Cats

Film 2019 | Commedia, Drammatico, Family, 110 min.

Regia di Tom Hooper. Un film con James Corden, Judi Dench, Jason Derulo, Idris Elba, Jennifer Hudson, Ian McKellen. Cast completo Titolo originale: Cats. Genere Commedia, Drammatico, Family, - USA, 2019, durata 110 minuti. Uscita cinema giovedì 20 febbraio 2020 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 1,79 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Cats tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storia dei gatti della tribù Jellicle. Tratto dal musical in due atti del 1981 composto da Andrew Lloyd Webber. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes, In Italia al Box Office Cats ha incassato 28,2 mila euro .

Consigliato assolutamente no!
1,79/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 1,08
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NO
L'adattamento del celebre omonimo musical: trionfo del motion capture, interessante fallimento estetico.
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 3 febbraio 2020
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 3 febbraio 2020

Nel quartiere di Jellicle arriva una nuova gatta: Victoria. Guidata dal mago Mr. Mistoffelees e dal leale Munkustrap, Victoria conosce i vari membri della sua nuova comunità: Jennyanydots, Rum Tum Tugger, Cassandra, Asparagus, e i due reietti Grizabella e Macavity, la prima scacciata per la sua vanità, il secondo malvagio prestigiatore intenzionato a rapire più gatti possibile. Tutta Jellicle partecipa alla festa in onore dell'anziana Old Deuteronomy, al termina della quale un gatto prescelto ascenderà al paradiso, l'Heaviside Layer. Durante le celebrazioni, però, Macavity rapisce Old Deuteronomy. Saranno Mistoffelees e la stessa Victoria, grazie alla quale Grizabella otterrà il perdono dei vecchi amici, a salvare la festa e Jellicle.

Negli Stati Uniti, dove è uscito a metà dicembre sperando in una campagna per gli Oscar dal tenore diverso, Cats è stato un fallimento totale, di critica e almeno inizialmente anche di pubblico. Ma proprio il fallimento dell'operazione nasconde qualcosa di interessante.

Alla base dell'adattamento del musical di Andrew Lloyd Webber, una delle produzioni teatrali più longeve e redditizie di sempre, c'è un equivoco che riguarda l'abuso ormai conclamato del motion capture: l'idea, cioè, che il digitale possa rendere mobile e realistico qualsiasi immaginario.

L'hanno fatto e lo fanno tuttora con i classici della Disney, tradotti uno alla volta dall'originale animato alla versione live action, e lo hanno fatto ora con Cats, trasportato da un palcoscenico del West End di Londra a un set cinematografico inesistente. È probabile che se il musical originale fosse stato anch'esso un film d'animazione le cose sarebbe andate meglio: come per Il re leone, sarebbe bastato copiare l'originale inquadratura per inquadratura e far cantare i gatti come si è riusciti a fare parlare i leoni. Il problema, però, è che Cats viene dal teatro, e in quanto opera teatrale mette in campo già da sé un evidente scarto rispetto alla realtà: i gatti in scena sono uomini e donne travestiti, e sono accettati proprio in virtù della separazione fra platea e palcoscenico.

Come fare, allora, a riprendere al cinema la stessa sospensione d'incredulità del teatro, che non riguarda solo l'aspetto narrativo per cui dei gatti possono cantare ed esprimere emozioni, ma anche e soprattutto l'essenza dell'opera, la presenza cioè di personaggi un po' umani e un po' felini, assurdi da pensare e da vedere? Se il sogno del motion capture è unire la vocazione realistica del cinema con qualsiasi tipo di fantasia digitale, allora Cats stabilisce inconsapevolmente un limite: il limite del ridicolo, del grottesco, dell'arbitrarietà di ogni forma di messinscena. Soprattutto nel caso di superproduzioni come questa, che non possono nemmeno invocare la grossolanità del prodotto di serie B.

La ragione del fallimento di Cats, nonostante la firma di un regista esperto come Tom Hooper (al secondo adattamento di un musical dopo Les Misérables), il coinvolgimento dello stesso Webber (autore di una nuova canzone, "Beautiful Ghosts, con Taylor Swift") e un cast stellare (Judi Dench, Idris Elba, Ian McKellen, la giovane ballerina Francesca Hayward, la cantante Jennifer Hudson, la stessa Swift, tutti più o meno camuffati sotto pellicce digitali e il volto "gattificato"), è essenzialmente di carattere estetico.

La tenuta o meno del musical del 1981, tratto com'è noto da Il libro dei gatti tuttofare di T. S. Eliot, c'entra poco (e in ogni caso le canzoni sono ancora bellissime), così come valgono la dedizione dei malcapitati interpreti: è l'idea stessa di trarre un film da Cats a essere un rischio in sé. L'obiettivo del live action è estrapolare una storia dal suo universo originario e riprodurla in un nuovo contesto: ma in Cats il cinema non adatta il teatro, semplicemente - e fatalmente - gli si sovrappone, gli dà continuità, gli offre più di un palcoscenico, rendendo esplicito - e dunque ridondante e a tratti inquietante - il patto non scritto fra rappresentazione e spettatore, l'adesione cioè a una scelta che porta il regno animale a unirsi in scena a quello umano.

Se però a teatro la presenza del corpo dell'attore ricorda in ogni momento la gratuità e l'eccezionalità di quel patto (per cui superato lo shock iniziale ci si abbandona alla meraviglia di pezzi come "Jellicle Songs for Jellicle Cats", "Mr Mistoffelees" o "Memories"), al cinema proprio la rimozione del corpo attraverso il motion capture, che nasconde l'interprete ma lo ritrova adattando il trucco digitale alle sue caratteristiche fisiche, crea un corto circuito percettivo: il patto fra testo e spettatore è preso alla lettera e per questo svuotato di senso.

Il film supera così la soglia del fallimento, talvolta quella del ridicolo involontario, pronto però a diventare per le stesse ragioni un cult, dal momento che negli Stati Uniti, dopo una campagna stampa denigratoria e uno scontato flop al botteghino, Cats ha cominciato a risollevarsi negli incassi proprio in virtù della sua infamia, raggiungendo o quasi, per paradosso, gli stessi obiettivi che si era posto in origine, con altre intenzioni e altre speranze. Sempre a proposito di corto circuiti...

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
Un musical destinato a influenzare tutto il cinema contemporaneo.
Overview di Giorgio Crico
lunedì 23 luglio 2018

Tra i titoli più attesi di fine 2019, esce in sala il 20 dicembre, Cats si propone fin da adesso come il musical più influente del cinema contemporaneo, perlomeno dal post La La Land. Del resto la premessa è incoraggiante, visto che si tratta dell'adattamento live-action dello storico musical di Broadway campione d'incassi in tutto il mondo fin dai primissimi anni 80.

Diretto da Tom Hooper, il nuovo Cats avrà un sapore prevalentemente britannico visto che gli americani presenti nel cast saranno la netta minoranza.

Il cantautore Jason Derulo, la popstar Taylor Swift e la talentuosissima cantante e attrice Jennifer Hudson (già vista in Dreamgirls, nel 2006) sono infatti gli unici portacolori USA del cast principale, seppur con alcune delle parti più rilevanti in assoluto. Saranno poi della partita anche sir Ian McKellen, James Corden, l'eccezionale Judi Dench, Idris Elba e l'australiana Rebel Wilson. Ciliegina sulla torta, c'è anche la ballerina classica Francesca Hayward, étoile della compagnia di balletto del Covent Garden di Londra.

Elba ci ha tenuto a elogiare in particolare proprio la Swift, una delle cantanti più ascoltate (e ricche) del mondo: "È stata grande. Avevamo un sacco di lavoro da fare insieme ed è stata eccezionale. Ha lavorato sodo ed era semplicemente felice di essere lì". Per quanto riguarda sé stesso, l'attore inglese ha confessato a Variety di essere alle prime armi rispetto a una produzione del genere: "È stato tutto nuovo per me, davvero. Conoscevo già le canzoni, ovviamente, ma ero comunque in una specie di territorio nuovo. È stato molto divertente interpretare Macavity".

James Corden, che conduce un suo show personale negli USA nonostante sia più inglese del Big Ben, ha detto: "Ci sono stati due giorni in cui io, Rebel Wilson, Idris Elba, Taylor Swift, la signora Dench e sir McKellen stavamo girando la stessa scena e tutti noi stavamo fingendo di essere gatti. Questo è il tipico momento in cui tu non sai bene se sei fatto o no. Ho pensato: 'Ho mangiato delle caramelle gommose a pranzo. Erano vere caramelle o marijuana?'. L'esperienza più strana che si possa avere".

Tom Hooper, il regista, ha sintetizzato l'esperienza così: "Dirigere Cats è come allenare un gruppo di atleti di livello mondiale". È però Judi Dench - che ha rivelato come dovesse far parte del primo cast a portarlo in teatro, nel 1981, salvo poi rompersi il tendine d'Achille - che rende meglio l'idea di cosa sia stato girare Cats: "È stata un'esperienza in stile "Alice nel paese delle meraviglie"".

Sei d'accordo con Giorgio Crico?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 13 marzo 2020
Tom87

L’intera operazione collassa sotto il peso della sua ambizione. Il teatro non si fa cinema. L’effetto dell’estetica evoca un forte senso del ridicolo e del grottesco. Gli attori mantengono i lori volti e le forme del corpo, ma sono ricoperti da folte pellicce. Judi Dench sprecata e soffocata dal make-up. Il regista Tom Hooper si concentra troppo sui primi piani e tutto diventa ancora [...] Vai alla recensione »

Frasi
Questa è una serata magica... stasera sceglierò il gatto che merita una seconda vita...
Una frase di Deuteronomio (Judi Dench)
dal film Cats - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 22 febbraio 2020
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Chissà se Andrew Lloyd Webber, che ha composto Cats nel 1981 su testi di Thomas Stearn Eliot, si sarebbe immaginato una versione del genere al cinema. Del resto Tom Hooper ha maltrattato il suo musical peggio di come aveva fatto con Victor Hugo con Les misérables e ha spesso realizzato un cinema che si regge essenzialmente sulla parola senza però saperla filmare come nel sopravvalutato Il discorso [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 febbraio 2020
Anthony Lane
The New Yorker

In principio, nel 1939, fu Il libro dei gatti tuttofare di T.S. Elliot. A un certo punto, nel 1982, attraverso maltrattamenti e deformazioni, il libro fu trasformato in un musical di Broadway. E oggi, da quella mutazione ha preso spunto Tom Hooper. In una Londra notturna e molto stilizzata agiscono una serie di attori trasformati in felini grazie a una folta pelliccia digitale.

giovedì 20 febbraio 2020
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Rapsodia su una notte di vento: "La luna ha perduto la memoria. Un vaiolo slavato le screpola la faccia, attorce con la mano una rosa di carta, che profuma di polvere e di eau de Cologne". La luna è solo una delle protagoniste della celebre ode notturna scritta da Thomas Stearns Eliot. Il regista Trevor Nunn si ispira a quei versi per scrivere il testo di Memory, musicato dal grandissimo Andrew Lloyd [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 febbraio 2020
Peter Travers
Rolling Stone

Attenzione, spettatori alla ricerca del peggior film dell'anno: abbiamo un vincitore. Cats arriva al cinema e segna facilmente il fondo del barile di questa stagione - e probabilmente del decennio. Perfino Transformers, la trilogia trash di Michael Bay, non può reggere il confronto. Che è successo? La produzione teatrale di Cats - con musiche di Andrew Lloyd Webber e testi del poeta T.

martedì 18 febbraio 2020
Alice Cucchetti
Film TV

L'esistenza stessa di Cats è assurda. Fin dalla genesi: nel 1981 Andrew Lloyd Webber, reduce da Jesus Christ Superstar ed Evita, produce un musical interamente cantato tratto dalle poesie per bambini di Il libro dei gatti tuttofare di T.S. Eliot. Lo spettacolo prevede una trama invisibile - i gatti Jellicle si ritrovano per decidere chi ascenderà all'Heaviside Layer, cioè rinascerà a nuova vita - e [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 febbraio 2020
Alice Sforza
Il Giornale

La trama è conosciuta, tratta da uno dei musical più famosi. Un gruppo di gatti si riunisce per l'annuale festa di ballo, alla fine della quale il prescelto potrà «rinascere» in paradiso. In pratica, 110 minuti di sederi dimenati in aria, di pessima computer grafica, di miagolii non in rima. Dimenticatevi il capolavoro di Lloyd Webber. Cats è probabilmente il peggior musical degli ultimi anni.

NEWS
POSTER
martedì 18 febbraio 2020
 

Nel quartiere di Jellicle arriva una nuova gatta: Victoria. Guidata dal mago Mr. Mistoffelees e dal leale Munkustrap, Victoria conosce i vari membri della sua nuova comunità: Jennyanydots, Rum Tum Tugger, Cassandra, Asparagus, e i due reietti Grizabella [...]

VIDEO RECENSIONE
lunedì 17 febbraio 2020
A cura della redazione

Nel quartiere di Jellicle i gatti partecipano alla festa in onore del capo Deuteronomio. Al termine della serata il gatto prescelto ascenderà al paradiso, l'Heaviside Layer. Durante le celebrazioni, però, il malvagio Macavity rapisce il capo dei gatti.Nonostan [...]

TRAILER
lunedì 25 novembre 2019
 

egia di Tom Hooper. Un film con Idris Elba, Taylor Swift, Ian McKellen, Judi Dench, James Corden. Da giovedì 20 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
mercoledì 20 novembre 2019
 

Regia di Tom Hooper. Un film con Idris Elba, Taylor Swift, Ian McKellen, Judi Dench, James Corden. Da giovedì 20 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

OVERVIEW
venerdì 23 agosto 2019
Giorgio Crico

Un cast d'eccezione per la trasposizione cinematografica del celebre musical di Broadway. Da mercoledì 25 dicembre al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
martedì 23 luglio 2019
 

Regia di Tom Hooper. Un film con Idris Elba, Taylor Swift, Ian McKellen, Judi Dench, James Corden. Da mercoledì 25 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
venerdì 19 luglio 2019
 

Regia di Tom Hooper. Un film con Idris Elba, Taylor Swift, Ian McKellen, Judi Dench, James Corden. Da mercoledì 25 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati