L'ora di punta

Acquista su Ibs.it   Dvd L'ora di punta  
Un film di Vincenzo Marra. Con Fanny Ardant, Michele Lastella, Giulia Bevilacqua, Augusto Zucchi, Antonio Gerardi.
continua»
Drammatico, durata 90 min. - Italia 2007. - 01 Distribution uscita venerdì 7 settembre 2007. MYMONETRO L'ora di punta * * - - - valutazione media: 2,06 su 27 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
2,06/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * 1/2 - -
Trailer L'ora di punta
Il film: L'ora di punta
Uscita: venerdì 7 settembre 2007
Anno produzione: 2007
   
   
   
Con l'aiuto della navigata Caterina, un giovane agente della GdF si fa strada senza scrupoli nell'alta società.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Vincenzo Marra racconta gli scandali italiani assumendo uno stile da sceneggiato televisivo di bassa qualità
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Filippo Costa è un agente della Guardia di Finanza fermamente intenzionato a fare carriera nell'Arma. È ligio agli ordini ma anche pronto, quando accade, a incassare mazzette riscrivendo verbali di accertamento. Finché il suo comandante, anch'egli corruttibile, lo scopre. Pur conservando con i colleghi buoni rapporti, Costa decide di fare il balzo in avanti. Costituisce una società che entra nel giro degli affari sicuramente non trasparenti. In questo viene aiutato da Catherine che è più matura di lui ma anche più innamorata.
Se per caso in passato avete amato il Marra di Tornando a casa o quello di Vento di terra non potrete provare altro che un grande delusione. Il regista capace di raccontare con uno stile molto personale le vicende dei 'vinti' non c'è più o, perlomeno, è andato in ferie. C'è ora un regista che pretende di raccontare gli scandali italiani (e Dio sa quanti ce ne sono) assumendo uno stile da sceneggiato televisivo di bassa qualità. Forse proprio qui sta il problema: oggi le serie e miniserie televisive hanno anche una qualità elevata dovuta spesso all'attenzione con cui sono scritte le sceneggiature. Marra invece si scrive il film da solo e, dopo un avvio accettabile nella descrizione del rampantismo di un finanziere che parte dal basso, si sente in dovere di inserire colpi di scena decisamente improbabili (ivi compreso un grave reato da querela per diffamazione da parte della GdF) e un doppio rapporto amoroso tanto prevedibile quanto involontariamente comico nei suoi sviluppi melodrammatici.
Se si pensa a quanto Tarantino ha detto sul nostro cinema, stilandone quasi un atto di morte, e si guarda a questo e agli altri film italiani (Nessuna qualità agli eroi e Il dolce e l'amaro) presentati in Concorso a Venezia 64 verrebbe quasi da dargli ragione. Avrebbero dovuto rappresentare il 'nuovo' e sono invece la riprova di un cinema che marcia sul posto. Non vogliamo però essere del tutto pessimisti e ripeteremo con il titolo di un film di Felice Farina del lontano 1987:Sembra morto ma è solo svenuto.

Premi e nomination L'ora di punta MYmovies
il MORANDINI
Incassi L'ora di punta
Primo Weekend Italia: € 60.000
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
69%
No
31%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Film garbato e privo di facili moralismi.

lunedì 10 settembre 2007 di muriel

Il film è scarno, essenziale, chiaro, con poche concessioni alla retorica,quotidiano ai limiti della nudità. Lastella ha una faccia di gomma,su cui compare un'unica espressione, quella della tensione controllata e del pensiero ambizioso che fagocita ogni altro sentimento possibile. I compromessi per la scalata al potere appaiono come inevitabile routine per il raggiungimento dell'obiettivo, quindi nulla di più che doverose noie con cui fare i conti. Non c'è grande partecipazione emotiva agli scandalosi continua »

* - - - -

L'italia del malaffare (e del cattivo cinema)

martedì 11 settembre 2007 di Marina V.

Effettivamente le fiction televisive stanno producendo uno strano fenomeno di contaminazione su certo cinema italiano, livellandolo verso il basso ed appiattendo i contenuti. Se il regista Vincenzo Marra aveva dato finora buone prove, manca totalmente il bersaglio in quest'ultima opera, e ci si meraviglia che il film sia stato selezionato per Venezia. La storia: Filippo è un giovane di umili origini, dai molti appetiti e dalla divorante ambizione, che lavora per la GdF. Non tarderà a scoprire che continua »

* - - - -

I furbetti del quartierino

venerdì 2 gennaio 2009 di Gianluca Stanzani

Filippo Costa (Michele Lastella) è un giovane agente della Guardia di Finanza, desideroso di fare carriera nel corpo. Determinato nel compiacere il proprio capitano anche a costo di danneggiare i colleghi, spingerà la propria ossessione d'ambizione a tal punto da tradire quei valori morali in cui il padre, anch'egli finanziere, tenacemente credeva. Accettando tangenti e approfittando della propria posizione privilegiata di ufficiale al servizio dello stato, incontrerà Catherine (Fanny Ardant), ricca continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film L'ora di punta adesso. »
Shop

DVD | L'ora di punta

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 2 aprile 2008

Cover Dvd L'ora di punta A partire da mercoledì 2 aprile 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'ora di punta di Vincenzo Marra con Fanny Ardant, Michele Lastella, Giulia Bevilacqua, Augusto Zucchi. Distribuito da 01 Distribution. Su internet L'ora di punta è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 7,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film L'ora di punta

INTERVISTE | Fischi di dissenso per il terzo film italiano in concorso a Venezia.

L'ascesa immorale di un giovane arrivista

giovedì 6 settembre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

L'ora di punta: l'ascesa immorale di un giovane arrivista L'opera terza di Vincenzo Marra - in concorso alla Mostra di Venezia - segue la spregiudicata scalata al successo di Filippo Costa (Michele Lastella). Proveniente da una modesta estrazione sociale, il protagonista aspira a fare carriera e viene aiutato da Caterina (Fanny Ardant), una donna tanto avvenente quanto potente che, per amore del suo giovane compagno, gli apre le porte del mondo dell'alta finanza. Le regole ciniche dell'ambiente porteranno Filippo ad abbandonare ogni residuo di remora umana e morale.

Nel film di Marra una sfilacciata storia di corruzione

di Francesco Bolzoni Avvenire

Niente di nuovo nel cinema italiano. Siamo lontani da quella rinascita auspicata dai critici delle vecchie generazioni. Spira sui nostri film un'aria umida, sonnacchiosa. Va a vedere che il migliore rappresentante della produzione nostrana vista a Venezia era il fuori concorso La ragazza del lago di Andrea Molaioli che, nel suo andamento da giallo bene intrecciato, catturava la curiosità dello spettatore. Il quale, davanti a un tema forte come quello proposto in L'ora di punta (terzo film italiano in concorso), si tira indietro. »

«L'ora di punta» del marchio Rai

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

A proposito dello stato di salute del cinema italiano. Non guardate dalla parte degli autori, dei registi, degli attori, dei direttori della fotografia o dei produttori indipendenti. Concentratevi su chi ha i soldi e decide quale film finanziare e a quale gusto, standard, contenuto deve attenersi. Sulla Rai, per esempio. L'ora di punta è la prova dell'opera di distruzione di cervelli perseguita dalla tv pubblica (finanziatrice del film), che ha riempito il piccolo schermo di sottoprodotti e premiato per anni funzionari addetti alla censura politico/creativa. »

Corruzione e falsità di un'Italia già vista

di Gaetano Vallini L'Osservatore romano

Presentato in concorso a Venezia ma ignorato dalla giuria, al pari degli altri due film italiani in gara, L'ora di punta, di Vincenzo Marra, è effettivamente un film che non convince. Sarà per la storia, non proprio originale, sarà per il ritmo del racconto, troppo lento, ma lo spettatore resta sospeso nel mezzo di una narrazione che pure avrebbe qualche spunto interessante, ma che finisce per cedere a canoni più vicini al racconto televisivo che cinematografico. La storia è incentrata su un ufficiale della Guardia di finanza, Filippo Costa, di umili origini ma ambizioso e cinico. »

Il cinema italiano non commuove è solo bella fiction senz'anima

di Natalia Aspesi La Repubblica

Forse è la prima volta che in un nostro film si vedono due agenti e un comandante della Guardia di finanza, con la bella divisa verdolina e i gradi dorati, usare il loro potere d'indagine per ricattare e pretendere mazzette. Il regista di L'ora di punta, Vincenzo Marra dice che non ha avuto dubbi: «Il cinema americano non ha problemi a mostrare quelle valigette piene di dollari che passano dai criminali alla polizia corrotta anche ai più alti livelli. Ed è cronaca italiana che ovunque ci sono mele marce». »

L'ora di punta | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Video
1|
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 7 settembre 2007
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità