•  
  •  
Apri le opzioni

Philip Seymour Hoffman

Philip Seymour Hoffman. Data di nascita 23 luglio 1967 a Fairport, New York (USA) ed è morto il 2 febbraio 2014 all'età di 46 anni a New York City, New York (USA).
Nel 2013 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al Critics Choice Award per il film The Master. Dal 2006 al 2013 Philip Seymour Hoffman ha vinto 6 premi: Critics Choice Award (2006, 2013), Festival di Venezia (2012), Golden Globes (2006), Premio Oscar (2006), SAG Awards (2006).

L'outsider che ha conquistato Hollywood

A cura di Francesca Pellegrini

Essere un outsider è, spesso e volentieri, una veste che rimarrebbe stretta al maggior numero degli aspiranti divi che brulicano ad Hollywood ma, per Philip Seymour Hoffman, non è stato affatto cosi. Eternamente confinato in ruoli scomodi e marginali, questo eccellente interprete ha fatto dei suoi personaggi negativi, spesso terribilmente antipatici, un vero e proprio biglietto da visita. Sfoderando costantemente il meglio di se, ha saputo perseverare attendendo il momento giusto per lasciare il segno.
L'occasione arriva nel 2005, quando l'amico Bennett Miller lo scrittura nella parte da protagonista nella biografia rivelatoria Truman Capote: A sangue freddo, dove l'attore conquista l'Oscar incarnando in modo divino il cereo scrittore statunitense, entrando finalmente nelle grazie della Mecca del Cinema.

Origini e formazione
Nato a Fairport da Marilyn Connor, magistrato, e Gordon S. Hoffman, manager della Xerox, Philip ha tre fratelli: Jill, Gordon ed Emily.
Con l'ardore per la settima arte che fermenta nelle vene, l'ambizioso liceale inizia a calcare le scene newyorkesi nelle più svariate produzioni.
Laureatosi presso la Tisch School of the Arts University nel 1989, debutta nello spettacolo ventiquattro mesi dopo in un episodio della serie tv Law & Order - I due volti della giustizia.

Una carriera di successo
Nel 1991 ecco l'esordio sul grande schermo nella comedy Triple Bogey on a Par Five Hole.
Si farà notare l'anno seguente, affiancando un imbastardito Al Pacino nel capolavoro di Martin Brest: Scent of a Woman - Profumo di Donna. Qui, il giovanotto indossa i viscidi panni dell'odioso "figlio di papà", George Willis Jr.
Nel 1996 viene ingaggiato da Paul Thomas Anderson nel thriller Sydney. Il film segna l'inizio di una fruttuosa collaborazione con il filmaker californiano, per il quale Hoffman gira numerose pellicole: Boogie Nights - L'altra Hollywood, Magnolia, Ubriaco d'amore nonché il corto Mattress Man Commercial.
Grazie alle impeccabili performance, la star si è guadagnata, nel corso della carriera, molteplici riconoscimenti, parecchi dei quali ottenuti sui palcoscenici di Broadway.
Membro e co-direttore artistico della LAByrinth Theater Company, Philip ha curato la regia di molti spettacoli.

Gli ultimi progetti
Il 2007 lo trova ad accudire il papà anziano in La famiglia Savage, ad organizzare una rapina in Onora il padre e la madre e a cimentarsi in un agente della CIA in La guerra di Charlie Wilson, prova che gli frutta una nomination agli Academy Awards come Best Actor in a Supporting Role.
Direttore teatrale per Charlie Kaufman in "Synecdoche, New York", l'anti-divo sarà un sacerdote accusato di molestie e di pedofilia nel dramma Doubt.
Nel 2009 lo ritroviamo conte e capitano della nave più scatenata e scanzonata della storia del cinema nella commedia I Love Radio Rock. Nel 2011 affianca George Clooney nel drammatico Le idi di marzo, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, e l'anno successivo è sul grande schermo al fianco di Brad Pitt in L'arte di vincere. Nuovamente alla Mostra del Cinema nel 2012, presenta il suo nuovo film da co-protagonista, diretto dal regista che gli ha dato la celebrità, Paul Thomas Anderson: con The Master, ispirato alla storia del fondatore di Scientology Ron Hubbard, si aggiudica la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, insieme con il collega Joaquin Phoenix.

La morte
Viene trovato morto nel suo appartamento di New York il 2 febbraio 2014. L'artista, quarantaseienne, lascia tre figli - Cooper Alexander, Tallulah e Willa - avuti dalla costumista Mimi O'Donnell.

Ultimi film

Drammatico, (USA - 2012), 137 min.
Drammatico, (USA - 2011), 101 min.

Focus

CELEBRITIES
martedì 17 novembre 2015
Marzia Gandolfi

Sono state parzialmente riscritte le sceneggiature degli ultimi episodi della saga di Suzanne Collins (Hunger Games), rimaneggiate per riempire il vuoto lasciato da Philip Seymour Hoffman, stroncato nel febbraio del 2014 da un'overdose. Francis Lawrence ha dichiarato di non avere mai avuto intenzione di inserire l'attore americano nei piani mancanti o addirittura di 'ricrearlo' digitalmente. Così regista e sceneggiatore si sono presi il tempo di riscrivere alcune scene senza barare sulla performance e chiudendo la trilogia distopica nel rispetto di un attore autoriale, dotato di un fisico passe-partout da americano medio che eccelleva in tutti registri

GALLERY
martedì 9 dicembre 2008
 

Meryl Streep vs. Philip Seymour Hoffman Presentato a New York Doubt, il nuovo film di John Patrick Shanley che vede nel cast, tra gli altri, Meryl Streep, Philip Seymour Hoffman e Amy Adams. Ambientato in una scuola cattolica del Bronx nel 1964, Doubt è incentrato sui sospetti di una suora (Meryl Streep) nei confronti di un prete (Philip Seymour Hoffman), accusato di aver abusato di uno studente

CELEBRITIES
martedì 11 marzo 2008
Stefano Cocci

Storie di un uomo semplice dal talento straordinario Sebbene abbia un volto piuttosto convenzionale e caratteristiche non proprio da Adone – biondiccio, grassoccio, miope - Philip Seymour Hoffman compensa con il talento quello che madre natura non gli ha dato. Quando appare sullo schermo, non solo lo riempie della sua personalità ma è capace di trasfigurare se stesso a seconda delle esigenze del personaggio, grazie a una plasticità di espressioni francamente unica

News

A cinque anni dalla scomparsa dell'attore, Infinity propone God's Pocket e altri successi. Testo a cura di Marzia...
Dotato di un fisico passe-partout che eccelleva in tutti i registri, l'attore ritorna sullo schermo nel capitolo...
Philip Seymour Hoffman, La spia - A Most Wanted Man e il cinema postumo.
Synecdoche, New York - Seymour Hoffman: preludio di una fine.
Premiato The Master per miglior regia e interpreti maschili.
Oggi in concorso Fill the Void e To the Wonder.
Sport e denaro nell'atteso film con Pitt, Hill e Seymour Hoffman.
Il cast de Le idi di marzo sul red carpet del London Film Festival.
Dopo gli applausi per Clooney, oggi è il giorno di Madonna e Polanski.
George Clooney presenta al Lido il suo Le Idi di Marzo.
Il film basato sulla biografia scritta da Michael Lewis.
Il programma del Gala e delle Presentazioni Speciali.
Richard Curtis e Bill Nighy raccontano la loro esperienza da regista e protagonista dell'esplosiva commedia musicale.
Una brillante commedia sui momenti cruciali nella vita di alcuni amici.
John Patrick Shanley posa lo sguardo sull'America del 1964 in un dramma ecclesiastico.
Una storia sulla ricerca della verità.
Il nuovo film di Meryl Streep uscirà a febbraio 2009.
Proviamo a tirare le somme di questa stagione cinematografica.
L'attore non sarà il Pinguino di Nolan.
Attore dal talento smisurato, trasfigura il proprio volto ma resta sempre fedele a se stesso.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati