•  
  •  
Apri le opzioni

Fanny Ardant

Fanny Ardant è un'attrice francese, regista, sceneggiatrice, è nata il 22 marzo 1949 a Saumur (Francia). Al cinema il 12 gennaio 2023 con il film The Palace. Oggi al cinema con il film I giovani amanti distribuito in 34 sale cinematografiche.
Nel 2020 ha ricevuto il premio come miglior attrice non protagonista al Cesar per il film La belle époque. Dal 1987 al 2020 Fanny Ardant ha vinto 3 premi: Cesar (2020), Nastri d'Argento (1987, 2004). Fanny Ardant ha oggi 73 anni ed è del segno zodiacale Ariete.

La signora della porta accanto

A cura di Vincenzo Bevar

Figlia di un ufficiale di cavalleria, Governatore del Palazzo Grimalfi nel Principato di Monaco, Fanny Ardant trascorre la giovinezza viaggiando in giro per l'Europa. Studia Scienze Politiche nella sezione Relazioni Internazionali, cercando di orientare la sua carriera verso l'attività diplomatica. Solo negli anni '70 Fanny decide di muovere i primi passi verso la carriera di attrice iscrivendosi al corso di Arte Drammatica di Périmony a Parigi. Esordisce quindi con alcune produzioni teatrali e serie televisive (Les dames de la côté di Nina Companeez) per approdare finalmente al cinema nel 1979 con un film di Alais Jessua, L'uomo dei cani.
Intorno agli anni '80 si può datare il vero consolidamento della carriera di attrice, in seguito all'incontro con Francois Truffaut, il quale si innamora di lei e la sceglie come interprete di alcuni dei suoi piu bei film, La signora della porta accanto del 1981 e Finalmente domenica! del 1983. Nel 1981 Fanny Ardant sposa Francois Truffaut, precedendo solo di tre anni la morte del celeberrimo artista francese. Da questo amore nasce una figlia, Josephine Truffaut.
Subito dopo la morte del marito, Fanny interpreta ruoli sempre più ricercati, come L'amour à mort di Alain Resnais o Desiderio di Anna Maria Tatò, entrambi del 1984.
Anche un altro grande regista italiano la nota e la sceglie come interprete per i suoi film: è con Ettore Scola che sarà nel cast de La Famiglia, accanto a Vittorio Gassman e Stefania Sandrelli, e ne La Cena. Nel 1994 Fanny riceve finalmente la sua prima nomination al premio César grazie al film Il colonello Chabert, interpretato accanto a Gérard Depardieu, altro grande amore dell'affascinante attrice francese, conosciuto agli esordi della propria carriera durante le riprese del film di Truffaut La signora della porta accanto.
Con questo film l'attrice riconquista fama e celebrità nei confronti del grande pubblico, arrivando perfino ad Hollywood, dove è chiamata ad interpretare il remake di Sabrina nel 1995, al fianco di Harrison Ford. Allo stesso anno si può datare un'altra collaborazione con un grande regista, Michelangelo Antonioni, per il quale interpreta un ruolo nel film del 1995 Al di là delle nuvole e che nel 1996 le fa conquistare il suo primo César con Di giorno e di notte .
Nel 2001 Franco Zeffirelli le affida il ruolo di Maria Callas nel celebre film Callas Forever, dopo averla ammirata nelle stesse vesti in un musical teatrale del 1997.
Nel 2002, alla maturità della sua carriera, già madre di tre bambine, Lumir, Josephine e la piccola Baladine, Fanny Ardant interpreta un ruolo nel film tutto al femminile 8 donne e un mistero, con Catherine Deneuve, Isabelle Huppert e Emmanuelle Béart. Nel 2007, invece, interpreta il ruolo di Caterina nella pellicola del giovane Vincenzo Marra L'ora di punta.

Prossimi film

Ultimi film

Commedia, (Francia - 2019), 110 min.
Drammatico, (Francia, Belgio - 2017), 95 min.

Focus

INCONTRI
sabato 16 novembre 2019
Claudia Catalli

Camicia bianca, gonna lunga aderente, stivaletti, capelli raccolti e mani tempestate di gioielli Non c'è niente da fare: dal vivo Fanny Ardant mantiene intatto il suo fascino, proprio come sul grande schermo. Lo dimostra per l'ennesima volta nel film di Nicolas Bedos La belle époque, in cui interpreta la grintosa Marianne, che di se stessa dice: «Bevo, vivo, vado avanti», per poi schiaffeggiarsi selvaggiamente e darsi della 'cattiva' quando, in una delle scene più memorabili del film, caccia di casa il marito affaticato dagli anni (un dolente e magnifico Daniel Auteuil)

INCONTRI
giovedì 6 settembre 2007
Tirza Bonifazi Tognazzi

Il film L'opera terza di Vincenzo Marra - in concorso alla Mostra di Venezia - segue la spregiudicata scalata al successo di Filippo Costa (Michele Lastella). Proveniente da una modesta estrazione sociale, il protagonista aspira a fare carriera e viene aiutato da Caterina (Fanny Ardant), una donna tanto avvenente quanto potente che, per amore del suo giovane compagno, gli apre le porte del mondo dell'alta finanza

News

Un racconto pieno di speranza verso le possibilità insperate che la vita può offrire a qualunque...
Un racconto pieno di speranza verso le possibilità insperate che la vita può offrire a qualunque...
L'attrice è la splendida Marianne de La belle époque, sorprendente commedia romantica (e nostalgica) di Nicolas Bedos....
Personaggi dello spettacolo, del cinema, del giornalismo. Tutti entusiasti della commedia con Daniel Auteuil, Fanny...
Chi guarda non può che rimanere sedotto da ciò che vede: un protagonista, i suoi tormenti e il ricordo...
C'è qualcosa di fantastico nella sintonia che Daniel Auteil e Doria Tiller riescono a costruire, la tensione delle...
Un cast di stelle per una commedia elegante e nostalgica, capace di far ridere ed emozionare il pubblico di ogni età....
Letitia Casta ha sfilato ieri per il film di Tsai Ming-Liang.
Fischi di dissenso per il terzo film italiano in concorso a Venezia.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati