•  
  •  
Apri le opzioni

Susy Laude

Susy Laude. Data di nascita 8 settembre 1976 a Salò (Italia). Susy Laude ha oggi 45 anni ed è del segno zodiacale Vergine.

Il ruggito di un canarino

A cura di Fabio Secchi Frau

Salò le ha fatto da casa. È da questa cittadina che questo timido "canarino" della recitazione ha spiegato le ali per arrivare fino al grande schermo italiano. Un cammino fatto di una solida istruzione nell'arte della recitazione, ma soprattutto di una gavetta teatrale non indifferente, che porta grandi nomi del palco di casa nostra con sé. Perché chiamarla canarino? Perché la Laude è un'attrice delicata che riesce a impersonare, con la leggerezza di un volo, dei perfetti ritratti di donna. Non importa siano esse bellissime e sensuali o sgraziate e irriconoscibili. Non importa siano grandi o piccoli ruoli.
È una che ci sa fare e lo dimostra. Ma soprattutto perché in una delle pellicole che l'ha resa più nota, Ho voglia di te, nella scena del provino, lei avanza timida e bruttina, bionda e impacciata, annunciando a chi fa il casting «Veramente ci sarei anche io». La battuta di rimando è pungente: «Ci mancava solo il canarino». Non si dà per vinta: «Cip cip!». Un pigolio che è un ruggito, proprio come la sua recitazione.

Formazione e teatro
Dopo aver frequentato il liceo linguistico-scientifico ed essersi laureata presso l'Università di Parma in Spettacolo, Susy Laude si diploma presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico" di Roma. Contemporaneamente si forma anche in danza ed entra nella compagnia del Teatro delle Briciole di Parma, dove ha sostenuto anche un corso di recitazione. Gli esordi sono tutti teatrali, da "Cuore di cane" (1998-1999) di Bulgakov a "Ti incenerisco" (1999-2000) fino a "La storia di Cecco Rivolta" (2000-2001). Passa dalla regia di Pino Passalacqua che la dirige sul palco in "Frammenti d'amore" (2001) al ruolo di Pinocchio ne "Le avventure di Pinocchio" (2002), e si susseguono altre produzioni dove è protagonista di spicco come: "Scenari del Novecento" (2002), "No al fascismo" (2002), "Vacanze pugliesi" (2003) e il monologo "A solo" (2003). Appare anche nel tubo catodico nella trasmissione di Rai Tre Il miele e la feccia - Il mestiere dell'attore: viaggio in dieci puntate incentrato sul mestiere dell'interprete teatrale e cinematografico. Dopo essere stata Porzia nel teatrale "Giulio Cesare" (2004) di Paolo Todisco, è inserita in un progetto di Giorgio Albertazzi, per la regia di Andrea Di Bari, dal titolo "Cicerone e la lingua parlata". Giorgio Croce Nanni la sceglierà poi come protagonista del cortometraggio "Cambiamenti di stato" (2004), all'interno del quale, forte di una grande gavetta teatrale, darà prova di essere una più che ottima attrice.
Dopo aver lavorato nientemeno che accanto a Dario Fo e al ritrovato Albertazzi nello spettacolo tv Giorgio Albertazzi e Dario Fo raccontano il teatro nel 2004, è sul set della commedia brillante di Massimo Cappelli Il giorno + bello (2005) con Violante Placido e Fabio Troiano.

Sul grande schermo
Ma emerge nel cast della pellicola di Luis Prieto Ho voglia di te (2007), sequel della pellicola romantica italiana Tre metri sopra il cielo, nel ruolo dell'amica del cuore di Gin. Dopo aver acquistato così tanta simpatia presso il pubblico, è di nuovo sul palco in "Morire in fondo è trendy" (2006) come protagonista. Da segnalare l'importante incontro (prolifico) con Gianluca Maria Tavarelli, che la imporrà ne "La mia ossessione", ma anche nella fiction Maria Montessori (2006) con Paola Cortellesi, e soprattutto nel film Non prendere impegni stasera (2006), in mezzo a un cast veramente eccezionale. Ma se vi piace la musica allora la riconoscere di certo nel videoclip di "Basta poco" di Vasco Rossi.
Nel 2008 partecipa al drammatico Il resto della notte, mentre nel 2012 è nelle sale con Henry diretta da Alessandro Piva, e nella commedia di e con Giovanni Vernia Ti stimo fratello. Nel 2015 è nel cast del film Loro chi?, accanto a Edoardo Leo e Marco Giallini, e nel 2016 sarà nel film di Ivan Cotroneo Un bacio.
Susy Laude dimostra di muoversi a proprio agio fra cineprese e telecamere, fra palco e set, e rappresenta, sicuramente, una delle promesse più grintose della settima arte, ma soprattutto del teatro. Riuscirà a trovare un posto tutto suo in questo cinema italiano così ricco di contraddizioni, un po' cinico e generoso allo stesso tempo? Noi speriamo possa ancora dimostrare il proprio talento. Cip cip!

Ultimi film

Commedia, (Italia - 2021), 90 min.
Noir, (Italia - 2019), 110 min.
Commedia, (Italia - 2019), 90 min.
Commedia, (Italia - 2019), 93 min.
Commedia, (Italia - 2017), 102 min.
Drammatico, (Italia - 2016), 101 min.

News

Storia di un'integrazione riuscita.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati