•  
  •  
Apri le opzioni

Alan Rickman

Alan Rickman (Alan Sidney Patrick Rickman) è un attore inglese, regista, è nato il 21 febbraio 1946 a Londra (Gran Bretagna) ed è morto il 14 gennaio 2016 all'età di 69 anni a Londra (Gran Bretagna).
Nel 1997 ha ricevuto il premio come miglior attore in una serie televisiva brillante al SAG Awards per il film Rasputin.

L'inglese volante

A cura di Vincenzo Bevar

Attore e regista. Alan Sidney Patrick Rickman è nato nel 1946 e cresciuto ad Hammersmith, un distretto di Londra. La sua famiglia appartiene alla classe operaia, il padre è un pittore e decoratore, di origine metà irlandese e metà gallese. Orfano del padre a soli otto anni, grazie a una borsa di studio, frequenta la West London's Latymer Upper School dove inizia a recitare. Da bambino oltre a distinguersi per una strabiliante calligrafia brilla per la capacità di dipingere ottimamente con le tempere. In seguito, appassionato d'arte, decide di intraprendere la carriera artistica e di iscriversi, quindi, al Royal College of Art che frequenta dal 1972 al 1974. Dopo il diploma fonda una società di design con sede a Soho. Rickman amava recitare ma i suoi talenti artistici lo spingono verso il design grafico, certamente un'occupazione più sicura.
"La scuola di recitazione" disse "non era considerata una cosa saggia da fare a diciotto anni". Così si iscrisse al Chelsea College of Art and Design e più avanti passò un anno al Royal College of Art. Fu a Chelsea che incontrò Rima Horton che è ancora oggi la sua compagna di vita. Entrambi erano desiderosi di continuare a recitare in qualche modo e così fondarono una compagnia amatoriale: la Brook Green Players. Rima, che condivide le idee liberali di Alan, entrò in politica e rimase per anni nel Consiglio di Kensington e Chelsea.

Una brillante carriera teatrale
A 26 anni decide di cominciare a recitare seriamente e si iscrive alla Royal Academy of Dramatic Art sperando in un provino. Lo ottiene e, grazie al suo monologo dal Riccardo III, viene ammesso ai corsi, così passa i tre anni successivi studiando e recitando Shakespeare. Per i suoi sforzi fu insignito del premio Emile Litter, del Forbes Robertson e della Bancroft Gold Medal. In teatro recita nelle più prestigiose compagnie inglesi, lavorando in molte produzioni diverse: con la Library Theatre Company di Manchester fece esperienza di commedie leggere e farse come "Babes in the wood", "Lock up your daughters" e "There's a girl in my soup". È stato il Re Ratto in Dick Whittington a Bristol, Sherlock Holmes a Birmingham. Fece anche dei musical, andò in tour con "Guys and Dolls" e "Joseph and his Amazing Technicolour Dreamcot". Passa così dai gruppi sperimentali come 'The Seagull' alla classica Royal Shakespeare Company. Rimase però nella compagnia per un solo anno, recitando in "The Tempest", "Love's Labour's Lost", "Anthony and Cleopatra", "The Other Place" e "Captain Swing" in quanto trovò l'ambiente troppo limitante e tradizionalista. Andarsene avrebbe potuto essere un grosso passo indietro ma Alan è molto tenace. Nel 1979 ottenne la parte di Antonio e recitò ben sette ruoli diversi in "Fears and Miseries of the Third Reich". Nello stesso anno debuttò in televisione in una produzione della BBC, Therese Raquin. Nel 1980 arrivarono "The Summer Party", "The Devil Himself" e "Commitments".

Lancio anche al cinema
Nel 1981 partecipa a "The Seagull" alla Royal Court, "The Last Elephant" al Bush e "The Brothers Karamazov" al Festival di Edimburgo e in tour in Russia. Nel 1982 prende parte alla serie tv Smiley's People e crea un gran scompiglio con l'adattamento televisivo di "The Barchester Chronicles" di Anthony Trollope. Il suo personaggio, il reverendo Obadiah Slope, un viscido e affascinante politico, provoca, infatti, un'attenzione straordinaria da parte delle fans, quasi tutte donne. Nel 1986 viene candidato al Tony Award per la sua interpretazione del visconte di Valmont in "Le relazioni pericolose", andato in scena a Broadway. Viene contattato dal produttore Joel Silver che gli propone il suo primo ruolo cinematografico, quello del cattivo Hans Gruber antagonista di Bruce Willis in Trappola di cristallo (1988) di John McTiernan. Nel 1991 il regista Kevin Reynolds decide di affidargli il ruolo dello sceriffo di Nottingham in Robin Hood principe dei ladri. Nel film Un detective... particolare, invece, fa da spalla a Kevin Kline, interpretando anche, nello stesso periodo, il cattivissimo Elliott Marston in Carabina Quigley, al fianco di Tom Selleck. Il film che lo lancia definitivamente nell'olimpo degli attori inglesi è Fantasma innamorato, famosissimo in Inghilterra soprattutto per l'interpretazione strappalacrime di Juliet Stevenson. I film successivi come il controverso Close my Eyes, dove Rickman interpreta il marito di Saskia Reeves, impegnata in un rapporto incestuoso con il fratello Clive Owen, e Closet Land, un film con due soli attori dove Alan interpreta l'aguzzino di una scrittrice di libri per bambini, servono in parte a consolidare il suo rapporto con il pubblico inglese. Collabora anche nella musica con Mike Oldfield per la realizzazione del disco "Tubolar Bells, Part II". Il 1995 portò qualche soddisfazione in più grazie a Un'avventura terribilmente complicata di Mike Newell e a Ragione e Sentimento di Ang Lee. Nel 1997 passa dall'altro lato della cinepresa realizzando la regia di L'ospite d'inverno che aveva già diretto in teatro e che ottiene ottime critiche grazie anche all'interpretazione delle due attrici Emma Thompson e Phyllida Law, madre e figlia nella vita reale oltre che sullo schermo.

Partecipazioni televisive e impegno benefico
Notevolmente diverso dai suoi soliti personaggi è quello di Eamon De Valera nel film di Neil Jordan, Michael Collins. Recitò di nuovo al fianco di Emma Thompson nel film drammatico Judas Kiss. Fu un angelo nel divertente Dogma di Kevin Smith e il Dottor Lazarus nell'eccellente Galaxy Quest, dove ha potuto sfoderare un forte senso autoironico interpretando un arrogante attore shakespeariano diventato famoso nei panni di un personaggio alla Spock in un telefilm di serie b. Memorabile anche la sua partecipazione al video di "In Demand" dei Texas dove ha sovrastato in carisma la cantante Sharleen Spiteri. Rickman è rimasto fedele alle proprie radici. Nonostante abbia perso all'asta l'acquisto del Riverside Theatre di Hammersmith, è rimasto legato ai palchi inglesi. Da sempre acceso sostenitore del partito laburista, ha fatto tante apparizioni per beneficenza e ha supportato diverse organizzazioni umanitarie. Ha, ad esempio, partecipato al compleanno pubblico di Aung San Suu Kyi, un'attivista birmana che ha passato molti anni agli arresti domiciliari.

Regista teatrale e ultimi lavori al cinema
Nel 2005 è tornato alla Royal Court dirigendo il provocatorio "My name is Rachel Corrie", la storia di una ragazza americana uccisa da un bulldozer israeliano a Gaza. Sullo schermo ha interpretato il marito ferito e abbandonato di Natasha Richardson nella commedia inglese Blow Dry. È tornato al fianco della Stevenson nella commedia The Search for John Gissing, dove interpreta un maldestro uomo d'affari. Per Richard Curtis ha partecipato Love Actually - L'amore davvero, aggiungendosi a un cast superlativo e affiancando per l'ennesima volta Emma Thompson nei panni della moglie. In America è stato acclamato dalla critica per il film tv Medici per la vita, basato sulla storia vera del Dottor Alfred Blalock. È famoso anche per aver interpretato Severus Piton in tutti i film di Harry Potter. Di recente è stato assunto per dare la voce a Marvin l'androide paranoico nel film Guida galattica per autostoppisti. Lavora con successo anche per la televisione inglese. Nel 2006 ha un ruolo nel thriller Profumo - Storia di un assassino ambientato nel XVIII secolo in Francia, mentre nel 2007 è in Nobel Son, dove interpreta il vincitore di un premio Nobel per la chimica con grossi problemi famigliari. L'anno seguente presta il volto al giudice Turpin nell'adattamento cinematografico del musical Sweeney Todd per la regia di Tim Burton; con lo stesso visionario regista, lavora anche in Alice in Wonderland (2010), in cui presta la voce al Brucaliffo nella versione originale del film. Dopo l'ultimo capitolo della saga di Harry Potter, Rickman nel 2012 prende parte al cast di The Butler e Gambit.
Malato di cancro da tempo, l'attore muore il 14 gennaio 2016, circondato dai familiari e dagli amici.

Ultimi film

Commedia, (USA - 2012), 90 min.

News

Dai fratelli Coen (Ave, Cesare!) a Gianfranco Rosi (Fuocoammare), da Thomas Vinterberg (The Commune) a Spike Lee...
Primo trailer ufficiale di Harry Potter e i doni della morte - Parte 2.
Spoiler sull'anteprima a Las Vegas e lo screen test di Chicago.
Prima foto e video ufficiali di Harry Potter e i doni della morte - Parte II.
In esclusiva le locandine del trio e dei cattivi.
Nuove foto ufficiali della prima parte del settimo libro.
Nuova featurette su Wonderlad con Depp e la Hathaway.
Rivelata l'immagine del Brucaliffo.
Tutti i film verranno rilasciati in un'edizione speciale.
Tim Alexander spiega come sono state realizzate le nuove creature magiche.
Steve Kloves parla di come ha imparato a lavorare con J.K. Rowling.
Confermata la durata del film che sarà di 153 minuti.
Il nuovo trailer sarà disponibile da domani.
Il quinto capitolo della saga tratta dai romanzi di J.K. Rowling.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati