acquistare per “Devil’s Knot” è: 3)Di pomeriggio   “Devil’s Knot” è un film del 2013 diretto da Atom Egoyan, scritto da Paul Harris Boardman, Scott Derrickson. Con Colin Firth, Reese Witherspoon, Mireille Enos, Dane DeHaan, Bruce Greenwood, James Hamrick, Seth Meriwether,  Kristopher Higgins.

giovedì 8 maggio 2014
gaiart

Intenso, reale, drammatico. Così, THE DEVIL'S KNOT, tratto dal libro di Mara Leveritt, sulla storia vera dei tre presunti adolescenti colpevoli di West Memphis, che avrebbero massacrato 3 bambini, t’incolla alla sedia e ti lascia col fiato sospeso per 114 minuti. Nella piccola e religiosa città di West Memphis in Arkansas tre bambini di otto anni scompaiono dal loro quartiere. [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 maggio 2014
Filippo Catani

West Memphis. Tre ragazzini scompaiono misteriosamente e vengono ritrovati morti in fondo a un fiume. Parte immediatamente la caccia al colpevole e vengono arrestati tre ragazzi per cui la procura chiederà la pena capitale. Un investigatore privato non è convinto della storia. Tratto da un celebrissimo fatto di cronaca negli USA (già affrontato in diversi documentari), questo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 maggio 2014
gaiart

Intenso, agghiacciante, reale. Questo film esprime tutta l'intensità delle radici perdute del regista, armeno, nato in Egitto, cresciuto in Canada. Solo una mente che ha sofferto può riuscire a trasferire, con sensibilità ed empatia, le tragedie che toccano anche agli altri. Come nel caso di Devil's knot. Un film di una storia vera, in cui dei bambini vengono misteriosamente [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 maggio 2014
gaiart

Intenso, agghiacciante, reale. Questo film esprime tutta l'intensità delle radici perdute del regista, armeno, nato in Egitto, cresciuto in Canada. Solo una mente che ha sofferto può riuscire a trasferire, con sensibilità ed empatia, le tragedie che toccano anche agli altri. Come nel caso di Devil's knot. Un film di una storia vera, in cui dei bambini vengono misteriosamente [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 maggio 2015
elgatoloco

Trarre un film da una vicenda reale è cosa molto difficile: una comparazione con i documentari sembra, francamente improponibile, per la totale differenza di codici(e sottocodici) espressivi e comunque complessivamente per una differenza ontologica sostanziale. In tale senso, però, "Devil's Knot", nel contemperare "realtà"e"fiction"è [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 maggio 2014
Mickey97

Film tratto da una storia vera, il quale racconta del più grande errore giudiziario degli Stati Uniti e di come la Polizia abbia svolto le indagini in maniera sbrigativa e grossolana. Tre bambini scompaiono nel cuore della foresta di Robin Hood, le ricerche della Polizia giungono al termine con il ritrovamento dei corpi nudi e seviziati, oramai privi di vita, sulla cittadina ( West Memphis ) [...] Vai alla recensione »

martedì 13 maggio 2014
bericopredieri

Film dall'andamento noioso e monocorde, che parte bene come un thriller per perdersi poi nelle aule di tribunale tra lunghe dissertazioni e congetture che alla lunga non aiutano a tenere desta l'attenzione. Poco convincenti anche gli attori che sembra recitino senza un minimo di pathos compresa l'inespressiva maschera dell'ispettore Lax.  

domenica 1 giugno 2014
brian77

Non capisco i giudizi limitativi o addirittura negativi. Egoyan racconta una storia in modo abbastanza classico, ma non anonimo, si vede benissimo cosa lo interessava nella vicenda, riesce a caricare di mistero quella soglia della foresta che è una soglia del mistero interno dell'uomo, del buio interiore, della difficoltà della società di far luce su tutto.

domenica 23 aprile 2017
Onufrio

5 maggio 1993, tre bambini vengono ritrovati morti nel West Memphis, il ritrovamento è macabro, i bambini sono legati e seviziati. Le imminenti ricerche puntano sulla pista del satanismo, puntando tutta sulla testimonianza di un amico coetaneo delle tre vittime si arriva a tre ragazzi particolari, colpevoli degli omicidi. In uno scenario macabro, non tanto per le scene, ma per il clima che si [...] Vai alla recensione »

domenica 19 ottobre 2014
Kyotrix

Si vede che è un film di seconda fascia, ma di qualità discreta. Film denuncia tratto da una storia vera. Purtroppo il finale ncompiuto lascia un pò l'amaro in bocca, incompiuta come nella realtà....ma forse l'amaro in bocca lo lascia nel vedere quelle ingiustizie!

sabato 24 maggio 2014
Simone Magli

La suspense c'è, i due attori più famosi fanno un buon lavoro: secondo me è un buon thriller. Ha degli aspetti da b-movie, come l'eccessivo fanatismo della comunità religiosa del paese, ma nel complesso un b-movie non è. Ho apprezzato il finale smorzato che non rivela palesemente come stanno le cose. E' uno di quei film ai quali darei due stelle e mezzo. [...] Vai alla recensione »

sabato 17 maggio 2014
Wwiwa

Mi è piaciuto anche se lascia il finale non concluso bravi gli attori

martedì 6 maggio 2014
fabriscuba

Ottimo cast

venerdì 25 luglio 2014
WaltFeleena

C'è chi lo definisce noioso; inappropriato; rivisto, ma io "Devil's Knot - Fino a Prova Contraria" lo trovo un ottimo film e decisamente ben fatto. Le carrellate che si accostano alla musica; la storia raccontata dettagliatamente; il verde che si contrasta con il blu ed il rosso; le luci: questi sono i dettagli che voglio vedere in un film.

sabato 17 maggio 2014
Marco90

La domanda è proprio perchè fare un film su una storia vera che non ha un finale e lascia una marea di dubbi in sospeso ? Ci sono così tante storie da cui si può trarre un film perchè sceglierne una senza finale ?! Il film può anche essere interessante e la storia prende lo spettatore ma crolla tutto alla fine quando ti lascia così senza una vera fine [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

Tre bambini di 8 anni si infilano a giocare nei boschi selvaggi dell'Arkansas. Verranno ritrovati orrendamente seviziati. La comunità di West Memphis vuole colpevoli: tre famigerati adolescenti accusati di satanismo sembrano perfetti. E se non fosse così facile distinguere vittime e carnefici? Era il 1994. Nel 2011 i tre condannati saranno rilasciati.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Ottimo dramma giallo, in gran parte giudiziario, ispirato a una terribile storia accaduta nel' 93 in Arkansas. Sono ritrovati morti i tre bambini spariti il giorno prima. Chi li ha stuprati e uccisi? La polizia inchioda tre impauriti balordi, dediti ai riti satanici, ma i dubbi dell'investigatore Colin Firth fanno breccia anche nelle certezze della disperata cameriera Reese Whiterspoon, madre di una [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Si ispira a un raccapricciante fatto di cronaca nera del 1994: la scomparsa di tre bambini i cui corpicini - abusati e torturati - vennero rinvenuti dopo affannose ricerche nelle acque di un ruscello nei boschi. È l'America degli Stati del Sud a fare da sfondo al thriller Devil's Knot di Atom Egoyan, ambientato a West Memphis, Arkansas: la cui comunità, alla rabbiosa caccia dei colpevoli, individua [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati