•  
  •  
Apri le opzioni

Bill Murray

Bill Murray (William James Murray) è un attore statunitense, regista, sceneggiatore, è nato il 21 settembre 1950 a Wilmette, Illinois (USA). Oggi al cinema con il film Ghostbusters - Legacy distribuito in 436 sale cinematografiche e The French Dispatch in 273 sale cinematografiche.
Nel 2009 ha ricevuto il premio come miglior attore al Torino Film Festival per il film Get Low. Dal 2004 al 2009 Bill Murray ha vinto 2 premi: Golden Globes (2004), Torino Film Festival (2009). Bill Murray ha oggi 71 anni ed è del segno zodiacale Vergine.

Il comico che amava le donne

A cura di Francesca Pellegrini

Quando ha fatto parte dello svalvolato terzetto dei Ghostbusters - Acchiappafantasmi, è riuscito a sottrarre da grinfie ectoplasmatiche l'affascinante Sigourney Weaver; ma dare la caccia agli spiritelli non faceva proprio al caso suo. Si è dato quindi alla meteorologia, ripercorrendo lo stesso giorno innumerevoli volte in Ricomincio da Capo, solo per conquistare il cuore della bella Andie MacDowell. Poi tutto è cambiato quando, posando il suo sguardo su quello di Scarlett Johansson nella Tokio di Lost in Translation, si è perduto nell' "amore tradotto".

Le origini di un entertainer indisciplinato
Quinto di nove fratelli - Brian, Nancy (suora domenicana), Edward, Andy, John , Joel, Peggy e Laura - William James Murray, meglio conosciuto come Bill Murray, proviene da Wilmette, in Illinois, da una famiglia di cattolici irlandesi: suo padre, Edward, lavora in una falegnameria, mamma Lucille, invece, si occupa dei figli.
Bimbo esuberante e pieno di creatività, Bill fa il diavolo a quatto in classe e il sognatore tra le mura domestiche: i suoi eroi sono l'esploratore Kit Carson e l'avventuriero del Far West, Davy Crockett. A casa il denaro scarseggia ragion per cui, durante il liceo, l'adolescente si improvvisa caddy nei campi da golf. Dopo il diploma alla scuola di gesuiti, Loyola Academy, Murray si iscrive presso la Regis University di Denver per studiare infermieristica ma un piccolo incidente di percorso stronca, sul nascere, la carriera nell'ambito medico: una mattina, all'aeroporto di O'Hare di Chicago, il giovanotto viene trovato in possesso di marjuana. Questa bravata gli è costata l'espulsione dal college.
Così, il ragazzo scapestrato si ritrova a farcire pizze per la Little Caesar's, a fianco di Kerry Simon, oggi famoso Chef.

Il monello si fa le ossa nello spettacolo

La passione per il palcoscenico scorre nel patrimonio genetico dei Murray: è, infatti, su invito dei fratelli maggiori Ed e Brian - entrambi abbastanza noti - che Bill esordisce nello spettacolo, unendosi alla compagnia di Chicago "Second Comedy" nel 1973.
In quegli anni di gavetta, l'attore in erba conosce John Belushi che lo inserisce nel programma radiofonico "The National Lampoon Radio Hour", decretandolo suo pupillo. La coppia di mattatori non ha problemi ad aggiudicarsi, nel 1975, una scrittura nel celebre show comico della NBC, "Saturday Night Live".

La scalata nel cinema
Nel frattempo, si guadagna un cameo non accreditato nella commedia, di Paul Mazursky, Stop a Greenwich Village.
Il 1979 da inizio al fortunato connubio con il regista Ivan Reitman che lo catapulterà dal semi-anonimato cinematografico diPolpette, dove si cimenta nell'organizzatore di un campeggio estivo, alla popolarità stratosferica diGhostbusters - Acchiappafantasmi, in cui si reinventa negli irresistibili panni dello svitato Dr. Venkman, ruolo inizialmente pensato per Belushi che però morì prematuramente.
In seguito, il divo vola a Parigi per frequentare "le" Cinematique.
Tra il 1988/1991, la star conferma ad Hollywood il suo talento comico trascorrendo il Natale all'insegna del cinismo in S.O.S. fantasmi, dandosela a gambe con un sostanzioso gruzzoletto in Scappiamo col malloppo e tormentando con i suoi tic lo psichiatra Richard Dreyfuss in Tutte le manie di Bob.
Successivamente, eccolo intrappolato in un circolo temporale che lo unisce alla reporter Andie MacDowell in Ricomincio dacapo. Poi perde la testa, nonché la fama di gangster, per una pupa come Uma Thurman ne Lo sbirro, il boss e la bionda.

Incidenti di percorso
Nel corso delle riprese de Lo sbirro, il boss e la bionda, Bill ha rotto accidentalmente il naso a De Niro.
Inoltre, è stato morso due volte da una marmotta sul set di Ricomincio da Capo.

I consensi della critica
Nel 2003 Murray tiene compagnia ad una insonne Scarlett Johansson, incarnando palpabilmente le frustrazioni di una celebrità in declino nel piccolo capolavoro di Sofia Coppola, Lost in Translation - L'amore tradotto, performance che gli frutta una nomination agli Oscar e la vittoria ai Golden Globe e ai BAFTA.
Ma la figlioletta del grande Francis Ford non è la sola a regalare al nostro abile mattatore ingaggi di forte intensità: anche Wes Anderson e Jim Jarmusch lo reclutano per vestire le sembianze dei personaggi più complessi, facendogli ottenere critiche entusiastiche.
Per il regista texano, l'attore è il magnate dell'acciaio Herman Blume di Rushmore, nonché il vendicativo oceanografo protagonista de Le avventure acquatiche di Steve Zissou.
Per l'eccentrico cineasta di Akron, invece, Murray interpreta se stesso in Coffee and Cigarettes ed è un playboy con crisi di identità in Broken Flowers.

Le ultime dai set
Tra il 2008/09, Bill si cala nei corrotti costumi del sindaco di Ember - Il Mistero della Città di Luce e si fa dirigere, per la terza volta, da Jarmusch nel criminoso The Limits of Control. Dopo aver doppiato Fantastic Mr. Fox, si lega ancora una volta a Wes Anderson in Moonrise Kingdom e nel film successivo, ancora senza titolo. Nel 2012 è nel cast del film di Roman Coppola A Glimpse Inside the Mind of Charles Swan III e veste i panni di Roosevelt in A Royal Weekend di Roger Michell. Torna poi a lavorare con Wes Anderson in The Grand Budapest Hotel e con George Clooney in The Monuments Men, entrambi presentati alla Berlinale 2014. Nello stesso anno interpreterà Vincent, il vicino indolente e alcolizzato nel bizzarro St. Vincent. Nel 2015 compare nel cast del film Sotto il cielo delle Hawaii e in seguito è protagonista nel film commedia Rock the Kasbah. Dopo le avventure di Ghostbusters di Paul Feig, è possibile apprezzarne le doti comiche nel film natalizio diretto da Sofia Coppola A Very Murray Christmas, in cui interpreta se stesso. La Coppola lo rivorrà anche nel suo On the Rocks (2020), mentre Jim Jarmusch lo rivuole per il suo zombie-movie I morti non muoiono (2019) e Wes Anderson nel suo The French Dispatch (2020).

Vita privata
Nel 1981, convola a nozze con Margaret Kelly, incontrata al "Saturday Night Live", dalla quale avrà due figli: Homer e Like. Dopo tredici anni di matrimonio, la coppia chiederà il divorzio. Nel 1997 sposa la costumista Jennifer Butler. Dal loro amore nascono: Cal, Jackson ,Cooper e Lincoln. Ma anche questa relazione giunge al capolinea il decennio seguente.

Passioni
Adora il baseball ed è un esperto giocatore di golf: ha scritto un'autobiografia intitolata, "Cinderella Story: My Life in Golf".
Ambientalista convinto, Bill stravede per la pallacanestro ed è un ammiratore sfegatato di Michael Jordan. Il musical che preferisce è "Oklahoma!".

Manie da anti-divo
Distante dal divismo tipico del jet-set hollywoodiano, Murray non ha un agente, né un contabile, né un avvocato o un parrucchiere preferito, di solito viaggia senza entourage. Usa solo il cellulare e una casella vocale per controllare le varie proposte.
Nel 2006 in Scozia, l'artista ha stupito la popolazione della cittadina di Saint Andrews aiutando a lavare i piatti dopo un party studentesco.

Altre curiosità
La stella è fondatrice, assieme ai suoi fratelli, della catena di ristorazione "Caddy Shack" situata in Florida a Jacksonville, Myrtle Beach e St. Augustine.
Il 29 luglio 2007 al Toyota Park di Chicago, si è tenuta la seconda edizione del Crossroads Guitar Festival, mega-manifestazione musicale condotta dall'attore e promossa da Eric Clapton per riunire i maggiori chitarristi del mondo allo scopo di raccogliere fondi a favore del Croassroads Centre di Antigua, Caraibi: un centro di riabilitazione a sostegno dei giovani alcolisti e tossicodipendenti.
Parte di Animal House era stata pensata da Murray che però, in seguito a conflitti di pianificazione, fu costretto ad abbandonare il progetto divenuto poi un cult.
È uno dei tre attori statunitensi ad essere candidato agli Academy Awards per un film girato in Giappone. Gli altri due sono Marlon Brando e Red Buttons per Sayonara.

Ultimi film

Azione, (USA - 2021), 124 min.
Commedia, (USA - 2019), 103 min.

Focus

CELEBRITIES
domenica 27 dicembre 2015
Marzia Gandolfi

Attore culto e leggenda urbana, Bill Murray è il muro di gomma ruvida contro cui rimbalza Hollywood. Amarlo appassionatamente negli anni Ottanta era una scelta, un piacere alternativo, il frutto di una lunga osservazione. Poi nel 2003 Sofia Coppola lo serve su un piatto d'argento e in una commedia sommamente chic con le modalità d'impiego. Lost in Translation è quasi un manifesto critico sull'attore, che mette in rilievo le sue competenze comiche e le sue nevrosi consacrandolo divo più cool del firmamento americano

CELEBRITIES
martedì 21 settembre 2010
Tirza Bonifazi Tognazzi

Le avventure terrene di Bill Murray Chi, dopo aver visto Lost In Translation, non si è immaginato un viaggio a Tokyo per perlustrare in lungo e largo i corridoi di un hotel a cinque stelle e bere un bicchiere di whisky a notte fonda nel bar semideserto dell'albergo, magari scambiando quattro chiacchiere con un attore famoso? Magari proprio con Bill Murray? Lui non sarebbe d'accordo. "Un attore di cinema è spesso costretto a passare lunghi periodi lontano dalla famiglia" ha dichiarato

CELEBRITIES
martedì 16 dicembre 2008
Stefano Cocci

È l'attore feticcio di Wes Anderson Ha la faccia di uno zio buono, uno di quelli che a Natale divertono i bambini con i trucchi da mago ma che sembra nascondere, tra le pieghe del viso, una grande tristezza. Bill Murray ha un solido curriculum da comico dell'irreale e dell'irriverente, un battutista incontinente cresciuto alla scuola del Saturday Night Live. Per il Natale 2008 decide di lanciarsi nell'immaginifico mondo fantascientifico di Ember, una sfida inusuale per un attore che ama confrontarsi con l'ironia e giocare su un'alzata di sopracciglia o un angolo della bocca

News

Da Bill Murray a Ron Howard, i primi nomi della manifestazione al via il prossimo 17 ottobre.
Il regista sembra schierare la sua formazione tipo per attraversare l'apocalisse post-mortem con lo stesso atteggiamento...
Il film di Jim Jarmusch con Bill Murray e Adam Driver inaugurerà la 72esima edizione del festival.
Quest'anno a Natale A Very Murray Christmas, una storia magica e intrigante, piena di musica e ospiti famosi. Sofia...
Attore culto e leggenda urbana, Bill Murray si veste di smoking e broncio e torna a recitare per Sofia Coppola in A Very...
Ieri sul red carpet tutto il cast di The Grand Budapest Hotel.
Roosevelt: vizi privati di un grande uomo.
La serata d'apertura con Moonrise Kingdom di Wes Anderson.
L'attore di Lost In Translation compie 60 anni.
Bill Murray ha posto una condizione per tornare.
Nel terzo capitolo ci saranno dei nuovi acchiappafantasmi.
La nostra è l'unica luce in un mondo di tenebre.
Acchiappafantasmi per sostituire Belushi, da allora non si è più fermato.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati