•  
  •  
Apri le opzioni

Judi Dench

Judi Dench. Data di nascita 9 dicembre 1934 a York (Gran Bretagna).
Nel 2001 ha ricevuto il premio come miglior attrice miniserie o film tv al Golden Globes per il film The Last of the Blonde Bombshells. Dal 1998 al 2001 Judi Dench ha vinto 4 premi: Golden Globes (1998, 2001), Premio Oscar (1999), SAG Awards (2001). Judi Dench ha oggi 87 anni ed è del segno zodiacale Sagittario.

Work in progress

A cura di Fabio Secchi Frau

Judi Dench, questa illustre sconosciuta al pubblico italiano, non è solo un'anziana attrice teatrale inglese qualsiasi che si è trovata catapultata a Hollywood con un Oscar in mano, solo grazie a 5 minuti scarsi di apparizione sul grande schermo nei panni della Regina Elisabetta che ha messo fine al matrimonio nientemeno che fra William Shakespeare e il suo primo vero amore, Lady Viola. Fortunatamente, non è solo questo. Diciamo che se fosse un cartello sarebbe work in progress. Lavori in corso, e non per via di qualche ritocco estetico, ma perché questa attrice, dall'alto della sua età cronologica, è una fucina di continuo lavoro. Un'attrice che sfrutta il linguaggio della recitazione per arrivare al cuore degli spettatori e, a volte, far riflettere sui problemi dell'anima.

Gli inizi della carriera
Figlia del medico ufficiale del Theatre Royal, fu proprio questo legame fra il medico e la compagnia teatrale a spingere la Dench (e suo fratello Jeffery) nello studio della recitazione presso la Central School (con Vanessa Redgrave come compagna di classe), facendo una lunghissima gavetta come attrice teatrale, a cominciare dal suo debutto nel ruolo della Vergine Maria nella Old Vic Company di Liverpool, seguito poi da un'altrettanto memorabile Ofelia in un "Amleto" del 1957, che le fece vincere numerosi riconoscimenti internazionali. Indimenticabile la sua Giulietta diretta dal nostro Franco Zeffirelli, ma non si può non citare anche le sue Titania, Lady Macbeth e un centinaio di altri ruoli che ha portato sul palcoscenico in numerose stagioni con la Royal Shakespeare Company, viaggiando fra Stratford e Londra, fra l'Australia e il Giappone, e ricevendo ben sei ambitissimi Olivier Award per: "Macbeth" (1977), "Giunone e il pavone" (1980), "Tessuto di menzogne" (1984), "Antonio e Cleopatra" (1987), "Absolute Hell" (1996) e infine "A Little Night Music" (1996).
Il primo contatto con l'obiettivo avviene per il piccolo schermo nel film tv Hilda Lessways (1959), ma il teatro è ancora considerato la sua prima casa e così torna sul palco, a ballare e cantare, nel ruolo di Sally Bowles nel musical "Cabaret", senza dimenticare "Cats" che però ha dovuto abbandonare. Una delle sue più memorabili interpretazioni cinematografiche di quegli anni è la pellicola di Tony Richardson Il fantino deve morire (1974), poi parteciperà a numerose produzioni televisive fra cui la serie tv A Fine Romance (1981) dove apparirà con suo marito, l'attore Michael Williams (dal quale avrà l'attrice Finty Williams). Vincitrice di ben nove BAFTA (i corrispettivi dei nostri David di Donatello), nel 1970 riceve l'Order of the British Empire per il suo lavoro teatrale, seguito dal titolo di Dama dell'Impero Britannico.

Il successo e l'Oscar
Ottima nelle pellicole The Angelic Conversation (1985) di Derek Jarman e ne Il matrimonio di Lady Brenda (1988) con Kristin Scott Thomas, Angelica Huston e Alec Guinness, sarà diretta da James Ivory in un piccolo ruolo in Camera con vista nel 1985. Anno in cui sarà nel cast della serie tv Mr and Mrs Edgehill, apparendo al cinema in un modesto ruolo nell'Enrico V di Kenneth Branagh, seguito dal suo Hamlet (1996).
Solo alla fine degli anni Novanta, la Dench troverà i favori del pubblico italiano (e mondiale) ricevendo il suo primo Oscar come miglior attrice non protagonista per il ruolo della Regina Elisabetta I in Shakespeare in Love (1998) di John Madden. Lo aveva già sfiorato l'anno prima, con lo stesso regista, per il suo ruolo in La mia regina (1997) dove aveva recitato accanto alla figlia. Nonostante il successo di Hollywood, che sembra improvvisamente accorgersi di questa grande interprete, Judi Dench non avrà alcuna intenzione di lasciare il teatro per seguire completamente la settima arte, e lo dimostra il fatto di aver interpretato il dramma "Filumena Marturano" di Eduardo De Filippo, fra il 1998 e il 1999.
Diretta, questa volta cinematograficamente, da Zeffirelli in Un tè con Mussolini (1999), entrerà di diritto nel mondo di 007 apparendo in ben tre degli ultimi film di James Bond: 007 - Il mondo non basta (2000), 007 - La morte può attendere (2003) e Casinò Royale (2006).

Gli ultimi anni
Dopo aver ricevuto il Dottorato Onorario in Lettere dalla Oxford University e dal Trinity College nel nuovo millennio, e il Tony Award per "Amy's View", zia degli attori Rebekah e Sebastian Elmaloglou, riceve la sua terza e quarta nomination all'Oscar rispettivamente come attrice non protagonista per Chocolat (2002) di Hallstrom e per protagonista in Iris - Un amore vero (2002) di Richard Eyre. E dopo il fantascientifico The Chronicles of Riddick (2004), nel 2005, è ancora nella rosa delle candidate all'Oscar per Lady Henderson presenta (2005) di Stephen Frears. La stessa situazione si presenta nel 2006, quando recita in Diario di uno scandalo (2006) di Eyre nel ruolo di un'acida e ossessiva insegnante zitella. Nel 2010 la troviamo accanto a Nicole Kidman, Penelope Cruz, Sophia Loren e molte altre star nel musical di Rob Marshall Nine. L'anno successivo è nel cast del drammatico e commovente classico Jane Eyre, di Cary Fukunaga. Nel 2012 affianca Leonardo Di Caprio in J. Edgar, nel quale viene diretta da Clint Eastwood. Nello stesso anno torna davanti alla macchina da presa per l'amico regista John Madden in Marigold Hotel, commedia "senile", piacevolmente sentimentale, che racconta il progetto di trascorrere la fine della vita in India da parte di un gruppo di anziani inglesi. Torna poi nel biopic su Marilyn Monroe con Michelle Williams Marilyn e nel nuovo 007 diretto da Sam Mendes Skyfall e in seguito è protagonista del film di Stephen Frears Philomena (2013), per cui ottiene una candidatura ai Golden Globe e una agli Oscar 2014 come miglior attrice protagonista. Dopo Ritorno al Marigold Hotel (2015), interpreta il film fantastico di Tim Burton Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali (2016). Nel 2017 è protagonista del film di Stephen Frears Vittoria e Abdul e in seguito verrà diretta da Kenneth Branagh in Assassinio sull'Orient Express e in Belfast.
«Ciò che Dio ha unito, neanche la Regina può dividere». È questa la battuta di Shakespeare in Love che più di ogni altra ha sancito la sua vittoria di fronte all'Academy e non rimane molto da dire se non: lunga vita alla regina Dench!

Ultimi film

Drammatico, (Gran Bretagna - 2021), 98 min.
Commedia, Drammatico, Family - (USA - 2019), 110 min.
Biografico, Drammatico, Storico - (USA - 2018), 101 min.

News

Regia di Edward Hall. Un film con Dan Stevens, Leslie Mann, Isla Fisher, Judi Dench, Emilia Fox. Dal 5 agosto...
Regia di Andy Goddard. Un film con Judi Dench, Eddie Izzard, James D'Arcy, Jim Broadbent, David Schofield....
Regia di Tom Hooper. Un film con Idris Elba, Taylor Swift, Ian McKellen, Judi Dench, James Corden. Da giovedì 20...
Una commedia british che racconta con stile, garbo ed efficacia un periodo della vita della regina Vittoria di cui si sa...
L'attrice interpreta una Mata Hari insospettabile che fa del suo aspetto comune, invece che della sua bellezza...
Regia di Trevor Nunn. Un film con Judi Dench, Stephen Boxer, Olivia Buckland, Stephen Campbell Moore, Sophie Cookson. Da...
La sorprendente storia vera della donna che per oltre 40 anni ha vissuto la doppia realtà di madre e di spia al servizio...
Regia di Trevor Nunn. Un film con Judi Dench, Stephen Boxer, Olivia Buckland, Stephen Campbell Moore, Sophie Cookson.
Regia di Kenneth Branagh. Un film con Kenneth Branagh, Judi Dench, Ian McKellen, Kathryn Wilder, Lolita Chakrabarti.
Regia di Trevor Nunn. Un film con Judi Dench, Stephen Boxer, Olivia Buckland, Stephen Campbell Moore, Sophie Cookson....
Regia di Kenneth Branagh. Un film con Kenneth Branagh, Judi Dench, Ian McKellen, Kathryn Wilder, Lolita Chakrabarti.
Frears illumina i due protagonisti con dialoghi spiritosi e intelligenti. Da oggi disponibile su Infinity.
Il maestro dell'animazione giapponese presenterà in concorso The Wind Rises.
Le foto del film tratto dai diari di Colin Clark.
Le foto della commedia british diretta da John Madden.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati