Advertisement
Film in tv: Classici e Neo-Classici

In contemporanea con la Festa di Roma si scoprono e si riscoprono grandi capolavori.
di Edoardo Becattini

(Ri)visitare il passato

giovedì 18 ottobre 2007 - Televisione

(Ri)visitare il passato
Il senso quasi "retrospettivo" di questa settimana televisiva è già palpabile a partire dalla domenica sera in cui si distingue il particolare Lontano dal paradiso (Studio Universal, 21.00) di Todd Haynes. Con questo film, che precede di cinque anni l'ultimo (pluripremiato a Venezia) Io non sono qui, il regista non crea solo un semplice omaggio-rivisitazione del melodramma anni '50 di cui Douglas Sirk fu capostipite. Haynes infatti sposa la forma di un viraggio al technicolor ai contenuti di un solido dramma familiare intimista dove una moglie ricca ma infelice scopre l'omosessualità del marito e si scopre attratta dal giardiniere di colore, elaborando un acuto saggio filologico sulla cultura benpensante dell'America dei Fifties. È a suo modo una rivisitazione, anche se più vicina all'operazione remake, È già ieri (Rete4, 23.20), versione italiana della commedia americana Ricomincio da capo. Antonio Albanese riprende il cinico anchorman, interpretato nell'originale da Bill Murray, costretto a rivivere come una maledizione sempre la stessa tediosa giornata di lavorazione per un servizio sulla filiazione delle cicogne delle Canarie. In contemporanea con l'incontro-celebrazione offerto dalla Festa del Cinema di Roma al ritrovato maestro Francis Ford Coppola, da segnalare la presenza in televisione di uno dei suoi più straordinari film: La conversazione (Raisat Cinema, 23.05). Palma d'Oro a Cannes nel 1974 e incredibile anticipatore del caso Watergate e dell'ancora attualissima ossessione per le intercettazioni telefoniche, è un film costruito prima sui suoni che sulle immagini e si avvale di un'ottima interpretazione di Gene Hackman e di un giovane Harrison Ford. La serata del lunedì comincia invece con un classico della commedia all'italiana firmato da uno dei suoi più fini maestri, Mario Monicelli. La ragazza con la pistola (La7, 21.00) è la storia di una siciliana (Monica Vitti) che, abbandonata dal fidanzato con cui meditava una fuga d'amore, giunge a Londra armata e con brama di vendetta per riscattare il disonore subito. La vita di Ray Charles in tutti i suoi drammatici, ma anche ambigui e controversi, aspetti è narrata da Taylor Hackford (L'avvocato del diavolo; Ufficiale e gentiluomo) attraverso l'eccezionale prova d'attore di Jamie Foxx in Ray (Rete4, 23.20), film per cui vinse l'Oscar come attore protagonista due anni fa. A notte fonda un altro grande film recuperato dal passato e impreziosito dalla maiuscola recitazione di Al Pacino: in Quel pomeriggio di un giorno da cani (RaiUno, 3.00) Sidney Lumet allestisce con preziosismi stilistici di suspence, umorismo e violenza, la ricostruzione di una rapina avvenuta a Brooklyn nel '72 dalle tragiche conseguenze.

Sequel, prequel o originali?
Il film di punta della prima serata di martedì è sicuramente Le tre sepolture (Sky Mania, 21.00) di Tommy Lee Jones. Nella grande prima prova di regia cinematografica sancita anche da dei riconoscimenti a Cannes, l'attore racconta davanti e dietro la macchina la piccola epopea western di un cowboy che vendica l'amico morto costringendo il suo assassino a viaggiare assieme al cadavere per dargli degna sepoltura. In tarda serata troviamo la possibilità di vedere uno dei più controversi remake dell'epoca post-moderna: quello che il regista Gus Van Sant (Will Hunting; Elephant) instaura con Psycho (Rete4, 23.25), fotocopiando a colori e con nuovi attori il capolavoro di Alfred Hitchcock. Mercoledì spazio invece ai sequel delle moderne saghe cinematografiche: Batman Begins (Italia1, 21.10) è in realtà più un prequel, in quanto Christopher Nolan (Memento; The prestige) propone il racconto della tormentata formazione dell'eroe dei fumetti già straordinariamente portato sullo schermo da Tim Burton. A seguire il secondo episodio di quello che probabilmente è stato il film di maggior successo basato su un videogame, Resident Evil: Apocalypse (Italia1, 24.00). Protagonista del film, così come del primo capitolo e del terzo recentemente uscito al cinema, Milla Jovovich, adeguatamente atletica e allenata per poter sconfiggere la legione di zombi che si trova davanti. A stemperare un poco i toni enfatici o apocalittici della serata, abbiamo quella che forse è la più riuscita commedia agrodolce diretta da Woody Allen: Io e Annie (Cult, 21.00) in cui un comico newyorkese descrive e reinterpreta con ironia e nostalgia fino ai crampi mentali la sua storia d'amore con Annie Hall (Diane Keaton). L'adrenalina degli appassionati dei film d'azione seriali può risalire giovedì sera, con Bruce Willis e Die Hard – Duri a morire (RaiTre, 21.05). Con questo terzo capitolo distante dodici anni dal quarto di imminente uscita, l'agente McClane viene direttamente coinvolto dal terrorista bombarolo Simon (Jeremy Irons) in un gioco che minaccia l'intera New York e che coinvolge l'ignaro tassista Samuel L. Jackson. In notturna troviamo invece uno dei numerosi capolavori realizzati da Billy Wilder nella sua lunga carriera: L'asso nella manica (Rete4, 2.05), saggio sulle ambiguità e l'arrivismo dei media, oltre che grande storia di un giornalista manipolatore interpretato da Kirk Douglas.

Notti insonni per i cinefili
Nella seconda serata di venerdì due capolavori moderni, distanti fra loro per origine e per tematiche: vincitore dell'Orso d'Oro a Berlino nel 2004, La sposa turca (Cult, 23.00) è la storia di emancipazione culturale di una ragazza turca di origine ma sempre vissuta in Germania che accetta un matrimonio di convenienza per poter godere delle proprie libertà lontana dalla famiglia e che si ritrova, malgrado tutto, a essere costantemente prevaricata dalle tradizioni del suo popolo. Dal dramma intimista al grande affresco anti-bellico che Terrence Malick ha realizzato a ben vent'anni di distanza dal film precedente, La sottile linea rossa ( Rete4, 23.20) è il meraviglioso kolossal poetico e ricercato che il cineasta americano ha dedicato alle poco conosciute battaglie del Guadalcanal durante la seconda guerra mondiale, allestito con un nutritissimo cast di grandi attori.
Sabato sera invece vera e propria abbuffata di film in notturna che permetteranno agli estimatori più devoti di arrivare fino all'alba. Jim Jarmusch colleziona una serie di sketch, riflessioni estemporanee e svariati esercizi d'attore offerti da Bill Murray, Roberto Benigni, Cate Blanchett e pure Tom Waits in Coffee and cigarettes (RaiUno, 1.05). A seguire un importante film che Robert Redford ha dedicato alle truffe del mondo dei quiz televisivi e del largo pubblico a essi affezionato nell'America degli anni '50: Quiz Show (RaiUno, 2.40). L'Odissea omerica liberamente riletta e interpretata nel profondo sud americano della Grande Depressione dai fratelli Coen in Fratello, dove sei? (Canale5, 2.55) è il modo per assistere alla prima prova recitativa che George Clooney dedicò ai due registi (cui è seguita Prima ti sposo, poi ti rovino), oltre che al solito gruppo di eccentrici personaggi che abitano i loro film. Molto più misero e poetico il circo di anime di Pier Paolo Pasolini in Uccellacci e uccellini (La7, 1.55), fra i quali è rimasta impressa nella memoria cinematografica la coppia di frati Totò e Ninetto Davoli. Ma gli estimatori dei toni poetici, e soprattutto dello stile forte e soave allo stesso tempo di Kim Ki-duk, saranno felici di apprendere che Fuori Orario propone in una sola notte ben tre film del prolifico regista coreano: Bad Guy (RaiTre, 1.45), L'isola (RaiTre, 3.30) e Indirizzo sconosciuto (RaiTre 5.00) sono tre differenti declinazioni della solitudine, della violenza e dell'incomunicabilità che è il filo rosso della sua cinematografia.

Gallery


Sequel, prequel o originali?
Notti insonni per i cinefili
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati