Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 24 maggio 2016

Massimo Boldi

Cipollino!!

70 anni, 23 Luglio 1945 (Leone), Luino (Italia)
occhiello
Paolo: Ma dai papà togliti quella roba dalla testa"
Ranuccio: Perché sembro vecchio?
Paolo: No, sembri un pirla…

dal film Natale a Miami (2005) Massimo Boldi è Ranuccio
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Massimo Boldi

In largo anticipo sul Natale, arriva A Natale mi sposo.

Difendo il mio film dalle accuse di volgarità

mercoledì 24 novembre 2010 - Marzia Gandolfi cinemanews

Difendo il mio film dalle accuse di volgarità Puntuali come il Natale arrivano anche quest'anno i cinepanettoni, debuttano a metà dicembre e si autodistruggono la metà del gennaio successivo. Campioni di incassi e dell'andare al cinema in vacanza (o in vacanza col cinema), replicano immancabilmente un successo regolare. Nel corso degli anni prodotti altri e ben studiati per il consumo natalizio si sono aggiunti ai cinepanettoni senza mai scalzarli nella contesa per la conquista degli schermi natalizi. In anticipo sulle festività e sui suoi concorrenti esce in sala e in 550 copie il "Natale" di Massimo Boldi, diretto quest'anno da Paolo Costella. Archiviati Parenti, Risi (Claudio) e Oldoini, l'ex batterista del Derby Club 'scrive' la sua commedia farsesca e porta in vacanza a Saint Moritz un cast di veterani (Enzo Salvi, Vincenzo Salemme, Massimo Ceccherini) e di volti televisivi (Elisabetta Canalis e Teresa Mannino). Bruciando sul tempo i competitor stagionali, invitando a nozze la critica e a un banchetto da borgata lo spettatore, A Natale mi sposo mette in scena un girotondo di amori (im)prevedibili e di amicizie (in)dissolubili condite da gag spompatissime. A Roma per presentare il film, Boldi ci racconta il suo Natale al cinema senza regali e senza "parenti".

In difesa
Massimo Boldi: Dopo l'addio alla Filmauro e venticinque anni condivisi con De Sica sullo schermo non è stato facile ripensare la mia carriera ma non mi sono arreso e ho continuato a fare cinema popolare per divertire il mio pubblico. Mi commuove ancora oggi incontrare per la strada i miei giovani fan che chiedono autografi e ripetono a memoria le mie battute. Per questo difendo il mio film dalle accuse di volgarità. In un'Italia che va a rotoli e con la classe politica che ci rappresenta, il mio cinepanettone è il minore del mali. È un film spensierato e divertente che non ha pretese o messaggi, è un film per le famiglie.

Natale nel titolo
Massimo Boldi: Mi piaceva l'idea di combinare il Natale col matrimonio, sono entrambi eventi lieti che mettono gioia a chi li celebra e vi partecipa. Era giusto allora richiamare le due situazioni fin dal titolo. Non credo che nessuno possa avermene se ho usato il logo "Natale". Per venticinque anni ho "servito" con professionalità questo genere e dunque ritengo sia lecito usufruire per una volta di quello speciale marchio. In fondo è un po' anche mio.

Amico e rivale
Massimo Boldi: Non è affatto vero che io e De Sica siamo ai ferri corti, diciamo che la storia della nostra presunta inimicizia è stata ampiamente gonfiata dai giornali. Conosco Christian dal 1972 e a lui mi lega un profondo affetto. Proprio stamane mi ha chiamato per farmi gli auguri e per dirmi che a causa dei troppi impegni non potrà essere presente all'anteprima del film. Ho apprezzato la sua cortesia e non respingo l'idea che forse un giorno potremmo tornare a lavorare insieme. Al momento sono molto contento del cast che mi fa corona, nessuno escluso.

Divertirsi sul set
Paolo Costella: È stato davvero piacevole ritrovare Massimo Boldi che avevo diretto in televisione e incontrato in passato sui set di Oldoini. Stimo molto Massimo e la sua comicità mi diverte enormemente, dunque sono stato felice di partecipare a questo progetto e di dirigerlo in una nuova commedia accanto a un cast di attori davvero straordinari. Attori diversi ma complementari a cui è stato affidato un soggetto comico da affiancare a quello sentimentale dei più giovani protagonisti.

Come Peter Sellers
Vincenzo Salemme: Sono lusingato di essere stato chiamato per la seconda volta sul set di Massimo Boldi con cui avevo già condiviso l'esperienza felice di Olè. Amo le canaglie e dunque sono contento di essermi ritagliato di nuovo il ruolo di "antipatico", un padre di famiglia ossessionato dalla ricchezza e disposto per denaro a concedere la figlia in sposa al noioso figlio di un magnate svizzero. Spero di replicare in futuro perché adoro lavorare con Massimo e guardarlo lavorare; il suo ultimo personaggio poi mi ha molto divertito e ricordato la follia anarchica del Peter Sellers di Hollywood Party.

Donne&bistecche
Massimo Ceccherini: Non mi è affatto dispiaciuto interpretare un lavapiatti affascinato dalle donne mature perché anche nella vita sono un estimatore. La donna giovane è come una bistecca appena tagliata, è buona certo, ma se lasci frollare la carne il risultato è migliore...

Vignette
Elisabetta Canalis: Sono tornata dagli Stati Uniti soltanto tre giorni fa, dunque non ho ancora visto la vignetta di Stefano Disegni. Siamo state ritratte io e Belen a San Remo e senza teste? Non so cosa rispondere a questa domanda. Se avessi visto la vignetta forse…

La nuova fiction di Canale 5.

Benvenuti nella famiglia Benvenuti

venerdì 19 marzo 2010 - Alessandra Giannelli cinemanews

Benvenuti nella famiglia Benvenuti Da domenica 21 marzo, per sei appuntamenti (12 episodi da 50 minuti) in prima serata su Canale 5, torna la coppia Massimo Boldi e Barbara De Rossi (i fratelli Lorenzo e Teresa Benvenuti) in Fratelli Benvenuti, una fiction, a detta dello stesso Boldi, girata come un film, anzi sei film. Questo, ha dichiarato lo stesso attore, lo si è potuto constatare, soprattutto, alla realizzazione, grazie anche al regista Paolo Costella (non presente alla conferenza perché impegnato nelle riprese del prossimo cine-panettone dal titolo A Natale mi sposo). Un film raccontato in maniera moderna, con grande mezzi messi a disposizione da Mediaset, girato in 25 settimane per produrre 600 minuti di trasmissione (un terzo del tempo che si utilizza per un film) di cui Boldi è stato produttore esecutivo. Una commedia familiare dai grandi sentimenti. Tra gli altri, anche Massimo Ciavarro, i Fichi D'india (Jean e Luis), i Turbolenti (le Guardie, alla loro prima esperienza), ma anche la nota Gisella Sofio (la contessa), Elisabetta Canalis (Krishna), Elisabetta Gregoraci (diventata mamma il 18 marzo, nei panni di Chiara), ma, soprattutto, il grande attore teatrale Paolo Ferrari (nel ruolo di Pericle Benvenuti). Accanto a loro, i più giovani: Valeria Graci (Maria), Eleonora Gaggioli (Angela), David Sebasti (Paolo), che hanno reso la conferenza energica e divertente. In evidente concorrenza con Tutti pazzi per amore, sebbene posticipata un paio di volte, Mediaset punta su questa serie per il diverso target cui si rivolge, senz'altro più giovane, sebbene la fiction Rai sia molto amata.

Esce in seicento copie La fidanzata di papà, il cinepanettone di Boldi che anticipa il Natale, l'avversario De Sica e la presidenza di Obama.

La fidanzata di papà e il presidente

mercoledì 12 novembre 2008 - Marzia Gandolfi cinemanews

La fidanzata di papà e il presidente Presidente da una settimana e incarnazione afroamericana del nuovo sogno americano, Barack Obama è finito nel cinepanettone anticipato di Enrico Oldoini. In una one night stand di venti anni prima, fuori campo, fuori gusto e fuori misura, il neoeletto avrebbe addirittura ingravidato l'Angela di Simona Ventura. La notte galeotta ha concepito una figlia bianca (Martina Pinto) che accoppiata a un uomo di pelle chiara (Davide Silvestri) partorisce a Miami un pargolo nero. Questa la storia. Questo il mostro prenatal e prematuro in uscita il prossimo 14 novembre, per non avere la concorrenza di De Sica & De Laurentiis o per prenderne le distanze. La battaglia degli incassi anche quest'anno si combatte sui media (De Sica a "Porta a Porta", Boldi a "Quelli che il calcio") prima ancora che i film escano in sala. Perché l'identità della Fidanzata di papà e di Natale a Rio è un fatto di comunicazione prima che di verifica, un tentativo di accaparrarsi il pubblico delle famiglie. Anche quest'anno si stigmatizza la volgarità, non si dicono le parolacce, si ricorre all'ambientazione esotica, ai dialetti, alle bellone, ai comici di Zelig e a quelli di Colorado, a Enzo Salvi che cucina "patate" e a Biagio Izzo che si traveste (di nuovo), a Boldi che si mette a nudo e alla Ventura che cerca senza trovarlo il suo x factor. Le vacanze a Miami si consumeranno in cento minuti, con sollievo di tutti. Mr. President compreso.

Niente panettoni quest'anno per Massimo Boldi & co..

Natale, pardon, Matrimonio alle Bahamas

martedì 13 novembre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Natale, pardon, Matrimonio alle Bahamas Dopo l'esordio solistico dell'anno scorso, l'ex partner (di Natale) di Christian De Sica torna alla commedia commerciale anticipando di un mese le uscite natalizie. Sarà che Olè, nel derby con Natale a New York, non aveva soddisfatto le aspettative di (quanto meno) un pareggio in casa, racimolando poco più di 8 milioni di euro contro gli abbondanti 23 e mezzo del suo rivale. Sarà che, come ha specificato Boldi alla presentazione del film, "bisogna ridere tutto l'anno, non solo a Natale". Spezzata la tradizione ventennale e dopo l'esperienza spagnola con Carlo Vanzina, l'attore lombardo si affida alla regia di Claudio Risi aiutandolo a mettere insieme un cast di amici - lo stesso che nel 2002 aveva condiviso con lui il set di Natale sul Nilo, fatta eccezione per De Sica e con l'aggiunta di Anna Maria Barbera e Victoria Silvstedt - ed esordendo alla produzione di Matrimonio alle Bahamas.

La coppia dei campioni

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,83)
Un film di Giulio Base. Con Massimo Boldi, Max Tortora, Massimo Ceccherini, Anna Maria Barbera, Carol Visconti
Genere Commedia, - Italia 2016. Uscita 28/04/2016.

Matrimonio al Sud

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,93)
Un film di Paolo Costella. Con Massimo Boldi, Biagio Izzo, Paolo Conticini, Debora Villa, Barbara Tabita.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2015. Uscita 12/11/2015.

Ma tu di che segno 6?

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,51)
Un film di Neri Parenti. Con Massimo Boldi, Ricky Memphis, Luigi Proietti, Vincenzo Salemme, Pio D'Antini.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2014. Uscita 11/12/2014.

Eccezzziunale... veramente

* * * - -
(mymonetro: 3,02)
Un film di Carlo Vanzina. Con Massimo Boldi, Stefania Sandrelli, Diego Abatantuono, Clara Colosimo, Yorgo Voyagis.
continua»

Genere Comico, - Italia 1982. Uscita 19/12/2012.

Matrimonio a Parigi

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,54)
Un film di Claudio Risi. Con Massimo Boldi, Anna Maria Barbera, Biagio Izzo, Paola Minaccioni, Massimo Ceccherini.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2011. Uscita 21/10/2011.
Filmografia di Massimo Boldi »

mercoledì 4 maggio 2016 - Con 'tantissime ore di volo sulle spalle', l'attore e regista dirige Massimo Boldi e Max Tortora ne La coppia dei campioni. Al cinema.

Giulio Base, capitano di lungo corso

Gabriele Niola cinemanews

Giulio Base, capitano di lungo corso

Altre news e collegamenti a Massimo Boldi »
La coppia dei campioni (2016) Matrimonio al Sud (2015)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità