•  
  •  
Apri le opzioni

Claudio Bisio

Claudio Bisio è un attore italiano, scrittore, sceneggiatore, è nato il 19 marzo 1957 a Novi Ligure (Italia). Claudio Bisio ha oggi 65 anni ed è del segno zodiacale Pesci.

La cintura nera della comicità

A cura di Fabio Secchi Frau

Non è un comico, è un attore. Non è un film, non è un palco: è una vita. Colui di cui parliamo non è un attore relegato nei soliti generi, ma un interprete che ha speso tutta la sua vita a creare qualcosa di contaminato fra teatro, cinema, musica e televisione. Da ragazzo era un combattente appassionato, oggi è uno dei capolavori del nostro cinema, uno dei più grandi attori della settima arte italiana che, però, sembra volerlo relegare in una facile catalogazione (ahinoi)! Eppure nei suoi occhi si nasconde la magia della bellezza e dell'emozione, nella sua voce dura e intensa si cela quel magnifico filo rosso che lo fa correre e saltare dal palco al set, unendoli in un unico piano. Diversi personaggi, diverse storie ma, sempre, l'intreccio tra ironia recitativa e passione civile. La base grazie alla quale ha costituito il senso della sua vita. Claudio Bisio è un uomo che ama l'esistenza (non soffre della sindrome del pagliaccio triste, grazie a Dio). Gli piace la libertà, quella di tutti, quella per la quale da ragazzo aveva scelto di difendere nelle contestazioni del '68 e alla quale ancora oggi rende omaggio.

Un'esplosione di comicità fin dalla nascita
La vita di Claudio Bisio comincia già con il piede sbagliato, per difficoltà nel parto, nasce con il cordone ombelicale attorno al collo che rischia di strangolarlo (motivo che lo spingerà a non usare cravatte né colletti abbottonati, come ammette ironicamente lui stesso). Trascorre i primi mesi di vita nel paese piemontese di Novi Ligure, poi la sua famiglia si trasferisce a Milano dove, con l'arrivo del '68 e delle contestazioni giovanili, lascia lo studio in arti figurative per dedicarsi alla politica. Cintura marrone di arti marziali, quando sta preparando l'esame per cintura nera, arriva il servizio militare obbligatorio che lo condurrà a Macomer, in Sardegna. Con il rientro a Milano, prende la decisione di girare il mondo e finalmente trova la sua strada: il teatro. Senza grandi aspettative prepara la prova d'esame per l'ammissione alla civica scuola del Piccolo teatro di Milano, portando un brano tratto da "Look back in anger" di John Osborne e cantando al pianoforte "Vedrai vedrai" di Luigi Tenco. Le sue performances raggiungono i risultati sperati e viene ammesso. Così, negli anni a venire, affronterà Brecht, Pirandello, Feydeau, Shakespeare, Dostojevski, ma soprattutto il musical trasgressivo "The Rocky Horror Picture Show".

Il Bisio sconosciuto degli esordi teatrali
La sua attività teatrale proseguirà con "Amor giovane, amor vecchio", "Antigone" di Sofocle, "La mosca", poi entra nel Teatro dell'Elfo a opera del regista Gabriele Salvatores (che lo aveva notato in una replica del "Rocky Horror") che gli affiderà anche una parte nel cinematografico Sogno di una notte d'estate (1983) da lui diretta, con la partecipazione di Flavio Bucci, Erika Blanc, Luca Barbareschi, Alessandro Haber e la cantante Gianna Nannini. Dal loro sodalizio artistico nasce una profonda amicizia che li condurrà a lavorare gomito a gomito sul palcoscenico ne "Nemico di classe", "Amanti", "Comedians", "Ubu re" e "Cid", ma che lo indurrà a spingersi nei primi approcci alla macchina da presa con i cortometraggi "Film Fetore", "Beneath the death" e "Incubi catodici". Si dà perfino al cabaret (genere teatrale di cui diverrà presto re), in coppia con l'attore Antonio Catania al mitico Derby Club, tempio e fucina di tutti i talenti comici italiani.

Risi, Monicelli e Bertolucci per cominciare
A metà degli anni Ottanta, la sua carriera si intreccia alternativamente fra palco e set. Nel primo, con la collaborazione dei drammaturghi Edoardo Erba e Roberto Traverso, mette in scena "Black out", "Un cm ogni 80 battiti" e "Favola calda", e la visibilità acquistata spingerà il premio Nobel Dario Fo a proporgli la partecipazione in una riedizione de "Morte accidentale di un anarchico", nonché a diventare il vero e proprio padrone di casa in un altro storico locale del cabaret italiano, lo Zelig. Mentre nel secondo, si metterà in luce diretto da Dino Risi ne Scemo di guerra (1985), Mario Monicelli ne I picari (1987), Strana la vita (1987) e I cammelli (1988) entrambi di Giuseppe Bertolucci. Cinematograficamente, sarà così compagno di set dei grandi nomi della commedia: Bernard Blier, Beppe Grillo, Monica Guerritore, Diego Abatantuono, Lina Sastri, Amanda Sandrelli, Massimo Venturiello, Paolo Rossi, Sabina Guzzanti, Ugo Conti e come non citare i pilastri Manfredi, Montesano, Giannini, Gassman e il collega e amico Hendel?

Il lungo sodalizio con Salvatores
La sua carriera filmica avanza diretta da Salvatores nelle pellicole Kamikazen - Ultima notte a Milano (1987) e Turné (1990), mentre a teatro porta "Café Procope", "Faust" e dall'incontro con Rocco Tanica, "Guglielma" e "Aspettando Godo". La conquista del tubo catodico è invece più lenta. Fra il 1988 e il 1990 partecipa al programma "Una notte all'Odeon" e poi entra nel cast della serie televisiva "Zanzibar", plurireplicata. Appare anche nel videoclip "Megu megun" di Fabrizio De Andrè e canta lui stesso la canzone "Rapput" nel 1991.
Mediterraneo (1991), Puerto Escondido (1992) e Sud (1993) sono i primi film (tutti con la regia di Salvatores) dei ruggenti anni Novanta, seppur continua a furoreggiare in teatro ("Le nuove mirabolanti avventure di Walter Ego", "Tersa Repubblica", "Gritistizz" e "Random") e in televisione ("Cielito lindo" e "Striscia la notizia"). Dimostra di essere anche un ottimo scrittore comico firmando "Romanzo d'appendicite", "La toga di Sara", "Quella vacca di Nonna Papera" e "Prima comunella poi comunismo", collaborando fra l'altro con Smemoranda.
Testimonial della Mayò, dell'Eni, Seat Pagine gialle, torna al cinema diretto per l'ennesima volta dall'amico Salvatores nel fantascientifico Nirvana (1996), ma anche da Rosi (La tregua, 1997) e Grimaldi (Asini, 1997, del quale è anche sceneggiatore). Non abbandona né il teatro né la televisione. Anzi, dall'incontro con l'autore Daniel Pennac nascerà "Monsieur Malaussène", mentre per le Reti Mediaset sarà il conduttore de "Facciamo cabaret", "Mai dire gol", "Teatro 18", "Le iene show", ma principalmente dell'edizione televisiva di "Zelig", che poi si protrarrà nelle costole "Zelig Off" e "Zelig Circus", accanto a Michelle Hunziker e Vanessa Incontrada.
Con il Duemila è ancora sul palco con "La buona novella", "Appunti di viaggio", "I bambini sono di sinistra", "Grazie" e "Coèsi se vi pare", spettacolo a cavallo fra musica e cabaret scritto in collaborazione con la band Elio e le Storie Tese. Al cinema, viene affiancato da Stefania Rocca e il premio Oscar Ernest Borgnine nel noir La cura del gorilla (2005) di Carlo A. Sigon e da Christian De Sica e Fabio De Luigi nel cinepanettone Natale a New York (2006) di Neri Parenti, mentre i più piccoli potranno riconoscere la sua voce come doppiatore nei film d'animazione: Atlantis (2001) L'era glaciale (2002) e il suo sequel, e il politicamente scorretto Terkel (2006).

La commedia in tutte le salse
Il tornado Bisio non si placa: il 2007 è l'anno di due ottime pellicole, prima Amore, bugie e calcetto di Luca Lucini, poi Manuale d'amore 2 (capitoli successivi) in cui Bisio è il dj-narratore che ci introduce all'amore secondo Veronesi, nel nuovo appuntamento con il suo manuale. Dopo la parentesi televisiva nella fiction Mediaset Due imbroglioni e mezzo, accanto alla vecchia amica Sabrina Ferilli, lo ritroviamo agli inizi del 2008 in Si può fare di Giulio Manfredonia, nei panni di un sindacalista infervorato che, gestendo un'associazione di malati di mente, sceglie di reinventare per loro una nuova esistenza. Abbandonando per un attimo un cinema italiano coraggioso come quello di Manfredonia, torna alla commedia all'italiana ne I mostri oggi, dove ritrova due ottimi compagni di set come Diego Abatantuono e Sabrina Ferilli, mostrando in sedici episodi le ipocrisie dell'Italia di oggi, come avevano fatto precedentemente grandi registi come Risi, Monicelli e Scola nei due precedenti episodi "mostruosi". La sua predilezione per i film corali e le storie a puntate viene confermata anche con le commedie dirette da Fausto Brizzi: Ex (2009), Maschi contro Femmine (2010) e Femmine contro Maschi (2011). Nel frattempo Bisio prende parte al fortunatissimo Benvenuti al Sud (2010), remake del francese Giù al Nord diretto da Luca Miniero. L'anno successivo è tra i protagonisti della commedia Bar Sport, di Massimo Martelli e dopo il sequel Benvenuti al Nord - e molte esperienze di doppiaggio di film d'animazione - lo troviamo nella commedia di Riccardo Milani con Kasia Smutniak Benvenuto Presidente!. Inoltre partecipa al film di Natale 2013 di Fausto Brizzi Indovina chi viene a Natale? ed è protagonista della commedia nera di Francesco Patierno La gente che sta bene. Nel 2015 lavora con Alessandro Genovesi come protagonista della commedia Ma che bella sorpresa e l'anno dopo è protagonista di Non c'è più religione di Luca Miniero. Tra le più recenti interpretazioni troviamo il film di Fausto Brizzi Se mi vuoi bene e Bentornato Presidente!. Nel 2020 è diretto ancora una volta da Luca Miniero in Cops - Una banda di poliziotti.

Vita privata
Sposato alla press agent Sandra Bonzi, dalla quale ha due figlie, Claudio Bisio è un esploratore del campo artistico a tutto tondo (appassionato com'è di musica e di arte), innamoratissimo del suo mestiere e un vero e proprio orgoglio per il teatro e il cinema italiano. Poco importa se è ancora cintura marrone di arti marziali, il pubblico e la critica gli hanno conferito già da tempo quella nera per la comicità.

Ultimi film

Focus

INCONTRI
domenica 8 luglio 2012
Nicoletta Dose

Manny cambia voce, arriva il nuovo personaggio di Capitan Sbudella e si riconfermano la simpatia di Sid e la sensibilità di Diego. Un mammuth, un bradipo e una tigre in lotta contro la deriva dei continenti (causata dallo sfortunato Scrat) e uno scimmione che fa il pirata in mare aperto. A Lipari, in occasione dell’annuale convention della 20th Century Fox, è stato presentato in anteprima nazionale L’era glaciale 4 in 3D

INCONTRI
venerdì 28 gennaio 2011
Marianna Cappi

Eravamo state avvertite, ma non siamo state salvate. Dopo aver messo alla berlina i maschi, il team Brizzi-Martani-Bruno-Pulsatilla mette in luce difetti e principali errori delle femmine, tacciate di essere manipolatrici e accusatrici per partito preso. Il secondo capitolo del dittico, Femmine contro Maschi, esce in sala con il logo Medusa, anche e soprattutto perché vede protagonista di una delle tre storie principali il duo comico Ficarra e Picone, che a Medusa è legato da un rapporto di esclusiva

INCONTRI
lunedì 27 settembre 2010
Edoardo Becattini

Giù dal Nord Come il mondo ha due emisferi, ogni singolo paese ha (almeno) un Nord e un Sud. Nelle sue piccole dimensioni, lo stivale italiano riesce a fare anche di meglio in quanto a divisioni interne, ma, nelle linee sia storiche che culturali, si può dire che la differenziazione sia ormai da lungo tempo la stessa: l'operoso, frenetico e nebbioso Nord, contro il solare, rilassato e sanguigno Sud

TELEVISIONE
giovedì 25 febbraio 2010
Alessandra Giannelli

Bonnie e Clyde all'italiana Da venerdì 26 febbraio, in prima serata per Canale 5, con Due imbroglioni e... mezzo! tornano le divertenti avventure di Gina (Sabrina Ferilli) e Lello (Claudio Bisio): i Bonnie e Clyde de noantri, affiancati dal piccolo Nino (Gianluca Grecchi, il Carlo Ferrucci di Raccontami). Non una fiction, ma 4 film (100 minuti ciascuno), a detta del Direttore Fiction Mediaset Giancarlo Scheri, prodotti da Fulvio e Paola Lucisano (padre e figlia) per I

News

Regia di Rolando Ravello. Una serie con Claudio Bisio, Marta Gastini, Lana Vlady, Caterina Shulha, Valerio Morigi. Dal 26...
Paolo Genovese presenta insieme ai protagonisti e al regista Rolando Ravello la serie in otto episodi tratta dal suo...
Claudio Bisio guida una squadra di talenti comici diversi ma dal background ugualmente solidissimo nella nuova commedia...
«Abbiamo creato una sinfonia - e a volte anche una cacofonia - davvero irresistibile». Autori e protagonisti...
C'è una cittadina in cui il crimine non paga, anzi... non esiste. Così, ai poliziotti del posto non...
Regia di Luca Miniero. Un film con Stefania Rocca, Pietro Sermonti, Claudio Bisio, Giulia Bevilacqua, Giovanni Esposito....
Regia di Fausto Brizzi. Un film con Claudio Bisio, Sergio Rubini, Flavio Insinna, Lucia Ocone, Nancy Brilli. Da...
In prima visione su TIMVISION un sequel che ironizza con garbo sulla situazione politica italiana.
Nella scelta del Cinema di Sky, un film che analizza con ironia l'inadeguatezza di chi è chiamato a gestire la cosa...
Il Peppino Garibaldi di Claudio Bisio torna alla politica dopo l'esilarante ascensa in Benvenuto Presidente!. Da giovedì...
Regia di Giancarlo Fontana, Giuseppe Stasi. Un film con Claudio Bisio, Sarah Felberbaum, Pietro Sermonti. Da giovedì 28...
Il presidente Peppino Garibaldi alias Claudio Bisio torna a portare scompiglio nei palazzi della politica.
L'uscita al cinema è prevista per la primavera del 2019, quando il Presidente Peppino Garibaldi tornerà a portare...
L'attore è protagonista del film tratto dall'omonimo best-seller di Michele Serra. Dal 23 novembre al cinema.
Girato alle isole Tremiti, Non c'è più religione è una commedia sull'Italia di oggi. Nel cast anche Angela Finocchiaro.
Politiche del cinema.
Il cinema comico italiano e la politica in Benvenuto Presidente!.
Benvenuti al Nord, Underworld e L'ora nera tra le uscite.
Le foto dell'atteso sequel con Claudio Bisio e Alessandro Siani.
Boldi, Bisio e Lars Von Trier i protagonisti del weekend.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati