Festival dei Popoli produzione francia

Programma dei 19 film francesi presentati alla 58a edizione del Festival dei Popoli. Firenze - 10 / 17 ottobre 2017 . Le recensioni, trame, listini, poster e trailer, ordinabili per: Stelle Uscita Rank Titolo

7 PARDEH
un film di
Sepideh Farsi
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
Documentario - Francia, Afghanistan, 2017. Durata 80 Minuti.
Un film di Sepideh Farsi.  .

Un quadro dell'Afghanistan che punta a raccontare il cuore pulsante di un paese colpito da continui conflitti.

Dell'Afghanistan conosciamo poco: alcuni cliché, la parola talebani, una guerra mai cessata dall'epoca sovietica che sembra aver preso un nuovo corso dal 2001; un paese devastato in uno stato di conflitto permanente e una popolazione profondamente segnata. Con la sua camera, Sepideh Farsi punta a raggiungere il cuore di questo paese, costruendo un mosaico sensibile, soggettivo e privo di giudizio.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
15
domenica
18:30 Firenze
La Compagnia
ALSO KNOWN AS JIHADI
un film di
Eric Baudelaire
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
Documentario - Francia, 2017. Durata 102 Minuti.
Un film di Eric Baudelaire.  .

La storia di un uomo raccontata attraverso i luoghi in cui ha vissuto.

La storia possibile di un uomo, Aziz, raccontata attraverso i luoghi in cui ha vissuto: la clinica dove nacque nel sobborgo parigino di Vitry, il quartiere in cui è cresciuto, le scuole che ha frequentato, i luoghi di lavoro. Poi la partenza verso l'Egitto, la Turchia e la strada verso Aleppo, dove è entrato nelle file del Fronte Nusra. Questo viaggio è raccontato anche attraverso quanto emerge dall'archivio giudiziario: interrogatori di polizia, intercettazioni, relazioni di sorveglianza. Documenti che si intrecciano con immagini e suoni per comporre un film che racconta tanto Aziz quanto i paesaggi architettonici, politici, sociali e giudiziari in cui la sua storia si è dipanata.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
11
mercoledì
18:30 Firenze
La Compagnia
DES MOUTONS ET DES HOMMES
un film di
Karim Sayad
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
La guerra dei montoni. Documentario - Svizzera, Francia, Qatar, 2017. Durata 78 Minuti.
Un film di Karim Sayad.  .

Un universo arcaico e tutto al maschile, nel quale la tenerezza non sembra avere posto, se non negli occhi di chi sogna il proprio avvenire.

Immerso in un paesaggio perennemente inondato dal sole e arso dalla polvere, il film racconta una competizione di origini antiche ancora molto popolare nell'Algeria di oggi: l'organizzazione di combattimenti tra montoni. Attorno a questi incontri, rudi e cruenti, ruota la comunità di appassionati: chi guarda, chi scommette, chi spera di far gareggiare nell'arena il campione in grado di dargli gloria e denaro.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
14
sabato
19:00 Firenze
La Compagnia
Good Luck
CONCORSO INTERNAZIONALE
Il sacrificio e la speranza al tempo della crisi. Documentario - Francia, Germania, 2017. Durata 143 Minuti.
Un film di Ben Russell.  .

Dalle violente e illegali miniere d'oro del Suriname alle caverne minerarie della Lapponia finlandese, il documentario di Ben Russell vuole essere un viscerale ritratto di speranza e sacrificio in un periodo di globali turbolenze economiche.

OTTOBRE
12
giovedì
18:15 Firenze
La Compagnia
Ghost Hunting
CONCORSO INTERNAZIONALE
Un gruppo di ex detenuti palestinesi si racconta. Documentario - Francia, Palestina, Svizzera, Qatar, 2017. Durata 94 Minuti.

Alcuni ex prigionieri palestinesi raccontano le loro esperienze e i trami a cui sono stati sottoposti durante la detenzione in Israele.

Un gruppo di ex prigionieri palestinesi racconta le proprie esperienze nelle carceri israeliane, ciò che hanno vissuto e il modo in cui stanno provando a superare i traumi. Centinaia di migliaia di palestinesi, tuttavia, hanno vissuto e vivono tuttora situazioni simili: qual è l'impatto che queste esperienze avranno sulla società nel lungo periodo?

OTTOBRE
11
mercoledì
21:00 Firenze
La Compagnia
Maman Colonelle
CONCORSO INTERNAZIONALE
Una donna contro i ribelli. Documentario - Congo, Francia, 2017. Durata 90 Minuti.
Un film di Dieudo Hamadi.  .

La storia di un colonnello donna che ha deciso d'istituire il primo corso di difesa personale nella regione del congo con il più alto tasso di stupri mai registrato.

Nella Repubblica Democratica del Congo orientale, lo stupro di massa è una delle armi più utilizzate dai gruppi ribelli senza scrupoli. In questa regione conosciuta come la «capitale mondiale dello stupro», un colonnello di polizia donna, Honorine Munyole, sta aiutando le donne, usando il suo piccolo ufficio per accogliere le looro denunce e ascoltarle. Recentemente, ha ideato un nuovo progetto sorprendente: insegnare alle donne vittime di stupro a difendersi grazie a un corso di box. Al di là del comfort psicologico e morale che vuole dare loro il progetto del colonnello si presenta anzitutto come un atto di resistenza, un modo di combattere ancora la violenza gratuita nonostante tutto.

OTTOBRE
13
venerdì
18:45 Firenze
La Compagnia
Anatomia del Miracolo
CONCORSO INTERNAZIONALE
Il culto per la Madonna dell'Arco, osservato attraverso le vite di alcuni devoti e raccontato con un'estetica 'gomorriana'. Documentario - Francia, Italia, 2017. Durata 83 Minuti.
MYMOVIES.IT 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
Un film di Alessandra Celesia.  Con Fabiana Matarese, Giusy Orbinato, Sue Song. . Distribuzione La Sarraz Pictures.

La Madonna dell'Arco, venerata dal popolo e mito tutto italiano, è al centro del ritratto di un paese in piena sofferenza, incapace di rimarginare le proprie ferite. Recensione ❯

La protagonista è una ragazza in sedia a rotelle che è nata e vive di fronte al santuario di una Vergine con un livido sulla guancia che fa miracoli, la Madonna dell'Arco. Giusy, che il miracolo non lo ha mai ottenuto, è diventata atea, libera di spirito e antropologa esperta in culti mariani. Il film racconta la sua relazione e quella di altri tre personaggi tanto belli quanto diversi - Fabiana una transessuale, Sue, una celebre pianista e Antonino, un uomo che aiuta i ragazzi di strada - con le proprie ferite intime e la loro personale ricerca del "miracolo". Continua »

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
15
domenica
16:45 Firenze
La Compagnia
YVONNES
un film di
Tommaso Perfetti
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
Il desiderio di rivedere una figlia. Documentario - Francia, 2017. Durata 60 Minuti.
Un film di Tommaso Perfetti.  Con Vincenzo Vito Iorio. .

Un uomo dal passato ingombrante vorrebbe riuscire a rivedere la figlia dopo tanti anni di lontananza.

Vincenzo è un uomo che porta nel cuore un mondo perduto: Yvonnes, la figlia che non vede da tanti anni. Forte è il desiderio di ritrovarla. Ma Vincenzo ha ancora intorno a sé la strada, la droga, le amicizie di una vita e, nei ricordi, i segni lasciati dalla prigione. Esiste una condizione perché Vincenzo - anima corpo e pensiero di questo viaggio intimo e universale - possa tornare ad incontrare, dopo tanto tempo, Yvonnes?

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
11
mercoledì
15:00 Firenze
La Compagnia
IL MONDO O NIENTE
un film di
Chiara Caterina
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
Un viaggio nel paradosso della modernità. Documentario - Francia, 2017. Durata 45 Minuti.
Un film di Chiara Caterina.  .

Chiara Caterina intraprende un viaggio in un mondo arcaico, attraversato dalle contraddizioni della modernità: contadini con lo smartphone e macchine misteriose per osservare le stelle.

Chiara Caterina percorre la Basilicata alla ricerca di amarezze e meraviglie, passando dal cielo al mare, dalle grotte ai rivoli di versamenti tossici che si insinuano nelle crepe del terreno, dai richiami dei lupi alla caccia al cinghiale. Si lascia indietro tutto il superfluo, pulisce l'obiettivo della sua macchina da presa dai residui della superficialità per immergersi in dettagli tanto piccoli quanto densi che, accostati gli uni agli altri, compongono un'immagine della Basilicata inedita e ipnotica.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
12
giovedì
17:00 Firenze
La Compagnia
CONVERSATION WITH A CACTUS
un film di
Elise Florenty, Marcel Türkowsky
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
Interazioni con un cactus. Documentario - Francia, Giappone, Germania, 2017. Durata 45 Minuti.

Un cactus, pur presente sulla scena del crimine, non è ancora in grado di rivelare l'identità dell'assassino.

Se una pianta potesse parlare, non la capiremmo. Questa la sfida più grande - parafrasando Wittgenstein e sostituendo piante a leoni - per il dottor Ken Hashimoto che, negli anni '70, provò a studiare la lingua dei cactus. Nessuno dei suoi fantastici esperimenti ottenne risultati accettabili per la scienza.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
13
venerdì
17:00 Firenze
La Compagnia
LES CHANTS DE LA MALADRERIE
un film di
Flavie Pinatel
2017
CONCORSO INTERNAZIONALE
Cortometraggio - Francia, 2017. Durata 26 Minuti.
Un film di Flavie Pinatel.  .

Un modo nuovo di vivere la socialità in un innovativo quartiere popolare parigino oggi in decadenza.

La Maladrerie è un quartiere di case popolari vicino Parigi, progettato a partire da un'utopia. 900 appartamenti, progettati dall'architetto R. Gailhoustet, tutti diversi tra loro, come le persone che li abitano. Oggi sono in decadenza, ma una idea innovativa li ha originati: il posto in cui vivono le persone può influenzare la loro socialità. Così come l'architetto ha voluto vedere le vite degli altri diversamente, anche la regista ha cercato un modo nuovo per raccontare il quartiere e la sua complessità: attraverso i canti che echeggiano tra i palazzi e i parchi, tra gli alberi e gli stagni, tra i graffiti e l'asfalto.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
12
giovedì
16:30 Firenze
La Compagnia
THEATRE 2
un film di
Kazuhiro Soda
2012
IL CINEMA DI KAZUHIRO SODA
Riusciranno le arti teatrali a sopravvivere al XXI secolo?. Documentario - Giappone, USA, Francia, 2012. Durata 170 Minuti.
Un film di Kazuhiro Soda.  .

Riusciranno le arti teatrali a sopravvivere al XXI secolo? Se Theatre 1 offriva un ritratto di Oriza Hirata, Theatre 2 si concentra sul rapporto fra il drammaturgo e il mondo in cui viviamo. Ai fini della sopravvivenza della sua arte e della sua compagnia - impegnata in produzioni non esattamente commerciali - all'interno di una società moderna ad alto tasso capitalistico, quali strategie mette in campo Hirata per resistere?

OTTOBRE
13
venerdì
16:45 Firenze
Spazio Alfieri
Atelier de conversation
ISTITUTO FRANCESE DI FIRENZE
Un luogo di incontro al Centre Pompidou. Documentario - Austria, Francia, Liechtenstein, 2017. Durata 72 Minuti.
Un film di Bernhard Braunstein.  .

L'atelier de conversation è un luogo di speranza i confini sociali e culturali non sono più validi, e persone che altrimenti non entrerebbero mai in contatto si conoscono da vicino.

L'Atelier de conversation della Biblioteca pubblica d'informazione del Centre Pompidou, a Parigi, ospita degli incontri settimanali fra persone provenienti da tutto il mondo, che vengono a fare pratica di francese. Si siedono insieme rifugiati di guerra e uomini d'affari, studenti e vittime di persecuzioni politiche. Nonostante le loro diversità, hanno un obiettivo che li accomuna: imparare la lingua e avere qualcuno con cui parlare durante la loro permanenza all'estero - forse anche soltanto sopravviverci. In questo luogo di speranza i confini sociali e culturali non sono più validi, e persone che altrimenti non entrerebbero mai in contatto si conoscono da vicino.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
13
venerdì
18:30 Firenze
Sala Istituto Francese
Chaque mur est une porte
ISTITUTO FRANCESE DI FIRENZE
Riflessioni sulle aspirazioni. Documentario - Francia, 2017. Durata 58 Minuti.
Un film di Elitza Gueorguieva.  .

Una giornalista pone quesiti filosofici e domande esistenzialiste a lavoratori, studenti, hippy, esperti di scienze politiche, politici locali.

Siamo nel 1989, il muro di Berlino è appena crollato e, nello studio in stile surrealista di un programma della TV di stato bulgara dedicato ai giovani, una giornalista pone quesiti filosofici e domande esistenzialiste a lavoratori, studenti, hippy, esperti di scienze politiche, politici locali: "Alla fine della vita quali aspirazioni sono più importanti, quelle realizzate o quelle cadute nel vuoto?". Quella giornalista è la madre della regista di questo film composto da materiali di repertorio politici e da riflessioni personali.

OTTOBRE
14
sabato
18:30 Firenze
Sala Istituto Francese
Couz
ISTITUTO FRANCESE DI FIRENZE
L'estate a tempo di rap. Documentario - Francia, Germania, 2017. Durata 30 Minuti.
Un film di Rabelle Erian, Camille Tricaud.  .

Il ritratto di un tempo, il tempo dell'estate, libero da impegni e aperto al nuovo.

Che cosa fareste se aveste 17 anni a Marsiglia, la scuola fosse finita e l'estate sembrasse durare un'eternità? Un gruppetto di ragazzi trascorre notte e giorno in compagnia reciproca. Nel frattempo trasformano le loro storie quotidiane in testi rap. Questo film è un ritratto dell'amicizia e del linguaggio, di un gruppo di persone governato dalle proprie regole e dinamiche. Il ritratto di un tempo, il tempo dell'estate, libero da impegni e aperto al nuovo.

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
14
sabato
18:30 Firenze
Sala Istituto Francese
Frere Alain - EA5
ISTITUTO FRANCESE DI FIRENZE
Un omaggio al regista Alain Cavalier. Documentario - Francia, 2017. Durata 66 Minuti.
Un film di Vincent Dieutre.  .

Il regista Vincent Dieutre dedica un documentario all'amico cineasta Alain Cavalier.

"Caro Alain, sono arrivato a Firenze. Girerò questo film su di te, senza di te, e forse è meglio così. A Firenze, le pareti delle chiese hanno familiarità con la rinuncia, l'ascetismo e la santità. Qui terrò una sorta di diario prendendo esempio da te (Alain Cavalier), che lo sai fare così bene. In una parola, ti ammirerò da lontano. E chi lo sa? Avrò una risposta? Solo per me? Fatta di parole e immagini?"

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
15
domenica
17:00 Firenze
Sala Istituto Francese
Le filmeur
ISTITUTO FRANCESE DI FIRENZE
Il video-diario di Alain Cavalier. Documentario - Francia, 2005. Durata 97 Minuti.
Un film di Alain Cavalier.  Con Alain Cavalier, Christian Boltanski, Bernard Crombey, Danielle Bouilhet, Camille de Casabianca, Philippe Daveney, Françoise Widhoff. .

Una sorta di diario che racconta, attraverso le immagini in movimento, l'interiorità del cineasta Alain Cavalier.

"Le prime riprese di questo film sono state realizzate nel 1994, il periodo in cui per tenere un diario ho cominciato a preferire alla penna la macchina da presa. Le più recenti risalgono al 2005. Oltre dieci anni della mia vita sono stati condensati in un centinaio di minuti che scorrono sullo schermo. Alla fine dei conti avevo registrato una massa di nastri, la maggior parte dei quali inutilizzabili, improiettabili o incomprensibili. La difficoltà maggiore è stata selezionare e ordinare il girato in modo tale da identificare e dare significato a ciò che non era dicibile. Quando la macchina da presa è utilizzata come uno strumento di azione dal vivo, il commento non c'è. L'obiettivo non è quello di creare significato, ma vivere la propria vita con la macchina da presa. Forse un giorno rimonterò questo materiale daccapo, per dare forma a una storia diversa, e forse migliore, chi lo sa?".

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
15
domenica
18:30 Firenze
Sala Istituto Francese
Le Vénérable W.
EVENTI SPECIALI
Barbet Schroeder va in Birmania per chiudere la sua trilogia sul Male. Un'atroce storia di odio del nostro tempo, un documento doloroso e importante. Documentario - Francia, Svizzera, 2017. Durata 95 Minuti.
MYMOVIES.IT 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
Un film di Barbet Schroeder.  .

Il racconto di un'istituzione e di come sia dilagante un'islamofobia violenta e distruttiva anche in un paese al 90% buddista, religione basata su pace e tolleranza. Recensione ❯

In Birmania, il "Venerabile W." è un monaco buddista molto influente. L'incontro con questa prestigiosa autorità è una catapulta diretta al centro di un razzismo che è parte integrante della quotidianità. Una matrice d'odio violenta che osserva l'islamofobia trasformarsi in pratica dell'intolleranza e di distruzione. Eppure siamo in un paese dove il 90% della popolazione ha adottato la religione Buddista, fondata su uno stile di vita pacifico, tollerante e non violento. Continua »

OTTOBRE
12
giovedì
21:30 Firenze
La Compagnia
Visages, villages
EVENTI SPECIALI
MYMONETRO: 3,76
CONSIGLIATO SÌ
Un documentario che reinventa il road movie, infilando strade oblique e misurando la Francia contemporanea. Documentario - Francia, 2017. Durata 90 Minuti.
MYMOVIES.IT 3,50
CRITICA 3,79
PUBBLICO 4,00
Un film di JR, Agnès Varda. Da vedere 2017 ❯ Uscita giovedì 15 marzo 2018. Oggi in 1 cinema ❯ distribuzione Cineteca di Bologna.

La regista parte per un viaggio insieme all'artista JR per andare incontro alla vita, a nuovi incontri spontanei o organizzati. Recensione ❯

Film a quattro mani, quattro piedi e quattro occhi, nel corso del viaggio sarà sovente questione di sguardi, Visages, Villages è un documentario che reinventa il road movie, infilando strade oblique e misurando la Francia contemporanea. Visages, Villages è al principio la storia di un incontro tra Agnès Varda, autrice di Cléo, e JR, street photographer tenacemente indipendente che deve la sua reputazione ai collage giganteschi che incolla nel cuore delle metropoli, lontano dai musei di arte contemporanea. Continua »

GUARDA IL TRAILER
OTTOBRE
16
lunedì
20:30 Firenze
La Compagnia
menu
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati