Un sogno per papà

Film 2019 | Drammatico Film per tutti 105 min.

Titolo originaleFourmi
Anno2019
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata105 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diJulien Rappeneau
AttoriFrançois Damiens, Maleaume Paquin, André Dussollier, Ludivine Sagnier, Laetitia Dosch Pierre Gommé, Sébastien Chassagne, François Girard, Marc Raffray.
Uscitagiovedì 5 dicembre 2019
TagDa vedere 2019
DistribuzioneM2 Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,90 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Julien Rappeneau. Un film Da vedere 2019 con François Damiens, Maleaume Paquin, André Dussollier, Ludivine Sagnier, Laetitia Dosch. Cast completo Titolo originale: Fourmi. Genere Drammatico - Francia, 2019, durata 105 minuti. Uscita cinema giovedì 5 dicembre 2019 distribuito da M2 Pictures. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,90 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un sogno per papà tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storia di un ragazzino, figlio di genitori separati, che trova nel calcio una valvola di sfogo e ritrova il rapporto con il padre. In Italia al Box Office Un sogno per papà ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 86,1 mila euro e 56,1 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
2,90/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,79
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una favola prenatalizia convenzionale ma vincente.
Recensione di Paola Casella
giovedì 28 novembre 2019
Recensione di Paola Casella
giovedì 28 novembre 2019

Laurent ha perso il lavoro, si è separato dalla moglie ed è diventato un depresso che alza spesso il gomito e la voce, accapigliandosi con chiunque. Suo figlio Théo però lo adora, e ricorda bene quando suo padre era un uomo diverso: dunque gli sta vicino come può e gli perdona anche le performance più imbarazzanti. Théo, soprannominato Formica, è un asso del pallone, orgoglio del suo allenatore e naturalmente di papà Laurent. Quando un reclutatore dell'Arsenal, la celebre squadra inglese, si ferma ad osservare una partita della sua squadretta, il bambino spera di essere selezionato per il centro di formazione nel sud dell'Inghilterra. Il reclutatore, pur apprezzandone le doti atletiche, lo scarta perché è fisicamente ancora troppo piccolo, ma Théo, per non dare un'ennesima delusione al padre, finge di essere stato scelto, dando il via ad una serie di equivoci sempre più eclatanti.

Tratto dalla graphic novel Dream Team, Un sogno per papà è la storia d'amore fra un padre problematico e un figlio protettivo: due identità maschili che rappresentano anche due generazioni, quella dei 40enni mai diventati veramente adulti e quella degli under 13 che si ritrovano a fare loro da genitori.

Il tono è quello lieve della commedia per famiglie, reso più accattivante dalla grande dolcezza con la quale il regista e sceneggiatore Julien Rappeneau affronta un tema evidentemente a lui caro. Julien è infatti il figlio di quel Jean-Paul Rappeneau che ha firmato da sceneggiatore Zazie nel metrò, e da regista commedie come Gli sposi dell'anno secondo e Il mio uomo è un selvaggio, per poi fare incetta di premi con il Cyrano de Bergerac interpretato da Gerard Depardieu. Anche Julien Rappeneau ha alle spalle un buon numero di commedie da lui scritte e/o dirette, ma non ha finora raggiunto il successo del papà.

Tuttavia fra padre e figlio c'è un legame speciale (che riguarda anche il fratello Martin, affermato compositore per il cinema, e autore delle musiche di questo film), e quel vissuto famigliare si traduce nella tenerezza con cui Julien gestisce questa storia semplice, che trova nei suoi due attori protagonisti le giuste fisicità: il piccolo Maleaume Paquin, già protagonista di Remi, ha uno sguardo teneramente struggente, e il nerboruto Francois Damiens regala a Laurent il suo temperamento esuberante.

Fanno loro da contorno Ludivine Sagnier nel ruolo dell'ex moglie di Laurent e il veterano André Dussollier in quello del laconico allenatore di calcio. Nota di merito per il giovanissimo Pierre Gommé che interpreta Max, l'amico agorafobico e smanettone di Théo.

Un sogno per papà è una favola prenatalizia convenzionale ma vincente, come la partitella dell'oratorio per la quale non si può fare a meno di fare il tifo, anche se si è ben coscienti che è disputata fra mediani.

Frasi
Ho fatto un gran casino in tutti questi anni ma adesso ci riuscirò!
Una frase di Laurent (François Damiens)
dal film Un sogno per papà - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 7 dicembre 2019
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Calcio e famiglia, adolescenza e sacrificio, promesse sportive e disillusioni. Il copione è standard: dotato di talento al pallone, ma impedito da un padre troppo disoccupato e bisognoso di sostegno, un ragazzino imposta una colossale bugia sul suo futuro nell'Arsenal, sperando di giovare all'autostima del padre. Favoletta per famiglie che hanno voglia di favolette.

sabato 7 dicembre 2019
Alberto Pesce
Giornale di Brescia

In quella fiabesca malìa di paterno-filiali rapporti d'affetto e stima che era il film francese di Antoine Blossier «Remi», trovatello educato e curato da un artista ambulante e costretto a lunga erranza dopo la sua morte, era di emotiva tenerezza il piccolo Maleaume Paquin, che ora, in un altro film francese, «Un sogno per papà» a firma di Julien Rappeneau, è di altrettanta struggente tenerezza e [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 dicembre 2019
Christophe Caron
La Voix du Nord

Il titolo originale, Fourmi, si riferisce al soprannome di Theo, un ragazzino che gioca a pallone nella squadra di una cittadina del nord della Francia e che non viene scelto dai selezionatori dell'Arsenal perché è troppo piccolo di statura. Così decide di mentire per non deludere il padre, Laurent, un uomo depresso e troppo spesso ubriaco. Julien Rappeneau è evidentemente tentato dalla commedia sociale [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Roberta Loriga
Sentieri Selvaggi

La cosa più importante per una comunità, e ancor più nello specifico per una famiglia, è sostenersi a vicenda. Questo Théo (Maleaume Paquin) l'ha capito a soli dodici anni. Un sogno per papà, banalmente tradotto in lingua italiana, sostituisce Fourmi, che significa "formica", titolo ben più appropriato per quanto concerne le tematica del film: le formiche sono tra le specie più note tra gli insetti [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Alice Sforza
Il Giornale

Il piccolo Theo, campioncino del pallone, fallisce un provino davanti agli osservatori dell'Arsenal. Non ha, però, il coraggio di dirlo al padre Laurent, disoccupato e col vizio del bere, lasciandogli l'illusione di avercela fatta. Infatti, l'uomo, sulla spinta di questa notizia, prova a cambiar vita. Quanto durerà la farsa? Gradevole commedia seriosa, che fa centro, con qualche lacrima, grazie anche [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2019
Maurizio Cabona
Il Messaggero

Film di buoni sentimenti (ma non buonista), Un sogno per papà - in originale Fourmi, cioè Formica - di Julien Rappeneau ha il pregio sia di essere controcorrente, sia il coraggio di raccontare il mondo del calcio giovanile. Infatti sul grande schermo il rettangolo verde di gioco non ottiene la corona di pubblico che in genere gli tributano gli stadi.

martedì 3 dicembre 2019
Alice Cucchetti
Film TV

Licenziato, divorziato, perso nelle maglie di un sistema che ostacola la reintegrazione, Laurent è alcolizzato e attaccabrighe; l'unico a credere in lui è il figlioletto Théo, detto "Formica" (da cui il titolo originale), che, nonostante le ridotte dimensioni, è un asso del pallone. Il contesto sociale ricorda quello di un film di Loach, ma quella firmata da Rappeneau figlio è una solida commedia «che [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
martedì 5 novembre 2019
 

Theo è un dodicenne molto maturo per la sua età che si impegna con tutte le sue forze per sostenere il papà Laurent, disoccupato, separato e con qualche problemino di troppo con l'alcool. Ciò che lega maggiormente i due è l'amore per il calcio, sport [...]

NEWS
martedì 8 ottobre 2019
 

Il film racconta la storia di un ragazzino figlio di genitori separati che trova nel calcio una valvola di sfogo e ritrova il rapporto con il padre. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati