•  
  •  
Apri le opzioni

Neil Jordan

Neil Jordan è un attore irlandese, regista, creatore, produttore, produttore esecutivo, scrittore, sceneggiatore, è nato il 25 febbraio 1950 a Sligo (Irlanda).
Nel 1998 ha ricevuto il premio come miglior regia al Festival di Berlino per il film Il ragazzo del macellaio. Dal 1993 al 1998 Neil Jordan ha vinto 2 premi: Festival di Berlino (1998), Premio Oscar (1993). Neil Jordan ha oggi 72 anni ed è del segno zodiacale Pesci.

L'invasione irlandese

A cura di Fabio Secchi Frau

Se non fosse stato per questo spettacolare regista e sceneggiatore irlandese, non avremo mai visto un Brad Pitt con i canini lunghi, più etereo che muscoloso, che si lascia succhiare via la vita (o la non-vita) in un rapporto al limite dell'omosessualità con un Tom Cruise dallo sguardo più pazzoide che si sia mai visto (un po' meno spaventoso dei salotti di Oprah, ma siamo su quel livello) e, perché negarlo, anche rasente alla pedofilia con una Kirsten Dunst, che ancora non aveva indossato il corsetto da Maria Antonietta. È lui che fa baciare per le scale, in una struggente scena, Julianne Moore e Ralph Fiennes per la fine di una storia tra odio-amore, ed è sempre lui che colpisce nel segno quando sperimenta pellicole in bilico fra i generi, ottenendo dei meritati e remunerativi Oscar.
Figlio di un professore universitario abbastanza severo (non gli permise mai di leggere un fumetto, anche se poi Neil Jordan lo fece ugualmente), dopo aver frequentato la St. Paul's School di Clontarf a Dublino e aver completato gli studi obbligatori, diventa scrittore con un discreto successo in patria. Passa poi al mestiere di sceneggiatore, firmando il film tv Miracles & Miss Langan (1979) di Pat O'Connor e Traveller (1981) di Joe Comeford, ma sarà anche consulente alla sceneggiatura per il film Excalibur (1980) di John Boorman.
È il 1982 quando debutta alla regia con Angel, che avrà come protagonista uno dei suoi migliori amici (diventato oggi uno dei suoi attori feticcio) Stephen Rea. Anche se si farà notare di più per il fantastico In compagnia dei lupi (1984) con Angela Lansbury e soprattutto per Mona Lisa (1986), noir con Michael Caine e Bob Hoskins. Hollywood lo reclama immediatamente e gli mette al servizio due artisti del calibro di Robert De Niro e Sean Penn che gigioneggiano accanto a Demi Moore in Non siamo angeli (1989), il risultato è mediocre, ma spassoso. Disgraziatamente però, si trasforma in un flop. Fidanzatosi con l'attrice Beverly D'Angelo, avrà però due figlie dal procuratore legale Vivienne Shields (Anna e Sarah) che sposerà e divorzierà quando conoscerà l'architetto Mary O'Donaghue (che lo renderà padre del suo terzo figlio). Tornerà all'altare una seconda volta, con la produttrice esecutiva Brenda Rawn, dalla quale avrà altri due figli Dashiel e Daniel.
Grande amico di Bono Vox e della produttrice Ali Hewson, diventerà membro della giuria al Festival di Venezia del 1992, conquistandosi (finalmente e meritatamente) un Oscar per la (scandalosa) sceneggiatura originale per La moglie del soldato (1992), melodramma in tinte gialle che fa dell'ambiguità sessuale il perno narrativo della trama. Peccato che gli sfugga l'Oscar per il miglior regista, ma si consola con l'Alexander Korda Award per il miglior film inglese. Nel 1994, dirige Brad Pitt, Tom Cruise e una ancora piccola Kirsten Dunst nel bellissimo horror Intervista col vampiro, tratto da un romanzo di Anne Rice che però disprezzerà il film (odiava, non a torto, Tom Cruise). Due anni più tardi, trionfa con il biografico Michael Collins, storia dell'eroe dell'indipendenza irlandese, che gli fece vincere il Leone d'Oro a Venezia.
Orso d'Argento come miglior regista per l'inedito The Butcher Boy (1997), si consola con il thriller paranormale In Dreams (1999) con Annette Bening e Robert Downey Jr. e, lo stesso anno, dirige la coppia Ralph Fiennes e Julianne Moore nella trasposizione del romanzo omonimo di Grahame Greene Fine di una storia, vincendo un BAFTA per la migliore sceneggiatura.
Con l'arrivo del nuovo millennio, decide di sperimentale produzioni internazionale e coinvolge Canada, Francia, la sua amata Irlanda e l'ormai non più nemica Gran Bretagna nella commedia Triplo gioco (2003), che raccoglie nel suo cast Nick Nolte e il regista Emir Kusturica, tornando, in seguito, a parlare di ambiguità sessuale con Breakfast on Pluto (2005), dove traveste l'androgino Cillian Murphy da donna. Neil Jordan è un regista zeppo di talento e capace di grandi effetti visivi, basati soprattutto sui colori e le sfumature della luce.

Ultimi film

Drammatico, (Gran Bretagna - 2012), 118 min.
Drammatico, (Irlanda, USA - 2009), 111 min.
Azione, (USA, Australia - 2007), 121 min.

Focus

INCONTRI
lunedì 17 settembre 2007
Marzia Gandolfi

Il film Dopo Patrick Braden, l'eroe jordiano che desiderava essere donna e fare colazione su Plutone (Breakfast on Pluto, 2005), Neil Jordan torna sulla terra e volta al femminile la vendetta "giusta" alla Charles Bronson. Il suo giustiziere ha il volto di Jodie Foster, giornalista radiofonica e quasi sposa del fidanzato David Kirmani, il Said "perso" sull’isola della Fox. Picchiati a Central Park da due sbandati, Erica sopravvive al compagno e decide di farsi giustizia da sola

News

Alcune foto still dei film della prossima stagione.
Il buio nell'anima raccontato dalla voce dei protagonisti.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati