•  
  •  
Apri le opzioni

Cameron Crowe

Cameron Crowe (Cameron Bruce Crowe) è un attore statunitense, regista, produttore, produttore esecutivo, scrittore, sceneggiatore, è nato il 13 luglio 1957 a Palm Springs, California (USA).
Nel 2001 ha ricevuto il premio come miglior sceneggiatura originale al Premio Oscar per il film Quasi famosi. Cameron Crowe ha oggi 65 anni ed è del segno zodiacale Cancro.

The Sound of Cinema

A cura di Marco Chiani

Chi volesse conoscere la sua giovinezza, anche se un po' romanzata, può farlo vedendo il riuscitissimo Quasi famosi (2000). Perché la vicenda dell'adolescente William, che segue una rock band in tour per conto della rivista di musica più importante del mondo, a grandi linee corrisponde a quella di questo sceneggiatore e regista col pallino delle sette note. Nato a Palm Springs nel 1957, Cameron Bruce Crowe cresce a San Diego e entra in contatto con il mondo dell'editoria grazie alla passione e alla competenza per quell'universo musicale che lo porta, appena quindicenne, a collaborare con la rivista Rolling Stone. Poco più che ventenne scrive il romanzo "Fast Times at Ridgemont High", da cui trarrà anche una sceneggiatura poi portata sullo schermo da Amy Eckerling con Fuori di testa (1982), interpretato dai giovani Sean Penn e Nicolas Cage.

Dall'esordio alla regia all'incontro con Cruise
Con la commedia romantica Non per soldi... Ma per amore(1989), sua prima regia, fa subito centro. L'amore tra lo sfaticato John Cusack e la diligente Ione Skye diventa presto un piccolo film di culto grazie all'azzeccata ambientazione scolastica e a quel tono sottilmente nostalgico probabilmente suggerito dal produttore esecutivo James L. Brooks. Sempre il mistero degli affetti e delle alchimie di coppia muove le vite dei giovani che popolano il vispo Singles - L'amore è un gioco (1992), più corale e ambizioso del precedente, ma anche meno riuscito; la cornice della Seattle di fine anni Ottanta fornisce al cineasta l'opportunità di fotografare il "fenomeno grunge", ricorrendo al commento musicale dei maggiori esponenti del movimento come Alice in Chains, Soundgarden e Pearl Jam, che compaiono in un cameo, così come fa Tim Burton. A dargli notorietà internazionale oltreché una Nomination all'Oscar per la Miglior sceneggiatura originale è tuttavia il più convenzionale dei suoi lavori, quel Jerry Maguire (1996) completamente affidato alla performance della superstar Tom Cruise, procuratore sportivo che punta tutto su un giocatore di football tra ruffianerie varie e insopportabili patetismi.

Autobiografie falsate e vecchie passioni
Nel 1999 Crowe torna al vecchio amore per il giornalismo pubblicando "Conversazioni con Billy Wilder", splendido libro intervista al grande autore di Viale del tramonto (1950), mentre solo un anno dopo firma il suo film più sincero e riuscito, Quasi famosi (2000). Romanzo di formazione e diario intimo farcito di una strepitosa colonna sonora e di sequenze memorabili, è il frutto di un maturo lavoro di scrittura - premiato con l'Oscar per la Miglior sceneggiatura - e di una regia tanto attenta quanto libera nell'abbandonarsi al ricordo e all'affetto.
Dopo il nuovo successo di critica e pubblico, il produttore/attore Tom Cruise lo vuole ancora al timone del suo Vanilla Sky (2001), remake americano dello spagnolo Apri gli occhi (1997) di Alejandro Amenábar. Nonostante le buone interpretazioni degli attori e l'ineccepibile confezione generale, questa riflessione sul confine tra sogno e realtà poco aggiunge all'originale, lasciando nello spettatore una sensazione di inutilità. Abbandonati i poco congeniali contorni thriller, il regista abbraccia ancora quel gusto Pop che lo ha reso uno dei più celebri nomi della sua generazione con il delizioso Elizabethtown (2005), autobiografico e anomalo road movie sull'incontro tra un designer d'abbigliamento depresso e una hostess ottimista.
Nel 2011 si rivolge nuovamente alla sua prima passione con due documentari: The Union, dedicato ad un album di Elton John e Leon Russell, e Pearl Jam Twenty (2011), storia della ventennale carriera musicale del gruppo chiave della scena musicale di Seattle. Torna poi con una commedia, La mia vita è uno zoo, con Matt Damon e Scarlett Johansson come protagonisti.

Ultimi film

Drammatico, (USA - 2005), 134 min.
Thriller, (USA - 2001), 120 min.

Focus

APPROFONDIMENTI
martedì 5 giugno 2012
Mauro Gervasini

Lungi da noi spacciare Cameron Crowe (Palm Beach, 13 luglio 1957) per un soggetto "bipolare", ma diciamo che convivono nella medesima persona due sensibilità, o se preferite due inclinazioni. Da una parte il giornalista cineasta cresciuto a pane, B-movies e rock'n'roll che fin da giovanissimo scrive come un forsennato sulle riviste di musica per approdare a soli 22 anni alla redazione di "Rolling Stone", per le cui pagine intervista mostri sacri come Bob Dylan e Neil Young

News

Le foto del film con Matt Damon e Scarlett Johansson.
Un regista dalla vena rock e dalla doppia inclinazione professionale.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati