Dizionari del cinema
Quotidiani (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 9 luglio 2020

Roberto Benigni

Robertooooo!

67 anni, 27 Ottobre 1952 (Scorpione), Castiglion Fiorentino (Italia)
occhiello
Buongiorno, principessa! Stanotte t'ho sognata tutta la notte, andavamo al cinema, e avevi quel tailleur rosa che ti piace tanto, non penso che a te principessa, penso sempre a te!
dal film La vita è bella (1997) Roberto Benigni  Guido Orefice
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Roberto Benigni
David di Donatello 2020
Nomination miglior attore non protagonista per il film Pinocchio di Matteo Garrone

Nastri d'Argento 2020
Nomination miglior attore non protagonista per il film Pinocchio di Matteo Garrone

SAG Awards 1999
Nomination miglior attore per il film La vita è bella di Roberto Benigni

SAG Awards 1999
Premio miglior attore per il film La vita è bella di Roberto Benigni

Premio Oscar 1999
Premio miglior attore per il film La vita è bella di Roberto Benigni

Premio Oscar 1999
Nomination miglior attore per il film La vita è bella di Roberto Benigni

Nastri d'Argento 1998
Premio miglior attore per il film La vita è bella di Roberto Benigni

Nastri d'Argento 1998
Nomination miglior attore per il film La vita è bella di Roberto Benigni

Nastri d'Argento 1992
Premio miglior attore per il film Johnny Stecchino di Roberto Benigni

Nastri d'Argento 1992
Nomination miglior attore per il film Johnny Stecchino di Roberto Benigni

David di Donatello 1989
Premio miglior attore per il film Il piccolo diavolo di Roberto Benigni

David di Donatello 1989
Nomination miglior attore per il film Il piccolo diavolo di Roberto Benigni

Nastri d'Argento 1987
Premio miglior attore per il film Daunbailò di Jim Jarmusch

Nastri d'Argento 1987
Nomination miglior attore per il film Daunbailò di Jim Jarmusch



Il cinema in movimento. Di Roy Menarini.

La comicità perduta

lunedì 2 marzo 2015 - Roy Menarini cinemanews

La comicità perduta Forse farà un po' sorridere la dicitura di film "restaurato e rimasterizzato" per Non ci resta che piangere, redistribuito nelle sale italiane grazie a un accordo tra Mediaset e Lucky Red. In fondo, non si tratta di un capolavoro del cinema muto o di un film i cui valori figurativi sono al primo posto dell'interesse delle persone. Quel che conta, ancora una volta, è rivivere in sala, collettivamente, la potenzialità comica della commedia di Benigni e Troisi. Probabilmente si tratta anche di un'operazione a testa d'ariete: finora i tanti cult movie proposti nella distribuzione di contenuti alternativi nei multiplex non avevano toccato più di tanto il comparto della commedia italiana. Andasse bene questa volta, ci aspetterebbero molti altri film - a cominciare magari proprio da quelli di Benigni o di Troisi - riproposti in sala, indipendentemente dalla loro reperibilità in televisione o negli archivi digitali. Continua »

   

Pinocchio

Pinocchio

* * * - -
(mymonetro: 3,20)
Un film di Matteo Garrone. Con Federico Ielapi, Roberto Benigni, Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini.
continua»

Genere Fantastico, - Italia, Gran Bretagna, Francia 2019. Uscita 19/12/2019.
Non ci resta che piangere

Non ci resta che piangere

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,91)
Un film di Roberto Benigni, Massimo Troisi. Con Amanda Sandrelli, Roberto Benigni, Massimo Troisi, Livia Venturini, Loris Bazzocchi.
continua»

Genere Comico, - Italia 1984. Uscita 02/03/2015.
To Rome With Love

To Rome With Love

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,93)
Un film di Woody Allen. Con Woody Allen, Alec Baldwin, Roberto Benigni, Penélope Cruz, Judy Davis.
continua»

Genere Commedia, - USA, Italia, Spagna 2012. Uscita 20/04/2012.
La tigre e la neve

La tigre e la neve

* * * - -
(mymonetro: 3,20)
Un film di Roberto Benigni. Con Roberto Benigni, Nicoletta Braschi, Jean Reno, Gianfranco Varetto, Tom Waits.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2005. Uscita 14/10/2005.
Il mostro [2]

Il mostro [2]

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,65)
Un film di Roberto Benigni. Con Roberto Benigni, Nicoletta Braschi, Michel Blanc, Jean-Claude Brialy, Massimo Girotti.
continua»

Genere Comico, - Italia, Francia 1994. Uscita 26/10/1994.
Filmografia di Roberto Benigni »

lunedì 6 luglio 2020 - Il film dei fratelli d’Innocenzo si aggiudica cinque riconoscimenti. Tra gli attori premiati Pierfrancesco Favino e Jasmine Trinca. 

Nastri d’Argento 2020 - Sei premi a Pinocchio ma Favolacce è il Miglior Film

a cura della redazione cinemanews

Nastri d’Argento 2020 - Sei premi a Pinocchio ma Favolacce è il Miglior Film Sei Nastri al più votato, Pinocchio (guarda la video recensione), premiato anche per la regia di Matteo Garrone e lo splendido Geppetto di Roberto Benigni, ma è Favolacce (guarda la video recensione) di Damiano e Fabio D’Innocenzo la sorpresa di quest'edizione dei Nastri d'Argento, miglior film della stagione, che vince 5 Nastri su 9 candidature ed è premiato dai Giornalisti Cinematografici. 
Tutti i vincitori stasera su Rai Movie alle 21.10 in diretta dall'arena del Museo MAXXI a Roma per una serata che finalmente sigla la riapertura del cinema con tutta la sua vitalità e la sua voglia di ricominciare. 

Sei dunque i Nastri per Pinocchio (guarda la video recensione) che vince per il miglior attore non protagonista con il premio Oscar® Roberto Benigni, grandissimo Geppetto, per la scenografia (Dimitri Capuani), il montaggio (Marco Spoletini), il sonoro (Maricetta Lombardo) e i costumi di Massimo Cantini Parrini che riceve il premio anche per Favolacce (guarda la video recensione). Il film scritto e diretto dai fratelli D’Innocenzo, la rivelazione dell’anno premiato a Berlino con l’Orso d’Argento, ottiene 5 Nastri, oltre al miglior film, anche per la sceneggiatura, degli stessi D'Innocenzo, per il produttore (Pepito con Rai Cinema, premiati anche per Hammamet (guarda la video recensione)), la fotografia (Paolo Carnera), e come già detto, per i costumi di Cantini Parrini

Fa il bis Pierfrancesco Favino che per il secondo anno consecutivo, dopo Il Traditore (guarda la video recensione) nel 2109 – ritira il Nastro come miglior attore protagonista per Hammamet (guarda la video recensione), in cui sfodera ancora una volta nel ruolo di Craxi la sua straordinarie capacità mimetiche e interpretative.  Il voto dei Giornalisti Cinematografici ha poi premiato il talento di Jasmine Trinca, migliore attrice protagonista (La Dea Fortuna (guarda la video recensione) di Ferzan Özpetek che ha ottenuto 3 Nastri ed è anche premiato per il 'cameo dell'anno' a Barbara Alberti) e di Valeria Golino migliore attrice non protagonista (5 è il numero perfetto film d’esordio di Igort e Ritratto della giovane in fiamme (guarda la video recensione) di Cèline Sciamma).

Nell’ambito della commedia, è Figli (guarda la video recensione) di Giuseppe Bonito il film dell’anno che ha ottenuto riconoscimenti anche per i protagonisti: Paola Cortellesi (miglior attrice  di commedia) e Valerio Mastandrea (miglior attore di commedia). Un tris di premi nel ricordo del grande talento dello sceneggiatore Mattia Torre, autore del monologo da cui è tratto il film. 
Oltre alla miglior attrice protagonista, La Dea Fortuna (guarda la video recensione) conquista anche i premi per la musica, con il Nastro a Pasquale Catalano per la miglior colonna sonora, in cui spunta anche la voce di Mina, (ex-aequo con Brunori Sas per Odio L’Estate (guarda la video recensione)) e per la miglior canzone con "Che vita meravigliosa" scritta e interpretata da Diodato che prosegue una stagione trionfale, dopo la vittoria al Festival di Sanremo e un anno pieno di successi. 

I premi del Sindacato dei Giornalisti Cinematografici, nati nel 1946, ancora una volta e mai come quest’anno, sono dalla parte di chi lavora anche dietro le quinte, di quei professionisti, a volte “invisibili” ma fondamentali nella creazione di quel miracolo sempre nuovo che è un film. Ed è anche questo con questo spirito e la voglia di sottolineare la coralità di questo lavoro, il Nastro dell’Anno per Volevo nascondermi (guarda la video recensione) di Giorgio Diritti, che premia il regista, il protagonista Elio Germano, i produttori e tutto il cast tecnico del film. Nel palmarès di stasera anche il Nastro d’Oro a Vittorio Storaro e il Nastro alla carriera a Toni Servillo. E va a Claudio Santamaria quest’anno il Premio Nino Manfredi.

I Giornalisti Cinematografici celebrano quest’anno il grande, amatissimo Pedro Almodòvar con “Nastro d’Argento europeo” per Dolor y Gloria (guarda la video recensione), il suo ultimo film candidato a due Oscar.

Come sempre accanto ai grandi nomi, particolare attenzione per i giovani con il Premio Guglielmo Biraghi che va quest’anno a Giulio Pranno, bravissimo protagonista di Tutto il mio folle amore (guarda la video recensione) con una menzione speciale al piccolo Federico Ielapi, che ha affrontato con grande talento un ruolo iconico come quello di Pinocchio (guarda la video recensione). Ancora per il talento giovane, il Premio Graziella Bonacchi che quest’anno è attribuito a Barbara Chichiarelli (Favolacce (guarda la video recensione), La Dea Fortuna (guarda la video recensione)), nel ricordo di Graziella Bonacchi: un premio ad un talento emergente nel nome dell’agente che più ha sostenuto i giovani con affetto, competenza e amicizia. E ancora il Premio Nastri SIAE per la sceneggiatura a Emanuela Rossi (Buio) ed il Nuovo Imaie - Nastri d’Argento per il doppiaggio a Stefano De Sando, da oltre trent’anni voce di Robert De Niro, e Claudia Catani ed Emanuela Rossi per Maleficent, protagonisti dietro le quinte capaci di restituire con grande talento tutte le emozioni di un racconto cinematografico.

E ancora il Nastro della Legalità: in collaborazione con Trame – Festival dei libri sulle mafie diretto da Gaetano Savatteri va ad un film cui i Giornalisti Cinematografici attribuiscono un valore per impegno sociale e che quest’anno va ad Aspromonte La terra degli ultimi di Mimmo Calopresti che racconta un mondo a tratti nascosto, a molti sconosciuto, e la voglia di riscatto di un popolo. Premio speciale anche a Lorenzo Mattotti per La famosa invasione degli orsi in Sicilia (guarda la video recensione) e ai suoi produttori italiani, con Rai Cinema e Indigo Film che lo ha reso protagonista di un’importante campagna di promozione educational nelle scuole.
 

mercoledì 27 maggio 2020 - Annunciate le candidature ai premi di quest’anno che verranno consegnati a fine giugno. 

Nastri d’Argento 2020 - Si dividono il primato Favolacce e Pinocchio

a cura della redazione cinemanews

Nastri d’Argento 2020 - Si dividono il primato Favolacce e Pinocchio Favolacce (guarda la video recensione) con gli applausi e l’Orso d’argento conquistato a Berlino e il Pinocchio (guarda la video recensione) di Matteo Garrone, con un racconto che ancora una volta ha incantato il grande pubblico - testa a testa, con 9 nomination ciascuno - sono i film più candidati ai Nastri d’Argento 2020. A contendersi il Nastro per il miglior film anche Gli anni più belli (guarda la video recensione) di Gabriele Muccino, Hammamet (guarda la video recensione) di Gianni Amelio e La Dea Fortuna (guarda la video recensione) di Ferzan Ozpetek.

Annuncio ufficiale a Roma, rispettando una tradizione, anche se quest’anno in diretta streaming, dal MAXXI - il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo - per le candidature della 74.ma edizione dei Nastri d’Argento con la quale i Giornalisti Cinematografici mai come quest’anno vogliono essere solidali con il cinema senza lavoro: migliaia di operatori del settore, con gli autori e i protagonisti, che ancora non possono tornare al lavoro. Proprio come i film non riescono ancora ad uscire in sala.
Tornando alle candidature: Gli anni più belli (guarda la video recensione), con 8 nomination, è anche tra i film più candidati di quest’anno insieme a La Dea Fortuna (guarda la video recensione), Il Sindaco del Rione Sanità (guarda la video recensione) di Mario Martone e Martin Eden (guarda la video recensione) di Pietro Marcello (questi ultimi, 7 nomination ciascuno). Con cinque candidature li inseguono Hammamet (guarda la video recensione) di Gianni Amelio, Tornare di Cristina Comencini, Tutto il mio folle amore (guarda la video recensione) di Gabriele Salvatores e Il primo Natale (guarda la video recensione) di Ficarra e Picone, in cinquina per la migliore commedia dell’anno con Figli (guarda la video recensione), l’ultimo film scritto da Mattia Torre diretto da Giuseppe Bonito, Lontano lontano di Gianni Di Gregorio, Odio l’estate (guarda la video recensione) di Massimo Venier e Tolo tolo (guarda la video recensione) di Luca Medici.

Sei, quest’anno, gli autori delle opere prime in gara, più difficili da scegliere per la qualità e la varietà di uno scouting tra i più interessanti degli ultimi anni: Stefano Cipani con Mio fratello rincorre i dinosauri (guarda la video recensione), Marco D’Amore con L’Immortale (guarda la video recensione), Roberto De Feo con The Nest, Ginevra Elkann con Magari (guarda la video recensione), Carlo Sironi con Sole (guarda la video recensione) e Igor Tuveri (Igort) con 5 è il numero perfetto

Sono stati già annunciati, li ricordiamo, il Nastro dell’anno per Volevo nascondermi (guarda la video recensione) di Giorgio Diritti, che premia il regista, i produttori (Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai Cinema), lo straordinario protagonista Elio Germano (con un Nastro collettivo per l’intera squadra dei collaboratori tecnici) e il Nastro alla carriera a Toni Servillo. Il Direttivo come sempre, assegnerà intanto anche alcuni riconoscimenti speciali: il Nastro europeo e il Nastro della legalità, il Premio SIAE per la sceneggiatura e il Nuovoimaie destinato dallo scorso anno ai doppiatori professionisti e, infine, i Premi  Biraghi e il  Bonacchi per giovani attrici e attori.

Altre news e collegamenti a Roberto Benigni »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità