•  
  •  
Apri le opzioni

Audrey Tautou

Audrey Tautou (Audrey Justine Tautou) è un'attrice francese, è nata il 9 agosto 1976 a Beaumont (Francia). Audrey Tautou ha oggi 45 anni ed è del segno zodiacale Leone.

Il favoloso mondo di Audrey

A cura di Fabio Secchi Frau

Giovane attrice e modella francese diventata per tutti semplicemente Amélie, grazie a quello che è considerato dalla critica mondiale il capolavoro del visivamente duro e radicale Jean-Pierre Jeunet. Nella lista dei dieci migliori film francesi di sempre, infatti, Il favoloso mondo di Amélie è imprescindibile. Merito anche di questa giovane attrice che ha fatto i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo a soli 18 anni in televisione e che ha proseguito la sua gavetta spostandosi al cinema, ottenendo fin da subito uno dei più importanti riconoscimenti della cinematografia d'oltralpe: il César. Dopo alcune piccole parti in pellicole come Épouse-moi e Le libertin, Audrey Tautou, con quel nome e quella fisionomia che ricordano veramente Audrey Hepburn (fu in suo onore che i genitori la chiamarono così), viene scelta come protagonista del film di Jeunet e va incontro a uno dei più importanti e storici successi di critica e pubblico che la Francia abbia mai conosciuto. Proseguirà la sua carriera dividendosi fra le commedie dolceamare e romantiche (L'appartamento spagnolo e il suo sequel Bambole russe, Una lunga domenica di passioni, Ti va di pagare? - Priceless) e sporadici thriller (Piccoli affari sporchi, Il Codice da Vinci). Non mancano i biopic drammatici come Coco avant Chanel - L'amore prima del mito, che ne sanciscono la versatilità.

Gli inizi nel mondo della recitazione
Audrey Tautou nasce il 9 agosto 1976 a Beaumont, un piccolo comune della regione dell'Alvernia, figlia maggiore (ha due sorelle e un fratello) di un chirurgo odontoiatrico, Bernard Tautou, e di un'insegnante, Evelyne Marie Laure Nuret. Cresciuta a Montluçon, poco lontano dal suo paese natale, comincia fin dalla più tenera età ad appassionarsi alla recitazione, tanto da spingere i suoi genitori a iscriverla alle lezioni d'arte drammatica dei Cours Florent, parallelamente allo studio di Letteratura francese all'università.
Dopo aver debuttato nella categoria Jeaunes Premiers a una competizione comica nel programma "Star Search-like" del 1998, attira l'attenzione dei produttori di Canal+. L'emittente è così incuriosita dalla ragazza da utilizzarla in piccoli ruoli all'interno film tv, che però la ripagheranno quando otterrà il premio come miglior giovane attrice alla nona edizione del Béziers Festival of Young Actors e il Prix Suzanne Bianchetti.

Il César come miglior giovane promessa femminile
Tonie Marshall decide di puntare tutto su di lei, quando le offre un ruolo nella pellicola Sciampiste & Co. del 1999, ottenendo il César come miglior giovane promessa femminile dell'anno.

Il successo con Il favoloso mondo di Amélie
Quello che la Tautou non sa è che, da lì a poco, diventerà una star internazionale, grazie all'eccentrico ruolo da protagonista che Jean-Pierre Jeunet le offre nella commedia romantica Il favoloso mondo di Amélie, scritto con Guillaume Laurant. La parte di una timida cameriera parigina (sarebbe dovuta andare a Emily Watson) che decide, di punto in bianco, di cambiare in meglio le vite di tutti quelli che la circondano, uscendo dal suo isolamento, le permette di spopolare mondialmente e di imporsi come una delle star più importanti di quel decennio. Acclamata dalla critica e baciata dal successo del box-office, il film ottiene numerosissimi premi (César, BAFTA) e addirittura una candidatura all'Oscar come miglior film straniero, diventando uno dei film francesi con il più alto incasso mondiale della Storia del Cinema.

A cavallo del successo
Nel 2002, è la protagonista del thriller britannico Piccoli affari sporchi, diretta dal grande Stephen Frears. Nel film prodotto dalla BBC Films e dalla Celador Films e scritto da Steven Knight, la Tautou veste i panni di un'immigrata illegale a Londra. Due anni più tardi, tornerà sotto l'occhio di Jeunet in un nuovo film romantico Una lunga domenica di passioni, ambientato durante la Prima Guerra Mondiale. La storia di una giovane ragazza che lotta per ritrovare il suo fidanzato perduto fra le trincee, basata sul romanzo di Sebastien Japrisot, sebbene non abbia avuto lo stesso successo di Il favoloso mondo di Amélie, ottiene un grande consenso di pubblico e critica.

Il primo film americano e Coco Chanel
A questo punto, Hollywood la invita a partecipare alla sua prima produzione statunitense. La Tautou si ritroverà accanto a Tom Hanks nell'adattamento cinematografico del romanzo d'avventura di Dan Brown "Il codice da Vinci", diretta da Ron Howard nel 2006. Lo stesso anno, recita con Gad Elmaleh in Ti va di pagare? - Priceless, mentre l'anno dopo è con Guillaume Canet sul set del film di Claude Berri Semplicemente insieme, adattamento del romanzo omonimo di Anna Gavalda. Dall'Inghilterra, le giunge la notizia di essere stata considerata per il ruolo di Madame Maxime nella pellicola della saga harrypotteriana Harry Potter e il calice di fuoco (2005), ma viene poi scartata per un'attrice più british come Frances de la Tour. Diretta da Anna Fontaine, vestirà invece gli eleganti abiti della stilista Coco Chanel nel biopic Coco avant Chanel - L'amore prima del mito (2008), parzialmente ispirato al romanzo "L'Irrégulière" di Edmonde Charles-Roux.
Nel 2011, appare ne La delicatezza, una nuova commedia dolceamara romantica francese diretta a quattro mani da David e Stéphan Foenikinos, basata sul romanzo del primo. Nel Regno Unito, la si potrà invece riconoscere nel videoclip del cantautore britannico Charlie Winston "I Love Your Smile", mentre nel 2013, è Martine, la triste protagonista del film di Michel Gondry Mood Indigo - La schiuma dei giorni e di Rompicapo a New York, dopo alcuni film prettamente nazionali viene nuovamente diretta da Gondry in Microbo e Gasolina.

La carriera da fotomodella e testimonial
Importante anche l'aspetto più glamour della sua vita. Dopo l'exploit di Amelie, la Tautou appare nelle copertine di VOGUE, ELLE, HARPERS BAZAAR, MARIE CLAIRE come modella e prende parte a numerosi servizi fotografici. Nel 2009, è chiamata a sostituire Nicole Kidman come testimonial di Chanel N. 5, tanto da essere osannata ed etichettata come la Musa di Chanel. Sarà anche il volto di L'Oreal, Montblanc e di molti altri brand.

Vita privata
Nel 2008, ha messo fine a una lunghissima relazione con il cantante rock francese Matthieu Chedid.

Ultimi film

Biografico, (Francia - 2016), 122 min.
Commedia, (Francia - 2016), 100 min.
Commedia, (Francia - 2015), 103 min.
Animazione, Fantasy - (Belgio, Francia - 2015), 84 min.

Focus

CELEBRITIES
giovedì 28 aprile 2016
Fabio Secchi Frau

Giovane attrice e modella francese diventata per tutti semplicemente Amélie, grazie a quello che è considerato dalla critica mondiale il capolavoro del visivamente duro e radicale Jean-Pierre Jeunet. Nella lista dei dieci migliori film francesi di sempre, infatti, Il favoloso mondo di Amélie è imprescindibile. Merito anche di questa giovane attrice che ha fatto i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo a soli 18 anni in televisione e che ha proseguito la sua gavetta spostandosi al cinema, ottenendo fin da subito uno dei più importanti riconoscimenti della cinematografia d'oltralpe: il César

CELEBRITIES
martedì 26 maggio 2009
Stefano Cocci

Uno dei volti più espressivi del panorama internazionale si cimenta con un marchio globale: Coco Chanel Ci vuole una certa dose di coraggio e di pazzia per rinunciare al pezzo forte del proprio repertorio pur di interpretare il sogno di una donna nata e vissuta a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Vederla, come capita in diverse sequenze, con lo sguardo spento e le occhiaie pronunciate, un po' intristisce mentre trasmettono il trailer di Coco Avant Chanel – L'amore prima del mito - a proposito, perchè i distributori italiani infilano la parola amore dappertutto? È capitato recentemente con Elegy, diventato Lezioni d'amore, oppure Waitress a cui aggiunsero Ricette d'amore e la lista potrebbe continuare per molte righe ancora

INCONTRI
lunedì 18 maggio 2009
Valerio Salvi

Incontro romano per Chanel Chi è Coco Chanel o meglio Gabrielle (questo il suo vero nome)? Chanel viene abbandonata dal padre insieme alla sorella maggiore, in una casa di accoglienza delle suore alla morte della madre. Questo è un trauma che segnerà per sempre la sua vita e che farà di tutto per dimenticare, a iniziare dal cambiamento di nome in Coco quando diventerà la stilista che il mondo ha conosciuto

News

In occasione dei 20 anni del film di Jean-Pierre Jeunet, ecco le audizioni e un'intervista al cast. L'11 e...
Per festeggiare i vent'anni dal debutto, il film con Audrey Tautou torna sul grande schermo per due giorni,...
L'attrice sveste i panni di Amélie per tuffarsi nel ruolo di una donna più matura e disinibita. Dal 17 ottobre al cinema.
Regia di Pierre Salvadori. Un film con Adèle Haenel, Pio Marmaï, Audrey Tautou, Vincent Elbaz, Damien Bonnard. Da...
Dopo Mood Indigo l'attrice francese torna a collaborare con Michel Gondry in Microbo e Gasolina. Dal 5 maggio al cinema.
Juliette Binoche in bianco inaugura la 65a edizione del festival.
Un weekend all'insegna di biopic, tensione, crime-story e avventura.
La favola di un sorriso che sa commuovere, sorridere, incantare.
Due film sulla gran signora della moda.
Intervista ad Audrey Tautou e Anne Fontane, protagonista e regista del film.
Film storici e biografici, ma anche commedie americane fantastiche.
A metà aprile in televisione vincono soprattutto i grandi attori di Hollywood.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati