Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 29 marzo 2017

Ezio Greggio

È lui o non è lui?

63 anni, 7 Aprile 1954 (Ariete), Cossato (Italia)
occhiello
Signora, sua figlia è peggio del digestivo Antonetto, lo prende anche in tram.
dal film Yuppies - I giovani di successo (1986) Ezio Greggio è Il venditore di auto
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Ezio Greggio
Nastri d'Argento 2009
Nomination miglior attore non protagonista per il film Il papà di Giovanna di Pupi Avati

Nastri d'Argento 2009
Premio miglior attore non protagonista per il film Il papà di Giovanna di Pupi Avati



Presentato il film tv Occhio a quei due.

Striscia la coppia Greggio-Iacchetti al Roma Fiction Fest

venerdì 10 luglio 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

Striscia la coppia Greggio-Iacchetti al Roma Fiction Fest La coppia del telegiornale satirico più famoso d'Italia si ritrova in un film tv che andrà in onda su Canale 5, per la regia di Carmine Elia, il prossimo autunno, ad ottobre molto probabilmente. Definito da Giancarlo Scheri, direttore della fiction Mediaset, uno degli eventi della stagione televisiva, Occhio a quei due è pronto a divenire una serie; al Roma Fiction Fest rappresenta la seconda anteprima italiana per la quale proprio stasera, all'Auditorium Conciliazione, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti riceveranno il Premio speciale. Una produzione innovativa in cui un film italiano unisce due generi: il giallo dell'investigazione con la commedia all'italiana; un modello poco praticato in Italia, a differenza dell'America (si pensi ad Arma letale, piuttosto che Beverly Hills Cop). Di innovativo c'è il contenuto, ribadisce Scheri, che Mediaset ha voluto sperimentare "in sicurezza", chiedendo a quelli che lui definisce "i due più grandi attori comici del momento in Mediaset" di interpretare questo film che diverrà serie tv quasi certamente, visto che è in corso di stesura. Il film, pertanto, è solo l'inizio di una "bellissima avventura" ha ribadito il direttore ed è prodotto da Cattleya, una società nata per fare cinema, come ha spiegato il responsabile Maurizio Tini, ma che negli ultimi anni si è aperta anche alla televisione con il proposito di fare buoni lavori. Chiariti gli aspetti di produzione, l'incontro diventa più caldo, ma anche più divertente, con l'intervento della menzionata e celebre coppia, che dice ispirarsi a numerose coppie del passato, cui i giornalisti hanno rivolto numerosissime domande.

Pupi Avati e gli attori presentano il film al Festival di Venezia.

Il papà di Giovanna: un film che arriva al cuore

lunedì 1 settembre 2008 - Désirée Colapietro Petrini cinemanews

Il papà di Giovanna: un film che arriva al cuore Con l'obiettivo puntato sull'Italia della prima metà del Novecento, Avati offre, con Il papà di Giovanna, il minuzioso ritratto della sua città natale, Bologna, in cui un drammatico fatto di cronaca cambia e rivoluziona la vita di Michele Casali (Silvio Orlando), da molti anni sposato a una donna costretta ad amarlo, Delia (Francesca Neri), e padre dell'adolescente Giovanna (Alba Rorhwacher). Siamo sul finire degli anni Trenta e, anche qui, come nel film di Ozpetek, si parla di un terribile incidente di cronaca: la ragazza uccide per gelosia la sua compagna di banco e, giudicata inferma di mente e ricoverata in un manicomio, viene abbandonata da una madre che improvvisamente rinnega tutta la famiglia. "Il personaggio di Delia", ha spiegato Francesca Neri, "è una madre terribile e calarmi nei suoi panni è stata un'esperienza interessante che però mi ha anche fatto soffrire molto. Pupi mi ha fatto capire che non si può giudicare dall'esterno, certe situazioni bisogna viverle ed è per questo che alla fine, proprio grazie a lui, Delia mi fa quasi tenerezza. Vivere la sua difficoltà è stato un viaggio di sofferenza. Non la giustifico, ma in qualche modo oggi capisco. Capisco che una madre possa vivere questo dolore con un certo distacco".

Box Office 3D - Il film dei film

* - - - -
(mymonetro: 1,10)
Un film di Ezio Greggio. Con Ezio Greggio, Luigi Proietti, Enzo Salvi, Maurizio Mattioli, Giorgia Wurth.
continua»

Genere Comico, - Italia 2011. Uscita 09/09/2011.

Il papà di Giovanna

* * * - -
(mymonetro: 3,08)
Un film di Pupi Avati. Con Silvio Orlando, Francesca Neri, Ezio Greggio, Alba Rohrwacher, Serena Grandi.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2008. Uscita 12/09/2008.

Un'estate al mare

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,93)
Un film di Carlo Vanzina. Con Lino Banfi, Enrico Brignano, Nancy Brilli, Massimo Ceccherini, Anna Falchi.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2008. Uscita 27/06/2008.

Selvaggi

* * * - -
(mymonetro: 3,14)
Un film di Carlo Vanzina. Con Ezio Greggio, Leo Gullotta, Antonello Fassari, Cinzia Leone, Franco Oppini.
continua»

Genere Comico, - Italia 1995.

Vacanze di Natale '90

* * - - -
(mymonetro: 2,32)
Un film di Enrico Oldoini. Con Christian De Sica, Massimo Boldi, Andrea Roncato, Ezio Greggio, Diego Abatantuono.
continua»

Genere Commedia, - Italia 1990.
Filmografia di Ezio Greggio »

martedì 7 marzo 2017 - Il film di Alessandro Aronadio torna dal Festival della Commedia con due premi e l'apprezzamento di John Landis. Dal 25 maggio al cinema.

Orecchie, dalla Mostra del Cinema al grande successo di Montecarlo

Ilaria Ravarino cinemanews

Orecchie, dalla Mostra del Cinema al grande successo di Montecarlo "Io ancora non ci posso credere. Landis, John Landis, rideva alle mie minchiate". È passato un giorno da quando il padre dei Blues Brothers, ospite insieme alla moglie Deborah Landis del Montecarlo Film Festival de la Comédie, ha visto la commedia Orecchie. E il suo regista, il palermitano Alessandro Aronadio, non riesce a smettere di pensarci: "Era seduto dietro di me, lo sentivo ridere. Ho fatto ridere Landis...". È la magia dei festival definiti, spesso erroneamente, "minori". Se nell'oceano della Mostra del Cinema di Venezia un film come Orecchie di Aronadio (anche film d'apertura della Sala Web su MYMOVIESLIVE) si era come smarrito, travolto dallo tsunami di titoli in rassegna, nelle acque più calme del festival di Montecarlo lo stesso film qualche mese dopo ha preso il largo. È qui infatti, nella cornice pop della Dubai della Costa Azzurra, che Orecchie si è guadagnato il Premio del Pubblico, il riconoscimento al miglior attore Daniele Parisi e l'apprezzamento di un regista-mito come Landis. Unico film italiano in concorso, in un'edizione che ha visto il trionfo di Il cittadino illustre di Gastón Duprat e Mariano Cohn (Miglior Film) e Swiss Army Man Dan Kwan e Daniel Scheinert (Miglior Regia), Orecchie - vale la pena ricordarlo: un film in bianco e nero dal carattere evidentemente sperimentale - ha conquistato il pubblico monegasco vincendo l'Audience Award. Una piacevole nota anarchica in un festival che da 14 edizioni si nutre provocatoriamente di contrasti, capace di riunire sotto allo stesso ombrello le veline di "Striscia la notizia" e John Landis, Simona Ventura e Peter Bogdanovich, gli eccessi leopardati del Twiga di Briatore e la Bucarest proletaria di Two Lottery Tickets di Paul Negoescu (Special Jury Prize).

Altre news e collegamenti a Ezio Greggio »
Box Office 3D - Il film dei film (2011) Il papà di Giovanna (2008)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità