Lego Batman - Il film

Film 2017 | Fantastico 90 min.

Regia di Chris McKay. Un film Da vedere 2017 con Will Arnett, Michael Cera, Zach Galifianakis, Rosario Dawson, Ralph Fiennes. Cast completo Titolo originale: The Lego Batman Movie. Genere Fantastico - USA, 2017, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 9 febbraio 2017 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica - MYmonetro 3,11 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Lego Batman - Il film
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Una nuova storia a mattoncini realizzata dai creatori della grande avventura The LEGO Movie. In Italia al Box Office Lego Batman - Il film ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 2,6 milioni di euro e 1,2 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,11/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,21
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Supereroi e supercattivi sotto forma di mattoncini digitali 3D, in un'esperienza narrativa quasi irresistibile e densa di rimandi.
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 6 febbraio 2017
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 6 febbraio 2017

Gotham City. Dopo l'ennesimo successo di Batman contro Joker, il commissario di polizia Jim Gordon lascia l'incarico alla figlia Barbara, che ha intenzione di voltare pagina con la dipendenza di Gotham dal vigilante mascherato. Per dimostrare a tutti di essere insostituibile, Batman imprigiona Joker nella Zona Fantasma, la prigione spaziale in cui Superman relega i peggiori criminali dell'Universo. Peccato che il piano di Joker prevedesse proprio tutto questo...
Nel 2014 The Lego Movie colpì il panorama cinematografico con la violenza di un meteorite.

Uno sforzo apparentemente sovrumano di conciliare le esigenze della computer graphics con quelle del vintage per eccellenza del mondo ludico, i mattoncini Lego, con contorno di ironia dissacrante e celebrazione dei molti brand coinvolti nell'iniziativa.

In pratica la realizzazione del sogno di ogni bambino, quello di creare mondi a catena con un mash up di personaggi di fantasia e realmente esistiti, sotto forma di un film godibile, quando non esaltante. Un cocktail riuscito talmente bene da piacere a bimbi e critici insieme, spingendo firme eccellenti a parlare di rielaborazione crossmediale del linguaggio cinematografico.
Definire Lego Batman uno spin-off dell'esperienza di The Lego Movie pare riduttivo, già a partire dal commento che il vocione baritonale del Cavaliere Oscuro - Will Arnett nella versione originale, Claudio Santamaria in quella italiana - riserva ai loghi delle case di produzione e distribuzione coinvolte. Perché questo capitolo intende andare addirittura oltre. La sceneggiatura di Grahame-Smith, McKenna e soci gioca con i brand - Warner Bros., DC Comics, Il signore degli anelli, ecc. - per meglio valorizzarli, dimostrando di aver compreso appieno come oggi l'importante sia non prendersi troppo sul serio e mascherare il più possibile la presenza del marketing (Deadpool docet). The Lego Batman lascia solo intravedere il lato commerciale della propria natura, annegandolo in una storia godibile di per sé e contraddistinta da una miriade di riferimenti a serie, film e manie del passato.

Di fronte al fatto di vedere nello stesso film Sauron, Voldemort, la Strega Cattiva dell'Ovest, Godzilla e King Kong, pochi possono resistere, a meno che non abbiano soffocato il fanciullino interiore. Tutti (ri)troveranno qualche ricordo sopito in Lego Batman, nessuno (forse) riuscirà ad afferrarli tutti. Ma non ha importanza, in un'opera talmente densa di rimandi da arrivare quasi ad affaticare lo spettatore: i più piccoli si lasceranno trascinare dalle acrobazie di Batman e soci e dai gadget che poi si faranno regalare dal babbo, ma rinunceranno presto a comprendere tutto ciò che viene detto e visualizzato.
Quel che più stupisce riguarda le "performance" su cui Lego Batman ha addirittura superato l'esperimento originario: le trame e sottotrame, i personaggi anche solo sfiorati e le contorsioni narrative sono aumentati ulteriormente, generando un flusso di informazioni impressionante da recepire a questa velocità. Ma dove The Lego Movie manteneva una coesione pressoché perfetta tra le sue parti, lo spin-off supereroistico esagera nell'ultimo segmento, in cui si avverte la prolissità e la presenza di almeno un controfinale di troppo.
Fino a lì, però, Lego Batman è un'esperienza quasi irresistibile, che dà il suo meglio quando sottopone Batman a una peculiare seduta psicanalitica, indagando nel suo privato come in nessun'altra trasposizione precedente e mettendo a nudo le molteplici contraddizioni del personaggio. Lego Batman accetta anche la sfida del sottotesto omoerotico, che accompagna da sempre la figura del Pipistrello: scegliendo di ribaltare da Robin su Joker la carica di bromance, Chris MacKay riesce a portare a casa una morale più tradizionalista e tranquillizzante che mai, con il bisbetico infine domato e costretto ad accettare di appartenere a una famiglia, per quanto peculiare e allargata.
Da applausi il doppiaggio di Claudio Santamaria, che rende fedelmente le sfumature di Arnett, mentre si rivela disastrosa la scelta di affidare la voce femminile (Barbara Gordon) a Geppi Cucciari, inadeguata per tono, accento e partecipazione emotiva.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Lo spin-off di The Lego Movie.
Overview di Gabriele Niola
lunedì 6 febbraio 2017

L'idea di portare i mattoncini Lego al cinema poteva sembrare una follia senza senso solo a chi non sappia come si sia mossa l'azienda negli ultimi decenni. Lego non sono più solo scatole di costruzioni, la compagnia ha anche stretto una serie di accordi di partnership per la gestione dell'immagine di importanti saghe cinematografiche (Guerre Stellari, Harry Potter, Il Signore Degli Anelli, ecc.). Il primo risultato sono stati una serie di set di costruzioni a tema, dal Millennium Falcon a Hogwarts fino alla tana di Bilbo, poi è arrivato il resto. Dai set a tema Lego si è buttata nel mondo dei videogiochi sempre con i personaggi del cinema più noti, spostando lì alcuni dei suoi meccanismi e iniettando un'inedita componente narrativa.

Le versioni "Lego" di Batman, degli Avengers, di Harry Potter e via dicendo sono diventati personaggi giocabili di avventure autoironiche. A questo punto il salto verso il lungometraggio animato non è più così assurdo e diventa più un adattamento di un videogioco che di una linea di giocattoli.

La catena è importante perché è la maniera in cui è stata fondato non tanto un universo narrativo quanto una personalità ben precisa. Le storie dei personaggi in versione Lego sono caratterizzate da toni tutti loro. Per dirlo in maniera più chiara, il Batman della Lego non somiglia per niente al Batman dei fumetti o del cinema, a nessuna delle sue versioni, e lo stesso vale per gli altri. Hanno personalità differenti e vivono avventure completamente differenti, molto più parodistiche, leggere e finalizzate alla risata.

È sembrato allora logico che per il passaggio al cinema l'operazione fosse stata affidata a due artisti del metacinema come Phil Lord e Chris Miller (Piovono polpette, 21 Jump Street). Il successo è fortunatamente arrivato e copioso. Ma il vero successo all'interno del successo è stato quello di Batman, personaggio che già nei videogiochi aveva dimostrato di avere una personalità superiore agli altri e che nel film è spiccato di conseguenza, tanto da meritarsi un lungometraggio tutto proprio, diretto da Chris McKay, il supervisore all'animazione del film principale. Tale è l'importanza di questo Batman Lego che la Warner Animation Group, per fargli strada e non offuscare l'attesa del suo film, ha rimandato a data da destinarsi il sequel di Lego The Movie. Proprio questo rimando in avanti però potrebbe far sì che il film, contrariamente a quanto annunciato prima che arrivasse l'idea dello spin-off su Batman, potrebbe essere diretto nuovamente dalla coppia Lord/Miller.
Parte del successo del Batman Lego, assieme al suo fare spaccone e vanaglorioso, viene poi dal doppiaggio di Will Arnett, attore di commedia di media fama, seconda linea del cinema che in carriera può vantare di aver fatto parte della banda di Arrested Development, serie tv cinica e inventiva dei primi anni 2000 che ha lanciato tantissimi attori prima sconosciuti. Proprio uno di questi, Micheal Cera, è stato scelto per dare voce al Robin Lego, che in questo film fa il suo debutto come un orfano che Batman decide di "adottare", facendogli paradossalmente da padre.

Invece la nemesi principale del film, nonchè villain più noto della storia di Batman, ovvero il Joker, avrà la voce di un altro nome noto della commedia recente Zach Galifianakis. L'idea sembra quindi essere chiara: lavorare sia sul piano dell'azione (i cartoni Lego sono caratterizzati da un umorismo che viene dai movimenti rapidi e scattosi dei personaggi) che su quello di una dizione e dei tempi comici impeccabili.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
LEGO BATMAN - IL FILM
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
Infinity
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 11 febbraio 2017
woody62

Chi da bambino non ha giocato almeno una volta con i mattoncini colorati, provando quella fantastica sensazione di poter “creare” qualunque cosa, con l'unico limite dato dalla propria fantasia? Pure gli adulti, durante corsi di aggiornamento manageriale, da anni utilizzano il metodo Lego Serious Play, dove il mattoncino e il gioco si rivela un insieme sistematico di principi relativi [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 maggio 2017
alberto

 Una gustosa parodia dell'estrema serietà che alberga nelle pellicole sul Cavaliere Oscuro di Nolan ma anche nell'ultima di Snyder. Un concentrato di ironia e di rimandi pop che farà felici sia i grandi che i piccini, ma soprattutto i cinefili incalliti, tra cattivoni di altri film e citazioni esplicite anche della serie di Batman degli anni '60 con Adam West.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 13 febbraio 2017
Luca Pellegrini
Avvenire

Umorale e piuttosto iracondo. Il Lego-Batman è un eroe in crisi. Basta vederlo dinanzi al ritratto suo e dei genitori, che non sono più. Pensieroso: ha salvato Gotham da poco, ma è stato messo all'angolo. Soffre già di gelosia per Superman. Alfred, maggiordomo protettivo, lo rianima con una delle battute più felici di questo scatenato film affidato a Chris McKay: «Signore, l'ho vista attraversare fasi [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Non sfigura davanti al primo tentativo (2014, "Lego Movie") di usare il mattoncino come pietra angolare di un film. Scatenata in sceneggiatura (dal soggetto di Seth Grabem Smith, parodista iconoclasta) una iperbole di sfide tra Batman e Joker nell'atmosfera psichiatrica della serie di Nolan, con Robin e una Batgirl al seguito, accumula la partecipazione di una combriccola di cattivoni: quando Joker [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Spinoff del film di tre anni fa The Lego Movie, questo associa al marchio del famoso gioco dei mattoncini danesi il personaggio di Batman (dopo che, anche per reagire alla crisi dei primi anni Duemila, erano state realizzate sotto varie forme parecchie altre associazioni con popolari saghe di film, fumetti o altro). Il supereroe, in un plot liberamente adattato a un prodotto per bambini, vi appare [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Francesco Alò
Il Messaggero

Come vive Batman? Solo. Si riscalda la cena al microonde, vede Jerry Maguire canzonando i sentimentalismi di Tom Cruise (ma nessuno ride con lui nel suo cinema privato), odia Superman, disprezza Iron Man (la password del computer è: Iron Man puzza) e si spaventa quando il maggiordomo Alfred lo sorprende nel bel mezzo del solito soliloquio serale dedicato ai genitori defunti.

venerdì 10 febbraio 2017
Alessandra Levantesi
La Stampa

Pensare che nel 2003, con un deficit di 188 milioni di dollari, l'azienda danese Lego sembrava a un passo dal disastro. Invece è risorta, ispirando l'estro di uno scultore, lo statunitense Nathan Sawaya, la cui mostra «The Art of Brick» gira il mondo; creando nuovi personaggi ripresi dal mondo dello sport e del fumetto; varando videogiochi, svariate serie Lego City e Lego riproducenti set famosi, da [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Antonello Catacchio
Il Manifesto

Una volta quando si raccontavano storie che prendevano origine nel regno di Danimarca si diceva che c'era del marcio. Oggi invece siamo oltre il regno, siamo all'impero perché i mattoncini Lego, non tantissimi anni fa vicini al fallimento, ora dominano l'immaginario mondiale. Così, dopo la fortunata e travolgente esperienza di The Lego Movie, ecco Lego Batman, progetto figlio ancora una volta del sodalizio [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 febbraio 2017
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Dopo l'esperienza di The Lego Movie, la casa del mattoncino, insieme a Wamer, sforna questo simpatico Lego Batman, tenendo d'occhio tanti aspetti. Prima di tutto, il marketing. La struttura è quella di un videogioco (già uscito) e la trama farà venir voglia di comprare i vari playset tematici. Nulla di sorprendente. Business is business. Soprattutto, come in questo caso, se il film risulta davvero [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
martedì 1 agosto 2017
 

Gotham City. Dopo l'ennesimo successo di Batman contro Joker, il commissario di polizia Jim Gordon lascia l'incarico alla figlia Barbara, che ha intenzione di voltare pagina con la dipendenza di Gotham dal vigilante mascherato.

TROVASTREAMING
venerdì 28 luglio 2017
 

Gotham City. Dopo l'ennesimo successo di Batman contro Joker, il commissario di polizia Jim Gordon lascia l'incarico alla figlia Barbara, che ha intenzione di voltare pagina con la dipendenza di Gotham dal vigilante mascherato.

BOX OFFICE
giovedì 20 aprile 2017
Andrea Chirichelli

Ieri avevamo accennato alla sempre minore importanza che il mercato americano ha se paragonato a quello "mondiale". Dati alla mano, il 2017 si sta dimostrando particolarmente efficace nel dimostrare quanto oggi un film, magari andato male negli States, [...]

VIDEO
mercoledì 15 febbraio 2017
 

Con lo stesso spirito irriverente che ha fatto di The LEGO® Movie un fenomeno mondiale, il sedicente leader di quel gruppo di personaggi, Lego Batman è il protagonista di una nuova avventura sul grande schermo.

NEWS
mercoledì 11 gennaio 2017
 

Claudio Santamaria torna a doppiare il pipistrello mascherato dopo la saga dei tre film live-action diretti da Christopher Nolan e il precedente The LEGO® Movie, mentre Geppi Cucciari presterà la propria voce a Barbara Gordon alias Batgirl e Alessandro [...]

TRAILER
venerdì 25 marzo 2016
 

Arriva il trailer italiano del nuovo film a mattoncini dai creatori di The LEGO® Movie. In Lego Batman - Il film il personaggio di Batman sarà protagonista di questo spin-off di The LEGO® Movie. In questa nuova storia a prestare le voci nella versione [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati