Toglimi un Dubbio

Film 2017 | Commedia +13 95 min.

Titolo originaleÔtez-moi d'un doute
Anno2017
GenereCommedia
ProduzioneFrancia, Belgio
Durata95 minuti
Regia diCarine Tardieu
AttoriFrançois Damiens, Cécile De France, Guy Marchand, André Wilms, Alice de Lencquesaing Michaël Bensoussan, Aylin Mikaelian, Perrette Souplex.
Uscitagiovedì 21 giugno 2018
TagDa vedere 2017
DistribuzioneAcademy Two
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,00 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Carine Tardieu. Un film Da vedere 2017 con François Damiens, Cécile De France, Guy Marchand, André Wilms, Alice de Lencquesaing. Cast completo Titolo originale: Ôtez-moi d'un doute. Genere Commedia - Francia, Belgio, 2017, durata 95 minuti. Uscita cinema giovedì 21 giugno 2018 distribuito da Academy Two. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Toglimi un Dubbio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un uomo scopre che il suo vero padre non è l'uomo che lo ha cresciuto. Decide di partire per andare a cercarlo. In Italia al Box Office Toglimi un Dubbio ha incassato 114 mila euro .

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,00
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una commedia straripante d'amore che piazza il suo carosello di emozioni nevrotiche e filiali sotto il segno dell'abbondanza.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 25 maggio 2018
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 25 maggio 2018

Erwan Gourmelon, solido artificiere bretone, apprende, dopo un'analisi genetica per scongiurare una malattia ereditaria, di non essere il figlio di suo padre. Malgrado la tenerezza e l'amore profondo che lo legano all'uomo che lo ha allevato, Erwan decide di ritrovare il genitore biologico. Nella ricerca incontra Anna, veterinaria e donna determinata che lo corteggia e si lascia corteggiare. Ma Anna è figlia di Joseph, l'uomo che la sua investigatrice ha individuato come suo padre. In piena crisi identitaria, Erwan dovrà brillare la bomba della vita.

Dopo aver esercitato lo sguardo sulle madri (La Tête de maman, Du vent dans mes mollets), Carine Tardieu realizza un film melancomico sulla paternità, accomodato in Bretagna e da qualche parte tra Molière e Marivaux.

Al centro un uomo che scopre che quello che credeva suo padre non lo è, una ragazzina incinta che preferisce tacere il nome del papà della sua bambina, una donna che non ha ancora tagliato il cordone ombelicale col genitore. Commedia sentimentale sullo sfondo di un imbroglio identitario, Toglimi un dubbio piazza il suo carosello di emozioni nevrotiche e filiali sotto il segno dell'abbondanza, moltiplicando i colpi di scena e le peripezie, gioiose e arbitrarie, e sottomettendo la legge del sangue alla logica della fatalità.

La paternità nel film è appesa a un filo, è il frutto di una situazione da inventare, un ruolo da investire (e investigare), che lascia fuori campo le madri. In equilibrio tra dramma e commedia, Toglimi un dubbio forma una coppia, che si cerca ancora prima di trovarsi, e dispone attorno al romance una rosa di attori che aggiungono una nota magica alla narrazione.

La distribuzione dei ruoli è impeccabile, a partire da François Damiens, padre saldo e artificiere che un segreto 'esplosivo' fa vacillare. Guy Marchand, marinaio privato della possibilità di navigare, e André Wilms, vecchio intellettuale ebreo dalle maniere gentili e desuete, incarnano invece uno straordinario duo di padri putativi, a cui fa eco l'energia e lo charme biondo di Cécile de France.

La forza del cinema di Carine Tardieu risiede principalmente nella scrittura dei suoi personaggi che prendono vita nella testa (e nel cuore) dello spettatore attraverso i dettagli, note ai margini dell'intrigo principale. Distillando problematiche universali, la ricerca del padre e dell'amore impossibile, la filiazione e l'identità, Toglimi un dubbio si appropria dei suoi soggetti con originalità, mischiando le carte e i generi, giocando coi codici classici, lasciando osare le donne e filmando gli uomini in piena riflessione, una riflessione che li conduce (quasi) all'immobilismo.

Sulla struttura drammatica, l'autrice francese innesca elementi di commedia pura, accordando le emozioni coi sorrisi larghi, trovando a ciascuno il proprio posto in famiglia, emancipando i figli dai genitori. Perché il gesto genitoriale più bello è offrire la libertà invece di aspettare che capiti.

Toglimi un dubbio si rivela una commedia straripante d'amore che invita a guardare ai padri con più indulgenza e individua nella tenerezza la caratteristica peculiare e ancora inesplorata della paternità moderna. Accudente e coinvolto nell'esistenza della figlia, Erwan Gourmelon offre a François Damiens un assist su un campo minato. Fratello ideale di Benoît Poelvoorde, l'attore fa brillare con le bombe le emozioni, imponendosi, lui belga, come uno dei grandi attori francesi della sua generazione. Con la sua barba bionda e rassicurante, l'umorismo corrosivo e la faccia ordinaria, l'aria placida e magnifica di chi se ne infischia (del successo).

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
VIDEO RECENSIONE
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 25 giugno 2018
Flyanto

 Il dubbio di cui si parla nel film “Toglimi un Dubbio” , è quello riguardante i due innamorati protagonisti della storia se sono in realtà parenti e, più precisamente, fratello e sorella, oppure no. Infatti l’uomo, venuto a sapere un giorno casualmente che colui che ha sempre ritenuto fosse suo padre in realtà non lo è, decide di conoscere [...] Vai alla recensione »

domenica 15 luglio 2018
vanessa zarastro

Siamo in Bretagna nel Golfo di Morbihan sull’Oceano Atlantico a Lorient, una cittadina di poco più di 57.000 abitanti. La città, che è anche un importante porto militare oltre che di pesca, fu quasi completamente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, obiettivo dell’ultima missione del Boing B-17 Flying Fortress il bombardiere pesante quadrimotore usato dall’Uni [...] Vai alla recensione »

martedì 26 giugno 2018
foffola40

Troppo amore,troppi problemi esistenziali. La  madre vetitrenne non vuole che il padre riconosca la figlia che deve nascere. Un adulto, simpatico e di buon carattere, padre della giovane incinta,  viene a sapere tramite analisi mediche che il padre anziano non è il suo padre biologico. Lo stesso padre che aveva sposato sua moglie, ormai morta, pur sapendo che il figlio che aspettava [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 21 giugno 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

L'artificiere Erwan scopre, a quarant'anni che il suo vero padre è un altro. Potrebbe essere l'eccentrico Joseph con il quale inizia a costruire un rapporto. Intanto, conosce Anna, ma quando sta per arrivare al dunque ecco la sorpresa: la donna è la figlia di Joseph. Intanto, Juliette, figlia di Erwan, è incinta. Di chi? Che bella commedia, ottimamente interpretata e diretta, che gestisce bene i vari [...] Vai alla recensione »

sabato 23 giugno 2018
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

L'eterologa una volta si faceva alle terme, consigliatissime contro la sterilità (aiutava un giovane e prestante dottore, o un altro ospite dello stabilimento). In "Toglimi un dubbio" non serve neanche la ricetta medica. Erwan ha 40 anni, fa lo sminatore in Bretagna, e ha il faccione simpatico dell'attore (e comico) belga Francois Damiens. Accompagna la figlia incinta dal dottore - il padre del piccino [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 giugno 2018
Louis Guichard
Télérama

Mantenendo un buon equilibrio tra dramma e commedia, Carine Tardieu affronta il tema della paternità. Erwan (Francois Damiens) scopre che suo padre non è in realtà suo padre e allo stesso momento che la donna a cui fa la corte (Cécile de France) è probabilmente la sua sorellastra. Questi colpi di scena degni di Molière e Marivaux non si accordano bene con l'ambientazione realistica bretone.

venerdì 22 giugno 2018
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Questa faccenda del dna... Non sta diventando un po' invadente? Forse è questa evidenza ad aver meritato il passaggio alla Quinzaine di Cannes l'anno scorso di questa tradizionale, ma non banale, commedia dell'equivoco (e del senso) tra paternità naturale e paternità affettiva. Con la fotogenia perplessa di Damiens (il fattore muto di "La famiglie Belièr") il vedovo, specialista artificiere di terreni [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 giugno 2018
Roberto Nepoti
La Repubblica

Sulla costa bretone, dove si è ritirato per accudire la figlia, il vedovo Erwan esercita il mestiere di sminatore. Essendo bravo, conta di potersela sempre cavare: un'intera serie di bombe d'altro genere arriva, però, a minacciare la sua metodica vita. La prima riguarda la rampolla, incinta di non si sa chi in seguito all'avventura dl una notte. Mentre cerca di convincerla a darsi una normalità sociale, [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
venerdì 15 giugno 2018
A cura della redazione

Erwan Gourmelon, solido artificiere bretone, scopre di non essere figlio di suo padre. Decide così di ritrovare il genitore biologico. Nella ricerca incontra Anna, veterinaria che lo corteggia e si lascia corteggiare.

GUARDA L'INIZIO
giovedì 14 giugno 2018
 

Quando Erwan, artificiere ultra-quarantenne, scopre per caso che l'uomo che l'ha cresciuto non è il suo vero padre, comincia la ricerca del suo genitore biologico. Individua Joseph, un eccentrico settantenne, vecchia conoscenza di sua madre.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati