Sabrina

Film 1954 | Commedia +13 113 min.

Anno1954
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata113 minuti
Regia diBilly Wilder
AttoriWilliam Holden, Humphrey Bogart, Audrey Hepburn, Martha Hyer, John Williams [II] Francis X. Bushman, Walter Hampden, Joan Vohs, Marcel Dalio, Marcel Hillaire, Nella Walker, Ellen Corby.
TagDa vedere 1954
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 4,09 su 35 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Billy Wilder. Un film Da vedere 1954 con William Holden, Humphrey Bogart, Audrey Hepburn, Martha Hyer, John Williams [II]. Cast completo Genere Commedia - USA, 1954, durata 113 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 4,09 su 35 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sabrina tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Quando uscì il film l'impatto fu enorme. Com'era successo per Rossella ai tempi di Via col vento le mamme chiamarono Sabrina le loro bambine. Il film ha ottenuto 6 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar,

Sabrina è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,09/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,14
CONSIGLIATO SÌ
Cenerentola si adatta al costume degli anni '50 e all'arguzia della commedia sofisticata.
Recensione di Edoardo Becattini
Recensione di Edoardo Becattini

Nella bella residenza estiva della famiglia Larrabee, vivono anche vari domestici, fra cui l'autista Thomas Fairchild e sua figlia Sabrina. Sabrina è da sempre innamorata del più giovane rampollo dei Larrabee, David, un donnaiolo impenitente con già tre matrimoni falliti alle spalle. La sera prima di partire per Parigi per seguire un corso di cucina che la terrà lontana da David per un biennio, Sabrina tenta di togliersi la vita respirando il gas di scarico delle automobili chiuse in garage, ma viene salvata in tempo da Linus, il primogenito Larrabee, finanziere esperto che vive solo per il proprio lavoro. Una volta arrivata a Parigi, Sabrina impara l'arte della cucina e quella di credere nei propri sogni, così che quando rientra a Long Island due anni dopo con un nuovo taglio di capelli e i più sofisticati vestiti della moda francese, David la nota e comincia finalmente a farle la corte. Il suo comportamento non viene però visto di buon occhio dalla famiglia e in particolare da Linus, che ha già combinato per lui un matrimonio con una facoltosa ereditiera e che, affinché tutto vada come programmato, decide di mettersi fra lui e Sabrina.
Si apre come una favola il decimo film di Billy Wilder, con la voce fuori campo di Audrey Hepburn che attraverso la formula classica del "c'era una volta" ci introduce al maniero dei Larrabee e alla dimensione fiabesca del racconto che seguirà. Rifacendosi a un testo scritto da Samuel A. Taylor, Wilder decide di aggiornare il mito di Cenerentola al costume degli anni Cinquanta e allo spirito della sophisticated comedy ("D'altronde siamo nel XX secolo", come dice più volte il personaggio di Bogart). Così, per adattare la tradizione della fiaba al progresso economico della modernità e istillare gocce di veleno nei balsami del romanticismo, concepisce l'impresa attraverso un processo di scrittura vivace (sviluppato di pari passo con il calendario delle riprese) e ammorbidisce l'aspetto satirico con i dolci primi piani di una fanciulla che illumina di grazia e di fascino tutto quel che la circonda. Il progetto di dare una lettura sociale al sogno del coronamento d'amore fra la ragazza lower class e il principe azzurro si inscrive in un rovesciamento dei principi classici della favola: il principe azzurro non è l'oggetto del desiderio della protagonista, bensì il fratello maggiore che intende sabotare i piani d'amore della coppia, un freddo capitalista figlio del New Deal rooseveltiano che ha visto Parigi solo dall'aeroporto durante uno scalo. Ma più che su Bogart (che sostituì all'ultimo e controvoglia Cary Grant) o su Holden, sul magnate integerrimo o sul romantico scapestrato, l'arguzia di Wilder si concentra su quei piccoli grandi personaggi collaterali che impreziosiscono le varie sequenze. Il padre di Sabrina che afferma che "Nessun povero è mai stato chiamato democratico per aver sposato un ricco" e che suddivide le classi sociali fra un sedile anteriore e uno posteriore con un finestrino in mezzo, o ancora il capofamiglia Larrabee, che paragona i desideri di David di sposare la figlia dello chauffeur alle azioni dei familiari sovversivi e assassini, sono quei piccoli tocchi di humour che rendono la pellicola di Wilder una gemma preziosa.

Sei d'accordo con Edoardo Becattini?

Quando uscì il film l'impatto fu enorme. Com'era successo per Rossella ai tempi di Via col vento le mamme chiamarono Sabrina le loro bambine. Sabrina è la figlia dell'autista di una ricchissima famiglia di New York. Da dietro un albero vede le favolose feste del bel mondo e si innamora del fatuo ma affascinante William Holden, che nemmeno sa della sua esistenza. La ragazza arriva a tentare il suicidio. Ma quando torna da Parigi dopo aver frequentato una scuola di cucina e aver cambiato look, Holden la nota e la corteggia. Ma un ricco non può, in un certo ambiente, sposare una povera. Ci pensa il fratello maggiore Bogart a prendere in mano la situazione. Ma sbaglia i conti, si innamora a sua volta e sarà lui a sposare Sabrina. L'attrice naturalmente dovette molto al regista Wilder che sapeva come valorizzare i talenti (basti pensare alla Marilyn Monroe di A qualcuno piace caldo) e fece aderire la sceneggiatura alla personalità della Hepburn. Il film è pieno di sequenze famose, come la lezione di cucina a Parigi, o la grande festa in cui tutti ballano e Bogart, ligissimo al lavoro, saltella invece su una lastra di plastica, ultima invenzione della ditta.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dalla commedia Sabrina Fair (1953) di Samuel A. Taylor, riscritta da Wilder con S.A. Taylor e Ernest Lehman per Paramount. Per dimenticare il figlio del padrone di cui è innamorata fin da ragazzina, la figlia dell'autista di una ricca famiglia americana va a studiare a Parigi. Trasformata in una donna di gran classe, torna due anni dopo e fa innamorare tutti e due i padroni, lo scapestrato e il serio. Una delle commedie meno "cattive" di B. Wilder, tra le più deboli e sicuramente la più zuccherata e convenzionale che, comunque, inietta sagacemente i suoi veleni in un contesto di squisita piacevolezza e di frivola intelligenza. Uno dei 2 protagonisti maschili è fuori parte (Bogart), l'altro (Holden) fuori tono. Consacrò A. Hepburn come star. Oscar ai costumi di Edith Head e 4 nomination: regista/sceneggiatore (Wilder), fotografia (C. Lang Jr.), scenografia (H. Pereira, W. Tyler) e la Hepburn.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
SABRINA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 21 giugno 2010
Paola Di Giuseppe

“Odio le donne che ridono sempre!” piagnucola Sabrina al padre, il buon attempato chauffeur che da 25 anni guida la limousine della famiglia Larrabee, restando compassato al suo posto da perfetto snob. Sul sedile posteriore i padroni, in mezzo il diaframma di vetro. “Non sognare l’impossibile”, risponde affettuoso e burbero alla figlia che guarda le feste di casa Larrabee con quegli occhioni immensi [...] Vai alla recensione »

sabato 13 novembre 2010
Lady Libro

Uno dei film più belli con Audrey Hepburn, un'attrice unica e inimitabile nel suo stile. In questo film riesce a far innamorare di sè i due ricchi fratelli presso cui suo padre lavora come autista. Humphrey Bogart rivela una sensibilità inaspettata, che lo rende un attore sempre più bravo e che ormai ha il suo posto nel tempio degli attori venerati di tutto il mondo, [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 agosto 2018
samanta

Il film è da considerarsi un capolavoro della commedia brillante-sentimentale, ancora adesso non mostra i 60 anni e più che ha. Billy Wilder (6 Oscar) seppe prendere in mano con abilità e classe  sia come regista o come sceneggiatore un film che si dimostrò difficile da condurre durante le riprese. Innanzitutto per i rapporti tra gli attori: Bogart che era considerato [...] Vai alla recensione »

mercoledì 17 febbraio 2016
elgatoloco

Questo"Sabrina"di Wilder, vero capolavoro di Billy Wilder, regista ebreo-austriaco che si è espresso al meglio a Hollywood, è un autentico capolavoro, a differenza di un remake inguardabile realizzato circa un decennio fa, mentre l'originale passa bellamente la sessantina... Neo-romantico, se vogliamo una definizione, giocato tra la commedia e il dramma sentimentale(prevalen [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 settembre 2015
Luigi Chierico

Sabrina è soltanto Audrey Hepburn (25 anni) e nessun’altra mai. Incantevole e sbarazzina in ogni momento, in ogni occasione, che sia sull’albero come una gattina, o che sia alle prese con un magnate della finanza o nella magica ed incantevole Parigi. I suoi grandi occhi da cerbiatta, un fisico che le consente di muoversi come una piuma portata via dal vento dell’amore che è infatuazione trasformata [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 febbraio 2013
Paolo_89

    C'è un motivo se Sabrina è tra le commedie romantiche e sofisticate più celebri, non troppo sdolcinate e cui si fa più spesso riferimento per inquadrare il genere. C'è lo zampino di Billy Wilder, eclettico emigrante austriaco e pioniere di un certo cinema americano che pochi registi, così integrati e prolifici nella macchina-Hollywoo [...] Vai alla recensione »

martedì 16 agosto 2011
dario

Ecco il tocco di Billy Wilder: leggero, elegante, raffinato e intelligentissimo. Aggiungiamo l'arguzia, l'ironia, la bonomia e una sensibilità tutta umana che commuove (si veda la scena sul campo da tennis). Capolavoro assoluto, folm dove tutto gira alla perfezione e tutto funziona senza la minima forzatura, persino Bogart nei panni di un vecchio innamorato (pare non volesse, ma qui [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 dicembre 2014
dario

Funziona tutto alla perfezione. E' il tocco registico a compiere il miracolo. Il film ruota intorno all'organizzazione mentale di Billy Wilder, fra i più grandi registi di tutti i tempi. Semplicit. buon gusto, intelligenza, sensibilità, fotografia strepitosa, ritmo leggero, ma intenso, incisivo. Attori al meglio. Sublime capacità narrativa, amore per il racconto.

martedì 16 luglio 2013
emmylemmon XD

La giovane e timida Sabrina Fairchild (Audrey Hepburn) è la figlia dell'autista di un'importante famiglia aristocratica, i Larrabee. La ragazza è innamorata del figlio minore della famiglia, il perdigiorno David (William Holden), ma, rendendosi conto di non avere alcuna possibilità,decide di togliersi la vita. Casualmente viene salvata dal fratello di [...] Vai alla recensione »

martedì 12 aprile 2011
Sinkro

Il cast è stratosferico e immagino che la piattezza è la scontatezza della trama sia stata imposta dalla produzione per fare un film che tutti potessero apprezzare. La pellicola prosegue lenta lenta senza mai decollare e dopo circa un ora inizia realmente; a un ora e cinque minuti già avete capito come va a finire e così continuano gli sbadigli.

sabato 26 agosto 2017
thomas

La commedia romantica per eccellenza è quella in cui le situazioni si ribaltano in continuazione e, in questo capolavoro di Billy Wilder accade che: 1) quando sembra che il fumo di alcune auto in un garage sia il destino, un viaggio a Parigi cambierà le cose ...; 2) quando sembra che possa esserci il lieto fine agognato da sempre, una gita in barca cambierà le cose .

martedì 12 gennaio 2010
Yaya90

"Sabrina" di Billy Wilder è uno di quei film che, seppur non capolavori, possono essere considerati "Superiori". Grandi attori, molti dei quali vistosamente rubati al teatro (basti pensare ai domestici e al cuoco parigino); grandi musiche da "La vie en rose" ai pezzi orchestrali; grandi vestiti, non a caso vinse l'Oscar;il regista è uno dei più grandi di Hollywood.

lunedì 28 giugno 2010
Renato C.

Un'altro bel film del grande Billy Wilder. Ora ho capito perchè, oltre al fatto di essere un'attrice, allora cinematograficamente poco nota, July Andrews è stata sostiruita da Audrey Hepburn in "My fair lady": perchè la parte della Cenerentola che si trasforma da donna semplice a donna di gran classe l'aveva già fatta in questo film! William Holden che prima neanche la notava e che quando la vede [...] Vai alla recensione »

martedì 14 febbraio 2012
arwen88

Bellissimo film , nessun remake potrebbe mai essere all' altezza ...

venerdì 19 novembre 2010
toty bottalla

...E' un film dalla storia forzata, da una trama incerta come sabrina nello scegliere l'uomo ricco da sposare, il film scorre fra sbadigli e speranze che dopo sarà meglio, perfino il grande BOGART sembra dire "ma che ci faccio qui?", però c'è la HEPBURN, BOGART, HOLDEN e il regista è BILLY WILDER.

mercoledì 16 giugno 2010
minnie

Ma che meraviglia...quante volte l'avrò visto però...cinquanta, sessanta? So solo che lo vedo da quando ero ragazzina e che mi commuovo sempre a vedere Linus che arriva sulla nave con le note della vie en rose...sarà che una favola piace sempre e che è così rara nella vita di tutti i giorni. E poi i vestiti di Sabrina...che classe, e la musica, è tutto congegnato per il successo, cosa che non riuscì [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 gennaio 2010
paride86

Sabrina, giovanissima figlia di un autista, è innamorata non ricambiata dello scapestrato figlio del padrone. Per dimenticarlo andrà a Parigi... "Sabrina" è una commedia ordinaria con qualche picco di banalità, non certo all'altezza del miglior Wilder, nonostante il cast stellare.

Frasi
Resta tutto in famiglia!
Dialogo tra Sabrina Fairchild (Audrey Hepburn) - Linus Larrabee (Humphrey Bogart)
dal film Sabrina - a cura di Fede90
winner
migliori costumi per film in bianco e nero
Premio Oscar
1955
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati