•  
  •  
Apri le opzioni

Lello Arena

Lello Arena (Raffaello Arena) è un attore italiano, regista, scrittore, sceneggiatore, è nato il 1 novembre 1953 a Napoli (Italia).
Nel 1983 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al David di Donatello per il film Scusate il ritardo. Lello Arena ha oggi 68 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

L'ultimo Pulcinella

A cura di Fabio Secchi Frau

Grande e storico cabarettista, attore teatrale e sporadicamente cinematografico che ha portato nuova linfa vitale alla nuova comicità napoletana, diventandone uno degli esponenti primari insieme a Massimo Troisi ed Enzo De Caro, con i quali ha fondato il gruppo teatrale de La Smorfia, nella seconda metà degli Anni Settanta.

Il cabaret, gli anni della Smorfia e la nuova comicità napoletana
Nato a Napoli il 1 novembre 1953, Lello Arena è attirato fin da giovane verso il mondo dello spettacolo. È infatti nel 1977 che fonda con suoi due amici, Massimo Troisi ed Enzo De Caro, il gruppo comico I Saraceni che poi, via via, maturerà nel trio La Smorfia, portandolo a recitare presso il Teatro Sancarluccio e riscuotendo, da subito, un grande successo di pubblico.
Desiderosi di sfondare oltre i confini regionali, vengono invitati a lavorare presso il cabaret romano La Chanson e da lì si sposteranno in tutta Italia, attraverso varie tournée, portando sulla scena una comicità fatta di sketch surreali, legati sia alla tradizione della vecchia commedia napoletana, sia alla farsa, ma impregnando il tutto di una satira sociale e politica abbastanza affilata. Ed è in questo modo che conquistano il pubblico.

Radio e tv
Ovviamente, tanto successo si traduce in un conseguente invito a lavorare per la radio (partecipano alla trasmissione "Cordialmente insieme") e alla televisione che li consacra definitivamente con programmi come "Non Stop" (1977), "La sberla" (1978) e "Luna Park".

I film con Troisi e il David di Donatello
Quando poi Massimo Troisi deciderà di tentare la strada del cinema, vorrà portarsi dietro l'amico Lello. Il film d'esordio è Ricomincio da tre (1981) e siamo di fronte a uno dei film di più grande successo di Troisi. Ad Arena, spetta il ruolo dell'invadente e fastidioso amico del protagonista. L'accoppiata funziona e si ripete l'esperimento cinematografico con Scusate il ritardo (1983) che, ancora una volta, incontra i favori del pubblico e che premia Arena con un David di Donatello come miglior attore non protagonista per il ruolo di Tonino, nuovamente migliore amico del personaggio interpretato da Troisi, che non riesce proprio a darsi pace dopo essere stato lasciato dalla fidanzata e ne diventa quasi ossessionato maniacalmente.

Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno
A questo punto, sono anche altri registi italiani ad accorgersi di lui. Primo fra tutti, Mario Monicelli che lo inserisce assieme a Ugo Tognazzi, Annabella Schiavone, Maurizio Nichetti e Alberto Sordi in Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno (1984), affidandogli il ruolo del Re longobardo Alboino. La recitazione di Arena è assolutamente impeccabile e fa quasi dimenticare che un sovrano di origine slava disquisisca però con un idioma partenopeo, il tutto volutamente fatto dal grande regista per creare quell'effetto di bizzarria in più che rappresenta un valore aggiunto alla pellicola.

L'esordio registico
Nel 1988, Arena decide di passare alla regia, sperando di seguire le stesse orme di Troisi (e di incontrare magari la stessa fortuna), così dirige Chiari di luna, storia di un ragazzo che, accompagnato da una vecchia zia suora, lascia il suo paese natale per trasferirsi a Napoli in cerca di lavoro. Chiari di luna non è memorabile come Ricomincio da tre e Lello Arena non ha la stoffa del regista come ce l'aveva Troisi. Il film, quindi, non decolla come dovrebbe e l'attore decide di non ripetere l'esperienza dietro la cinepresa.

Ritiro e ritorno alle scene
A questo si aggiunge, disgraziatamente, la morte prematura (per un infarto) dell'amico. Volutamente, Arena si allontanerà dal grande e piccolo schermo, preferendo un periodo di inattività. Solo nel 1995, spinto nuovamente da Monicelli, tornerà a recitare accanto a Philippe Noiret (che era stato, fra l'altro, uno degli ultimi attori a dividere un set cinematografico con Troisi ne Il postino) in Facciamo Paradiso che, però, non ebbe grande successo di pubblico e critica.

La carriera televisiva
Lungo il resto degli Anni Novanta, la carriera di Arena si compone prettamente di partecipazioni televisive, conduzioni e apparizioni in telefilm, se non proprio sitcom in cui è il co-protagonista (Quei due sopra il varano con Enzo Iacchetti). Nel 1997, viene scelto per presentare con Massimo Lopez ed Elenoire Casalegno la quinta edizione di "Scherzi a parte" che riscuote un discreto successo in termini di ascolti.

I film dei Taviani
Solo alla fine degli Anni Novanta, e più esattamente nel 1998, ritornerà ancora una volta sul grande schermo, forse spinto dal suocero Vittorio Taviani che, assieme al fratello Paolo, lo dirigerà nel pirandelliano Tu ridi (1998), cui seguirà il film tv Luisa Sanfelice (2004), sempre dei Taviani (dove interpreterà uno sgherro della Regina Maria Carolina) e Meraviglioso Boccaccio (2014).

Il doppiaggio di Pulcinella
È doveroso citare il doppiaggio di un simpatico e panciuto Pulcinella nel film d'animazione Totò Sapore e la magica storia della pizza, con tanto di momento canoro (la canzone "Pulcinella Cacofonico") in cui Arena dimostra di poter essere ancora una volta all'altezza delle sfide a lui richieste professionalmente.

La serie tv Baciati dall'amore
Seguirà una serie tv della Rai, Baciati dall'amore, di discreto successo, in cui l'attore duetterà come marito di una scontrosissima e pungente Marisa Laurito. Pare che i siparietti comici e gli scambi di battute fra i due fossero la parte più divertente della miniserie.

Un nuovo ritorno nel 2014
Nel 2014, ancora un film al cinema con La scuola più bella del mondo diretto da Luca Miniero, dove dividerà il set con Christian De Sica, Rocco Papaleo e Angela Finocchiaro.

Il lavoro nell'editoria
Pochi ne sono a conoscenza ma, Lello Arena è stato, nel 1993, l'autore del libro "I segreti del sacro papiro del sommo Urz" e anche sceneggiatore di fumetti come "Lupo Alberto" e "Topolino", nonché autore teatrale. Suo, infatti, il testo "Un bel giorno a Santastella..." scritto con Francesco Artibani.

Premi e vita privata
Nel 2009, riceve con grande commozione il premio alla carriera Massimo Troisi. Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, dal 2006, è sposato con Francesca Taviani, figlia di Vittorio Taviani. I due hanno un figlio, Leonardo, nato nel 2003, dopo anni di convivenza.

Ultimi film

Commedia, (Italia - 2018), 90 min.
Noir, (Italia - 2017), 90 min.
Drammatico, (Italia - 1998), 99 min.
Commedia, (Italia - 1995), 115 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati