•  
  •  
Apri le opzioni

Armin Mueller-Stahl

Armin Mueller-Stahl è un attore russo, è nato il 17 dicembre 1930 a Tilsit (Russia).
Nel 1992 ha ricevuto il premio come miglior attore al Festival di Berlino per il film Utz. Armin Mueller-Stahl ha oggi 91 anni ed è del segno zodiacale Sagittario.

Artista fantastico

A cura di Fabio Secchi Frau

In occasione della sua grandiosa carriera ha scritto un libro, ma non solo quello, dato che da anni Armin Mueller-Stahl si occupa anche di pittura, organizzando e occupando le più grandi gallerie d'arte tedesche con le sue opere. Rimasto fedele alla lezione di Fassbinder, è riuscito a vincere lo strapotere dell'attuale Star System americano e imporsi anche nel più occidentale dei paesi, per bravura e caparbietà, vigore e intensità nella recitazione.
Nato in un paese che precedentemente era stato annesso alla Germania, ma che oggi fa parte della Russia, Armin Mueller-Stahl è figlio di un impiegato di banca. Fin da piccolo ha sempre manifestato una grande propensione per l'arte, principalmente per la musica, distinguendosi come un giovane talento del violino.
Debutta invece come attore nel 1956, grazie a Gustav von Wangenheim che lo introduce nella pellicola Heimliche Ehen, successivamente seguita da Il primo uomo diventato donna(1963). Attore prediletto di Frank Beyer, Martin Eckermann e Axel Corti, sposa nel 1973 Gabriele Scholz, dalla quale avrà un figlio, e prende parte a ben due pellicole del grande regista tedesco Rainer Werner Fassbinder: Lola (1981) e Veronika Voss (1982).
La sua filmografia si arricchisce poi di Una domenica da poliziotto (1983) e Un amore in Germania (1983) di Andrzej Wajda. Nella prima metà degli Anni Ottanta, si presta anche come attore televisivo, dal telefilm Un caso per due (1984) al serial poliziesco L'ispettore Derrick (1984). Dopo Il colonnello Redl (1985) e Non dimenticate Mozart (1985), avrà l'occasione di recitare accanto al regista John Huston nella pellicola fiabesca Momo (1986), tratta da un romanzo di Michael Ende.
Nel 1987, prende parte alla miniserie Amerika con Kris Kristofferson, poi seguita da Ossessione mortale (1987), Uno sbirro nella notte (1988), Music Box - Prova d'accusa (1989) e il telefilm Il gorilla (1990). Nel decennio successivo, dopo essersi distinto per Delitti e segreti (1991) e La forza del singolo (1992), viene diretto dal grande Jim Jarmusch in Taxisti di notte - Los Angeles New York Parigi Roma Helsinki(1992) con Roberto Benigni.
Vincerà poi l'Orso d'argento al Festival di Berlino come miglior attore per la sua interpretazione in Utz (1992) e, ormai impostosi anche come attore internazionale, Mueller-Stahl entra nel circuito hollywoodiano all'interno del quale riesce a occupare una piccola parte ne La casa degli spiriti (1993) con Meryl Streep, Glenn Close, Antonio Banderas e Vanessa Redgrave. Disgraziatamente però, Hollywood lo sfrutterà di più come caratterista comico o in film fantastici, come Marito a sorpresa (1994) e T-Rex - Il mio amico Dino(1995), che come attore drammatico, almeno fino all'arrivo di Scott Hicks, che lo frapporrà a Noah Taylor e Geoffrey Rush nel biografico Shine (1996), dove gli si riserva il ruolo del padre-padrone oppressivo di un genio del piano sul tracollo della nevrosi. Talmente bravo da meritarsi una candidatura all'Oscar come miglior attore non protagonista.
La sua fama cresce di anno in anno, soprattutto in Europa, dove firmerà la sua opera prima come regista e attore (sua la parte di Adolf Hitler) in Conversation with the Beast (1996) con Bob Balaban e Katharina Böhm, sarà poi accanto a John Malkovich in The Ogre (1996), a Jack Lemmon nel film tv La parola ai giurati (1997), a Michael Douglas e Sean Penn in The Game - Nessuna regola (1997) e Nicole Kidman in The Peacemaker (1997). Dopo X-Files - Il Film(1998), Il tredicesimo piano (1999), Il terzo miracolo (1999) e Jakob il bugiardo (1999) con Robin Williams, ha la parte di San Giuseppe nel film tv La Bibbia - Jesus (1999), verrà diretto dal grande Brian De Palma nel film di fantascienza Mission to Mars (2000), accanto a Tim Robbins. Seguono la miniserie Crociati (2001) e la partecipazione al serial statunitense The West Wing (204), nel ruolo del primo ministro israeliano. Membro della giuria del Festival di Berlino 2006, sarà diretto da David Cronenberg nel thriller La promessa dell'assassino (2007).

Ultimi film

Drammatico, (USA - 2013), 118 min.
Thriller, (USA - 2009), 138 min.
Drammatico, (USA - 2004), 99 min.
Fantascienza, (USA - 2000), 130 min.

News

Arriva in sala la nuova e attesissima indagine del professor Robert Langdon, ambientata nel cuore spirituale di Roma.
Mission impossible fra Raffaello, Galileo e San Pietro.
L'action thriller con Clive Owen e Naomi Watts inaugura oggi la Berlinale.
I Buddenbrook, specchio sempre attuale della cultura e dell'identità europea.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati