Bambole russe

Film 2005 | Commedia 125 min.

Regia di Cédric Klapisch. Un film con Romain Duris, Kelly Reilly, Audrey Tautou, Cécile De France, Kevin Bishop, Evguenya Obraztsova. Cast completo Titolo originale: Les poupées russes. Genere Commedia - Francia, Gran Bretagna, 2005, durata 125 minuti. Uscita cinema venerdì 28 ottobre 2005 - MYmonetro 2,70 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Bambole russe tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Nel nuovo film di Klapish ritroviamo Xavier e il suo gruppo di amici cinque anni dopo L'Appartamento Spagnolo e la vacanza studio a Barcellona. Tante cose sono cambiate, tante no. In Italia al Box Office Bambole russe ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 154 mila euro e 52,6 mila euro nel primo weekend.

Bambole russe è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,70/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,20
CONSIGLIATO NÌ
Un film che sta in piedi da solo, e che addirittura supera il proprio predecessore grazie a fluidità e sensibilità narrativa fuori dal comune.
Recensione di Giovanni Idili
Recensione di Giovanni Idili

Cinque anni sono trascorsi dagli eventi de L'Appartamento Spagnolo: Xavier, ora trentenne, ha coronato il sogno di vivere facendo lo scrittore, ma è spesso costretto a barcamenarsi tra frustranti e poco redditizi lavoretti di giornalismo spicciolo. Come se non bastasse, la sua vita sentimentale continua ad essere il solito caos, in un ingombrante groviglio di passato e presente. Parigi, Londra, S.Pietroburgo: queste le città che scandiranno le confuse tappe degli incontri/scontri tra Xavier e i suoi ex-coinquilini, dove la continua ricerca di se stessi e dell'amore saranno filo conduttore del compiersi dei vari destini.
Dopo la degna celebrazione del fenomeno erasmus, componente di indiscutibile incisività per le ultime generazioni di studenti, Klapisch allarga (o restringe) il tiro, e passa dalla confusione totalizzante dell'adolescenza a quella sentimentale della prima età adulta. L'amore visto come ricerca di se stessi è il tema centrale di un'opera che usa il relativismo come specchio, operando una cinica decostruzione delle ragioni del sentimento per poi tornare inevitabilmente al punto di partenza: crescere è possibile, cambiare è tutto un altro discorso.
Forte di una sceneggiatura spumeggiante e di una regia gradevole, ben ritmata e avida di trovate efficaci, Bambole Russe è un film che sta in piedi da solo, e che addirittura supera il proprio predecessore grazie a fluidità e sensibilità narrativa fuori dal comune. A riportarci con i piedi per terra, un visibile auto-innamoramento verso le proprie doti dialettiche e narrative, che rischia talvolta di sfociare in crono-manierismo, ed il festoso ritrovo finale, quasi a voler assicurare legittimità al titolo di 'sequel'.

Sei d'accordo con Giovanni Idili?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Stesso regista e stesso protagonista per il sequel di L'appartamento spagnolo . Ma manca la stessa simpatia spumeggiante, la stessa leggerezza nell'affrontare argomenti quasi seriosi, lo stesso ritmo fresco e spigliato. E anche R. Duris non dà il meglio di sé per la seconda volta nei vestiti di Xavier, un po' malinconico e un po' arrogante, che tenta di fare lo scrittore e si adatta a lavorare per una soap opera, ma poi, tra Londra e San Pietroburgo e gag risapute, torna a Parigi e decide cosa fare della sua vita. Né lacrime né risa.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
BAMBOLE RUSSE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 21 febbraio 2011
cronix1981

Decisamente peggio del predecessore tranne per un aspetto: l’impatto visivo con tre diverse città, ovvero Parigi, Londra e San Pietroburgo. Per il resto calma piatta e a tratti anche noia. Per più di un’ora il film si barcamena per districarsi in una trama incerta e sconclusionata. Poi ci si aspetta che nella seconda metà il film riesca a prendere almeno forma, ma purtroppo [...] Vai alla recensione »

Frasi
E' comunque assurda questa mascherata in cui tutti giocano a finché morte non ci separi.
Una frase di Xavier (Romain Duris)
dal film Bambole russe - a cura di Marco
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Dedicato a chi ha visto L'appartamento spagnolo, il piccolo film dove lo studente Xavier, in Erasmus a Barcellona, coabitava con sette giovani europei di altrettante nazionalità diverse. Se là Klapisch aveva concentrato l'Europa tra quattro mura, nel seguito fa esattamente l'opposto. Sulla soglia della trentina, Xavier viaggia di continuo, dandosi appuntamento con gli amici di un tempo tra Londra, [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Tornano quelli dell’Appartamento spagnolo. Gli stessi interpreti (con cinque anni in più come i loro personaggi) e lo stesso regista, Cédric Klapisch, che si era fatto apprezzare, dieci anni fa, anche con Ognuno cerca il suo gatto. Nell’Appartamento spagnolo, si ricorderà, una mezza dozzina di giovani, di nazionalità diverse, avevano scelto Barcellona per una vacanza, tutti insieme in un appartamento [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

Cinque anni fa erano degli universitari scatenati che il progetto Erasmus aveva fatto incontrare e coabitare in L’albergo spagnolo a Barcellona. Ora gli stessi giovani hanno il problema di cosa fare da grandi. Xavier (Romain Duris) in particolare si arrabatta coltivando sempre l’idea di fare lo scrittore. Tra Londra e San Pietroburgo riuscirà a metter qualche punto (fermo?) sulla propria ancor giovane [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Lo strepitoso successo non solo in Francia di L'appartamento spagnolo non poteva non partorire un sequel diretto dallo stesso regista. Cédric Klapisch aveva già dato prova con i suoi primi film, Ognuno cerca il suo gatto e Aria di famiglia, della sua vocazione per la commedia e di saper costruire soprattutto in fase di sceneggiatura, acute indagini delle relazioni tra l'individuo e la collettività. [...] Vai alla recensione »

Redazione
Il Giornale

Bambole russe è il seguito di L'appartamento spagnolo, commedia gradevole basata su liberi scambi sessuali e simpatiche farneticazioni giovanilistiche. Cinque anni dopo il protagonista, ancora l'inguardabile Romain Duris, sulla soglia dei trent'anni deve decidere cosa fare da grande. È un «ghostwriter», cioè scrive per altri senza poter firmare. Questo lo porta a Londra e Pietroburgo dove si spupazza [...] Vai alla recensione »

Emiliano Morreale
Film TV

Tornano dopo tre anni i protagonisti dell’Appartamento spagnolo; nel frat­tempo, da studenti Erasmus sono giovani di belle speranze alle soglie dei trent’anni. Xavier (Duris) ha segui­to la sua vocazione di scrittore e si arrangia come ghost writer e sceneggiatore di fiction, accanto­nando il proprio romanzo. Per ra­gioni di globalizzazione, finisce a scrivere a Londra, con la sua vec­chia conoscenza [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 5 marzo 2009
Edoardo Becattini

Fra Vecchio e Nuovo Continente Che sia in guerra, in amore, o indecisa fra studi metafisici e pulsioni omicide, è senza dubbio l'America la grande protagonista di questa domenica. Se la data darebbe ad indicare un trionfo di psicologie femminili, nel [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati