•  
  •  
Apri le opzioni

Craig T. Nelson

Craig T. Nelson (Craig Theodore Nelson). Data di nascita 4 aprile 1944 a Spokane, Washington (USA). Craig T. Nelson ha oggi 78 anni ed è del segno zodiacale Ariete.

A pranzo con il poltergeist

A cura di Fabio Secchi Frau

Dalla leggenda metropolitana nefasta che butta una scia di morte e maledizioni sul cast del cult horror Poltergeist, Craig T. Nelson è uno dei pochi che sembra esserne uscito illeso...fino a ora. Vocazione da attore, esordisce al cinema in ritardo, quando non è più un giovanotto. Grande interprete di telefilm, è stimolato anche dal mestiere di sceneggiatore e regista. Non ha l'aria stralunata e, infatti, è ottimo in ruoli che richiedono la massima serietà e personaggi pieni di rigore. Godibile recitazione.

Una vita stabile
Craig T. Nelson nasce a Spokane, vicino a Washington, figlio di un batterista di gran talento. Inizialmente, non sceglie il mondo dell'arte, come aveva fatto suo padre prima di lui, ma preferisce qualcosa di più stabile. Studia alla University of Arizona e alla Central Washington University, poi si sposa prestissimo con Robin Nelson, madre dei suoi tre figli, fra i quali l'attore Noah Nelson (che sposerà la collega Ashley Jones) e lavora come pilota di idrovolanti. Appassionato di arti marziali (è cintura marrone di tae kwon do), di motori e corse automobilistiche, pensa di poter fare l'attore solo negli Anni Settanta, ormai prossimo a un nuovo matrimonio (il primo finì con un divorzio) con l'attrice Doria Cook.

Gli inizi
A causa del fatto che nella Screen Actors Guild ci fosse già un altro Craig Richard Nelson, si registrò come Craig Theodore Nelson (infatti, nei credits dei suoi film compare la T. di Theodore), ma è con il semplice nome di Craig Nelson che debutta sul grande schermo nell'horror di serie B Vampire Story (1971) di Bob Kelljan, che gli offre la parte di un sergente militare. Di seguito, si impegnerà in televisione, partecipando a telefilm come: Mary Tyler Moore Show (1973); Charlie's Angels (1978); Wonder Woman (1978) e Alla conquista del West (1979).

Il padre della bambina dentro il televisore
Nel 1979, è accanto ad Al Pacino in ...e giustizia per tutti (ritroverà lo stesso attore nel 1997 ne L'avvocato del diavolo), poi l'anno successivo è con Goldie Hawn in Soldato Giulia agli ordini, dal quale verrà tratto un telefilm, Soldato Giulia (1981-1982) al quale sporadicamente parteciperà. Poi verranno: Nessuno ci può fermare (1980) di Sidney Poitier; La formula (1980) di Marlon Brando e, la sua pellicola di maggior successo, Poltergeist (1982) che lo coinvolgerà anche nel suo seguito. Craig T. Nelson è uno dei pochi membri del cast (il suo ruolo è quello del padre di famiglia, nonché padrone della casa costruita su un cimitero) a non morire successivamente all'uscita della pellicola o del suo sequel nelle sale. Dominique Dunne, Heather O'Rourke e altri membri secondari del team guidato da Tobe Hopper, infatti, morirono chi per barbari omicidi, chi per problemi di salute e chi per decessi disastrosi.
Risparmiato dalla maledizione del ghost movie, Craig T. Nelson si ritrova a recitare in: Un uomo, una donna e un bambino (1983); nell'ultimo film del mitico Sam Peckinpah, Osterman Weekend (1983) con Burt Lancaster e Dennis Hopper; Silkwood (1983) con Meryl Streep; Il ribelle (1983) con Tom Cruise; Urla del silenzio (1984) con John Malkovich; Action Jackson (1988) di Sharon Stone; Lei, io e lui (1988); Cappuccetto Rosso (1989); In campeggio a Beverly Hills (1989) e Turner e il "casinaro" (1989) con Tom Hanks.

Coach!
Molto attivo anche nel piccolo schermo, spesso è interprete, sceneggiatore e regista dei telefilmnei quali lavora: WKRP in Cincinnati (1981); Call to Glory (1984-1985); Agente speciale Kiki Camarena sfida ai narcos (1990); Coach (1989-1997) che lo plurinominerà agli Emmy Award e ai Golden Globe; The District (2000-2004) con Jonathan LaPaglia, Roger Aaron Brown, Sean Patrick Thomas, Elizabeth Marvel e Wayne Duvall; My name is Earl (2007), CSI - NY (2009) e Parenthood (2009). Minori invece le sue presenze nelle fiction statunitensi, fra i quali ricordiamo, La parte esogena di un transessuale (1990), Take Me Home Again (1994) con Kirk Douglas e Creatura (1998).

Mr. Incredible
Nonostante le buonissime performances ne L'agguato - Ghosts from the past (1996), I'm Not Rappaport (1996) con Walter Matthau, Sesso & Potere (1997) con Dustin Hoffman e Robert De Niro e The skulls - I teschi (2000), Craig T. Nelson è stato lodato per l'ottimo doppiaggio del film di animazione digitale di Brad Bird, Gli Incredibili - Una "normale" famiglia di supereroi (2004), dove si è divertito a diventare il forzuto marito di una elastica Holly Hunter, ottenendo una nominations agli MTV Movie Award per il miglior team sul grande schermo. Altri film cui ha partecipato questo ironico e amaro attore americano, sono la pellicola melodrammatica carica di silenzi, equivoci e commozioni La neve sul cuore (2005), la classica commedia simil demenziale Blades of Glory (2005), il carino Ricatto d'amore (2009) e The Company Men (2010) con Kevin Costner.

Ultimi film

Animazione, (USA - 2018), 118 min.
Commedia, (USA - 2015), 100 min.
Drammatico, (USA - 2010), 109 min.
Commedia, (USA - 2009), 107 min.
Sportivo, (USA - 2007), 93 min.
Thriller, (USA - 2000), 84 min.

News

Il secondo capitolo dedicato alla famiglia di supereroi più amata del mondo. Dal 19 settembre al cinema.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati