Miss Sloane - Giochi di potere

Film 2016 | Drammatico +13 132 min.

Titolo originaleMiss Sloane
Anno2016
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata132 minuti
Regia diJohn Madden
AttoriJessica Chastain, Mark Strong, Gugu Mbatha-Raw, Alison Pill, Michael Stuhlbarg Jake Lacy, Sam Waterston, John Lithgow, Jack Murray, Dylan Baker, Kyle Mac, Douglas Smith, Ennis Esmer, Sergio Di Zio.
Uscitagiovedì 7 settembre 2017
TagDa vedere 2016
Distribuzione01 Distribution
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,13 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di John Madden. Un film Da vedere 2016 con Jessica Chastain, Mark Strong, Gugu Mbatha-Raw, Alison Pill, Michael Stuhlbarg. Cast completo Titolo originale: Miss Sloane. Genere Drammatico - USA, 2016, durata 132 minuti. Uscita cinema giovedì 7 settembre 2017 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,13 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Miss Sloane - Giochi di potere
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Una donna in carriera propone una nuova legge sul controllo delle armi ma non sa che dovrà affrontare spietate lobby di potere. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes. In Italia al Box Office Miss Sloane - Giochi di potere ha incassato 73,4 mila euro .

Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,88
PUBBLICO 3,50
CONSIGLIATO SÌ
Jessica Chastain sorprende ancora nel ritratto amaro di un'eroina dei nostri tempi.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 24 aprile 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 24 aprile 2017

Stati Uniti. Elizabeth Sloane lavora, ottenendo ottimi risultati, per un'agenzia lobbistica legata all'area conservatrice. Decide però di andarsene quando si cerca di farla aderire a una campagna di supporto alle aziende che producono armi. Si vuole infatti contrastare una proposta di legge, che ne avvii la regolamentazione dell'uso, promuovendo una campagna che solleciti le donne ad armarsi per difendere i propri cari. Sloane porta con sé la sua squadra (con qualche importante eccezione) con l'intento di agire sul fronte opposto.

Il termine 'lobbista' si fa risalire al presidente americano Ulysses S. Grant il quale veniva sollecitato da pressanti richieste di favori mentre cercava di riposarsi nella lobby del Willard Hotel a Washington.

Oggi i lobbisti non si muovono più in ordine sparso ma fanno parte di vere e proprie strutture perfettamente organizzate. Facciamo conoscenza con il concentrato di tutte le loro caratteristiche nel momento in cui Elizabeth Sloane deve prepararsi per subire un interrogatorio da parte dei rappresentanti del Congresso degli Usa in ordine alla sua attività corruttiva. Le istruzioni che riceve dal suo avvocato hanno un denominatore comune: non rispondere ad alcuna domanda appellandosi al Quinto Emendamento.

Che Jessica Chastain fosse un'attrice capace con uguale efficacia di dare corpo alla Grazia (The Tree of Life) così come all'Eros più contorto (Wilde Salomé) lo sapeva chiunque si appassioni al cinema. Ma l'attrice è comunque capace di sorprendere ancora e lo fa in questo ruolo in cui le viene chiesto di incarnare una macchina umana finalizzata al successo, e pertanto capace di passare come un rullo compressore non solo sulle personalità altrui ma anche sulla propria. Miss Sloane è una donna che ha smesso di essere tale anche nella dimensione più intima e personale, che non ha dimenticato il sesso ma che lo ha separato brutalmente da qualsiasi possibile forma di sentimento. È interessante che Madden ne faccia una protagonista per una buona causa stando bene attento a non 'convertirla' a una diversa modalità di approccio nei confronti di chi la circonda. Positivo o negativo che sia il fine da raggiungere, la strategia e le tattiche impiegate non possono mutare più che tanto. Anche se, nel profondo, brilla ancora una fiammella di passione disancorata dall'utile da conseguire. Chastain, costretta da un abbigliamento formale da cui può liberarsi solo per del sesso senza amore, ci offre un ritratto amaro di un' "eroina" dei nostri tempi. Che non sono tempi che lascino ben sperare.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 14 settembre 2017
Flyanto

 Un personaggio potente e famoso solitamente è sempre un poco inviso agli altri, quando si tratta poi di una donna, è ancora peggio. Ed è quello che accade alla temibile protagonista Elizabeth Stone, una donna in carriera al servizio di alcune lobbies, da cui il titolo dell'omonima pellicola interpretata da Jessica Chastain.

lunedì 1 maggio 2017
Mario Nitti

La storia, ambientata nella Washington delle agenzie hobbistiche americane, racconta la storia di una sfida intorno all’approvazione di una legge restrittiva sul diritto a portare ed acquistare armi. Tre i punti di forza del film. Il primo è che il tema è interessante e offre una spaccato della vita politica americana per molti versi assai lontana da quella italiana.

giovedì 14 settembre 2017
goldy

Dialoghi scoppiettanti  per menti sveglie che sembrano pronunciati da robot caricati a molla. fanno  sentire il  povero spettatore un piccolo inbranato, balbettante analfabeta. Una   lobbista  rampante in carriera, aggressiva , cinica  quanto basta,  poco incline a indulgere amorose ( sesso a pagamento)  o   cedimenti di sorta  ha comportamenti&nbs [...] Vai alla recensione »

martedì 12 settembre 2017
lucblaks

I tre titoli di richiamo presenti in sala al momento sono Cattivissimo Me 3 ( veramente brutto ), Dunkirk ( veramente bello ) e Baby Driver ( ancora da vedere ). E poi c'è Miss Sloan, un film che in sala sta per modo di dire vista la promozione quasi inesistente sia in patria che in Italia, dove è uscito scandalosamente un anno dopo. Il film ha il grande pregio di poggiarsi sulle spalle sapienti di [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 maggio 2017
Liuk!

Pellicola di denuncia tendente al thriller. Emerge la bassezza delle lobby americane e la corruzione dilagante del senato. Oltre ad un ottimo ritmo, spicca una Chastain veramente sopra le righe, sempre più brava. Film da non perdere.

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
lunedì 11 settembre 2017
Mariangela Carbone - Vincitrice del Premio Scrivere di Cinema

Con il suo ultimo lavoro il regista John Madden compie un cambiamento di rotta, lasciandosi alle spalle le atmosfere romantiche di Shakespeare in Love e Il mandolino del capitano Corelli o i toni da commedia di Marigold Hotel, inoltrandosi in un genere finora inesplorato: il thriller politico, arricchito da elementi di tipo giallo-spy. Miss Sloane - Giochi di potere possiede le caratteristiche del film di inchiesta e di denuncia, si addentra nel controverso mondo della politica e dell'economia a Washingston, indagando e svelando la corruzione ai piani alti delle istituzioni, stavolta non dal punto di vista del mondo giornalistico - come nel lontano e celebre Tutti gli uomini del presidente - ma da quello delle lobbies.

Madden sceglie un delicato e dibattuto argomento di attualità (la legislazione che regola il controllo sulle armi) e si cala negli oscuri gironi infernali delle lobbies, riemergendone con una pellicola tagliente, che non può non ricordare il cinismo e l'ironia di Thank you for smoking di Jason Reitman.

Prendendo in prestito il ritmo serrato e le trame fitte di intrighi dalle serie televisive, prime tra tutte House of Cards, Madden gioca con la suspense e i colpi di scena e inserisce l'elemento del mistero, solitamente assente dai film politici, affidandolo all'imprevedibilità della protagonista Elisabeth Sloane, la lobbista più ricercata e temuta di Washingston e definita "campionessa del libero mercato". L'interpretazione di questa donna acuta, pragmatica e manipolatrice è affidata a Jessica Chastain, che torna ad incarnare un personaggio astuto e ostinato, risoluto nel raggiungimento dei propri obiettivi, come quello di Maya Lambert in Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow.

Dunque la protagonista assoluta è una donna - sostenuta da altri due personaggi femminili decisivi nella vicenda - che domina una pellicola attenta a seguire gli sguardi, i gesti e le mosse della Miss più spietata delle lobbies di Washington. La regia sceglie inquadrature mirate a sottolineare la presenza ingombrante ed eccessiva della protagonista e lavora sulla sua fisicità, esaltandone labbra rosse, unghie nere e tacchi alti, segni di una femminilità intimidatoria e prepotente in un mondo, quello delle lobbies, dominato da uomini.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 14 settembre 2017
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Il bisogno ossessivo di vincere, a prescindere dalla posta in gioco. Così funziona il cervello di Elizabeth Sloane, la più richiesta e pagata lobbysta a Washington D.C. messa alla prova da una "proposta indecente" rispetto all'etica generalizzata. Tuttavia è proprio su questo che i power broker lavorano, cercando di spingere agli estremi il già selvaggio liberismo americano.

venerdì 8 settembre 2017
Pat Padua
The Washington Post

Quella dei lobbisti è forse la categoria più odiata a Washington. Questo thriller politico racconta con un po' di cinismo quello che i lobbisti sono in grado di fare per raggiungere un obiettivo. Il personaggio, interpretato con ferocia da Jessica Chastain, sostiene una causa nobile - l'approvazione di una legge per controllare il mercato delle armi - ma adotta dei metodi che non si possono condividere. [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 settembre 2017
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Il lobbismo, nel sistema e nella cultura politica americani legittimo e regolamentato, è protagonista del film. Elizabeth Sloane è la numero uno, tutti se la contendono a suon di compensi astronomici. Impegnata sul versante conservatore - è Jessica Chastain a indossare i panni della donna che non stacca mai e non ha una vita privata a parte qualche distrazione erotica a pagamento-decide di cambiare [...] Vai alla recensione »

giovedì 4 maggio 2017
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Sei mesi per una radiografia, cinque minuti per una pistola. Cruda sintesi per spiegare che qualcosa non funziona in America. Protagonista di questo avvincente dramma fanta, ma mica poi tanto, politico è la Miss Sloane del titolo, superbamente incarnata da Jessica Chastain. Una donna in grado di comprare i voti per cambiare la legge sulle armi. Così priva di sentimenti da pagarsi un gigolò e così cinica [...] Vai alla recensione »

NEWS
GUARDA L'INIZIO
martedì 29 agosto 2017
 

Stati Uniti. Elizabeth Sloane lavora, ottenendo ottimi risultati, per un'agenzia lobbistica legata all'area conservatrice. Decide però di andarsene quando si cerca di farla aderire a una campagna di supporto alle aziende che producono armi.

VIDEO RECENSIONE
mercoledì 2 agosto 2017
 

Nel mondo dei power-broker e dei mediatori politici, dove le poste in gioco sono altissime, Elizabeth Sloane è una lobbista straordinaria, la più ricercata a Washington. Famosa per la sua astuzia e una lunga storia di successi, ha sempre fatto qualsiasi [...]

TRAILER
giovedì 30 marzo 2017
 

Nel mondo dei power-broker e dei mediatori politici, dove le poste in gioco sono altissime, Elizabeth Sloane è una lobbista straordinaria, la più ricercata a Washington. Famosa per la sua astuzia e una lunga storia di successi, ha sempre fatto [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati