•  
  •  
Apri le opzioni

Tom Bosley

Tom Bosley (Thomas Edward Bosley) è un attore statunitense, è nato il 1 ottobre 1927 a Chicago, Illinois (USA) ed è morto il 19 ottobre 2010 all'età di 83 anni a Palm Springs, California (USA).

Il signor Cunningham

A cura di Fabio Secchi Frau

Poco provocatorio, ma molto elegante. Un fisico imponente che è stato usato dal piccolo schermo per il ruolo limpido e pacatamente afflitto dalle questioni quotidiane di padri di famiglia e preti. Mai parti molesti per Tom Bosley, solo un triste e solitario normale uomo americano, senza ossessioni, ma con una splendida famiglia cui badare in quegli Happy Days.

Gli inizi della carriera
Tom Bosley è nato a Chicago, nell'Illinois, da Dora e Benjamin Bosley. Curiosamente, nonostante sul piccolo schermo abbia indossato molte volte le vesti di un prete cattolico o protestante, Bosley è ebreo. Durante la Seconda Guerra Mondiale, serve l'esercito nella United States Navy, poi a guerra conclusa, si iscrive alla DePaul University di Chicago, debuttando con lo spettacolo "Our Town" nella compagnia Canterbury Players al fine Arts Theatre. Dal 1940 al 1950, sarà poi compagno di lavoro di una grande star di Hollywood, Paul Newman, con il quale dividerà i tempi al Woodstock Opera House. Nel 1960, dopo molti spettacoli, la svolta. Vince il Tony Award come miglior attore non protagonista per il musical "Fiorello", dove vestiva i panni del sindaco Fiorello La Guardia. Il musical gli darà sempre grandissime soddisfazioni e pochissimi sanno che il ruolo del padre di Belle, Maurice, nella trasposizione sul palcoscenico del cartone animato La Bella e la Bestia, doveva essere suo. Ma andiamo per gradi. È ancora il 1977 e lui lavora alla CBS Radio nel programma "General Mills Radio Adventure Theater", alle spalle ha spettacoli come "Arsenico e vecchi merletti" e "Alice nel Paese delle Meraviglie" entrambe con la regia di George Schaefer e che gli hanno permesso di lavorare con Elsa Lanchester e Bors Karloff, suoi compagni di scena anche quando quegli spettacoli saranno ripresi da una telecamera e mandati in onda nel piccolo schermo. Poi si è ben distinto in alcune piéce accanto a Richard Dunlap e Warren Enters e in programmi tv e telefilm come Diagnosis: Unknown (1960), The Law and Mr. Jones (1962), Route 66 (1963) di Philippe Leacock con Joan Crawford, La mia città in controluce (1963) e Car 54, Where Are You? (1963) di Stanley Prager con Ossie Davis.

I primi film
Ha anche già recitato al cinema. Il suo primo film è accanto a Natalie Wood e Steve McQueen in Strano incontro (1963) di Robert Mulligan, cui seguirà il comico La vita privata di Henry Orient (1964) con Peter Sellers, l'italiano Bang Bang Kid (1967), Divorzio all'americana (1967), Guerra, amore e fuga (1968) ancora accanto all'amico Newman e Appuntamento sotto il letto (1968) con Henry Fonda.

I primi telefilm
Ma è ancora più importante la familiarità con il piccolo schermo, che lo vede ancora non protagonista in telefilm come Dottor Kildare (1965), La parola alla difesa (1965), Il virginiano (1969), Bonanza (1968-1969) e Marcus Welby (1969).

Il primo successo in Ciao Debby!
Una prima celebrità, in quegli anni, la trova con il telefilm Ciao Debby! (1969-1970), accanto a Debbie Reynolds, ma bisogna dire che gli Anni Settanta sono una fonte inesauribile di proposte lavorative per lui: Mistero in galleria (1969-1971), Reporter alla ribalta (1970-1971), Vita da strega (1971), Missione impossibile (1971), Io e la scimmia (1972), Sesto senso (1972), Detective anni '30 (1972), Una signora in gamba (1973), Ellery Queen (1975), Le strade di San Francisco (1972-1976) con Michael Douglas e Boomer cane intelligente (1980).

Per tutti, Howard Cunningham in Happy Days
Ma la carriera e il volto di Tom Bosley vengono identificati e rimarranno identificati con un solo personaggio: quello del padre di famiglia americano Howard Cunningham nella serie tv Happy Days (1974-1984), bonario e burbero allo stesso tempo con moglie (Marion Ross) e figli (Ron Howard ed Erin Moran), tollerante verso le manie di Fonzie (Henry Winkler) e di Chachi (Scott Baio), si conquista la fama e una nomination agli Emmy.

Il doppiaggio di cartoni animati
Pochi però sono a conoscenza che Bosley è anche un grande doppiatore e che ha prestato la sua voce a un altro padre di famiglia, l'animato Harry Boyle del cartone Aspettando il ritorno di papà (1972-1974), ma anche al Geppetto dell'anime L'avventura di Pinocchio (1985) ed è la voce americana del gnomo David gnomo, amico mio (1985)!

Lo sceriffo Amos e Padre Bowling
Negli Anni Ottanta, la carriera di Bosley continua prettamente sul piccolo schermo con apparizioni in episodi di telefilm: Il brivido dell'imprevisto (1982) con Janet Leigh, Love Boat (1982-1987), Detective per amore (1985), Perry Mason (1986) e, dulcis in fundo, lo sceriffo Amos Tupper di Cabot Cove nella serie gialla La signora in giallo (1984-1988) dove avrà occasione di lavorare accanto a un'altra veterana di Broadway, Angela Lansbury. Di seguito verrà il film tv Il fuoco dopo la pioggia (1989) e Out of This World (1988-1989) con Burt Reynolds, ma anche una miniserie gialla tutta sua, dove vestirà i panni del protagonista e, come vi avevamo già preannunciato quelli di un sacerdote, in Le inchieste di Padre Dowling (1987-1991) con Tracy Nelson e Mary Wickes. Il cinema è una piccolissima parentesi in quegli anni, all'interno della quale sottolineiamo solo il fantastico Un amore senza tempo (1982) con Jodie Foster, il pessimoIl mistero da 4 milioni di dollari (1987) per il quale viene nominato ai Razzie come peggior attore non protagonista e il film con Bette Davis Strega per un giorno (1989).

Gli ultimi lavori
Negli Anni Novanta e Duemila, palesemente invecchiato, lo vedremo apparire come guest-star in Ultime dal cielo (1999), Walker Texas Ranger (2000), E.R. - Medici in prima linea (2001), In tribunale con Lynn (2001), One Tree Hill (2005), That '70 Show (2006) e il film tv La vera eredità (2006). Al cinema, appare con un ultimo importante bagliore nella commedia di Alan Poul Piacere, sono un po' incinta (2010) con Jennifer Lopez.

Vita privata
Tom Bosley è stato sposato prima con Jane Eliot (1962-1978) dalla quale ha avuto una figlia, l'attrice teatrale Amy Bosley, e poi con l'interprete Patricia Carr (1980). Muore a causa di un'infezione il 19 ottobre 2010 nella sua villa di Palm Spring in California.

Ultimi film

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati