•  
  •  
Apri le opzioni

Angela Molina

Angela Molina (Angela Molina Tejedor) è un'attrice spagnola, è nata il 5 ottobre 1955 a Madrid (Spagna).
Nel 2021 ha ricevuto il premio alla carriera al Goya. Dal 1986 al 2021 Angela Molina ha vinto 3 premi: David di Donatello (1986), Goya (2021), Nastri d'Argento (1986). Angela Molina ha oggi 66 anni ed è del segno zodiacale Bilancia.

Quell'oscuro oggetto da desiderare

A cura di Fabio Secchi Frau

Dopo essere stata una delle doppie Conchita - caso unico nella storia del cinema dove ben due interpreti diverse ricoprivano lo stesso identico ruolo nello stesso film - facendo sorridere pubblico e critica per quel "normale" surrealismo cui li aveva abituati Luis Buñuel, Angela Molina continua la sua bizzarra e sognante carriera, all'insegna di un genio recitativo che molte poche interpreti hanno. Simpaticamente strampalata, vivace, intelligente, è proiettata verso la settima arte a 360°, vivendo la sua carriera come una continua fantastica avventura, con molte speranze e pochi spaventi.
Figlia d'arte - suo padre è l'attore e cantante Antonio Molina -, appartiene a una famiglia impegnata fortemente nel campo della recitazione, tutti i suoi fratelli infatti - Miguel, Monica e Paula Molina - sono attori. Dopo aver studiato danza classica e spagnola a Madrid, dove è nata e cresciuta, si dedica alla recitazione. All'inizio lavora in un circo in Francia, poi successivamente diventa lei stessa insegnante di danza classica, questo fino almeno al suo matrimonio con Hervé Timarché, dal quale ha poi successivamente divorziato, ma non senza dare alla luce tre figli, fra i quali l'attrice Olivia Molina, che ha spesso lavorato accanto alla madre.
Plurinominata ai Goya, debutta come attrice nella pellicola di Francisco Lara Polop Las protegidas (1975), imponendosi come musa e attrice prediletta di registi come Manuel Gutiérrez Aragón e Jaime Chávarri. È il 1977, quando Luis Buñuel, dopo il forfait dato da Stefania Sandrelli, la sceglie come una delle due interpreti principali femminili di quello che sarà il suo ultimo film: Quell'oscuro oggetto del desiderio. Grazie a una produzione internazionale, che vede coinvolte Francia, Italia e Spagna, la Molina viene scelta assieme all'attrice Carole Bouquet per impersonare il medesimo ruolo: quello di una giovane che fa perdere la testa a Fernando Rey.
La Molina si impone così nel cinema internazionale, con particolare attrazione per il cinema italiano che la abbraccerà in: Ogro (1979) di Gillo Pontecorvo; L'ingorgo - Una storia impossibile (1979) di Luigi Comencini, accanto a Ugo Tognazzi, Alberto Sordi, Marcello Mastroianni, Stefania Sandrelli, Ciccio Ingrassia e Gérard Depardieu; Buone notizie (1979) di Elio Petri e Gli occhi, la bocca (1982) di Marco Bellocchio con Michel Piccoli.
Non esclude nemmeno il piccolo schermo sul suo percorso artistico, dove appare nel film tv La Bella Otero (1985), con Harvey Keitel e Vittorio Caprioli, ma anche nella miniserie Quo vadis? (1985) con Max von Sydow. Conquistandosi definitivamente gli onori della nostra penisola per la sua splendida interpretazione in Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti (1986) di Lina Wertmüller, ancora una volta con Harvey Keitel, che le farà conquistare il David di Donatello come miglior attrice protagonista - e sarà la prima volta che questa onorificenza italiana sarà assegnata a un'attrice straniera - e il Nastro d'Argento.
Dopo essere stata nuovamente assieme alla Sandrelli ne La sposa era bellissima (1986), recita in Garibaldi il generale (1987), sceneggiato italiano di modesto successo, mentre nel decennio successivo affianca Kris Kristofferson in Sandino (1990), ma anche e ancora Tognazzi e Keitel per Tamburi di fuoco (1990). Per i bambini, la Molina interpreterà invece la fiabesca Strega Bianca nella fiction fantasy Fantaghirò (1991, venendo poi rimpiazzata per altri impegni lavorativi da Katarina Kolajova nel sequel della fiction), tornando repentinamente al dramma ne Il ladro di ragazzi (1991) con Piccoli e Mastroianni.
È il 1992, quando recita il ruolo di Mercedes in Una mujer bajo la lluvia con Antonio Banderas e viene diretta da Ridley Scott ne 1492 - La scoperta del Paradiso con Depardieu e Sigourney Weaver. L'anno successivo, sarà invece nel variegato cast dello sceneggiato La Famiglia Ricordi di Mauro Bolognini. Di nuovo con la Sandrelli nel film di Francesca Archibugi Con gli occhi chiusi (1994), nel 1995 sposa Leo Blakstad, dal quale avrà altri due figli. Ma l'anno del trionfo assoluto è il 1997, quando il "malandrino" Pedro Almodóvar, proprio per chiaro e dichiarato omaggio al regista Buñuel che l'aveva diretta agli esordi, la sceglie come protagonista fisica e palpitante del melodramma Carne tremula con Francesca Neri, Liberto Rabal e il bravo Javier Bardem, dove è la matura e complessa amante dello scarcerato Victor, ma anche moglie del poliziotto Rancho. Smette di essere una donna: è un'opera d'arte.
Continua la sua carriera con i televisivi Vite blindate (1998) e Maria - Figlia del suo figlio (2000), conquistandosi il posto il giurata al Festiva di Berlino del 1999. Nel 2001, torna in coppia con Keitel in Nowhere, poi ancora televisione con la fiction Imperium - Nerone (2004) e il teatro, dove recita il ruolo di Mrs. Robinson ne "Il laureato" (2005): ha 50 anni, ma continua a essere uno strumento di seduzione e desiderio particolarmente incisivo.
L'incontro con il regista italiano Giuseppe Tornatore è fulminante. Tornatore la inserisce prima nel cast de La sconosciuta (2006), poi in Baaria (2008), seguiranno a ruota i fratelli Paolo e Vittorio Taviani con La masseria delle allodole (2007) e ancora la fiction con Chiara e Francesco (2007) che sottolineano come l'attività artistica della Molina sia costantemente catapultata verso il futuro. Partecipa agli ultimi film di Tornatore (La sconosciuta e Baaria) e al film di Emilio Estevez Il cammino per Santiago. Attrice decisamente sui generis, insegna a tutte e a tutti coloro che vogliono intraprendere il mestiere dell'attore che bisogna credere in se stessi, sfruttando le proprie potenzialità, per imparare a vivere in funzione di quello che verrà, in funzione di un obiettivo e di tutti i ruoli che si possono recitare, invece di rimanere prigionieri dei fallimenti. Originale, visivamente retrò con quel suo sguardo da "pasionaria" e futuristica per certi versi, è una delle interpreti più frizzanti del panorama cinematografico internazionale. Energica ed eccentrica, ha mostrato al mondo cosa significa il calore di una donna e di un'attrice liberamente in grado di esprimere la propria personalità con gusto e disinvolta gaiezza da ragazza. Angela Molina è, insomma, un sogno realizzato. Imprevedibile, ma anche fonte di ispirazione perché ha vissuto una carriera in un modo che nessuno si aspetterebbe mai.

Ultimi film

News

Le foto del thriller gotico diretto da Eros Puglielli.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati