•  
  •  
Apri le opzioni

Gillian Anderson

Gillian Anderson (Gillian Leigh Anderson). Data di nascita 9 agosto 1968 a Chicago, Illinois (USA).
Nel 2021 ha ricevuto il premio come miglior attrice secondaria serie miniserie film tv al Golden Globes per il film The Crown. Dal 1996 al 2021 Gillian Anderson ha vinto 5 premi: Critics Choice Award (2021), Golden Globes (2021), SAG Awards (1996, 1997, 2021). Gillian Anderson ha oggi 54 anni ed è del segno zodiacale Leone.

La cacciatrice di UFO dai capelli rossi

A cura di Fabio Secchi Frau

Cresciuta, dai 2 agli 11 anni, fra Europa (Londra in particolare) e Stati Uniti al seguito del padre che svolgeva il lavoro di supervisore alla produzione cinematografica e della madre, programmatrice informatica, frequenta il City High School di Grand Rapids, nel Middlewest, dove per via del suo forte accento inglese si sentiva fuori luogo, tanto che cominciarono a verificarsi prestissimo dei comportamenti da ragazza forte e ribelle. Nel 1980, aveva già un piercing al naso e aveva tinto i suoi capelli dei colori più svariati. Ancora adolescente, era stata arrestata per atti di vandalismo (aveva incollato le serrature della scuola) e a 14 anni era la più chiassosa e pericolosa punk del quartiere. Sentimentalmente legata a un ragazzo di ben 10 anni più grande di lei e che sognava di diventare un musicista, seguendo altri gruppi come i Dead Kennedys e i Circle Jerks, inizia a recitare quasi per caso, una volta diplomata. Scopre il piacere di stare sul palco dei teatrini amatoriali d'improvviso la sua aggressività scompare... Si iscrive al National Theatre of Great Britain della Cornell University, poi passa alla Goodman Theater School of Drama della Chicago DePaul University, dove diventa grande amica di Nina Siemaszko.

Il debutto sul grande schermo
Dopo essersi fatta notare in alcune produzioni off-Broadway, lavora in alcuni cortometraggi come Three at Once (1986) di Mike Kuhn e A Matter of Choice (1988) di William Davis, ma è nel 1992 che finalmente riesce a ottenere un ruolo da protagonista nella pellicola in The Turning con Karen Allen.

Da bionda a rossa fuoco
Bionda com'è, però, non può colpire dove dovrebbe. Così le dice Malcolm Marsden, che le consiglia vivamente di tingersi i capelli di rosso fuoco... e il colore le porta fortuna. Riesce a rimpiazzare Mary-Louise Parker nello spettacolo "The Philanthropist" con estremo successo e viene invitata a trasferirsi a Los Angeles dove cominciano a pioverle addosso ruoli televisivi, che lei però clamorosamente rifiuta... almeno fino a quando sulla sua strada non incontra l'agente dell'FBI Dana Scully!

Il ruolo di Dana Scully in X-Files
Scelta con David Duchovny come protagonista di una serie horror cult dal titolo X-Files (1993-2002), Gillian Anderson diventa un'icona degli Anni Novanta. Sul set, oltre che la fama, incontrerà anche il suo futuro marito, lo sceneggiatore e aiuto regista Clyde Klotz, dal quale avrà una figlia Piper Maru, battezzata da Chris Carter, creatore della serie e che per dono di battesimo regalerà alla nascitura un episodio del telefilm con il suo nome. X-Files ha un successo senza precedenti (ne nasceranno ben due lungometraggi) e lei, Duchovny e Mitch Pileggi vengono plurinominati ai Saturn Awards, agli Emmy e ai Golden Globe. La Anderson ne conquista uno di ognuno come miglior attrice e il successo sarà tale da ritrovare il suo personaggio anche nel doppiaggio di una puntata de I Simpson (1997).

Il successo della critica ne La casa della gioia
Il matrimonio, purtroppo, va a pezzi. La Anderson passa da un ragazzo all'altro, dall'attore Adrian Hughes al collega Rodney Rowland, si impegna in alcuni film, seppur trovando sempre dei ruoli minori: Basta guardare il cielo (1992) con Sharon Stone e Scherzi del cuore (1998) con Sean Connery e Nastassja Kinski. Poi, dopo una piccola partecipazione al telefilm Frasier (1999) ecco un'importante prova che la consacra definitivamente una grande attrice, anche quando non è senza navicelle spaziali intorno: La casa della gioia (2000) di Terence Davies.

Pause dal successo
È abbastanza, Hollywood non le piace e si prende una lunga pausa. Si sposa con il giornalista Julian Ozanne durante un safari in Kenya, poi divorzia e ha due figli da un uomo d'affari inglese: Mark Griffiths. Nel 2005, accetta il ruolo di Lady Dedlock nel telefilm horror Bleak House, accanto a Anna Maxwell Martin, Denis Lawson, Carey Millugan e Tom Georgeson, poi aggianca Jeff Bridges in How To Lose Friends & Alienate People (2008) e Christopher Lee e Charlotte Rampling in Boogie Woogie (2008). Ha ben tre tatuaggi: un simbolo tribale tacitiano che raffigura due tartarughe sulla caviglia destra, le parole "every day" in sanscrito sul polso destro e una P sull'anca che presumibilmente è l'iniziale del nome della figlia.

Ultimi film

Commedia, (USA - 2018), 116 min.

News

Le foto del film diretto da Ursula Meier.
Jude Law e Fernando Meirelles sfilano sul red carpet del BFI.
Il secondo episodio cinematografico di uno dei più famosi serial della storia.
Torna il mondo enigmatico di X-Files.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati