Dizionari del cinema
Quotidiani (2)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 9 dicembre 2018

Audrey Hepburn

Una diva che non volle mai essere diva

Nome: Andrey Kathleen Ruston
Data nascita: 4 Maggio 1929 (Toro), Bruxelles (Belgio)

Data morte: 20 Gennaio 1993 (63 anni), Tolochenaz (Svizzera)
occhiello
Se io trovassi un posto a questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany, comprerei i mobili e darei al gatto un nome!

dal film Colazione da Tiffany (1961) Audrey Hepburn Holly Golightly
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Audrey Hepburn
Premio Oscar 1967
Nomination miglior attrice per il film Gli occhi della notte di Terence Young

David di Donatello 1965
Nomination miglior attrice straniera per il film My Fair Lady di George Cukor

David di Donatello 1965
Premio miglior attrice straniera per il film My Fair Lady di George Cukor

David di Donatello 1962
Premio miglior attrice straniera per il film Colazione da Tiffany di Blake Edwards

David di Donatello 1962
Nomination miglior attrice straniera per il film Colazione da Tiffany di Blake Edwards

Premio Oscar 1961
Nomination miglior attrice per il film Colazione da Tiffany di Blake Edwards

David di Donatello 1960
Nomination miglior attrice straniera per il film La storia di una monaca di Fred Zinnemann

David di Donatello 1960
Premio miglior attrice straniera per il film La storia di una monaca di Fred Zinnemann

Premio Oscar 1959
Nomination miglior attrice per il film La storia di una monaca di Fred Zinnemann

Premio Oscar 1954
Nomination miglior attrice per il film Sabrina di Billy Wilder

Premio Oscar 1953
Premio miglior attrice per il film Vacanze romane di William Wyler

Premio Oscar 1953
Nomination miglior attrice per il film Vacanze romane di William Wyler



Compie cinquant'anni il film-modello del secolo.

Audrey fa sempre colazione da Tiffany

luned 14 marzo 2011 - Pino Farinotti cinemanews

Audrey fa sempre colazione da Tiffany Nella primavera del 1961 usciva, nelle sale di tutto il mondo Breakfast at Tiffany's. un film da molte stelle, anche se non un titolo che la critica pone nella storia nobile del cinema. In realt Colazione molto di pi, pi della critica, della storia (del cinema), della nobilt e di tutto il resto. un modello-prodotto che fa parte delle storie, del costume, della cultura, del sentimento, del mercato, dell'estetica. E avanti. Holly Golightly la protagonista del film, Audrey Hepburn. Oggi, se entri in una profumeria, o in una boutique, o anche in un ipermercato, oppure in un negozio di quadri e illustrazioni, non puoi non imbatterti nell'immagine della Hepburn: tubino nero di Givenchy, guanti neri lunghi, bocchino, diadema, collana di perle con fermaglio importante, capelli raccolti, eye-liner di quell'epoca. E il sorriso seduttivo-Holly&Audrey. Forse solo Marilyn presenta quel segnale di divismo eterno. In chiave opposta naturalmente. Ma quel film aggiust qualcosa che c'era ancora da aggiustare. Audrey era sempre stata un delicato gioiello da proteggere, senza sesso. I suoi partner, Astaire, Bogart, Grant, Cooper, avevano tutti l'et per esserle padri. La mondana Golightly amata dal giovane scrittore, diventava un modello con un suo erotismo. Era particolare, era da scovare, ma il sesso c'era. Cos il prodotto diventava prezioso-completo. Certo la Hepburn non sarebbe mai stata la Monroe, tuttavia il simbolo era stato rotto e arricchito.

   

Colazione da Tiffany

* * * * 1/2
(mymonetro: 4,54)
Un film di Blake Edwards. Con Audrey Hepburn, George Peppard, Patricia Neal, Buddy Ebsen, Martin Balsam.
continua»

Genere Commedia, - USA 1961. Uscita 14/02/2014.

Vacanze romane

* * * * -
(mymonetro: 4,13)
Un film di William Wyler. Con Gregory Peck, Eddie Albert, Audrey Hepburn, Artley Power, Hartley Power.
continua»

Genere Commedia, - USA 1953.

Sabrina

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,94)
Un film di Billy Wilder. Con William Holden, Humphrey Bogart, Audrey Hepburn, Martha Hyer, John Williams [II].
continua»

Genere Commedia, - USA 1954.

Always - Per sempre

* * * - -
(mymonetro: 3,25)
Un film di Steven Spielberg. Con Richard Dreyfuss, Holly Hunter, Brad Johnson, John Goodman, Audrey Hepburn.
continua»

Genere Commedia, - USA 1988.

My Fair Lady

* * * * -
(mymonetro: 4,30)
Un film di George Cukor. Con Rex Harrison, Gladys Cooper, Wilfrid Hyde-White, Audrey Hepburn, Stanley Holloway
Genere Commedia musicale, - USA 1964.
Filmografia di Audrey Hepburn »

gioved 6 dicembre 2018 - Keira Knightley offre il giusto personale minuto e scattante alla trasformazione di Colette da contadina un po' inselvatichita a "dandy lady". Al cinema.

Colette, l'occasione di parlare di una donna straordinaria

Roy Menarini cinemanews

Colette, l'occasione di parlare di una donna straordinaria Chiedi chi era Colette. Sebbene notissima a met del secolo scorso, e icona dei movimenti femministi, non si pu certo dire che la scrittrice, giornalista, critica, attrice, artista e saggista goda oggi di universale fama fuori dalla Francia. Non sappiamo se merito del clima di questi anni, propizio alle storie di identit femminili forti e di esemplare proto-femminismo, se una biografia come Colette viene realizzata, ma certamente offre la possibilit di riparlare di questa straordinaria donna.
Lasciando alla curiosit di ciascuno il compito di completare le proprie conoscenze su Colette (o di farsi informare dal film di Wash Westmoreland, abbastanza affidabile), ricordiamo almeno il suo rapporto con il cinema, tutt'altro che occasionale. Colette fu una formidabile critica cinematografica, quasi una pioniera del mestiere (che port avanti dal 1914 al 1941), ed ebbe a che fare con capolavori del muto come quelli di Cecil B. DeMille o Abel Gance. Poi fece la sceneggiatrice, con adattamenti letterari per il grande schermo (anche nel muto italiano), scrisse didascalie e dialoghi francesi di pellicole internazionali, e lavor a lungo in un'area di sovrapposizione tra music hall, mimo, spettacolo di variet e cinema, le cui porte girevoli scorrevano senza soluzione di continuit. Non parliamo poi delle versioni cinematografiche dei suoi romanzi e racconti, tra cui le due versioni di Gigi.
Si dice che sia stata proprio Colette a volere Audrey Hepburn come interprete del ruolo principale gi all'epoca dell'omonimo spettacolo di Broadway nel 1951, decretandone il successo e lanciando la sua futura carriera hollywoodiana. La biografia si concentra sull'arrivo a Parigi della ragazza, sullo spalancarsi della vita frenetica e gaudente della Belle Epoque, e principalmente sul rapporto aperto e fluido con il marito Willy, che ne sfruttava i meriti letterari firmando col proprio nome i testi dal titolo Claudine. Proprio la questione autoriale - un uomo che sottrae alla moglie il suo talento mettendoci il nome - sembra ormai un'ossessione del cinema contemporaneo. Una storia, questa, che in diversi modi abbiamo visto narrata in Big Eyes, Un amore sopra le righe (guarda la video recensione) e The Wife - Vivere nell'ombra. infatti l'exemplum pi evidente della non cittadinanza intellettuale femminile, persino nella Francia della cultura di inizio '900, quello di ammutolire le donne, impedirne la creativit o persino scipparne i frutti artistici.

Altre news e collegamenti a Audrey Hepburn »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità