•  
  •  
Apri le opzioni

Amanda Sandrelli

Amanda Sandrelli è un attore svizzero, è nato il 31 ottobre 1964 a Losanna (Svizzera). Amanda Sandrelli ha oggi 57 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

La Sandrelli regina del teatro

A cura di Fabio Secchi Frau

Ha voluto ridare al suo cognome una nuova dimensione, quella del teatro, allontanandola leggermente dall'esclusività cinefila al quale si era legato e adattandolo a un nuovo luogo di culto per la gente di oggi. È Amanda Sandrelli, attrice teatrale ricca e variegata che, figlia d'arte (sua madre è la indimenticabile Stefania Sandrelli) spicca sul palcoscenico, ispirata dai lumi della messa in scena. Allettante anche come attrice cinematografica, è quasi identica alla madre, ma non bisogna mai e poi mai confonderle.

Vita privata
Figlia del cantante italiano Gino Paoli e dell'attrice Stefania Sandrelli, Amanda Sandrelli cresce in una famiglia allargata che comprenderà, con gli anni a venire, anche il suo fratellastro Vito, nato dalla successiva relazione della madre con Nicky Pende. Giovanissima, si sposa diventando la seconda moglie di Blas Roca-Rey, attore peruviano con il quale avrà due figli: Rocco e Francisco.

Il debutto con Benigni e Troisi
L'esordio davanti alla macchina da presa è con il cult italiano Non ci resta che piangere (1984) di Roberto Benigni e Massimo Troisi. Sua è la parte della giovane fiorentina che fa battere il cuore di Troisi, un ruolo divertente con qualche battuta preziosissima che ancora oggi è ricordata dal grande pubblico con molta simpatia. In seguito, sarà accanto alla madre nella pellicola sentimentale vietata ai minori L'attenzione (1985), poi sarà diretta da Giuseppe Bertolucci in Strana la vita (1987) e Amori in corso (1989), da Bruno Bozzetto nel fantastico Sotto il ristorante cinese (1987) e sarà accanto a Ugo Tognazzi in I giorni del Commissario Ambrosio (1988).

La Bella e la Bestia
Dopo il ruolo di Pantasile in Una vita scellerata (1990) con Max von Sydow, suo padre le propone di cantare insieme la canzone originale del cartone animato della Disney La Bella e la Bestia (1991). Duettare con suo padre è un'occasione unica e rarissima, lei accetta e il risultato è nel cuore di tutti coloro che a quel tempo erano bambini. Nel 1993, torna al cinema diretta da Maurizio Nichetti nel fantasioso e comico Stefano Quantestorie, poi si dà al cinema di fantascienza con il curioso Nirvana (1997) di Gabriele Salvatores che gli permetterà di recitare accanto a Christopher Lambert, Sergio Rubini, un'allora esordiente Stefania Rocca e un vecchio compagno di lavoro di sua madre, Diego Abatantuono. E sarà persino diretta da sua madre come protagonista del film Christine Cristina (2009), opera prima della Sandrelli madre che debutta nella regia.

Un documentario su di lei
Membro (assieme a suo marito) di Amnesty International, Amanda Sandrelli è protagonista anche di un documentario dal titolo Piedi x Terra, prodotto da Leone Crescenzi per Shape Studio, che racconta l'esperienza di incontro con un bambino malawita che ha adottato dieci anni fa, Mobwuto.

Il mancato David
Sottovalutata dalla critica, Amanda ha ottenuto una nomination ai David di Donatello per la regia del cortometraggio Un amore possibile (2004), nel quale ha diretto suo marito, Blas.

I lavori nel piccolo schermo
Notevole anche la sua presenza nel piccolo schermo, spesso diretta da Paolo Poeti, recita nel film tv Una lepre con la faccia da bambina (1988), cui seguiranno Piccole donne oggi (1989), la miniserie di Vittorio De Sisti Il ricatto 2 (1991), Il sassofono (1991), la serie tv straniera Bony (1992), il telefilm Olimpo Lupo (1995) di Fabrizio Laurenti con Pino Ammendola, Gioele Dix, Stefano Masciarelli e Nicola Pistoia, Morte di una strega (1995), Positano (1996) di Vittorio Sindoni con Anna Ammirati, Gianfranco Barra, Nathalie Caldonazzo, Milly Carlucci, Ivo Garrani, Andrea Giordana, Lorenzo Iavarone, Paolo Lombardi, Carlotta Miti e Giampaolo Morelli, Ci vediamo in tribunale (1996), Cinque giorni di tempesta (1997), Oscar per due (1998), Le madri (1999), e nell'ultimo periodo si è distinta anche per l'intenso ruolo di Magda in Perlasca - Un eroe italiano (2002) e per il ruolo di Federica Danza nel telefilm Il giudice Mastrangelo (2005-2007). Ritroverà più in là un'artisticamente cresciuta Stefania Rocca in Mafalda di Savoia - Il coraggio di una principessa (2006) di Maurizio Zaccaro e poi reciterà in Io e Mamma (2007).

A teatro
Molto più teatrale di sua madre, viene diretta nella stagione 1994-1995 in "Cinque" di Duccio Camerini, nella quale piéce interpretava una ragazzina piena di tic considerata folle, ma sul palco ha avuto anche occasione di recitare diretta da Lina Wertmüller in "Gianni, Ginetta e gli altri", portando anche altri autori in opere teatrali come "Il pellicolano" (1997-98), "Bruciati" (1997-98), "Il fantasma blu" (2007) e "Col piede giusto" (2009) ed è lì che la migliore Sandrelli viene fuori, grazie a performances che offrono al pubblico la possibilità di riscoprirla, con qualunque maschera addosso, anche quelle appartenenti al passato.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2011), 95 min.
Drammatico, (Italia - 2003), 120 min.
Drammatico, (Italia - 1999), 92 min.

Focus

INCONTRI
martedì 4 maggio 2010
Marianna Cappi

Stefania e Furio Scarpelli S tefania Sandrelli, attrice amatissima e in odore di David, debutta alla regia con il ritratto, affidato alla figlia Amanda, di Cristina Da Pizzano, prima donna a vivere della propria penna, scrivendo e pubblicando versi illuminati nel bel mezzo dei secoli bui. All’anteprima per la stampa di Christine Cristina gli applausi non sono mancati, ma il primo è andato, spontaneo e sicuro, a Furio Scarpelli, la metà della più grande coppia della sceneggiatura italiana, che nei giorni scorsi ha concluso per sempre la sua parabola

News

Il debutto registico di Stefania Sandrelli.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati