•  
  •  
Apri le opzioni

Roman Polanski

Roman Polanski (Roman Liebling) è un attore francese, regista, produttore, scrittore, sceneggiatore, è nato il 18 agosto 1933 a Parigi (Francia).
Nel 2020 ha ricevuto il premio come miglior regia al Lumiere Awards per il film L'ufficiale e la spia. Dal 1975 al 2020 Roman Polanski ha vinto 10 premi: Cesar (2011, 2014, 2020), European Film Awards (2010), Festival di Venezia (1993), Golden Globes (1975), Lumiere Awards (2020), Premio Oscar (2003). Roman Polanski ha oggi 88 anni ed è del segno zodiacale Leone.

Il lato oscuro del genio

A cura di Francesca Pellegrini

Inquietante, sinistro, tragico, funesto: l'universo di Roman Polanski è stato spesso costellato da eventi nefasti ma lui, tutt'oggi ritenuto uno tra i maggiori cineasti mai esistiti, è riuscito a combinare tutti questi elementi, dando corpo ad opere di inimitabile ricerca espressiva. Pellicole considerate ancora adesso veri e propri pilastri della cinematografia.

Origini europee
Figlio di Ryszard Liebling, polacco di discendenza ebraica e Bula Katz, cattolica di origini russe, Roman viene alla luce nell'agosto 1933, nella città di Parigi. Due anni prima dell'avvento della Seconda Guerra Mondiale, la famiglia Polanski emigra dalla Francia, a causa del crescente antisemitismo che sta incombendo nel paese. Fa così ritorno in Polonia. Giunti a Cracovia, viene però rinchiusa dai nazisti nel ghetto di Varsavia; nel 1941, la madre di Roman, prelevata dalle SS e deportata ad Auschwitz, viene uccisa nel campo di sterminio.
Aiutato dal padre, il piccolo di appena sette anni, riesce a fuggire dalla terribile area di concentramento situata nella capitale polacca. Nonostante le tremende angherie subite da parte dei soldati tedeschi - come quella di divertirsi ad usarlo come bersaglio e a guardarlo saltellare terrorizzato, per evitare i colpi - il bimbo riesce a scappare, rifugiandosi presso famiglie cattoliche.
Tra le premurose cure di due genitori adottivi, Roman può finalmente iniziare una nuova vita: si sviluppa in lui una certa vena artistica, orientata verso il mondo del cinema. Il conflitto è ormai al suo epilogo e il giovane Polanski ritrova il tanto amato padre, sano e salvo. Dopo aver dichiarato al papà la sua predilezione per la settima arte, questo ambizioso ragazzo, nel 1953, ottiene una parte nel primo film che lo vede in veste di attore: Trzy opowiesci.

Un destino segnato
Recita in altre produzioni, conseguendo il suo apprendistato nel '59, alla Scuola d'Arte di Cracovia. Frequenta poi la Lodz Film School a formazione teatrale.
A soli 22 anni debutta dietro la macchina da presa con il cortometraggio Rower: e con i corti arrivano anche le prime premiazioni. Nel settembre 1959 convola a nozze con l'attrice polacca Barbara Lass, dalla quale divorzierà tre anni dopo.
Alle soglie dei trenta, Roman dirige il primo suggestivo lungometraggio: Il Coltello Nell'Acqua che tra i vari riconoscimenti, si guadagna la nomination all'Oscar come Miglior Film Straniero.
Nel 1963 si trasferisce in Inghilterra e realizza due delle sue opere più originali: l'angosciante Repulsion nonché il surreale Cul de Sac.

Carriera in ascesa, tragedia sul fronte sentimentale
E' il 1967 quando Polanski, divenuto a questo punto un regista di fama internazionale, si invaghisce dell'incantevole modella in ascesa Sharon Tate. Ammaliata dal fascino carismatico dell'uomo, la bionda texana acconsente a sposarlo dodici mesi più tardi. Determinato a fare della sua giovane moglie una star, Roman la lancia nella commedia "vampiresca" Per Favore, Non Mordermi Sul Collo. Ma la vita coniugale con il complicato artista, non è tutta rosa e fiori per la dolce venticiquenne: sul set infatti, Roman era solito trattarla in mal modo, e non solo, la Tate era anche costretta a subire i continui tradimenti del marito. In quel periodo tuttavia, Polanski partorisce negli Stati Uniti la sua opera più grandiosa: Rosemary's Baby. Reputato il miglior film horror di tutti i tempi, questo agghiacciante capolavoro dona al suo creatore un successo di proporzioni enormi. La sera del 9 Agosto 1969, mentre il cineasta si trova in Gran Bretanga per girare il dramma Macbeth, un drappello di seguaci del noto killer Charles Manson fanno irruzione nella villa del regista, al 10050 di Cielo Drive, Beverly Hills. Nell'abitazione, Sharon, che sta festeggiando con alcuni amici la sua gravidanza, viene brutalmente uccisa. Gli spietati assassini, oltre alla Tate e quindi alla creatura che porta in grembo, eliminano anche il resto degli invitati.
Poco prima di morire, la donna aveva dato a Roman una copia del libro di Thomas Hardy "Tess of the D'Uberbvilles". Il regista apprese la sconvolgente notizia nel Regno Unito: ci vorranno anni prima che l'uomo si possa riprendere dal terrificante accaduto. La sua Macbeth, è tutt'ora ritenuta "la pellicola che porta sventura".

Premi e successo, lontano dagli States
Nel 1974 trova nuovamente l'ispirazione e dirige Jack Nicholson e Faye Dunaway nel meraviglioso noir Chinatown che gli vale ben undici candidature agli Academy Awards. Il 1 febbraio 1978, dopo aver confessato di aver abusato di una modella tredicenne sotto gli effetti di droghe ed aver ricevuto una condanna da parte di un tribunale americano, Polanski, fugge in Francia. Da allora non ha mai più messo piede negli Stati Uniti. Ciò nonostante il divo, continua a dar vita ad opere di gran classe.
Ancora odore di Oscar tre anni più tardi, ma nessuna statuetta per la Miglior Regia: si tratta del romantico Tess, opera ispiratagli dalla moglie Sharon. Durante le riprese del film, la star, ha una breve relazione con la sensuale protagonista: Nastassja Kinski.
Cittadino francese a tutti gli effetti Roman, predilige registi come Fellini, Orson Welles e Akira Kurosawa. Dopo un'inestimabile carriera, arriva nel 2002 la consacrazione definitiva: il tanto osannato premio Oscar per la direzione dello splendido film Il Pianista. Nel 2005 arriva la trasposizione cinematografica del commovente romanzo di Charles Dickens Oliver Twist, che però non convince del tutto la critica. Nel 2010 gira un giallo ben sceneggiato, che ricorda Hitchcock: L'uomo nell'ombra, con Ewan McGregor e Pierce Brosnan. L'anno successivo esce trionfante dalla mostra del cinema di Venezia, anche senza aver vinto nessun premio. Con Carnage, Polanski confeziona un perfetto dramma da camera, anche grazie a quattro superbi attori: Jodie Foster, Kate Winslet, Christoph Watlz e John C. Reilly. Si dedica poi a un film con soltanto due personaggi: la moglie Emmanuelle Seigner e Mathieu Amalric. Il film, presentato al 66esimo Festival di Cannes, è Venere in pelliccia. Nel 2017 porta invece a Cannes un film interpretato dalla moglie e da Eva Green, Quello che non so di lei.

Vita privata
Attualmente l'illustre cineasta, vive con la moglie Emmanuelle Seigner, sposata il 30 agosto 1989 e con la quale ha due figli: Morgane e Elvis.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2007), 112 min.

Focus

NEWS
lunedì 12 luglio 2010
Marlen Vazzoler

Il regista potrà tornare in Francia Ieri il ministro della giustizia della Svizzera, Eveline Widmer-Schumpf ha dichiarato che il suo ufficio non estraderà Roman Polanski e che il regista potrà lasciare il paese da uomo libero: "Non è stata una decisione sul fatto che il signor Polanski fosse colpevole o meno, ma sul fatto che ci fossero delle prove evidenti che giustificassero un'estradizione"

APPROFONDIMENTI
mercoledì 7 aprile 2010
Edoardo Becattini

Un erede nell'ombra? Di "intrighi internazionali", "congiure degli innocenti" e "psycho" è piena la filmografia di Roman Polanski. D'altronde, per quanto sia fuori da ogni dubbio che sia Alfred Hitchcock il vero iniziatore di un "cinema del sospetto" e di un'architettura della suspense, Polanski si è in più occasioni dimostrato un erede più che degno, soprattutto per quanto riguarda il piacere di farsi avvincente narratore, artista capace di articolare la drammaturgia più attraverso le immagini e le potenzialità tecniche del cinema che contando sulle sole potenzialità dell'attore o della sceneggiatura

NEWS
mercoledì 7 ottobre 2009
Marlen Vazzoler

Martedì è stato stabilito in Svizzera dal ministro della giustizia che il regista Roman Polanski rimarrà in prigione, respingendo così le richieste dei legali che avevano suggerito la liberazione di Polanski, su cauzione o meno. "Continuiamo ad essere dell'opinione che c'è un alto rischio di fuga" ha spiegato il portavoce del ministro Folco Galli. Polanski è stato arrestato il 26 settembre all'aeroporto di Zurigo sotto richiesta delle autorità di Los Angeles che hanno emesso un mandato internazionale sul regista risalente al 2005

NEWS
lunedì 28 settembre 2009
Marlen Vazzoler

In fuga dal 1978 Dopo essere atterrato sabato in Svizzera per il Zurich Film Festival il regista Roman Polanski è stato arrestato dalla polizia, ricercato dalle autorità americane in tutto il mondo dal 2005 per l'accusa di aver avuto sesso con una ragazzina di tredici anni nel 1977. Le autorità svizzere riportano che il loro arresto è avvenuto a causa di un trattato straordinario che lo stato ha con gli Stati Uniti che risale agli anni cinquanta ed è ancora valido

News

Regia di Roman Polanski. Un film con Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Grégory Gadebois,...
Il concorso si arricchisce invece con The Square dello svedese Ruben Östlund. Annunciati nuovi film anche in Un certain...
La sua nomina aveva suscitato nei giorni scorsi un coro di polemiche da parte delle associazioni femministe.
Il regista ha già vinto il riconoscimento 8 volte, l'ultima nel 2014 con Venere in pelliccia. La cerimonia di...
Oggi chiude la kermesse Zulu con Orlando Bloom e Forest Whitaker.
Su MYMOVIESLIVE! il film celebrativo dei 60 anni di Cannes.
Cinema e società nel gioco crudele di Polanski.
A Roman Polanski il César per la miglior regia. Premiati anche Elmosnino e Tarantino.
Le autorità svizzere non estraderanno il regista americano.
Eroi di Hitchcock e Polanski a confronto.
Da Eclipse all'atteso Red con Bruce Willis.
Per le autorità c'è il pericolo che il regista si dia alla fuga.
Il regista potrebbe essere estradato negli Stati Uniti d'America.
Presentato dal direttore Nanni Moretti la nuova edizione del Festival della capitale sabauda.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati