•  
  •  
Apri le opzioni

Eros Pagni

Eros Pagni è un attore italiano, doppiatore vers. italiana, è nato il 28 agosto 1939 a La Spezia (Italia).
Nel 1999 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista al Nastri d'Argento per il film La cena. Eros Pagni ha oggi 83 anni ed è del segno zodiacale Vergine.

L'orso in camerino

A cura di Fabio Secchi Frau

Sono queste le parole che usa per ribattezzarsi in un libro che lui stesso ha scritto: "Io, Eros Pagni - L'orso in camerino". Noto attore genovese, se fossimo a Hollywood sarebbe stato sfruttato e santificato tanto quando Robert Duvall. Ma siamo in Italia e la storia è leggermente diversa, pur senza non dubitare mai della sua grande bravura. Pipa in pugno, sguardo severo e ottima maschera teatrale (da "Morte di un commesso viaggiatore" a "Il mercante di Venezia"). Non un uomo, non un orso, ma un nuovo mostro della recitazione.

Gli studi sotto Vittorio Gassman
Figlio di un oste, dopo aver compiuto gli studi obbligatori presso la sua città natale, frequenta il Liceo Scientifico Pacinotti senza molto profitto, preferendo invece interessarsi, ancora adolescente, alle varie forme di teatro esistenti e al mestiere dell'attore. Ammesso all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma, riesce a strappare perfino una borsa di studio per le sue immense doti recitative, diplomandosi così nel 1959 sotto la guida di Sergio Tofano, Orazio Costa e Vittorio Gassman (che sarà una figura chiave nella sua carriera cinematografica). Terminata la sua istruzione, lavora al Teatro di Genova portando sulle scene testi di Gogol, Pirandello, Goldoni, Shakespeare, Molière e il più contemporaneo O'Neill, dedicandosi sporadicamente anche al doppiaggio.

L'esordio cinematografico
Il primo passo verso il cinema è compiuto nel 1964, quando partecipa al film a episodi Amore in quattro dimensioni di Mino Guerrini, Massimo Mida, Gianni Puccini e Jacques Romain, che gli offrirà l'opportunità di recitare accanto a Franca Rame, Aldo Giuffrè, Lando Buzzanca, Sylva Koscina, Gastone Moschin, Philippe Leroy e Michèle Mercier. Ma è solo l'inizio di una sfolgorante carriera, infatti, dopo due anni, eccolo accanto al maestro Gassman e al suo compagno di sempre, Ugo Tognazzi, ne Le piacevoli notti (1966), emergendo persino come uno degli attori prediletti di Luigi Squarzina.

Il commissario di Profondo Rosso
Presente nel circuito televisivo, Pagni recita negli sceneggiati del grande Vittorio Cottafavi (Oliver Cromwell - Ritratto di un dittatore, 1969) e nelle fiction come Nero Wolfe - La bella bugiarda (1971), All'ultimo minuto (1971) e Il Commissario De Vincenzi (1974). Tornerà al cinema nel 1972 con Il generale dorme in piedi, sempre con Tognazzi, e in alcune divertenti pellicole di Lina Wertmüller. Ma molti italiani lo ricordano ancora per il piccolo ruolo del commissario di polizia nella pellicola cult di Dario Argento Profondo rosso (1975) con David Hemmings, Clara Calamai, Macha Méril, Giuliana Calandra, Gabriele Lavia, Glauco Mauri e Daria Nicolodi, dove con un tramezzino in mano, interroga il testimone chiave del delitto David Hemmings, senza particolare attenzione per il luogo del crimine. Passerà poi alla commedia Signore e signori, buonanotte (1976) di Luigi Comencini, Mario Monicelli, Nanni Loy, Ettore Scola e Luigi Magni, affiancando ancora una volta la coppia Gassman-Tognazzi, ma anche Marcello Mastroianni.

Il sodalizio artistico con Francesco Laudadio
Dopo Il soldato di ventura (1976), Ritratto di borghesia in nero (1977) e I nuovi mostri (1977) di Dino Risi, Monicelli e Scola, ritrovando Gassman-Tognazzi, ma anche lavorando per la prima volta con Alberto Sordi - con cui dividerà il set de Il malato immaginario (1979) con Vittorio Caprioli - diventa uno degli attori più frequenti delle pellicole di Francesco Laudadio. Con l'arrivo degli Anni Ottanta, Pagni comincia a frequentare meno il grande schermo, preferendo di gran lunga il teatro, grande amore che non ha mai abbandonato. Lo ritroveremo così in Liquirizia (1979), Grog (1982), Ciao nemico (1982), Piso pisello (1982) e Flirt (1983) con Monica Vitti, mentre nel 1983, è in televisione con la minisere La freccia nel fianco, ritornando a essere diretto cinematograficamente da Dino Risi in Teresa (1987) e riaffiancando Marcello Mastroianni nella fiction a puntate Piazza Navona (1988), seguita dalla miniserie Disperatamente Giulia (1989).

Un Nastro d'Argento con Gassman
In seguito a Il senso della vertigine (1993), L'ombra della sera (1993), Persone perbene (1992) e Americano rosso (1991), è diretto da Alberto Sordi in Nestore - L'ultima corsa (1994) e poi da Scola ne La cena (1998) ritrovando Gassman, ma anche Stefania Sandrelli e ottenendo il Nastro d'Argento come miglior attore non protagonista che dividerà - caso vuole - proprio con il suo maestro: Gassman. È il 2004, quando spicca fra gli interpreti de L'amore ritorna, seppure il pubblico lo abbia già riconosciuto nella fiction Gente di mare (2005), ma forse meno nel film Family Game - Se una vita non basta (2007). Appassionato, non possiamo che ringraziare Eros Pagni per essersi concesso al cinema con tanto entusiasmo, donandoci momenti di recitazione irripetibili, anche se a volte formati da una sola battuta!

Ultimi film

Commedia, (Italia - 2017), 90 min.
Animazione, (USA - 2008), 95 min.
Drammatico, (Italia - 2007), 94 min.
Commedia, (Italia - 1998), 126 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati