Les Misérables

Film 2013 | Musical 152 min.

Regia di Tom Hooper. Un film Da vedere 2013 con Amanda Seyfried, Hugh Jackman, Anne Hathaway, Russell Crowe, Helena Bonham Carter. Cast completo Genere Musical - Gran Bretagna, 2013, durata 152 minuti. Uscita cinema giovedì 31 gennaio 2013 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 3,89 su 97 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Les Misérables tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Hugh Jackman, personaggio principale di un musical tratto da "I miserabili" di Victor Hugo. Il film ha ottenuto 9 candidature e vinto 4 Premi Oscar, 4 candidature e vinto 3 Golden Globes, 9 candidature e vinto 3 BAFTA. In Italia al Box Office Les Misérables ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 1,9 milioni di euro e 720 mila euro nel primo weekend.

Les Misérables è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,89/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,88
PUBBLICO 4,19
ASSOLUTAMENTE SÌ
Il musical più longevo nella storia del West End prende corpo, voce e splendore al cinema.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 11 gennaio 2013
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 11 gennaio 2013

Toulon, 1815. Jean Valjean è il prigioniero numero 24601, condannato a diciannove inverni di lavori forzati per aver rubato un pezzo di pane sfamando un nipote affamato. Rilasciato a seguito di un'amnistia prova a ricostruirsi una vita e una dignità nel mondo, nonostante gli avvertimenti e le intimidazioni di Javert, integerrimo secondino della prigione convinto che un ladro non possa che perseverare nel male. Convertito al bene dall'atto caritatevole di Monsignor Myriel, Valjean prende coscienza dei suoi peccati e decide di mondare il suo destino, assumendo il nome di Monsieur Madeleine. Sindaco e imprenditore arricchito a Montreuil sur Mer, l'uomo salva una ragazza dalla prigione, promettendole di proteggere Cosette, la sua bambina, affidata alle cure di due malandrini locandieri. Alla morte della donna riscatta Cosette, diventandone padre e madre insieme. Gli anni passano e Cosette cresce come l'ossessione di Javert per Valjean, smascherato dietro la maschera del gentiluomo. La Storia poi si mette in mezzo conducendo i due avversari al di là e al di qua delle barricate innalzate dai rivoluzionari repubblicani contro la monarchia. Mentre a Parigi l'insurrezione insorge, le 'stelle' in cielo vegliano misericordiose le sorti di Valjean e Javert.
Dopo aver dato voce al re (Il discorso del re), Tom Hooper dà voce ai miserabili di Victor Hugo, affrancandoli col canto dallo stato di minorità in cui versano. Teatro di lotta e di idee, Les Misérables è narrativamente apparentato con l'opera lirica di cui riproduce il 'recitativo', ossia il recitar cantando, che introduce o segue un'aria. Non ci sono dunque dialoghi recitati nel film e nella sua versione originale, dove l'ufficiale di Russell Crowe incalza il galeotto di Hugh Jackman con carattere arioso, scolpendo le sillabe col canto. Operazione temeraria impreziosita dalle performance dal vivo degli attori, sui cui volti si svolge la parabola di un uomo e di una nazione. La rievocazione storica fa tutt'uno con la logica narrativa del feuilleton e con l'emotività iperbolica del melodramma, realizzando movimenti musicali da vedere con le orecchie e ascoltare con il cuore. Lo scambio non può che giovare all'esaltazione e alla soavità del turbamento emotivo. Cori patriottici, romanze sanguigne, brani guerreschi, canti d'amore a due e tre voci, raccordano un materiale narrativo pensato in due atti e introdotto da una monumentale ouverture ("Look Down"), che segna il passo dell'opera, traccia il corso degli eventi e la costruzione dei personaggi. L'opposizione sempre mobile tra bene e male cambia vertiginosamente posizione nei Miserabili avviando la sfida e la meccanica pervasiva del duello in cui duettano Javert e Valjean, schierati tra legge e infrazione alla regola. Se dal conflitto nasce il dramma de Les Misérables, dal confronto tra Hugh Jackman e Russell Crowe ("till we come face to face") si produce un'epica polarità che si imprime sulla retina, che fa sussultare, trattenere il fiato, richiedendo allo spettatore una partecipazione assoluta e senza condizioni.
Les Misérables è un inseguimento infinito concepito come un musical e imbastito come un'opera, dove allo spartito dell'istintiva improvvisazione del forzato redento si oppone la calcolata determinazione dell'ispettore, che per catturare la sua ossessione deve imparare a sentirla, viverla da dentro, possedere il suo ritmo per negarlo con il proprio o negarsi il proprio in fondo al fiume. Russell Crowe trova nella dispatia il carattere del suo personaggio e nella voce un solo colore, quello rigoroso dell'uniforme che costringe le sue emozioni, sospendendolo sul baratro e nel puro spasmo del gesto. Tom Hooper da par suo vivifica la storia di Victor Hugo lavorando sulle coordinate espressive dell'inquadratura, arricchendo e complicando una sintassi articolata (soprattutto ma non solo) sul campo e controcampo, come vuole un film quasi totalmente incentrato su due uomini (in)conciliabili. La voce prende allora corpo nel primo piano scrivendo la storia col canto e 'respirando' nelle arie di Helena Bonham Carter e Sacha Baron Cohen, locandieri da opéra-comique, leggeri e fantasiosi, raffinati e popolari, capaci di tenere il loro pubblico (e truffare gli avventori) con grazia e senza sforzo apparente. Il musical più longevo nella storia del West End, scritto da Alain Boublil, musicato da Claude Michel Schönberg e portato al successo da Cameron Mackintosh, dopo la scena conquista il cinema, dominando il medium come re Giorgio VI fece con la radio.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
LES MISÉRABLES
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 1 febbraio 2013
Maxi_92

Brividi, lacrime e stupore: queste le sensazioni provate durante le 2 ore e 30 di film. Una cast eccezionale e coinvolgente in cui spiccano Anne Hathaway in primis (ovunque elogiata con  la sua I dreamed a dream, e ora capisco il perché), seguita da Eddie Redmayne (a cui è stata per me ingiustamente negata una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista), Samantha [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
donni romani

Un romanzo fra i più significativi della letteratura mondiale, un musical che da trent'anni entusiasma il pubblico, una storia che sembra fatta apposta per il grande cinema sembrerebbero motivi sufficienti a dare vita ad un capolavoro, ma il film di Tom Hooper brilla di luce propria creando una magia rara, plasmando scena dopo scena  personaggi immortali ed immergendoli in un'epoca [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 febbraio 2013
Hidalgo

Epico. Emozionante. Gigantesco. Recitato benissimo. Les Miserables non è un musical, ma una vera e propria opera lirica cinematografica. Un capolavoro di straordinaria intensità emotiva, coinvolgente dalla prima all'ultima scena, vissuto, non recitato, da un cast in stato di grazia e cantanto interamente dal vivo, scelta rischiosa del regista Tom Hooper ampiamente ripagata [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
Jameshs

Musical davvero emozionante, che nonostante la longevità e la pressochè quasi assenza di parti recitate non cantate, non annoia bensì appassiona, coinvolge, ti trascina all'interno dei suoi personaggi, nel mondo di Jean Valjean e in quello di Javert (non poi così distanti come ci vengono presentati all'inizio), nella condizione di Fantine (strepitosa Hathaway e la [...] Vai alla recensione »

sabato 2 febbraio 2013
Filmicus

Il commento al film non può confondersi con il commento ad un'opera grandiosa di un gigante della cultura europea.Lasciamo stare quindi Victor Hugo e quel che ha detto,ormai da secoli,a generazioni di cittadini dell'Europa e del mondo e soffermiamoci sull'opera assai bella di Hooper.'E un canto di libertà e sulla libertà.

domenica 3 febbraio 2013
renato volpone

Dall’omonimo romanzo di Victor Hugo ecco la versione musical dei “miserabili” che approda al cinema. Per quanto si possa aver letto il libro o aver visto lo sceneggiato televisivo, poco ci si ricorda di questa storia, se non la miseria, ma man mano che la pellicola scorre tutto riaffiora alla mente, come un grande affresco appena disegnato.

domenica 17 febbraio 2013
DadaB.

 Superbo adattamento cinematografico di un musical di successo, tratto dal celeberrimo romanzo del francese Victor Hugo; è un film di straordinaria potenza, emotiva e tecnica. Il regista Tom Hooper, già premio Oscar per " Il discorso del re", non si risparmia, elaborando un lunghissimo ed entusiasmante musical, della durata di ben due ore e mezzo, ma talmente perfetto, [...] Vai alla recensione »

sabato 2 febbraio 2013
Stefano Mosca

Quando le parole acquistano melodia e il canto invade la sala cinematografica, non si può che restare immobili davanti a ciò che accade. Les Miserables apre le porte in modo kolossale e ci fa vivere, in modo vertiginoso, un volo in picchiata, entrando nel profondo delle più fitte pieghe dell’anima, travolgendo, in modo sconvolgente e disperato, i cuori di quanti [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 marzo 2013
SamueleMei

Ambizioso e struggente..."Les Misérables" è un musical in costume che senza dubbio si farà ricordare. Il film è ambientato nella Francia post-napoleonica, tra il 1815 e il 1832. Ricostruire la trama in sintesi è pressoché impossibile: sia per l'imponente articolazione cronologica della storia, sia per lo stratificato e ricco sistema dei personaggi, sia per le diverse implicazioni psicologiche, sociali [...] Vai alla recensione »

martedì 5 febbraio 2013
Flyanto

 Film tratto dall'omonimo e celeberrimo romanzo di Victor Hugo ma proposto nella forma di un musical dove la ricca e complessa trama è stata qui ampiamente riassunta e semplificata senza però nulla togliere alla struttura dell'opera letteraria originale. Ambientato nella Francia post rivoluzionaria ed ancora ricca di fermenti e movimenti di rivolta contro il Governo e la [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 febbraio 2013
Julio Cesar 93

Un'altra opera si aggiunge alle molteplici,variegate e magistrali rappresentazioni cinematografiche del celebre romanzo di Victor Hugo "I Miserabili" ,questa volta,però,si tratta di un musical che,a mio modo di vedere,riesce a trasmettere emozioni e sentimenti con una tale forza da poter essere paragonato ad un'opera lirica: "lirici" nel senso più vero del termine infatti non sono solo i contenuti [...] Vai alla recensione »

sabato 16 marzo 2013
davone_92

Incanto e pianti sono le sensazioni che suscita il nuovo capolavoro di Tom Hooper che, dopo il film premio Oscar "Il discorso del re",  si riconferma uno dei registi migliori sulla scena con "Les Miserables". Un film che oggettivamente non può che essere considerato un capolavoro, anche essendo un genere particolare che non tutti apprezzano.

sabato 10 agosto 2013
Nik Deco

Definito "Il film più emozionante di tutti i tempi" il kolossal musicale di Tom Hooper,gia lanciato sul panorama dei grandi registi in circolazione con "Il Discorso del Re",consacra il regista fra i grandissimi cineasti viventi. Un film di indubbio valore artistico e cinematografico,atto a suscitare l'emotività dello spettatore per tutta la sua durata.

mercoledì 24 aprile 2013
rampante

Francia, XIX Secolo, Jean Valjean è il prigioniero n° 24601, condannato ai lavori forzati per aver rubato un pezzo di pane. Graziato  è  ricercato per anni dallo spietato Ispettore Javert per aver violato la libertà condizionata. Cambia identità  e  vive in un villaggio dove è conosciuto per la sua generosità e per l'aiuto [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 marzo 2013
enzo70

La trasposizione dei capolavori della letteratura su pellicola è cosa difficile. E far diventare un musical un film pure; i tempi della lettura sono lenti, il ritmo lo dai tu. I tempi del musical a teatro li danno gli attori davanti a te, stanno lì, li tocchi. Ma da un po’ il cinema ha ripreso a proporre, come negli anni del bianco e nero, le grandi produzioni di Broadway nelle [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 marzo 2013
pensierocivile

Mamma mia, e questi da dove sono usciti? Altro che Wolverine, altro che Catwoman! Hugh Jackman ed Anne Hathaway sono impressionanti: uno per come vive fisicamente il film, per come ogni ruga del viso mostri le sofferenze degli anni della prigionia; l'altra è magnifica in un canto straziante tutto in primo piano. Due prove eccezionali per un film potente, d'impatto che nonostante non [...] Vai alla recensione »

martedì 19 febbraio 2013
az123bcd

il musical più bello e ben interpretato.un cast eccezionale e una sensazione di coinvolgimento emotivo continua. lacrime,stupore e sofferenza pervadono lo spettatore durante tutto il film. non c'è che dire un capolavoro.

lunedì 18 febbraio 2013
Hanzo San

questo film é pazzesco, non c'é che dire. non conoscevo bene la storia dei miserabili, é stata una piacevole sorpresa. il film é una gioia per gli occhi e per le orecchie. sono riusciti in un impresa davvero difficile, hanno realizzato un vero e proprio "colossal musicale". infatti piú che un vero e proprio musical, sembra di assistere ad un Opera, senza peró i limiti scenografici che un teatro impone. le [...] Vai alla recensione »

martedì 12 febbraio 2013
Miraj

Mentre guardavo e ascoltavo il film, mi sono dimenticata che la trama fosse tratta da un libro francese...Se non per le scene legate alla rivoluzione ed ai colori della bandiera francese, che riportano l'auditorio sul giusto territorio, per il resto è stata una full immersion in atmosfere, costumi, cadenze, caratteri, scenografie, costumi, interfacce completamente inglesi.

giovedì 2 maggio 2013
jacopo b98

 Jean Valjean (Jackman) è un galeotto, condannato a diciannove anni di lavori forzati per aver rubato un pezzo di pane. Quando riesce a fuggire, diventa un uomo onesto, nonché sindaco di una cittadina. Arriva proprio in quella città Javert (Crowe), la guardia carceraria che lo bracca da anni. Intanto la prostituta Fantine (Hathaway) muore dopo aver affidato la figlia Cosette [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 febbraio 2013
archipic

Davvero sorprendente questo musical; non lo conoscevo e sono rimasto stupefatto. Credo che un giudizio sul film (lasciando da parte il giudizio sulla storia: I miserabili è universalmente conosciuta) debba essere scisso in due: da un lato la qualità della produzione puramente cinematografica e dall'altra la qualità della partitura, della musica e delle canzoni che compongono [...] Vai alla recensione »

sabato 14 novembre 2015
Great Steven

LES MISéRABLES (USA, 2013) diretto da TOM HOOPER. Interpretato da HUGH JACKMAN, RUSSELL CROWE, ANNE HATHAWAY, SACHA BARON COHEN, HELENA BONHAM CARTER, AMANDA SEYFRIED, EDDIE REDMAYNE, AARON TVEIT, SAMANTHA BARKS, DANIEL HUTTLESTONE, COLM WILKINSON, KILLIAN DONNELLY, FRA FEE Versione cinematografica dell'omonimo musical a sua volta ispirato al capolavoro indiscutibile di Victor Hugo, [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 settembre 2015
Kyashan

Un solenne recitativo condito da attori che si trasfigurano teatranti, il tutto in una Parigi ottocentesca e rivoluzionaria: ecco questo è "Les miserables" in poche parole. Tuttavia tale semplicistica definizione non rende assolutamente giustizia all'immensità realizzata da Tom Hooper, il quale dopo essersi fatto notare ed apprezzare con "Il discorso del re", [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 febbraio 2013
Regi1991

Capolavoro assoluto del regista Tom Hooper, che dopo l'oscar con "Il discorso del re", si presenta con un musical da brividi! Les Misérables è basato sul romanzo di Victor Hugo, già trasposto a musical ed ora portato sul grande schermo.  Il film racconta la storia di un uomo, Jean Valjean, nella Francia dell'800 oppresssa dalla legge, dove si respira aria [...] Vai alla recensione »

martedì 21 gennaio 2014
Chris98

Un film indimenticabile, seganto da grandi interpretazioni e musiche irchestrate magistralmente per adattarsi all'interpretazione degli attori. La scelta di registrare dal vivo ha dato al film un realismo unico, anche a discapito di performance canore non proprio eccellenti. Tutti si sono accaniti su Russell Crowe e il suo Javert, io non giudico il canto che comunque trovo molto ben fatto e curato, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 febbraio 2017
Filippo Catani

Jean Valjean finisce i lavori forzati dopo 19 anni di reclusione e cercherà di rifarsi una vita ma l'integerrimo ispettore Javert non gli darà tregua. I Miserabili è un'opera meravigliosa che nel corso degli anni si è prestata a numerosissime trasposizioni grazie alla bellezza della storia e alla sua ambientazione e perchè in quest'opera troviamo speranza, [...] Vai alla recensione »

domenica 5 luglio 2015
williamd

Nonostante sia poco più di un neofita nel campo della regia cinematografica non è insensato definire Tom Hooper un regista geniale, che dopo la ragguardevole conduzione di “Il discorso del re” si riconferma emerito con “Les Misérables”, rappresentazione dell’omonimo musical tratto dal celeberrimo romanzo del scritto romantico Victor Hugo.

martedì 30 aprile 2013
gabriella

"Finchè esisterà, per effetto delle leggi e dei costumi, una dannazione sociale che crea artificialmente, in piena civiltà, degli inferni e complica con una fatalità umana il destino che è divino; finchè i tre problemi del secolo, la degradazione dell'uomo per il proletariato, la decadenza della donna per la fame e l'atrofia del fanciullo per l'oscurità, non saranno risolti; finchè, in certe regioni, [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2016
Renato C.

Più che di un music-hall si tratta di un'opera un quanto è cantato al 99%; opera non lirica, ma nemmeno rock come "Jesus Christ superstar". Il romanzo di Victor Hugo non l'avevo mai letto, ricordo molto bene, però lo sceneggiato di Sandro Bolchi con Gastone Moschin e Tino Carraro. Debbo dire che, dopo il primo impatto, questo film va avanti molto bene; gradualmente [...] Vai alla recensione »

martedì 14 giugno 2016
Luca1968

I tanti commenti positivi che ho letto su questo film non fa che confermarmi che il musical da cui è tratto è un assoluto capolavoro. Se infatti tanti spettatori si sono entusiasmati vedendo attori del tutto fuori parte cantare malissimo, non oso immaginare le reazioni se lo vedessero dal vivo a Londra come io ho fatto per ben cinque volte, arrivando ogni volta a piangere di commozione [...] Vai alla recensione »

martedì 12 febbraio 2013
Giampaolo Di Iorio

Dopo varie trasposizioni cinematografiche, tra cui quelle con Depardieu e Neeson, ma anche televisive, Les Misèrables torna al cinema sotto la veste del musical. Il film trova i suoi punti di forza nell’ottima scenografia, nei costumi e nelle interpretazioni attoriali. Una su tutte quella di Anne Hathaway, che nonostante i pochi minuti concessi ci offre un’interpretazione struggente. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 febbraio 2013
Joe M.H.

Les Misérables diretto da Tom Hooper (premio Oscar 2011 per Il discorso del re) è un film che può essere definito 'molto buono' e il giudizio complessivo risulta positivo, ma vi sono evidenti aspetti (e difetti) che è necessario considerare. La trasposizione cinematografica del venticinquenne musical teatrale, a sua volta tratto dall'opera di Victor Hugo, trova [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 febbraio 2013
gabrielebaldin

Che film stupendo che è quato "Les Misérables". Il bravissimo regista de "Il discorso del re" fa nuovamente centro con questo musical/capolavoro diretto magistralmente e scritto altrettanto bene. Le scenografie sono perfette riproducendo in maniera visivamente molto efficacie la Parigi del 1800. Che dire poi degli attori ? Sono strepitosi tutti ! Ottime interpretazioni [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 febbraio 2013
marinabelinda

Dico subito che la mia non puo' essere una recensione obiettiva. Adoro i musical e i film in costume. Ma soprattutto, I Miserabili, e' il mio romanzo preferito. Quindi anche se questo film non fosse il capolavoro che e', avrei comunque detto che siamo di fronte ad un film di rara bellezza. Ma e' davvero un capolavoro. Avra' tutti i difetti che i veri critici hanno trovato o vorranno trovare.

mercoledì 13 febbraio 2013
giorgio47

Chiariamo subito che non è un libro e nemmeno un musical, ma solamente un film basato sul libro di Victor Hugo e con le musiche ed i testi del musical omonimo, insomma un film. Quindi questo è cinema, è un film! Tra l’altro bellissimo! Perché non è il libro? Perché nel libro di Hugo ci sono oltre la storia di Jean Valjean, altre decine di storie collaterali, come quelle dei monasteri o della battaglia [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
il Poeta marylory

  Il Film “I MISERABILI” tratto dal romanzo di Victor Hugo...   Il film è un “Musicol” ambientato nella Parigi del primo Ottocento, imperniato sulla figura Jean Valjean e l'ispettore Javert (redenzione e inferno), e la storia di Cosette. Musica, costumi, e fotografia contribuiscono a tener alta l'attenzione degli spettatori.

lunedì 4 febbraio 2013
exelidin

Una sola cosa da dire: montaggio troppo veloce, persino per un film che dura tre ore. E le traduzioni di brevi dialoghi fra le canzoni in italiano è decisamente riprovevole, ci si perde quella punta di rotondità delle scene che avrebbe dettato il culmine della perfezione. Per il resto, recitazione da brivido, colonna sonora rispettosa ma innovativa se confrontata col musical originario. [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 febbraio 2013
Magi88

Nonostante avessi dei pregiudizi in quanto non amo i musical e dopo i primi venti minuti non esaltanti, questo film - musical mi ha coinvolto sempre di più. Musica stupenda e attori straordinari, in particolare Hugh Jackman e Russel Crowe (ma anche Anne Hathaway e Amanda Seyfred) fanno di questo musical un ottiom film. Sempre più coinvolgente e avvincente (anche grazie al capolavoro [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 gennaio 2013
Matte 77

Un vero e proprio capolavoro... immagini stupende, musica bellissima e ottime recitazioni.. Anne Hathaway, sebbene sia presente solo all'inizio del film, canta "I dreamed a dream" in modo sublime, con una rara espressività che le è valsa il Golden Globe. E' senza dubbio anche da Oscar!

venerdì 1 febbraio 2013
tiamaster

Avendo visto ogni singola pellicola nominata al Oscar per il miglior film del anno, posso affermare che "Les Miserables" è senza dubbio la più meritevole di questo riconoscimento (e di molti altri). Il grande Tom Hopper, dopo averci portato nel Inghilterra del discorso del re, ci trascina in Francia sullo sfondo della rivoluzione e ci regala la trasposizione del celebre romanzo di Victor Hugo, nel [...] Vai alla recensione »

domenica 3 marzo 2013
Roby Stu

Anche se la pellicola dura molto, il tempo trascorso a guardarlo trascorre velocemente e non annoia. Gli attori sono bravissimi.

domenica 3 febbraio 2013
erikaangela.lan

Io adoro già di per sè i musical, vedere e sentire questo film è stata davvero una delizia per la vista e l'udito! E' davvero un arcobaleno di emozioni! E' vero, è TUTTO cantato, ma la storia ti cattura e non ti accorgi che 160 min. son passati! Non posso nascondere che ho pianto diverse volte durante il film. Gli attori, le canzoni, i vestiti, gli scenari, tutto era Perfetto ! Vorrei rivederlo [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
Babis

Una perfetta trasposizione cinematografica del musical: la ricostruzione storica è straodinaria, e gli attori scelti per impersonare i personaggi, sono davvero all'altezza. Come Fantine, con la sua vicenda di prostituta per sfamare la figlia, come Jean Valjean, che deve lottare contro Javert, per riscattarsi nel modo, come Eponime che, per amore, sacrifica la vita.

mercoledì 23 gennaio 2013
Ecoval

domenica 17 febbraio 2013
Lionora

Chiamarlo musical appare riduttivo, siamo di fronte a una vera e propria opera enorme, grandiosa, commovente ed emozionante: un vero capolavoro. Già pare incredibile che si possa uscire eccitati e per nulla annoiati da due ore e mezzo di film, in cui non dicono più di due battute, se in più è tratto da I miserabili la cosa ha davvero dell'incredibile...

giovedì 18 luglio 2013
Rescart

Che negli autori di questo musical ci sia un cedimento a celebrare l'imperialismo Yankee si può intuire se si pensa al titolo della loro seconda opera di successo, Miss Saigon, che trasferisce sulle rive del Mekong la trama della Madama Butterfly di Puccini. In questo caso invece la trama è aderente all'originale ed il contenuto è ben collaudato, in quanto non si tratta solo dell'opera più importante [...] Vai alla recensione »

sabato 2 marzo 2013
OLIVER BARRETT

Se avete due ore e mezza a disposizione, DOVETE correre a vedere Les Misérables!  Il musical replicato ormai da 28 anni a Londra e visto da 65 milioni di persone nel mondo approda finalmente al cinema. Produzione semplicemente grandiosa con un cast stellare e con un audio registrato in presa diretta. Ciò significa che tutti gli attori hanno cantato mentre giravano e non in [...] Vai alla recensione »

domenica 10 febbraio 2013
Greylaw

Una parola: capolavoro. Non amo particolarmente i musical, ma non posso esprimermi che con le migliori parole per questo film, che cattura l'essenza del racconto di Victor Hugo e la ritrasmettte con una potenza raramente vista al cinema. Brividi, emozioni e lacrime. Se vi aspettate l'azione, andate a leggervi prima l'opera originale, almeno capirete che tipo di storia andrete a vedere [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
francesca50

Ho trovato tale film all'inizio molto interessante e giusta la scelta di lasciare il canto degli attori in lingua originale con i sottotitoli,( nonostante che non conosca l'inglese che poco, io ho potuto cogliere le musicalità operistica di tale lingua), ma poi sono andata oltre: via via che il tempo passava sempre più venivo coinvolta.

martedì 5 marzo 2013
i love horror

Solo tre oscar?! Almeno un altro paio poteva benissimo permetterselo. Comunque, il film è nel complesso sensazionale e fantastico: trama, regia, musiche, attori, vestiti, trucco. Le critiche da fare (se ci sono) sono poche e pignole. Poi volevo dire alle persone che commentano negativamente il film perché gli attori cantano che questo film è un MUSICAL! Quindi se non vi piace vedere [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Tra le tante trasposizioni tratte dal romanzo di Hugo, questa versione, adattamento del musical teatrale di successo, è tra le più emozionanti. La storia di redenzione di Jean Valjean è conosciuta; eppure, il premio Oscar Tom Hooper riesce ad inchiodare lo spettatore alla poltrona, ammaliandolo, lasciando il palcoscenico ai suoi ottimi interpreti, eccetto Crowe (dov'è la voce?).

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Victor Hugo in musica. Con un successo, grazie a Alain Boublil e Claude-Michel Schòmberg, che sulle scene di 24 Paesi e in 2l lingue dura da ventotto anni senza accennare a finire. Adesso però è la volta del cinema che, senza canzoni, aveva già affrontato i suoi "Miserabili" dagli anni Trenta ad oggi quasi una decina di volte, non contando le tante versioni televisive.

Vincenzo Cerami
Il Sole-24 Ore

Nella storia del cinema Les Misérables è forse il musical più bello trasportato sullo schermo. Ha un fascino che supera perfino, grazie alla possibilità di creare emozioni anche con i piani riavvicinati degli attori, quello dello spettacolo originale, ancora oggi record di successi dopo 28 anni dal suo debutto londinese. È coinvolgente non solo per il suo contenuto poetico o per la sapienza della regia, [...] Vai alla recensione »

Anthony Lane
The New Yorker

In principio, nel 1862, ci fu il corposo romanzo di Victor Hugo. Più di un secolo dopo arrivò l'adattamento teatrale, con la commedia musicale firmata da Claude-Michel Schönberg e Alain Boublil, che nel 1987 vinse il Tony come miglior musical. Ora, finalmente, la grande saga diventa un film. Il nostro eroe, Jean Valjean (Hugh Jackman), dopo aver scontato una lunga condanna in carcere per furto, cambia [...] Vai alla recensione »

Cristina Piccino
Il Manifesto

È stato un oggetto di culto per decenni, con 60 milioni di spettatori, tradotto in 22 lingue dalla sua prima l'8 ottobre 1985, e ora il musical ispirato al capolavoro di Victor Hugo, scritto da Alain Boublil, musicato da Claude Michel Schönberg, e portato al successo dal produttore Cameron Mackintosh, arriva sullo schermo diretto dal regista di Il discorso del re Tom Hooper.

Paola Casella
Europa

I musical: c'è chi li ama e chi proprio non li sopporta. I miserabili, candidato a otto Oscar, è un regalo per i primi, e parliamo dei puristi del genere teatrale, non di quegli adattamenti cinematografici in cui gli attori recitano e ogni tanto si lanciano in una canzone che commenta o amplifica la trama. I miserabili segue infatti con assoluta fedeltà il libretto di quella che si può definire un'opera [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Religione, società, natura: queste sono le tre battaglie dell'uomo. Lo scriveva Victor Hugo nel 1866 nella prefazione al suo Les travailleurs de la mer, dove è di scena la lotta dell'essere umano contro gli elementi, mentre è evidente che il suo romanzo più famoso, il fluviale I miserabili, è una denuncia del pregiudizio sociale. Condannato ai lavori forzati per aver rubato del pane, il protagonista [...] Vai alla recensione »

Dario Zonta
L'Unità

Leggendo il pressbook di «Les Misérables», poco prima che iniziasse la proiezione per la stampa, abbiamo avuto la sensazione che forse ci siamo persi qualcosa, una in più tra le tante. Ci siamo sentiti, si fa per dire, una minoranza nel leggere che il musical Les Misérables, ispirato al grande romanzo di Victor Hugo, trasposto nel lontano 1980 da Claude-Michel Schonberg e Alain Boublil, poi adattato [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Ricercato dal poliziotto Javert (Russell Crowe) per aver violato la libertà condizionata, Jean Valjean (Hugh Jackman) vive sotto falsa identità in un villaggio di cui è sindaco e benefattore. Mentre cresce, come se fosse sua, la figlia della defunta operaia Fantine (Anne Hathaway) Cosette (Amanda Seyfried), Valjean deve rimettersi in fuga: Javert è di nuovo sulle sue tracce, mentre nelle strade parigine [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Diavolo di un Victor Hugo. Quando nessuno ormai lo leggeva più, i suoi libri rigonfi di passioni sono diventati libretti per musical. E quando quello tratto dai Miserabili è diventato il più visto della storia (60 milioni di spettatori in 21 lingue e 42 paesi), ecco il regista del Discorso del re farne un kolossal, come esige l'opera, in cui tutto è macroscopico, pantografato, esagerato.

Valerio Caprara
Il Mattino

Otto candidature all'Oscar. Lo stesso regista di «Il discorso del re». Un cast di cinestar. Tratto da uno dei musical di maggior successo della storia, dal 1985 in scena per decenni a Londra e Broadway nonché a tutt'oggi rappresentato in 38 paesi e tradotto in 21 lingue. Dati che contano ancora poco rispetto alla fonte, l'ottocentesco e mitico romanzo di Victor Hugo «Les Misérables», vastissima, magmatica [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Nonostante i tre Golden Globe vinti e la mole di nomination al prossimo Oscar (otto), "Les Misérables" di Tom Hooper, lo stesso regista di "Il discorso del re", non è né carne né pesce. Si tratta dell'adattamento - dunque è un film cantato (dalle voci degli attori) e coreografato - di un musical di grande successo da più di trent'anni, autori Claude-Michel Schonberg e Alain Boublil, ispirato al monumentale [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 31 gennaio 2013
Tirza Bonifazi

Preceduti in sala di un giorno dal documentario Ciao Italia e l'horror Cose cattive, arrivano oggi sul grande schermo a chiudere il mese di gennaio il disaster movie che fotografa la vita reale The Impossible, lo sci-fi d'azione Looper, il musical nominato [...]

VIDEO
venerdì 9 novembre 2012
 

Lo spettacolo teatrale di Victor Hugo visto da oltre 60 milioni di persone in 42 paesi e in 21 lingue diverse continua a battere i record ai box-office di tutto il mondo. Sotto la guida di Tom Hooper (regista de Il discorso del re), il cinema ne fa un [...]

winner
miglior attrice non protag.
Premio Oscar
2013
winner
miglior trucco
Premio Oscar
2013
winner
miglior missaggio sonoro
Premio Oscar
2013
winner
miglior sonoro in presa diretta
Premio Oscar
2013
winner
miglior attrice non protag.
Golden Globes
2013
winner
miglior film brillante
Golden Globes
2013
winner
miglior attore in un film brillante
Golden Globes
2013
winner
miglior scenogr.
BAFTA
2013
winner
miglior suono
BAFTA
2013
winner
miglior trucco
BAFTA
2013
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati