Advertisement
Film in Tv: mercoledì 16 giugno

Audrey Hepburn è Sabrina per Billy Wilder.
di Valeria Filippi

Drammi bellici e familiari
Audrey Hepburn (Andrey Kathleen Ruston) 4 maggio 1929, Bruxelles (Belgio) - 20 Gennaio 1993, Tolochenaz (Svizzera). Interpreta Sabrina Fairchild nel film di Billy Wilder Sabrina.

mercoledì 16 giugno 2010 - Televisione

Drammi bellici e familiari

La serata comincia all'insegna dell'eleganza con un'attrice simbolo della settima arte, Audrey Hepburn, che diventa Sabrina (Raitre, 21.10) nella commedia di Billy Wilder del 1954. Accanto alla Hepburn figura un'altra icona del cinema, Humphrey Bogart (qui in uno dei suoi ultimi ruoli, visto che venne a mancare tre anni dopo a causa di un tumore); la sua parte era in origine destinata a Cary Grant. Sabrina ricevette sei nomination agli Oscar del '55, portando a casa quello per i Migliori costumi; quarant'anni dopo, nel 1995, Sydney Pollack gira un omonimo remake nel quale Julia Ormond prende il posto della Hepburn ed Harrison Ford quello di Bogart.
Ancora una commedia, ma molto più recente, è Relative Strangers (Canale 5, 23.30), uscita nel 2006 nelle sale americane e mai arrivata nelle nostre. Richard, psicologo felicemente fidanzato con Ellen (Neve Campbell) scopre di essere stato adottato da quelli che crede essere i suoi genitori; deciderà allora di andare a conoscere quelli veri (l'esilarante coppia di comici Danny DeVitoKathy Bates).
Si cambia genere con il dramma di guerra Sotto corte marziale (Rai4, 21.10) diretto da Gregory Hoblit, il regista di Schegge di paura, Frequency – Il futuro è in ascolto e il più recente Nella rete del serial killer. Sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale agisce il giovane tenente Thomas Hart (Colin Farrell) che si arruola nell'esercito e durante un'imboscata viene fatto prigioniero (nel campo troverà un rigoroso colonnello col volto di Bruce Willis). La sceneggiatura è firmata da John Katzenbach, che per idearla si è basato sulle esperienze dirette di suo padre, prigioniero di guerra durante la Seconda Guerra Mondiale.
Dal dramma collettivo della guerra a quello personale di una famiglia distrutta: con La stanza del figlio (Raimovie, 21.00) Nanni Moretti lascia da parte la sua consueta ironia e racconta il dolore lancinante della perdita di un figlio. La famiglia medio borghese è composta dal padre Moretti, la madre Laura Morante e dai figli Jasmine Trinca e Giuseppe Sanfelice. Il film fu premiato con la Palma d'Oro a Cannes 2001, dove vinse anche il premio FIPRESCI della critica internazionale "per la sua descrizione della distruzione di una famiglia unita in seguito alla morte di un figlio". Nel cast anche Silvio Orlando e Stefano Accorsi come pazienti dello psicanalista Moretti.
Infine il grande classico del 1961 Lo spaccone (Sky Classics, 21.00), tratto dall'omonimo romanzo di Walter Tevis del '59. Robert Rossen sceneggia e dirige una pellicola per la quale si assicura la recitazione di quattro ottimi interpreti come Paul Newman, Piper Laurie, George C. Scott e Jackie Gleason (tutti nominati agli Oscar). Il film divenuto ormai un cult ricevette nove nomination ai celebri premi di quell'anno, vincendo quelli per la fotografia e la scenografia. Del 1986 è il seguito d'autore Il colore dei soldi, firmato da Martin Scorsese e recitato da Tom Cruise, John Turturro, Forest Whitaker e ancora Paul Newman.
Nei prossimi giorni arrivano Al Pacino e Colin Farrell nella Regola del sospetto, la commedia del 1997 Il matrimonio del mio migliore amico e il film musicale Across the universe.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati