Dizionari del cinema
Quotidiani (4)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 3 giugno 2020

Valeria Bruni Tedeschi

Il rigore di una libertà creativa

55 anni, 16 Novembre 1964 (Scorpione), Torino (Italia)
occhiello
"ma non puoi trovare un taccuino, per scrivere queste cose; invece di tatuartele addosso?"
dal film La pazza gioia (2016) Valeria Bruni Tedeschi  Beatrice
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Valeria Bruni Tedeschi
David di Donatello 2020
Nomination miglior attrice per il film I villeggianti di Valeria Bruni Tedeschi

Cesar 2017
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Ma Loute di Bruno Dumont

David di Donatello 2017
Nomination miglior attrice per il film La pazza gioia di Paolo Virzì

David di Donatello 2017
Premio miglior attrice per il film La pazza gioia di Paolo Virzì

Nastri d'Argento 2016
Nomination miglior attrice per il film La pazza gioia di Paolo Virzì

Nastri d'Argento 2016
Premio miglior attrice per il film La pazza gioia di Paolo Virzì

David di Donatello 2014
Nomination miglior attrice per il film Il capitale umano di Paolo Virzì

Nastri d'Argento 2014
Nomination miglior attrice per il film Il capitale umano di Paolo Virzì

David di Donatello 2014
Premio miglior attrice per il film Il capitale umano di Paolo Virzì

David di Donatello 2013
Nomination miglior attrice per il film Viva la libertà di Roberto Andò

Nastri d'Argento 2010
Nomination miglior attrice non protagonista per il film Baciami ancora di Gabriele Muccino



La sorella di Carlà nel film contro le politiche sull'immigrazione del governo francese.

Tutti per uno, Bruni contro Bruni

lunedì 30 maggio 2011 - Ilaria Ravarino cinemanews

Tutti per uno, Bruni contro Bruni Guerra fredda in casa Bruni, e tutto per colpa di un film: Tutti per uno di Roman Goupil, che in Italia arriva solo adesso (dal 1 giugno), oltralpe ha già fatto discutere, costringendo all’inevitabile confronto le due sorelle italiane più famose di Francia. Nel mirino del film, presentato due anni fa a Cannes, c’è la politica francese, il governo Sarkozy, le misure contro l’immigrazione. La più piccola, la première dame Carla Bruni, ha incassato con classe l’attacco del regista a suo marito: «Con il Governo Sarkozy – ha detto Goupil - la Francia si è involuta». La sorella più grande, Valeria Bruni Tedeschi, che del film è co-sceneggiatrice e protagonista, ha invece sottoscritto con forza le parole dell’autore: «Francia e Italia nei confronti dell’immigrazione vanno nella stessa direzione – ha detto a Roma presentando il film – cioè quella della paura. Trovo terribilmente sbagliato considerare lo straniero un delinquente e un pericolo. E non smetto di indignarmi per questo». A proposito della sorella, irrimediabilmente dall’altra parte della barricata, Valeria non si lascia sfuggire nemmeno una battuta: «Ognuno è libero di pensarla come vuole», dice fredda, perché da un paio d’anni l’argomento è tabù. Il mondo del cinema è troppo piccolo per due Bruni: se l’Eliseo è di Carla, il palco deve essere (senza discussioni) di Valeria.

Aspromonte - La terra degli ultimi

Aspromonte - La terra degli ultimi

* * * - -
(mymonetro: 3,26)
Un film di Mimmo Calopresti. Con Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Francesco Colella, Marco Leonardi, Sergio Rubini.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2019. Uscita 21/11/2019.
I villeggianti

I villeggianti

* * - - -
(mymonetro: 2,07)
Un film di Valeria Bruni Tedeschi. Con Valeria Bruni Tedeschi, Pierre Arditi, Valeria Golino, Noémie Lvovsky, Yolande Moreau.
continua»

Genere Drammatico, - Francia, Italia 2018. Uscita 07/03/2019.
L'Amore secondo Isabelle

L'Amore secondo Isabelle

* * - - -
(mymonetro: 2,42)
Un film di Claire Denis. Con Juliette Binoche, Xavier Beauvois, Philippe Katerine, Josiane Balasko, Sandrine Dumas.
continua»

Genere Commedia, - Francia 2017. Uscita 19/04/2018.
Ma Loute

Ma Loute

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,91)
Un film di Bruno Dumont. Con Fabrice Luchini, Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi, Jean-Luc Vincent, Didier Desprès.
continua»

Genere Commedia, - Germania, Francia 2016. Uscita 25/08/2016.
La pazza gioia

La pazza gioia

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,66)
Un film di Paolo Virzì. Con Valeria Bruni Tedeschi, Micaela Ramazzotti, Valentina Carnelutti, Tommaso Ragno, Bob Messini.
continua»

Genere Commedia drammatica, - Italia 2016. Uscita 17/05/2016.
Filmografia di Valeria Bruni Tedeschi »

martedì 19 maggio 2020 - Una delle migliori commedie degli ultimi anni interpretata da una coppia indimenticabile. Disponibile gratuitamente in streaming. 

Consigliato on demand: La pazza gioia, di Paolo Virzì

a cura della redazione cinemanews

Consigliato on demand: La pazza gioia, di Paolo Virzì Beatrice Morandini Valdirana ha tutti i tratti della mitomane dalla loquela inarrestabile. Donatella Morelli è una giovane madre tatuata e psicologicamente fragile a cui è stato tolto il figlio per darlo in adozione. Sono entrambe pazienti della Villa Biondi, un istituto terapeutico per donne che sono state oggetto di sentenza da parte di un tribunale e che debbono sottostare a una terapia di recupero. È qui che si incontrano e fanno amicizia nonostante l'estrema diversità die loro caratteri. Fino a quando un giorno, approfittando di una falla nell'organizzazione, decidono di prendersi una vacanza e di darsi alla pazza gioia.


Una commedia che sa fondere ironia e buonumore con il dramma, non mancando di far commuovere empatizzando con i personaggi scritti da Paolo Virzì e Francesca Archibugi
A rimanere indimenticabile è infatti la coppia di protagoniste femminili composta da Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti. La prima per la sua interpretazione ha conquistato un David di Donatello come Miglior attrice protagonista, condiviso moralmente sul palco con la sua collega. Uno dei tanti che il film si è portato a casa quella notte, compreso quello per il Miglior Film e la Miglior Regia. In molti considerano il film uno dei più riusciti della filmografia del regista che si conferma uno dei migliori protagonisti della nuova commedia italiana. 

La pazza gioia è disponibile gratuitamente su RaiPlay. 
   

sabato 9 maggio 2020 - Carlo Conti conduce una serata sobria, adeguata alle circostanze, grazie alla quale il cinema ribadisce la sua forte presenza. 

David di Donatello 2020 - Il traditore vince i premi principali di questa edizione particolare

a cura della redazione cinemanews

David di Donatello 2020 - Il traditore vince i premi principali di questa edizione particolare Si è conclusa la 65esima edizione dei David di Donatello, definita la più “diversa, particolare, straordinaria” (nessuno osa dire unica….) da tutti i presenti, cioè Carlo Conti più i candidati delle categorie top, in collegamento da casa loro, e la presidentessa e direttrice artistica dell’Accademia Piera Detassis, che entra in scena in finale per annunciare il premio clou al miglior film. Cospicue le assenze: il pubblico, in quest’epoca di emergenza sanitaria (che ha fatto definire la cerimonia “i Covid di Donatello” da Roberto Benigni, in collegamento da remoto per Pinocchio (guarda la video recensione)), i candidati delle categorie considerate “minori”, le immagini di alcuni dei personaggi del cinema scomparsi. 
 

Il risultato? Una diretta più scorrevole degli anni precedenti, con una sobrietà adeguata alle circostanze e una conduzione professionale, e qualche caduta di stile: l’esaltazione verbale delle maestranze e poi la mancanza di visibilità per i candidati nelle categorie “tecniche”, la divisione dei defunti in serie A e B, la richiesta ai familiari dei candidati in collegamento di mostrarsi in video, per aggiungere calore e “fare numero”.
Paola Casella
Vince i premi principali Il traditore (guarda la video recensione): miglior film, miglior regia a Marco Bellocchio, miglior attore protagonista a Pierfrancesco Favino (che suscita l’applauso spontaneo degli altri candidati nella sua categoria), miglior attore non protagonista a Luigi Lo Cascio, sceneggiatura originale a Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella e Francesco Piccolo, montaggio a Francesca Calvelli.

Fa incetta di premi tecnici invece il Pinocchio (guarda la video recensione) di Matteo Garrone: miglior scenografia (Dimitri Capuani), trucco (Dalia Colli e Mark Coulier) e parrucco (Francesco Pegoretti), costumi (Massimo Cantini Parrini), effetti speciali (Theo Demeris e Rodolfo Migliari).
Jasmine Trinca è la miglior attrice protagonista per  La dea fortuna (guarda la video recensione), Valeria Golino vince come non protagonista per 5 è il numero perfetto, mentre il premio alla miglior sceneggiatura non originale va a Pietro Marcello per Martin Eden (guarda la video recensione) (con siparietti sulla pronuncia di “Eden” fra Marcello, Conti e la “voce fuori campo” Roberto Pedicini), e quelli alla fotografia (Daniele Ciprì), al suono e alla produzione vanno a Il primo re (guarda la video recensione). 

I David più “alternativi” sono a miglior regista esordiente per Bangla (guarda la video recensione) all’”italiano di seconda generazione” Phaim Bhuiyan, così “sconvolto” da rimanere immobile come un cervo davanti alle luci dell’auto; miglior documentario al fieramente indipendente Selfie (guarda la video recensione) di Agostino Ferrente; e miglior musicista alla multietnica Orchestra di Piazza Vittorio per Il flauto magico di Piazza Vittorio. La miglior canzone è "Che vita meravigliosa" (La dea fortuna (guarda la video recensione)) di Diodato, per cui il 2020 è un anno magico dopo la vittoria a Sanremo (ma in molti diranno che ha “scippato” Thom Yorke per Suspiria). 
Gli unici spunti polemici, ancorché velati, vengono da Jasmine Trinca, che porta in video un cartonato di Angelina Jolie perché la figlia Elsa ”nata libera, ha esempi femminili molto più alti del mio e non vuole comparire”, che denuncia la mancanza di “ruoli femminili pieni e tondi” (il che spiega la fragilità delle candidature nella categoria miglior attrice) e il bisogno di celebrare “quelli che il cinema lo fanno” (a cui non è stata data la possibilità nemmeno di ringraziare per il premio vinto).

Di questa edizione ricorderemo anche gli arredamenti delle case dei premiati – il divano gigante di Valeria Golino, il termosifone davanti a cui è seduto Marco Bellocchio, il vero anarchico della situazione che scorda anche di ringraziare la moglie Francesca Calvelli, e lei si “vendica” comparendo nell’inquadratura come Kermit nello spot dello sponsor Tim; e poi muri bianchi strategicamente illuminanti, camini, quadri, lampadari, tappezzerie. In tempo per la festa della mamma Favino ringrazia la sua, Stella, e Valeria Bruni Tedeschi brinda in diretta con la signora Marisa Borini che si fa un selfie insieme alla figlia, entrambe in modalità Beatrice Morandini Valdirana. 

La tecnologia cui siamo tutti confinati fa capolino nei collegamenti stile Zoom, nel tablet con cui Conti introduce la serata, nelle statistiche sulle “fan base” degli attori, nei pop up della Tim. Ma che la tecnologia domestica sia dura da padroneggiare lo testimoniano i rientri in cuffia, i rumori fuori campo e i buchi di audio (“Non ti muovere!” intima Conti all’ipercinetico Lo Cascio). Resta comunque evidente l’emozione di tutti i partecipanti nel ritrovarsi insieme almeno da remoto, come la preoccupazione per le sorti dei lavoratori dello spettacolo, per i quali si chiede l’intervento dello Stato (e il ministro Franceschini, che compare brevemente in smoking “perché se l’è messo anche Benigni”, fa atto di impegnarsi in questo senso).

Il valore simbolico di questa cerimonia virtuale è stato soprattutto nell’esserci e “ribadire che il cinema vive nel presente, con la volontà e la necessità di ripartire”. Perché, come ricorda l’ottuagenario Bellocchio, “nella vita non bisogna perdere tempo”.
   

sabato 25 aprile 2020 - Un ritratto spiazzante della società contemporanea lontano dalla commedia. Disponibile gratuitamente in streaming. 

Consigliato on demand, Il capitale umano di Paolo Virzì

a cura della redazione cinemanews

Consigliato on demand, Il capitale umano di Paolo Virzì In un paesotto della Brianza che finisce in "ate", eretto alle pendici di una collina una volta incredibilmente boscosa, un cameriere da catering neanche più giovane torna a casa a notte fonda con la sua bicicletta, chiuso tra il gelido freddo di una curva cieca e il sopravanzare spavaldo e sparato di un Suv che lo schiaccia lasciandolo agonizzante, vittima predestinata di un pirata anonimo. Il giorno dopo, la vita di due famiglie diversamente dislocate nella scala sociale brianzola viene toccata da questo evento notturno in un lento affiorare di indizi e dettagli che sembrano coinvolgere il rampollo di quella più ricca e la figlia dell'altra, piccolo borghese con aspirazioni di ribalta. Uno a uno sfilano i presunti protagonisti: il padre della giovane ragazza, un ingenuo stolto e credulone, titolare di un'agenzia immobiliare, pronto a giocarsi quello che non ha per entrare nel fondo fiduciario del magnate della zona grazie all'entratura garantitagli dalla figlia, fidanzata con il giovane rampollo della ricca famiglia; il magnate, cinico e competitivo, perfetto prodotto brianzolo, forgiato con la tempra di chi ha abbattuto ettari di bosco per costruire quell'impero economico; le mogli dell'uno e dell'altro, la prima psicologa tutta presa dalla sua missione e dall'imminente maternità, la seconda sposa tonta con il sogno del teatro, obnubilata dalla ricchezza e dal troppo avere; in ultimo i rispettivi figli, non più incolpevoli, mai più adolescenti, complici dell'orrore in questa "tragedia" balzachiana che della commedia ha solo i tipi.

Uno dei film più bui di Paolo Virzì che abbandona la commedia per immergersi in un ritratto del presente. 
Liberamente tratto dal thriller di Stephen Amidon, ambientato nel Conneticut, con l'aiuto di Francesco Piccolo e Francesco BruniIl capitale umano è una carrellata di “tipi” perfettamente riconoscibili nella società contemporanea. Questi rimangono impressi allo spettatore grazie a un cast eccezionale che vanta nomi come: Valeria Bruni TedeschiFabrizio BentivoglioValeria GolinoFabrizio Gifuni e la debuttante Matilde Gioli

Il capitale umano è disponibile gratuitamente su RaiPlay.
   

Altre news e collegamenti a Valeria Bruni Tedeschi »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità