•  
  •  
Apri le opzioni

Francesco Salvi

Francesco Salvi è un attore italiano, regista, scrittore, sceneggiatore, musicista, è nato il 7 febbraio 1953 a Luino (Italia). Francesco Salvi ha oggi 69 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

L'intellettuale che scelse di essere giullare

A cura di Fabio Secchi Frau

Francesco Salvi è sicuramente molto di più di quello che vuol farci credere che sia. Più famoso in Italia che all'estero, è comunque stato corteggiato anche solo per piccolissimi ruoli da registi internazionali. Ma aldilà di questo, la sua capricciosa, dispotica e diabolica ironia che lo ha fatto conoscere a tutti noi, ha nascosto frequentazioni intellettuali eccellenti ed esclusive in campi musicali e letterari.

Carriera nel piccolo schermo
Comico italiano di grande fama nazionale, è stato interprete di un buon numero di fiction (Un matrimonio di provincia, L'odissea, I tre moschettieri, Una famiglia per caso, Padri, Vite a perdere, Il bambino sull'acqua, L'amore non basta, Gino Bartali - L'intramontabile, Mal'aria, Bakhita, Pane e libertà, Fuga con Marlene) e telefilm nostrani (Yesterday - Vacanze al mare, I ragazzi della 3 C, Tutti gli uomini sono uguali, Lui e Lei, I misteri di Cascina Vianello, Don Matteo, Ricomincio da me, Nebbie e delitti, Crimini, Un medico in famiglia, Gli ultimi del Paradiso, Preferisco il Paradiso), ma deve la sua fortuna a programmi televisivi come: "Due di tutto" (1982) di Enzo Trapani con Diego Abatantuono, Miguel Bosé, Mauro Di Francesco, Oriella Dorella, Maurizio Micheli, Daniele Piombi, Gigi Sabani, Enzo Paolo Turchi e Franca Valeri; "Drive In" (1985-1987) con Enrico Beruschi, Gianfranco D'Angelo, Ezio Greggio, Massimo Boldi, Giorgio Faletti, Teo Teocoli, Sergio Vastano, Zuzzurro e Gaspare; "MegaSalviShow"; "La strana coppa" con Boldi; "Polo Ovest" (1995), "Striscia la notizia"; "Suonare Stella" (2006), "Comedy Club", "Zecchino d'oro" (2005-2007) e "La fattoria".

Al cinema è attore drammatico
Il debutto cinematografico avviene nel 1978, quando Flavio Mogherini lo sceglie per un piccolo ruolo in Per vivere meglio, divertitevi con noi (1978) con Johnny Dorelli, Monica Vitti, Renato Pozzetto, Catherine Spaak e Milena Vukotic. Dopo tantissime commedie (alcune anche molto anonime), nelle quali non sempre ha avuto un ruolo principale, arriva finalmente una grande prova d'attore, fra l'altro superata. Inaspettatamente, Salvi che è si è fatto riconoscere come un affermato comico nonsense, si impegna nel ruolo di un pugile, Mario Gibellini detto "il danseur", in un film drammatico. La rentrée (2001) di Franco Angeli gli regala il plauso della critica che elogia le sue qualità recitative e i sacrifici fatti per entrare nella parte (è dimagrito di venti chili), firmando fra l'altro sceneggiatura e alcune canzoni. Per tale merito viene nominato ai David Di Donatello e ai Nastri d'Argento.

I film internazionali
Salvi recita anche per un grandissimo autore europeo, il maestro Peter Greenaway che lo impone nel suo Le valigie di Tulse Luper - La storia di Moab (2003) e La valigia di Luper - Vaux To the Sea - Parte II (2003). Sono da segnalare anche la sua partecipazione al thriller Butterfly Zone - Il senso della farfalla (2009) e invece la mancata presenza prima nel film di Federico Fellini La voce della luna (dove il suo personaggio fu eliminato dal film per una decisione dei produttori) e poi nel kolossal religioso di Mel Gibson La passione di Cristo, dove avrebbe dovuto interpretare un centurione. Avrebbe perché a causa di un ritardo di quattro mesi nella realizzazione del film, le riprese si sovrapponevano con quelle della serie televisiva Un medico in famiglia.

Salvi alla regia
Sua è la regia della pellicola Vogliamoci troppo bene (1989) nella quale dirige Enzo Braschi, Barbara D'Urso e Marco Predolin, che non ha avuto un successo strepitoso, ma che è da considerarsi un po' il sunto della sua comicità.

Topolino e Francesco Salvi
Salvi è stato uno dei pochissimi personaggi televisivi che è stato trasportato nel mondo dei fumetti di Topolino. Un onore che veramente pochi vip possono vantare. È successo il 1° marzo 1992, quando apparve nell'avventura "Pippo e l'ospite d'onore". Sempre nell'ambito Disney, Salvi ha condotto la trasmissione radiofonica "Radiotopogiro" (1995-1996) in onda su Rai 2.

La voce di Lupo Alberto
Nel campo del doppiaggio, è sua la voce di Lupo Alberto nella serie d'animazione omonima del (1997-1998).

Professione: scrittore e traduttore
Da artista poliedrico quale è, Salvi non si è lasciato sfuggire neanche il settore letterario pubblicando: "MegaSalviShowBook" (1989); "Ho i capelli che mi vanno stretti" (1992); "101 buddhanate zen" (1994), "Storia della cultura mondiale da prima della preistoria a settimana prossima (isole comprese)" (1997); "San Valentino era single" (2007) e "Zeitgeist" (2009). Inoltre, ha anche tradotto dall'inglese i romanzi: "Ciclopi" (2003) di David Sedaris; "Sparate sul pianista" (2003) di David Goodis e "In fondo alla palude" (2004) di Joe Lansdale.

5 dischi di platino e 7 d'oro
Variegata anche la sua carriera musicale. Tanto per rendere un'idea partecipa per ben 4 volte al Festival di Sanremo: la prima volta con "Esatto", la seconda volta con "A", la terza con "Dammi 1 bacio" e la quarta con "Statento". Ha pubblicato ben 8 album e ha vinto ben 5 dischi di platino e 7 d'oro.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2014), 80 min.
Drammatico, (Italia - 2012), 100 min.
SERIE - Drammatico, (Italia - 2008)

News

Da Marco Tullio Giordana un film sull'attentato di Piazza Fontana.
Uscita estiva per il film vincitore del FantaFestival 2009.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati