•  
  •  
Apri le opzioni

Renato De Maria

Renato De Maria è un attore italiano, regista, scrittore, sceneggiatore, è nato nel 1958

In prima linea a raccontare la vita

A cura di Nicoletta Dose

Regista cinematografico e televisivo.
Dalla disorientata Bologna descritta da Paz! ai gruppi terroristici degli anni di piombo de La prima linea, De Maria ha dimostrato di saper raccontare con semplicità piccole storie di uomini, sullo sfondo di un' Italia spaesata.

Video arte, documentari e produzioni indipendenti
Si avvicina al mondo della video arte da giovanissimo ma è nel 1982 che decide di mettersi alla prova, vincendo il premio per la migliore produzione video al Festival Cinema Giovani di Torino (con filmati completamente autoprodotti, intitolati Trilogy of Banal Life e Telepornovisione, il primo videoclip dei Gaznevada, gruppo musicale bolognese attivo alla fine degli anni Settanta).
Successivamente sperimenta le capacità narrative del documentario con Love is the Answer (1988), video incentrato sull'AIDS, e con Raoni's Return (1989), girato assieme al cantante Sting tra gli alberi della foresta amazzonica. L'anno dopo fonda la casa di produzione Monochrome, grazie alla quale riesce a trovare qualche finanziamento per dirigere un documentario sul '77 a Bologna, Il trasloco (1990).

Cinema e tv
Dopo una florida esperienza nel campo del documentario, punta al lungometraggio. Esordisce, sia come sceneggiatore che regista, con il film Hotel Paura (1996), dove vediamo recitare Isabella Ferrari (sua futura compagna), Sergio Castellitto e Iaia Forte. Il film, di taglio espressionista, accompagnato dalla musica degli Avion Travel, è il racconto di un uomo in declino che, passo dopo passo, raggiunge la condizione di vagabondaggio, sullo sfondo malinconico della stazione centrale di Milano.
Anche se ancora acerbo, lo stile di De Maria convince i critici e il pubblico. Dopo non molto tempo passa alla regia televisiva con la prima stagione di Distretto di polizia (venticinque episodi nel 2000).

La passione per Andrea Pazienza
La consacrazione giunge due anni dopo, con il film Paz! (2002), scritto da Ivan Cotroneo e Francesco Piccolo, e diretto con uno stile registico crudo e realistico. Il pubblico apprezza fin da subito gli strampalati protagonisti 'fuori corso', all'università come nella vita, del film; rappresentanti di una generazione allo sbando nella Bologna 'rock' disegnata e descritta dal fumettista Andrea Pazienza.
Il suo primo grande successo avviene quindi in ambito cinematografico (Paz! vince cinque Nastri d'Argento, un Globo d'Oro e due Ciak d'Oro) ma non abbandona la televisione.
Per il piccolo schermo dirige Doppio agguato (2003), con Luca Zingaretti, sul sequestro di Dante Belardinelli, e un paio di episodi sul commissario Maigret, interpretato da Sergio Castellitto (Maigret. Ombra cinese e Maigret. La trappola, entrambi del 2004).

Amatemi con Isabella Ferrari
Nel 2005 scrive e dirige un film su misura per la compagna Isabella Ferrari, Amatemi, splendido ritratto di una donna alla ricerca di una personale rivincita esistenziale. Il ruolo femminile mette in luce le doti di attrice della Ferrari, così tanto da aiutarla concretamente a rinnovare il suo percorso di interprete.
Dopo questa pellicola, si dedica nuovamente alla televisione, girando Medicina generale (2008), serie dedicata al mondo dell'ospedale che cerca di imitare lo stile delle rivali americane, da ER a Grey's Anatomy.

Le polemiche su La prima linea
Attratto da sempre dai temi civili, nel 2009 decide di realizzare un film ambientato durante gli anni di Piombo, periodo difficile di sconvolgimenti con il quale l'Italia sta ancora facendo i conti. De Maria ci prova con La prima linea, con Giovanna Mezzogiorno e Riccardo Scamarcio, nei panni di Susanna Ronconi e Sergio Segio, giovani terroristi degli anni Settanta. Il film trae spunto dal libro autobiografico "Una vita in Prima Linea" scritto proprio da Segio.
Nel 2014 porta a Venezia il film La vita oscena, con Isabella Ferrari, in sala a giugno 2015.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2019), 107 min.
Drammatico, (Italia - 2014), 85 min.
Drammatico, (Italia - 2011), 20 min.
Azione, (Italia - 2009), 96 min.

Focus

INCONTRI
giovedì 12 novembre 2009
Marzia Gandolfi

La zona grigia Liberamente ispirato al romanzo “Miccia Corta” e alla vita (e all’amore) di Susanna Ronconi e Sergio Segio, La prima linea di Renato De Maria racconta i drammatici eventi che colpirono l’Italia negli anni Settanta e hanno per protagonisti un uomo e una donna, membri del gruppo armato di sinistra Prima Linea. Partendo dal gennaio del 1982, giorno stabilito per l’evasione della Susanna di Giovanna Mezzogiorno dal carcere di Rovigo, e procedendo a ritroso, il film di De Maria mette in scena la brutalità nella quale sfociarono le iniziative dell’organizzazione terroristica e mette a tacere le polemiche e le speculazioni sterili che hanno preceduto l’uscita ma soprattutto la visione del film

News

Le foto della seconda giornata della rassegna.
Le immagini del corto di Terry Gilliam con Cristiana Capotondi e Douglas Dean.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati