•  
  •  
Apri le opzioni

Primo Reggiani

Primo Reggiani. Data di nascita 5 novembre 1983 a Roma (Italia).
Nel 2009 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al Roma Fiction Fest per il film Raccontami - Capitolo II. Primo Reggiani ha oggi 38 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

Il segreto di un Primo non tanto piatto

A cura di Fabio Secchi Frau

Le sopracciglia nere e folte, lo sguardo penetrante e un viso delicato, ma scarno, dagli zigomi alti, che osserva e squadra una quindicenne spagnola in silenzio. Immobile, cupo e vagamente minaccioso, questo è stato uno dei più graffianti ritratti di Primo Reggiani all'interno del grande schermo. Un film erotico, quello tratto dal romanzo di Melissa P.. Un flop che è stato bacchettato dalla critica, ma che comunque aveva dei pregi nel suo piccolo. Uno di questi era lui e la sua recitazione quasi matematica. Un togliere e un sommare, un moltiplicare e un dividere l'emozione con il pubblico. Merito di una passione che gli scorre dentro come un fiume ed ereditata dal padre, ma non ci spiacerebbe vederlo impegnato in qualcosa di più arduo. Magari un bel thriller all'ultimo respiro che porta la firma di un mentore come Dario Argento (solo alla vecchia maniera però) o di un giovane regista senza respiro come il bravo Alex Infascelli. Tutto pur di farcelo dimenticare in un prodotto scontato e piatto come la serie tv Grandi domani, miseramente schiantatasi a terra! Lì, Primo non era il piatto forte... e si vedeva!

Debutto a 13 anni con Ambra Angiolini
Figlio d'arte (sua madre è Caterina Costantini, ma suo padre è l'attore Aldo Reggiani, noto partner di Loretta Goggi nello sceneggiato di successo del 1968 La freccia nera), comincia a recitare a soli 13 anni, quando Fabrizio De Angelis lo sceglie per apparire in un ruolo di secondo piano nel film tv Favola (1996), che avrebbe dovuto lanciare nella mondo della recitazione la stellina della televisione firmata da Gianni Boncompagni, Ambra Angiolini. Nel film - all'interno del quale recitano anche i grandi Adriana Asti, Enzo Cannavale, Toni Ucci -, Primo Reggiani offre una performance migliore di quella della protagonista, nonostante sia poco meno che un adolescente. L'anno successivo, riesce ad avere il ruolo di Tano "Tanuzzo" Cariddi all'età di 14 anni, nella fiction La piovra 8 - Lo scandalo (1997) di Giacomo Battiato, con Raoul Bova, Luca Zingaretti e Tony Sperandeo.

La carriera nella fiction
Ma facciamo un salto cronologico e andiamo direttamente al 2000, dove ritroviamo Primo impegnato nel suo debutto cinematografico: A Deadly Compromise (2000) di Giovanni Robbiano, con un'altra figlia d'arte, Violante Placido, figlia del più noto attore e regista Michele. Seguiranno una serie di film tv diretti da Sergio Martino - tanto per citarne due Il cielo tra le mani (2000) e L'ultimo rigore (2002) -, poi tantissima altra fiction che, guarda caso, gli farà trovare l'amore nella compagna di set Cristiana Capotondi, con la quale si legherà per diversi anni. Come abbiamo detto precedentemente, il curriculum di Reggiani è intriso di opere per il piccolo schermo: qualche episodio del poliziesco religioso Don Matteo (2001); la non fortunatissima serie Ma il portiere non c'è mai? (2002) di Carlo Corbucci, Rossano Mancini e Giuseppe Moccia con Giampiero Ingrassia, Anna Mazzamauro, Stefano Masciarelli, Cinzia Leone, Corrado Tedeschi; Ics (2003), Diritto di difesa (2004) e il flop curato da Maria De Filippi (e che voleva essere una scopiazzatura atroce dello spagnolo Un paso adelante) Grande domani (2005) di Vincenzo Terraciano con Davide Quatraro e Massimo Tellini.

Melissa P. e altre storie
Al cinema, invece, dopo essere stato accanto a Stefania Sandrelli ne La vita come viene (2003), riesce a porsi sotto l'attenzione del pubblico grazie all'erotico Melissa P. (2005), film di Luca Guadagnino, tratto dal romanzo di successo "Cento colpi di spazzola (prima di andare a dormire)", con Maria Valverde, Marcello Mozzarella, Claudio Santamaria, Geraldine Chaplin, Elio Germano e Alba Rohrwacher. Poi torna nella fiction con Ne parliamo a cena (2008) e la serie tv RAI per famiglie Raccontami (2006-2008) di Tiziana Aristarco e Riccardo Donna con Massimo Ghini, Lunetta Savino, la purtroppo sottovalutata caratterista Mariolina De Fano, Ivano Marescotti, Paolo Sassanelli, Massimiliano "Max" Giusti e Marco Marzocca. Partecipa anche al videoclip della cantante pop Alexia "Guardarti dentro" del 2008 e, purtroppo, la rottura della relazione con la Capotondi e l'inizio di una nuova avventura sentimentale come compagno dell'attrice Martina Stella.

Altri film
Nel 2007 prende parte con Cristiana Capotondi al film sui writers Scrivilo sui muri. L'anno seguente torna a recitare nella fiction di successo Raccontami - Capitolo II mentre nel 2009 è impegnato in due film dalle forte tematiche sociali. Prima è in Polvere, incentrato sull'abuso della cocaina ai giorni d'oggi, e poi in La siciliana ribelle. Nello stesso anno partecipa anche a Feisbum - Il film, pellicola che analizza alla sua maniera il boom del fenomeno dei social network. Nel 2010 torna alla fiction con Ris Roma - Delitti imperfetti. Sempre nel 2010 ha la grande occasione di recitare per Gabriele Muccino in Baciami ancora, sequel de L'ultimo bacio mentre nel 2011 è in Qualche nuvola di Saverio Di Biagio, regista che lo rivorrà anche per La ragazza dei miei sogni. In seguito è tra i protagonisti di Universitari di Federico Moccia. Sarà poi tra i protagonisti del film d'esordio di Roberto Capucci Ovunque tu sarai.

La nuova promessa del cinema italiano
Siamo entusiasti di avere questa piccola stella - che non ha ancora cominciato a brillare come vorremmo - nel nostro star system. Peccato che questo luminare splenda al momento molto di più per una fiction sulla cresta dell'onda, piuttosto che per un cinema che sembra zoppicare un po'. Eppure siamo convinti che questo giovane (non solo anagraficamente, ma di spirito), con quegli occhi, sprigionerà energia pura e colpirà anche gli spettatori più grandi con una maturità cerebrale e professionale di un'ultraquarantenne.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2021), 95 min.
Commedia, (Italia - 2018), 98 min.
Commedia, (Italia, Spagna - 2017), 89 min.
Horror, (Italia - 2014), 82 min.
Commedia, (Italia - 2011), 99 min.

Focus

INCONTRI
giovedì 8 settembre 2011
Giovanni Bogani

C’è tanto cinema italiano, a Venezia. Per esempio, l’esordio di Saverio Di Biagio, Qualche nuvola, presentato ieri nella sezione Controcampo italiano. Siamo a Roma, ma lontano dal Colosseo, dalla Fontana di Trevi, dai turisti. Siamo in una periferia dove tutto sembra lontano. Soprattutto la vita facile e chic. Il protagonista sta per sposarsi: poi, entra nella sua vita una donna così diversa, così elegante, così nuova per lui, da farlo vacillare nel suo amore proprio alla vigilia del “sì”

TELEVISIONE
venerdì 12 novembre 2010
Edoardo Becattini

Appena una settimana fa, Ricky Tognazzi ha portato al Festival di Roma un film tratto da un romanzo di Giancarlo De Cataldo dedicato alla figura paterna: Il padre e lo straniero. Oggi, il regista e attore presenta invece una miniserie in due puntate interamente incentrata sulla figura di una giovane madre coraggio che verso la fine degli anni Cinquanta si sposta dalla Puglia a Torino assieme ai tre figli

News

Un road movie che, tra l'Italia e la Spagna, porta i suoi protagonisti su rotte completamente inaspettate. Dal 6 aprile...
L'interprete dei Ris è a Venezia per Qualche nuvola di Di Biagio.
In sala anche l'iraniano About Elly e commedie d'amore.
Intrattenimento e attualità nella nuova pellicola di Claudio Fragasso.
Dopo una travagliatissima gestazione distributiva, il film sul mondo della cocaina diretto da due esordienti trova il suo...
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati